Connect with us

Attualità

La Regione finanzia le Asl: c’è aria di assunzioni

Soldi freschi alla sanità pugliese per sopperire alla diffusa carenza di personale

Pubblicato

il

In arrivo dalla Regione una decina di milioni di euro per le Asl che devon far fronte ad una forte carenza di personale.

La delibera, che dovrebbe essere approvata dalla giunta a giorni, prevede l’utilizzo di circa 60 milioni di euro per sbloccare le deroghe ferme da due anni e consentirà l’assunzione di circa 1.300 fra medici e infermieri su tutta la Regione, stima effettuata con un mero calcolo matematico che tiene conto dell’importo medio di circa 45mila euro per ogni assunzione.

La notizia, diffusa nei giorni scorsi dal quotidiano La Repubblica, è stata «rimbalzata» dal direttore del Dipartimento della Salute Giovanni Gorgoni.

La vitale boccata di ossigeno consentirà ai vertici della Asl di affrontare l’estate alle porte con meno affanno.

Nei giorni scorsi i direttori generali sono stati convocati a Bari per fare il punto delle singole esigenze e stabilire l’entità delle fette da destinare a ciascuna delle 6 Asl pugliesi. Il colpo grosso lo farà la Asl di Taranto (pare che sia la più carente) alla quale andrebbero 15 milioni. Dalla Asl di Lecce il direttore Antonio Sanguedolce  fa sapere che «dalla regione non sono pervenute ancora indicazioni precise».

In ogni caso si stima che alla Asl di Lecce dovrebbero arrivare non meno di 10 milioni di euro. Parliamo quindi di circa 220-230 nuove assunzioni.

Proprio Giovani Gorgoni di recente ha stimato che nell’area dell’emergenza-urgenza servono in Puglia  770 medici, 870 infermieri e 800 operatori socio sanitari.

Il personale di nuova assunzione verrà utilizzato dalla Asl per le esigenze indicate dall’azienda, senza alcun vincolo da parte della regione. L’unica prescrizione: il limite di spesa deve essere inferiore dell’1,4 per cento rispetto a quello del 2004.

Cesare Mazzotta (ass. Salute Salento)

Alessano

Picco influenzale, Alessano si tutela: disinfezione a scuola

Domani pomeriggio intervento di sanificazione e disinfezione di tutti i locali della Scuola Primaria e della Scuola dell’infanzia di Alessano e di Montesardo, attraverso la nebulizzazione di una soluzione disinfettante anti-batterica e anti-virus

Pubblicato

il

L’Amministrazione Comunale – Ufficio Ambiente informa le famiglie della popolazione scolastica dei plessi dell’Istituto Comprensivo di Alessano e Montesardo che nel pomeriggio di sabato 29 febbraio verrà eseguito un intervento di sanificazione e disinfezione di tutti i locali della Scuola Primaria e della Scuola dell’infanzia di Alessano e di Montesardo, attraverso la nebulizzazione di una soluzione disinfettante anti-batterica e anti-virus, dopodiché si provvederà ad arieggiare opportunamente gli ambienti interessati.

Detto intervento è eseguito a mero scopo cautelativo e preventivo ed anche al fine di sanificare e disinfettare gli ambienti scolastici a seguito del picco influenzale verificatosi alcune settimane or sono.

Continua a Leggere

Attualità

Tricase Plastic Free: l’esempio di Palazzo Gallone

L’Ufficio di presidenza consegna le borracce in acciaio ai componenti del Consiglio comunale e del Consiglio dei ragazzi ed ai dipendenti comunali

Pubblicato

il

Nella seduta del consiglio comunale dei ragazzi in corso di svolgimento a Palazzo Gallone è in atto la consegna delle borracce in acciaio ai componenti.

Ne danno notizia il presidente ed il vice presidente del Consiglio comunale Dario Martina e Nunzio Dell’Abate.

«Nell’ottica della campagna ambientale “Plastic free challenge” e con la finalità di trasmettere un forte messaggio istituzionale», si legge in una nota dell’Ufficio di presidenza, «abbiamo assunto l’iniziativa di fornire i componenti del nostro Consiglio comunale di quello dei ragazzi, nonché tutti i dipendenti comunali, di una borraccia in acciaio ivi impresso lo stemma della città accompagnato dalla dicitura “Il Consiglio comunale di Tricase”».

Dopo aver ringraziato «l’azienda Fornopronto srl che ha acquistato le borracce senza neanche pretendere l’inserimento del logo aziendale», presidente e vice presidente del Consiglio comunale spiegano: «Abbiamo optato per l’acciaio che non rilascia odori/sapori, ecologica resistente agli urti e compatibile con l’uso in lavastoviglie. Inoltre è dotata di un beccuccio ritraibile per l’abbeveraggio in assolute condizioni igieniche. Il nostro vuole essere un gesto simbolico ma di forte valenza istituzionale a tutti i livelli».

Inoltre è intenzione dell’Ufficio di presidenza «collocare a breve nel palazzo comunale un erogatore di acqua per consentire l’approvvigionamento in loco».

Viene precisato inoltre che «entrambe le iniziative non hanno intaccato il bilancio comunale e si sono rese possibile grazie alla suddivisione dei compiti tra i due componenti dell’ufficio».

Si comunica infine che «la consegna delle borracce al Consiglio comunale avverrà in occorrenza della prima seduta utile e al termine della stessa avverrà la consegna anche ai dipendenti comunali».

 

Continua a Leggere

Alliste

Due auto nuove per Alliste

Una Dacia Sandero per i vigili urbani; una Renault Zoe elettrica a disposizione del personale dipendente del Comune

Pubblicato

il

Due auto nuove per il Comune di Alliste. I mezzi saranno a disposizione rispettivamente della polizia municipale e dei servizi comunali.

La Dacia Sandero per il comando dei vigili urbani fa notizia perché è il primo mezzo nuovo da dieci anni.

L’altra auto è una Renault Zoe messa a disposizione del personale dipendente del Comune.

Due nuovi acquisti per il Comune di Alliste“, ha postato sulla sua pagina Facebook la vice sindaco e assessore all’ambiente Marilù Rega, “un nuovo mezzo per il nostro comando di Polizia Municipale ed un altro, una Renault Zoe, a disposizione del personale dipendente del comune“.

Quest’ultima è un’auto elettrica. Infatti la Rega ha anche annunciato che “verrà installata nei pressi del Comune una colonnina per la ricarica della batteria, in ossequio alla tutela del nostro ambiente“.

Nella foto in basso (di Fabrizio Casto) il sindaco Renato Rizzo, al momento della firma del contratto per l’acquisto delle due nuove auto.

 

Continua a Leggere
Pubblicità

Più Letti

Copyright © 2019 Gieffeplus