Connect with us

Attualità

Navigatori da più di diecimila anni

Si navigava nel Mediterraneo alla ricerca di cibo e nuove terre già verso la fine del mesolitico. Lo stabilisce uno studio condotto nelle Isole Egadi. La datazione dei ritrovamenti a cura del CEDAD dell’Università del Salento

Pubblicato

il

Dallo studio dei resti di un pasto composto da una mandibola di cervo e vari molluschi è stato possibile stabilire che l’uomo navigava nel Mediterraneo alla ricerca di cibo e nuove terre già 8.600 anni fa, cioè verso la fine del Mesolitico e non nel Neolitico, come si credeva finora. La scoperta, all’interno della Grotta del Tuono di Marettimo (isole Egadi), è di un team di ricercatori dell’ENEA – Agenzia nazionale per le nuove tecnologie, l’energia e lo sviluppo economico sostenibile, che si è avvalso delle professionalità del CEDAD, il Centro di Fisica Applicata Datazione e Diagnostica dell’Università del Salento, proprio per la datazione. Lo studio è stato recentemente pubblicato su “Earth Science Reviews”.

«Nella ricerca scientifica spesso è la collaborazione tra discipline e competenze diverse che porta alle scoperte più importanti e inaspettate», sottolinea il professor Lucio Calcagnile, responsabile del CEDAD, «questo studio, coordinato dal dottor Fabrizio Antonioli  dell’ENEA, rientra in una collaborazione molto fruttuosa e che da lungo tempo vede coinvolti anche numerosi ricercatori dell’Università di Roma “La Sapienza”, dell’Università di Palermo e dell’Università di Trieste e la Soprintendenza del mare. È un’ulteriore dimostrazione che il CEDAD, nel corso di ormai quasi vent’anni di attività, si è imposto come punto di riferimento di livello internazionale nel campo delle tecniche fisiche per i beni culturali».

Geologi, paleontologi, archeologi e i fisici del CEDAD hanno condotto questo studio che ha consentito di ricostruire, a partire dall’ultima glaciazione, la morfologia costiera delle isole Egadi in Sicilia stabilendo, per esempio, che circa 20mila anni Favignana e Levanzo erano collegate alla Sicilia mentre Marettimo era separata da essa da uno stretto canale. Essenziale è stato stabilire quando i resti del pasto rinvenuto nella Grotta del Tuono fossero stati consumati, perché questo avrebbe significato stabilire da quando l’uomo frequentava l’isola.

«È qui che il CEDAD ha dato il suo contributo, effettuando la datazione dei resti con il metodo del radiocarbonio con l’utilizzo dell’acceleratore di particelle da 3 milioni di volt», spiega il professor Gianluca Quarta, associato di Fisica Applicata a UniSalento e co-autore dello studio, «Le datazioni sono state effettuate su gusci di mollusco (Patella), su ossa e sullo smalto dei denti, mentre l’interpretazione dei dati sperimentali ha richiesto un’approfondita discussione con i diversi scienziati coinvolti. I risultati sono stati sorprendenti».

Attualità

Maltempo: appena 900mila euro per i paesi salentini colpiti

Il Consiglio dei Ministri corregge al ribasso i 2 milioni previsti. Tra i beneficiari Gallipoli, Porto Cesareo, Taviano, Nardò, Calimera, Ruffano e Corigliano

Pubblicato

il

Il Ministro Boccia, nella sua visita in Salento, aveva parlato di due milioni, saranno invece appena 900mila gli euro destinati ai paesi salentini devastati dal ciclone mediterraneo di fine novembre

Previsto un primo stanziamento di 100 milioni di euro con i fondi divisi nel seguente modo: Abruzzo 1.685.410,82 euro; Basilicata 48.977,78 euro; Calabria 666.163,21 euro; Campania 2.357.094,62 euro; Emilia Romagna 24.438.027,72 euro; Friuli Venezia Giulia 932.628,50 euro; Liguria 39.950.673,95 euro; Marche 156.786,97 euro; Piemonte 19.634.880,93 euro; Puglia 897.848,95 euro; Toscana 5.294.037,86 euro; Veneto 3.937.468,69 euro.

Tra i 60 comuni pugliesi beneficiari delle risorse anche Gallipoli, Porto Cesareo, Taviano, Nardò, Calimera, Ruffano e Corigliano d’Otranto.

Successivamente saranno stanziate ulteriori risorse per l’attivazione di prime misure economiche di immediato sostegno al tessuto economico e sociale e alla ricognizione dei fabbisogni per il ripristino delle strutture e delle infrastrutture, pubbliche e private, danneggiate.

