Martano cazza la volìa…anche d’estate

Olive non ancora mature, schiacciate con un martello di legno o con una pietra piatta e conservate per poi esser messe in acqua fredda, cambiata tutti i giorni per una settimana. Poi il condimento: una coppa con olio, aglio, peperoncino (a discrezione) e sale. Il tutto mescolato e conservato in un boccaccio a chiusura ermetica.

Nasce così la volia cazzata (oliva schiacciata) specialità tutta salentina esaltata e promossa in grande stile ogni autunno a Martano con l’omonima Sagra che quest’anno, per la prima volta, avrà un ricco prologo estivo.

Nei giorni del 7 e 8 agosto il centro martanese accoglierà infatti la “Sagra de la Volia Cazzata Estate” che accosterà il sapore delle olive schiacciate a tanti altri prodotti tipici del territorio salentino e della Grecìa Salentina.

Cornice dell’evento evento sarà il centro storico martanese, con il suo Palazzo Ducale recentemente restaurato che aprirà le porte ai visitatori deliziandoli con il suo bellissimo giardino.

L’appuntamento in periodo estivo sarà anche l’occasione per far festa insieme ai tanti migranti martanesi e non, che rappresentano la nostra comunità in giro per il mondo e di anno in anno tornano “a casa” per trascorrere le ferie della bella stagione.

Motore della Sagra sarà lo spirito di iniziativa dell’associazione Culturale “Cosimo Moschettini”, che da tempo organizza con successo l’appuntamento autunnale, per quest’anno previsto dal 13 al 16 ottobre. L’autunno però è ancora lontano. Ora, è il momento di gustare la volia cazzata come non l’abbiamo mai assaggiata: in “salsa estiva”, arricchita da sorsi dei migliori vini prodotti dalle aziende del territorio.

Tags:


Commenti

commenti