Connect with us

Casarano

Calcio, Il Lecce frena a Entella

Domenica al “Via del Mare” il big match col Trapani. In serie D, pareggio del Nardò. In Eccellenza risorge il Tricase, pareggi per Galatina e Gallipoli, sconfitte per Racale e Copertino. In Promozione, Casarano sempre a valanga.

Pubblicato

il

di Valerio Martella

In Lega Pro il Lecce di Toma, frena in Liguria, uscendo con un risultato di parità. Le due squadre hanno dato vita a una bella gara, nella quale non sono mancate emozioni e divertimento. Protagonista assoluto è stato il portiere dei liguri Paroni (mai nome fu più azzeccato…), che con una serie di miracoli tra i pali, ha negato la vittoria ai salentini. L’Entella, trova il vantaggio al 7’ con un autogoal di Tomi; nel finale di tempo, i giallorossi, agguantano il pareggio con De Rose. Nella ripresa, ancora liguri in vantaggio con Rosso, ma  Chiricò pareggia al dopo 8 minuti. Da lì in poi Paroni, chiude la saracinesca e getta la chiave. E, nonostante il forcing leccese, il risultato non cambia: 2-2. Il Trapani grazie alla vittoria rimediata  ai danni del Lumezzane per 2-0 si riavvicina. E il calendario riserva la partitissima per lunedì sera al “Via del Mare” proprio tra Lecce e Trapani. Pper i ragazzi di Toma è obbligatorio vincere, considerando anche il fatto che il Trapani, a differenza del Lecce ha già effettuato il suo turno di riposo. Un risultato diverso dalla vittoria, lunedì sera, in casa salentina, complicherebbe seriamente le cose.

Serie D

Pareggio scialbo, per il Nardò che non va oltre l’1-1 tra le mura amiche contro il Pomigliano. La gara si è giocata a porte chiuse in un atmosfera dove la noia l’ha fatta quasi sempre da padrona. Nel finale di gara animi tropo accesi e tre espulsioni: due giocatori del Pomigliano più il tecnico dei granata Renna. I goal, sono stati realizzati uno per tempo: al granata Rizzi ha risposto La Cava al 61’. Il Nardò resta all’ottavo posto con 32 punti, in compagnia del Taranto. Domenica prossima, gli uomini di Renna, saranno impegnati in trasferta sul difficilissimo campo del Monospolis.

Eccellenza

Torna a vincere il Tricase e trona l’entusiasmo. Dopo la soluzione ai problemi societari con l’arrivo di Buccoliero che si è impegnato personalmente a pagare i rimborsi arretrati dei giocatori (oltre all’aver stilato un progetto immediato, che potrebbe avere importanti sviluppi futuri sul calcio tricasino), arriva la tanto sospirata vittoria. Gli uomini di Bruno, battono davanti al proprio pubblico il Poliminia per 3-1, trascinati da Striano (doppietta) e Citto. Buone notizie per la classifica rossooblu arrivano anche da Bari, dove il Quartieri Uniti ha battuto per 2-0 il Manduria, consentendo ai tricasini di scalare al terz’ultimo posto, a una sola lunghezza dal Corato, fermato in casa (1-1) dal Gallipoli. I giallorossi con questo pari escono momentaneamente (seppur per un solo punto) dalla zona play off, anche se si confermano come gli unici salentini che ancora possano seriamente sperare di entrare a far parte del gruppo dei primi della classe. Il Copertino, infatti dice quasi addio al sogno play off, dopo aver perso per 2-1 sul campo del Vieste. Il Galatina, sfiora il colpaccio, nella gara casalinga contro il Molfetta. I biancostellati di Inglese, sul 2-1 a loro favore, vengono raggiunti dalla capolista, proprio al 90’ e si debbono accontentare di un 2-2 che continua a mantenerli saldi nella posizione di metà classifica. Il Racale, viene massacrato al “Basurto” dal Mola per 4-0 e il sogno seppur flebile, spuntato dopo la vittoria di domenica scorsa, a questo punto svanisce del tutto: resta fanalino di coda con soli 10 punti all’attivo. Prossima giornata per le salentine d’Eccellenza: San Severo- Tricase; Copertino- Cerignola; Manduria- Galatina e Gallipoli-Racale.

Promozione

Il Casarano continua a collezionando larghe vittorie a suon di goal. I rossoblù di Longo stavolta “matano” la penultima della classe, il Lizzano, battendola per 6-0 e riceve un piccolo favore dal Lorenzo Mariano Scorrano che ferma l’Ostuni in casa sull’1-1 allontanando così i brindisini dai rossoblù. Pesante sconfitta del Maglie: 3-0 sul campo del Francavilla C. e resta a metà classifica con 28 punti. Va all’Otranto il derby salentino contro il San Cesario. Gli adriatici vincono in trasferta per 3-1. Il Leverano perde in trasferta lo scontro diretto contro il Carovigno per 3-1. Mentre il Martano conquista altri 3 punti per la salvezza battendo in casa per 3-0 l’ultima della classe Massafra.

