Connect with us

Alessano

Dialoghi d’autore ad Alessano

A Palazzo Ducale arrivano Genovesi e Dorfles

Pubblicato

il

Prende il via il 28 ottobre la seconda edizione del progetto “Dialoghi d’autore” curato dalla professoressa Valeria Bisanti con il sostegno del Dipartimento di italiano.

Fabio Genovesi

Fabio Genovesi

A relazionarsi con gli alunni dell’istituto Salvemini di Alessano saranno due firme importanti del panorama letterario italiano. In primis Fabio Genovesi, già vincitore del Premio Strega giovani con il suo libro “Chi manda le onde”, un romanzo corale, pubblicato dopo un lavoro di quattro anni, che trabocca di vita e di storie.

Qualche giorno dopo il critico letterario Piero Dorfles,  con il suo recente “I cento libri che rendono più ricca la nostra vita” ma anche attraverso la televisione pubblica grazie alla quale stimola da anni gli studenti alla conoscenza e all’amore per i libri, il tutto anche con indubbia capacità divulgativa.

Piero Dorfles

Piero Dorfles

Scenario degli incontri, rispettivamente il 28 ottobre e il 3 novembre, sarà la splendida cornice di Palazzo Ducale di Alessano, un luogo che trasuda di storia e cultura avendo ospitato nei secoli famiglie illustri come quelle dei Del Balzo, dei Gonzaga, degli Ayerbo d’Aragona.

Il progetto, che si avvale della collaborazione di Michela Santoro della Libreria Idrusa di Alessano, nasce dalla convinzione, spiega la professoressa, che il desiderio di leggere si possa trasmettere, che l’amore per i libri può contagiare e che la letteratura contemporanea svolge un compito antico: mostrarci quello che abbiamo sotto i nostri occhi.

La finalità, pertanto, è quella di far nascere nei ragazzi  uno spirito critico nei confronti di ciò che li circonda spronandoli a riflettere sulla complessità di essere vivi ed umani e che la letteratura esiste da sempre perché esistono gli esseri umani, i libri ci leggono e ci raccontano, ci rendono  stupiti, tristi, euforici e divertiti.  Gli incontri sono preparati dagli stessi studenti che, coadiuvati da alcuni docenti, si adoperano per la parte organizzativa, per la presentazione e per la lettura di brani dell’opera presa in esame. In questo modo l’incontro con l’autore trasforma la lettura in un momento creativo e coinvolgente, visto che i nostri alunni hanno potuto esprimere le proprie considerazioni in merito al libro loro proposto, dialogando con lui ed affinando in tal modo le proprie capacità critiche.

Viene da chiedersi”, dichiara la Dirigente Chiara Vantaggiato, molto orgogliosa del progetto, “se si può apprendere solamente attraverso l’udito e le immagini e se i nuovi media possano soppiantare la lettura ed i libri. L’esperienza dice di no, ed anzi i nuovi strumenti, se non bene utilizzati, rischiano di finire per impoverire ed appiattire la tensione alla conoscenza ed alla crescita. Abituarsi a leggere – ed anzi appassionarsi a leggere – è un compito anche della Scuola, chiamata a fare spazio alla lettura ed anche ai libri. La Scuola, pertanto, attraverso la guida degli insegnanti, trasforma la conoscenza individuale e parziale in una conoscenza comunitaria, interattiva ed anche intersettoriale, in una conoscenza della quale nessuno può fare a meno”.

E’ sulla base di queste profonde convinzioni che l’Istituto Salvemini ha organizzato una serie di incontri con prestigiosi Autori e Studiosi, non quali iniziative isolate ma come momenti qualificanti di un percorso di crescita che costringe la Scuola, in tutte le sue componenti, a ridefinirsi, per meglio sintonizzarsi con le sensibilità, quelle vere ma talvolta nascoste, dei ragazzi. La passione se non ce l’hai non la puoi trasmettere; ebbene: gli Autori che saranno con noi sono capaci di trasmettere passioni.

La professoressa Valeria Bisanti, curatrice del progetto,  si dichiara particolarmente soddisfatta di ospitare per il secondo anno consecutivo il vincitore del premio Strega giovani (Catozzella lo scorso anno) soprattutto perché quest’anno dieci alunni del Liceo parteciperanno alla votazione di questo premio prestigioso.

Alessano

Furto a scuola: ripuliti distributori

Furto ad Alessano nella notte. Ignoti fuggono da istituto superiore con magro bottino

Pubblicato

il

A pochi minuti (e non troppi chilometri) di distanza dal furto fallito stanotte a Castro, un altro colpo è andato invece a segno ad Alessano. Seppur, in fin dei conti, per pochi spicci.

