Connect with us

Tricase

Tricase: calcio a scuola per fare beneficenza

Pubblicato

il

L’Istituto “Don Tonino Bello” di Tricase ed Alessano, nell’ambito del progetto “I giochi di Sallentia”, inserito nel POF a.s. 2009/2010, ha previsto varie attività ludiche e sportive per una raccolta fondi da devolvere all’Associazione “Libera – Nomi e numeri contro le mafie”. Il primo incontro sportivo previsto sarà una partita di calcio nella mattinata di sabato 24 aprile, allo stadio “San Vito” di Tricase, fra la squadra mista di allievi dell’IISS “N. Moccia” di Nardò e dell’IISS “Don Tonino Bello” di Tricase-Alessano e la squadra composta da docenti ed esponenti di istituzioni ed enti pubblici di Nardò e Tricase.

Il programma prevede alle 9 il ritrovo allo stadio; alle 9,30 il saluto di benvenuto dei sindaci di Tricase e Nardò, Antonio Musarò e Antonio Vaglio, e del dirigente scolastico Anna Lena Manca; alle 10 lo scambio dei gagliardetti; alle 10,30 la partita fra le rappresentative Città di Nardò-Città di Tricase-Alessano; alle 11,30 la partita fra alunni IISS “N. Moccia”-IISS “Don Tonino Bello” Tricase/Alessano; alle 13 saluti e ringraziamenti.

Riteniamo che tale gemellaggio”, commenta la prof..ssa Anna Lena Manca, “sia un momento di crescita umana, con l’intento di creare un forte raccordo tra scuole e territori al fine di costruire rapporti che guardino alle persone al di là dell’appartenenza, visti anche i trascorsi non sempre sereni fra le tifoserie calcistiche di Nardò e Tricase”. Chi volesse contribuire alla raccolta fondi può utilizzare il CCP n. 19346857 intestato a Istituto Polo Professionale “Don Tonino Bello” Tricase-Alessano con la causale “Pro-Libera”.

Attualità

Tricase, depuratore: stop ai cattivi odori!

Ok ai lavori di copertura e trattamento aria. Pronti 800mila euro. Il sindaco Chiuri: «Investimento importante. Entro l’anno avranno finalmente fine le emissioni odorigene»

Pubblicato

il

L’Autorità idrica pugliese ha deliberato in favore dei lavori di copertura e trattamento aria del Depuratore di Tricase come previsto dal progetto predisposto dall’Acquedotto Pugliese per un importo complessivo di 800 mila euro.

Lo ha annunciato il sindaco di Tricase Carlo Chiuri con un post sulla sua pagina facebook esternando tutta la sua soddisfazione: «Stop ai miasmi, grazie a Regione Puglia, AIP ed AQP, in particolare all’Ing. Marcello Rainò e al Dott. Desio Carparelli, finiranno una volta per tutte le emissioni odorigene provenienti dal depuratore di Tricase. Un importante investimento che rende possibile la copertura ed il trattamento dell’aria del depuratore. Entro l’anno», conclude il primo cittadino, «dovremmo vedere l’opera realizzata»

Il progetto prevede la copertura dei due sedimentatori circolari primari mediante strutture piane, fisse, interamente realizzate in leghe d’alluminio; l’installazione di un impianto di deodorizzazione a servizio dei due sedimentatori primari; il confinamento della stazione di scarico bottini mediante la realizzazione di un capannone in carpenteria e tamponature con pannelli di tipo sandwich; l’installazione di un impianto di trattamento dell’aria a servizio della struttura di confinamento della stazione di scarico bottini; adeguamento dell’impianto elettrico per l’alimentazione delle nuove apparecchiature previste dal progetto.

L’intero intervento sarà realizzato a cura e spese di Acquedotto Pugliese e non interesserà in alcun modo il bilancio comunale.

Continua a Leggere

Cronaca

Gambero Rosso premia il gelato di G&Co

Tre coni: massimo riconoscimento al Sigep di Rimini per le gelataie salentine

Pubblicato

il

Premio Gambero Rosso Gelateria G&Co Tricase

Grande successo per la gelateria G&Co di Tricase alla Fiera di Rimini, Sigep 2020.

Al “41esimo Salone Internazionale Gelateria, Pasticceria, Panificazione Artigianali e Caffè”, il gelato delle sorelle Ricchiuto ha ottenuto, da Gambero Rosso, ben 3 “coni”, ossia il massimo riconoscimento.

Di seguito le immagini della premiazione.

Continua a Leggere

Casarano

Estorsione continuata: in carcere 40enne

Arresto a Casarano per reati commessi tra Diso, Tricase, Melissano e Tricase

Pubblicato

il

Arresto a Casarano nelle scorse ore: una donna del posto è finita in carcere su ordine emesso dalla Procura della Repubblica di Lecce, Ufficio Esecuzioni Penali.

Si tratta di Caterina Bevilacqua, 40enne, finita nel mirino della giustizia già da tempo per il reato di estorsione continuata in concorso commesso, mediante la compravendita di capi di bestiame, tra Casarano, Melissano, Diso e Tricase, nel periodo dal dicembre 2015 al gennaio 2016.

La donna è stata condannata alla pena residua definitiva di 5 anni, 2 mesi e 29 giorni di reclusione. Espletate le formalità di rito, è stata tradotta presso la casa circondariale di Lecce, così come disposto dall’autorità giudiziaria.

Continua a Leggere
Pubblicità

Più Letti

Copyright © 2019 Gieffeplus