Appuntamenti della prossima giornata: Maglie- Fragagnano;  Stella Ionica- Martano; San Vito – San Cesario, spiccano:  Virtus Francavilla- Casarano e il derby Otranto – Lorenzo Mariano Scorrano.

Attualità

Nessuna Donna deve sentirsi sola

Fidapa BPW- Italy, sezione di Casarano, è vicina alle donne vittime di violenza domestica. Attivi l’APP 1522 che consente di collegarsi al numero 1522 senza necessità di parlare e di correre il rischio di essere ascoltate e la rete dei Centri Antiviolenza della Comunità San Francesco (Ambito di Casarano cell. 328 8212906) che forniscono supporto telefonico H24

Pubblicato

il

Sono sole e abbandonate. Restare a casa per loro è un incubo, non è solo un decreto, una condizione imposta dal governo per fermare il contagio.

Sono ancora di più in pericolo, come la povera studentessa siciliana, uccisa dal compagno pochi giorni fa.

La Fidapa, sez. di Casarano manifesta la sua vicinanza alle donne vittime di violenza domestica e assistita in presenza di minori, aggravata dal fatto che le restrizioni in tempi di Covid-19 hanno determinato una convivenza forzata e prolungata dei nuclei familiari, all’interno dei quali è presente il proprio carnefice.

Nessuna donna deve sentirsi sola e abbandonata in questa emergenza Covid-19.

Antonella Pappadà, presidente della Fidapa di Casarano

I divieti imposti in materia di circolazione delle persone fisiche e la convivenza forzata e prolungata in nuclei familiari con conflitti preesistenti possono portare alla commissione di atti di violenza di genere e a maltrattamenti”, afferma la Presidente FIDAPA Casarano Antonella Pappadà, “è evidente la difficoltà per le vittime di potersi rivolgere con facilità alle Forze dell’Ordine e ai Centri Antiviolenza per denunciare le situazioni di disagio o di violenza, o anche solo per chiedere informazioni”.

La Fidapa BPW Italy, sez. di Casarano, intende dare massima attenzione e sensibilizzazione alla problematica che, soprattutto, in un contesto del tutto eccezionale merita di essere ancor di più valorizzata e sostenuta. Ed è proprio quello che ha voluto realizzare attraverso un messaggio che contiene informazioni e utili riferimenti a cui le Donne in difficoltà possono agevolmente rivolgersi in questo particolare periodo, perché la solidarietà si manifesta anche attraverso questi piccoli gesti.

Si segnala che è attiva l’APP 1522 che consente di collegarsi al numero 1522 senza necessità di parlare e di correre il rischio di essere ascoltate. L’ App è scaricabile da ogni smartphone e consente di contattare le operatrici dei Centri Antiviolenza e anche di azionare in maniera adeguata i dispositivi di emergenza.

Inoltre è attiva la rete dei Centri Antiviolenza della Comunità San Francesco (Ambito di Casarano) cell. 328 8212906, che forniscono supporto telefonico H24, colloqui telefonici e via skype, laddove gli spostamenti siano difficili e servizio di emergenza per la messa in sicurezza delle donne.

Nessuna donna deve restare indietro. Mai!

 Fidapa BPW Italy di Casarano

La sezione nata ad aprile 2009 fa parte della FIDAPA BPW Italy (Federazione Italiana Donne Arti Professioni e Affari), associazione composta in Italia da 300 sezioni distribuite su tutto il territorio nazionale e 11.500 Socie, la quale, a sua volta, appartiene alla Federazione Internazionale IFBPW (International Federation of Business and Professional Women), nata nel 1919. È un movimento di opinione indipendente, che persegue i suoi obiettivi senza distinzione di etnia, lingua e religione ed ha lo scopo di promuovere, coordinare e sostenere le iniziative delle donne, che operano nel campo delle Arti, delle Professioni e degli Affari. È inoltre un’influente organizzazione non governativa, accreditata presso Onu, Fao, Unesco, Consiglio d’Europa e altri organismi internazionali.

Continua a Leggere

Attualità

A Casarano la solidarietà ripara i danni della politica

Nella difficoltà dalla città emergono grandi esempi di solidarietà: dagli imprenditori che donano al Ferrari cifre significative, a chi realizza mascherine, fino al bimbo che dona il suo soldino

Pubblicato

il

Tempi strani quelli che stiamo vivendo. Indubbiamente. Tempi sicuramente difficili e “storici” ma che sono riusciti a far riaffiorare i sentimenti delle persone, anche quelli più nobili. Come ad esempio quello della solidarietà.

Anche la comunità di Casarano non è stata da meno e, fra grandi ed importanti iniziative ed altre più piccole ma non certo meno nobili, ha dato un segno più che tangibile di disponibilità e della solita concretezza.

