Sa-lento in cima alla cuccagna

La tradizione dell’albero della cuccagna, nel frattempo riconosciuto come sport dal Coni, rivive nel territorio salentino in un vero e proprio tour itinerante, grazie all’iniziativa di tre associazioni di Monteroni, Muro Leccese e Cocumola.

L’evento intitolato “Sa-lento in cima alla cuccagna” è stato presentato questa mattina, a Palazzo Adorno a Lecce, da Antonio Quarta (presidente dell’associazione “Madonna di San Fili” di Monteroni), Roberto Pagliara (presidente del’associazione “Genitori Insieme” di Cocumola) e Antonio Sanapo (presidente dell’ associazione “Ricreativa Pastorella” di Muro Leccese).

Organizzato in collaborazione con Associazione italiana palo della cuccagna (Aipc), Associazione italiana cultura e sport – Comitato provinciale di Lecce (Aics), con il patrocinio della Provincia di Lecce e dei Comuni di Cocumola, Monteroni e Muro Leccese, il tour si snoderà in tre tappe da tenersi tra il 23 ed il 25 aprile.

Si parte martedì 23 aprile (ore 16) da Monteroni, in occasione della Festa della Madonna di San Fili.

Secondo appuntamento mercoledì 24 a Muro Leccese all’interno della Festa Borgu meu: da quest’anno Muro ha deciso di raddoppiare con un anticipo primaverile de U Porcu Meu, con i suoi sapori, la sua musica e la tradizionale cuccagna in una veste nuova e ancora più spettacolare, nella splendida cornice di Piazza del Popolo a Muro Leccese. Alle 18,30 Sa-lento in cima alla cuccagna; alle 21,30 musica popolare con Li Cumpari. Nel corso della serata funzioneranno i forniti stand gastronomici de U Porcu Meu.

La manifestazione si chiuderà a Cocumola, giovedì 25 aprile.

In tutti e tre i Comuni si sfideranno, su un palo alto 13,5 metri ricoperto da 10 kg di grasso, i campioni nazionali di tre squadre delle province di Venezia, Bergamo e Como, iscritte all’Aipc.

Accanto sarà allestito un palo alto 9 metri, dove gli amatori potranno provare  a salire sulla vetta per aggiudicarsi la cuccagna.

Tags:


Commenti

commenti