Continua a Leggere

Attualità

Colacem: studenti in visita

Ottanta studenti del Liceo Artistico “Enrico Giannelli”, indirizzo chimico e progettazione, di Parabita e Gallipoli sono stati nello stabilimento di Galatina

Pubblicato

il

Recente visita da parte degli studenti del Liceo “Giannelli” di Parabita e Gallipoli, accompagnati dai propri professori alla Colacem di Galatina.

Una visita didattica alla cementeria Colacem di Galatina per ottanta studenti delle terze, quarte e quinte classi del Liceo Artistico “Enrico Giannelli”, indirizzo chimico e progettazione, di Parabita e Gallipoli.

La visita dei ragazzi, accompagnati dai loro professori, è iniziata con un’introduzione del direttore di stabilimento, Gaetano Cafaro, che ha ripercorso le origini dell’impianto sino ad oggi, sottolineando “l’approccio sostenibile di Colacem verso il sociale e l’ambiente“.

Dopo la proiezione di alcuni video, la visita è proseguita nei vari reparti dello stabilimento, dove i tecnici hanno descritto tutte le diverse fasi del ciclo produttivo, con particolare attenzione ai sistemi di controllo.

Lo stabilimento Colacem di Galatina è stato recentemente oggetto di importanti investimenti che lo hanno ancor più posizionato tra i migliori e moderni in Europa.

Continua a Leggere

Attualità

Giuliano Sangiorgi: «Sogno di fare il regista»

Così la voce dei Negramaro a Movie Mag in onda domani sera (ore 23) su Rai Movie e, più tardi, nella programmazione notturna di Rai Uno

Pubblicato

il

«Nei miei sogni c’è quello di fare il regista»: così Giuliano Sangiorgi, frontman dei Negramaro, al microfono di Federico Pontiggia, nella puntata di Movie Mag in onda mercoledi 4 dicembre, alle 23, su Rai Movie e, più tardi, nella programmazione notturna di Rai Uno.

E poi ancora il ritorno di Marco D’Amore nei panni di Ciro Di Marzio, una cena con delitto per Daniel Craig e Jamie Lee Curtis, una visita sul set con Michele Placido e un ricordo di Anna Magnani.

Per me il cinema è l’apice dell’arte” dichiara a Federico Pontiggia il cantante dei Negramaro Giuliano Sangiorgi nei miei sogni c’è quello di fare il regista“.

Intervistato in occasione della presentazione del film Frozen II – il segreto di Arendelle, Sangiorgi ha parlato dell’impegno messo nello studio del cinema: «Studiare vuol dire desiderare e questo grande studio, questo grande desiderio mi porterà da qualche parte» e ha ricordato la passione cinematografica del padre: «Sapeva riconoscere la grandezza del cinema. Sapeva che in alcuni casi era necessaria la spudoratezza».

Daniel Craig, Jamie Lee Curtis, Christopher Plummer e Chris Evans sono solo alcune delle star protagonista di Cena con delitto – knives out la commedia nera di Rian Johnson.

Il cinema ha raccontato molte volte delle cene particolarmente indigeste e Alberto Farina, nella rubrica See You Next Wednesday, ricorda le più celebri ed efferate, partendo da quella quasi perfetta di Cameron Diaz per arrivare a quella piuttosto sgradevole servita da Vincent Price a Robert Morley.

In sala questa settimana L’Immortale, diretto e interpretato da Marco D’Amore che riporta davanti alla macchina da presa il celebre personaggio della serie Gomorra, Ciro Di Marzio.

E poi Qualcosa di meraviglioso di Pierre-Francois Martin-Laval che ci racconta la storia vera di Fahim Mohammad, profugo del Bangladesh che spera di ottenere asilo politico in Francia grazie alla sua bravura come giocatore di scacchi. Di emigrazione e integrazione ci parla anche il nuovo film del regista finlandese Mika Kaurismaki: Master Cheng, che verrà presentato durante la XXIII edizione del Tertio Millennio Film Fest, il festival cinematografico che promuove il dialogo interreligioso e fra le culture.

Movie Mag è stato poi ad Acerra (Napoli) sul set di La Stanza, film breve in realtà virtuale realizzato da Giuseppe Alessio Nuzzo nel quale Michele Placido torna a vestire i panni di un poliziotto, questa volta alle prese con un caso di cyberbullismo.

Si concluds con uno splendido autoritratto di Anna Magnani, che racconta il suo personalissimo modo di interpretare il lavoro dell’attore, e con i film suggeriti dal Cineoroscopo di Simon and the stars.

Movie Mag è un programma di Gida Salvino, Alberto Farina, Federico Pontiggia e Gianluca Russo, con la collaborazione di Katia Nobbio. Regia di Luca Postiglioni.

Continua a Leggere
Pubblicità

Più Letti

Copyright © 2019 Gieffeplus