Il primo a dare il via a questa gara di solidarietà è stato Antonio Sergio Filograna, patron della Leo Shoes che, ancor prima che questa maledetta situazione degenerasse, cosciente (come ogni buon casaranese) che il depredato Ospedale “Ferrari”, pur rimanendo sempre un punto di riferimento per tutto il territorio, non ha oggi il numero necessario di postazioni per la terapia intensiva, ha donato all’ASL 100mila euro, affinché le medesime postazioni potessero essere incrementate in previsione di una malaugurata situazione di emergenza.

Sulla stessa scia, solo qualche giorno dopo e sempre all’ASL, altri 100mila euro sono stati donati da Antonio Raone, amministratore della “Acque Pure Italia”; imprenditore che ha eletto Casarano come sua residenza e che, soprattutto, non è nuovo ad iniziative del genere.

Continuando in questa bellissima gara di solidarietà fra imprenditori, il 21 marzo scorso si è aggiunto anche Salvatore Anastasia dell’omonimo mollificio che, ancora nelle disponibilità del Direttore Generale dell’ASL, mette altri 40mila euro, sufficienti per l’acquisto di un’ulteriore postazione completa di terapia intensiva da installare sempre al “Ferrari”.

Per esser solidati non è indispensabile essere necessariamente degli imprenditori e mettere a disposizione decine o centinaia di euro; basta darsi da fare e le idee e la collaborazione di tutti fanno il resto.

Molto bella in tal senso è stata l’iniziativa di Giovanna D’Agnello e di tutta la sua famiglia che, utilizzando la propria tabaccheria come punto di contatto e smistamento e la propria abitazione come laboratorio di produzione, hanno realizzato e distribuito (a fronte di un’offerta volontaria) centinaia di mascherine. Quest’idea ha innescato una rete di collaborazione in chi offriva la stoffa necessaria (del tipo “chirurgico”), così come gli elastici ed i legacci, fino a tutti coloro che, acquistando tali mascherine, hanno contribuito a raggiungere quasi mille euro che serviranno ora all’acquisto di dispositivi sanitari da mettere a disposizione sempre dell’ospedale.

A tutto ciò è il caso di ricordare anche la disponibilità offerta dalla Croce Rossa (Comitato di Casarano) che, oltre a tutto ciò che quotidianamente fa nell’ambito del soccorso, in questo periodo mette a disposizione i propri volontari nell’iniziativa “CRI per te!”: un servizio di spesa e farmaci a domicilio rivolto agli anziani, alle persone fragili ed immunodepresse.

Saremmo stati tutti molto più contenti se tutto questo dramma non fosse mai accaduto ma, ora che lo stiamo affrontando, fa piacere vedere che lo spirito di solidarietà, anche a Casarano, non viene mai meno.

Certo, dopo, passata la tempesta, si dovrà anche discutere del perché e come sia stato possibile che l’ottusa politica abbia depredato un Ospedale attrezzato come il “Ferrari” e che oggi non si senta nessuno ammettere le proprie responsabilità.

Adesso non è il momento; adesso è il momento di dire grazie a chi solidale lo è, a partire dai grandi fino al bimbo che regala il proprio soldino.

Antonio Memmi

Continua a Leggere

Attualità

Non restano a casa: 151 denunciati nel Salento

Fuori di casa o fuori dal Comune di residenza senza fornire valide giustificazioni

Pubblicato

il

Come accade per il bollettino epidemiologico della Regione nel tardo pomeriggio, abbiamo imparato anche ad attenderci il bollettino di mezzogiorno dei carabinieri che riporta i sanzionati per violazione delle restrizioni del DPCM.

Anche oggi i numeri sono impetuosi: nella sola giornata di ieri i militari dell’Arma hanno denunciato sull’intero territorio provinciale 151 persone.

I carabinieri della Compagnia di Tricase, nei Comuni del Capo di Leuca ricadenti nella propria giurisdizione, hanno denunciato a piede libero 11 persone che erano fuori dalle rispettive abitazioni in mancanza di lecite comprovate esigenze. In totale i militari dell’Arma della Compagnia di Tricase hanno controllato 82 persone e fermato 74 veicoli.

——-(SPESA A DOMICILIO A TRICASE E DINTORNI? CLICCA QUI)——-

Nell’ambito del territorio di propria competenza i carabinieri della Compagnia di Maglie hanno controllato 114 persone e 41 veicoli. Denunciate 18 persone che circolavano per strada senza valida motivazione dettata da stato di necessità.

I carabinieri della Compagnia di Casarano dopo aver controllato 84 veicoli e 115 persone, hanno dato luogo a 43 denunce, sempre per violazione del DPCM.

Nel territorio della Compagnia di Gallipoli, denunciate altre 24 persone che non sono state in grado di fornire valide giustificazioni circa loro presenza fuori dal Comune residenza.

Nel territorio di competenza della Compagnia di Campi Salentina, i militari dell’Arma hanno denunciato altre 32 persone, colte fuori dalle proprie abitazioni senza essere in grado di fornire adeguata giustificazione.

I carabinieri della Compagnia di Lecce, infine, hanno denunciato sempre per lo stesso motivo, altre 23 persone.

Continua a Leggere
Pubblicità

Più Letti

Copyright © 2019 Gieffeplus