Una scuola superiore è stata presa di mira da ladri che, nel buio ed entrando da una finestra, hanno puntato e manomesso i distributori automatici di snack e bevande per sottrarvi l’incasso.

Il bottino non supera qualche manciata di euro e i responsabili sono tutt’ora ignoti: messi in fuga dall’allarme, sono riusciti a scappare prima dell’arrivo dei carabinieri. I quali, ora, cercano di individuarli mediante le immagini riprese dalle videocamere di sorveglianza della zona.

Continua a Leggere

Alessano

Bibliopoint: il primato di Corsano

Comune Capofila primo in Italia, taglia il nastro del Progetto Mibact della “Grande fabbrica delle parole”. Coinvolte anche Presicce e Alessano

Pubblicato

il

Ci siamo: domani, 26 novembre, nella sede del CSV Salento, si inaugurerà la Bibliopoint, luogo di lettura, cultura e non solo.

24 Bibliopoint per consultare e prendere in prestito i libri della biblioteca comunale anche in luoghi inconsueti come studi medici e pediatrici, bar e pub, esercizi commerciali; questo è il progetto la “Grande fabbrica delle parole” di cui Corsano è Capofila in un progetto del MIBACT, che coinvolge anche Presicce e Alessano.

Il taglio del nastro alle 17,30 presso la sede del Centro Servizi Volontariato Salento, in via Campania.

La bibliotechina, ospiterà volumi da consultare o prendere in prestito: lo spazio messo a disposizione nel centro polivalente punta ad essere centro d’aggregazione attorno alla lettura.

«Credo», ha dichiarato Antonella Nicolì, assessore alla cultura di Corsano, «nella magia dei piccoli passi quotidiani, nel far entrare l’oggetto libro tra gli oggetti familiari. Chi ama scambiarsi opinioni ed esperienze di lettura in questo luogo d’elezione rafforzerà quel senso comunitario che man mano sta sparendo anche nei piccoli centri».

Per il Centro Servizi, ospitare la Bibliopoint , sarà un punto d’onore», ha spiegato Luigi Conte, Presidente CSVS, «sia perché la cultura è il miglior veicolo per trasferire valori di cui anche noi siamo vettori, sia perché con l’installazione si riconosce il nostro spazio come punto di riferimento sul territorio»

La Bibliopoint fa parte di un puzzle iniziato 6 anni fa con la promozione della lettura nelle scuole e nelle piazze, luoghi diversi dalla consueta biblioteca comunale che daranno vita ad una biblioteca diffusa epicentro di iniziative connesse.

Il progetto vinto da questi 3 comuni nell’ambito dell’Avviso Pubblico Città che Legge 2018, si è classificato primo in Italia nella categoria dei Comuni con popolazione compresa fra 5.001 e 15.000 abitanti.

La biblioteca “diffusa” permetterà di installare strategicamente scaffali tematici sul territorio dei tre comuni coinvolti, “in spazi di scambio e relazioni  negli ambienti della vita quotidiana”.

Grazie alla grande fabbrica delle parole saranno organizzati incontri di lettura ad alta voce e presentazioni di libri, incontri/laboratori, coinvolgendo gli Istituti comprensivi dei paesi aderenti.

I partecipanti saranno guidati in una riflessione sui libri e sulla narrazione, per lo sviluppo del pensiero critico alla base della crescita di lettori forti e autonomi.

M.Maddalena Bitonti

Continua a Leggere

Alessano

Spunta “auto fantasma” in incidente mortale di Siria

Avrebbe tagliato la strada alla Clio finita contro il muro: si indaga per omicidio stradale, lesioni personali gravissime e omissione di soccorso

Pubblicato

il

C’è un nuovo indagato per la morte della 17enne Siria, la ragazza di Presicce deceduta in un terribile incidente stradale sulla SS275 lo scorso 1 novembre.

Si tratta di un uomo di Alessano, di 47 anni, che con la sua vettura avrebbe tagliato la strada alla Clio a bordo della quale viaggiava la vittima assieme alle sue sorelle ed al cognato, sopravvissuti con gravissime ferite all’impatto.

Il guidatore della “auto fantasma” è stato ascoltato dai carabinieri ed ora è indagato per omicidio stradale, lesioni personali gravissime e omissione di soccorso.

Il meticoloso lavoro dell’Arma volto ad individuare il 47enne ha portato così a confermare la tesi di una seconda vettura coinvolta nell’accaduto. Tesi da subito sostenuta dagli amici dei ragazzi a bordo della Clio che, con un’altra automobile, seguivano proprio la Clio stessa ed hanno assistito inermi all’accaduto.

Continua a Leggere
Pubblicità

Più Letti

Copyright © 2019 Gieffeplus