Connect with us

Attualità

Cimiteri di Tricase, il sindaco: “Procediamo con le estumulazioni”

Spente le voci che sospettavano un ripensamento dell’amministrazione

Pubblicato

il

Riflettori puntati, a Tricase, sulla questione cimiteri.

22TricaseCimiteroManifestoIl progetto di estumulazione di tutte le salme del cimitero vecchio, con annessa traslazione in quello nuovo, si è portato dietro una scia di polemiche, scattata nel giorno stesso dell’ufficializzazione del calendario previsto per il “trasloco”. La Società di Storia Patria per Puglia ha anche istituito un Comitato presieduto dal prof. Cavallera per ascoltare la cittadinanza e porre degli interrogativi all’amministrazione, come quelli sulla reale necessità di “sfrattare i nostri morti”, come si legge nel manifesto pubblicato in paese.

Superata la scadenza del 7 novembre, fissata per la richiesta dei privati di “avvicinamento” dei propri cari, la giornata di ieri era attesa come quella dell’inizio dei lavori. Il silenzio attorno al cimitero vecchio ha però insospettito parte della cittadinanza. Ancora nessun intervento: progetto bloccato? L’amministrazione ci ha ripensato? Lo abbiamo chiesto direttamente al sindaco Antonio Coppola:

“Assolutamente no, non ci abbiamo ripensato. Andiamo avanti con la decisione di ordinare il vecchio cimitero, quindi procederemo alle estumulazioni di tutte le tombe a rischio. Bisogna però avere prudenza e cautela: è un intervento delicato e richiede determinati tempi. Non aspettiamoci le ruspe in cimitero dall’oggi al domani. Nel frattempo, gli atti formali sono stati portati avanti: abbiamo raccolto tutte le richieste di riavvicinamento dei propri cari da parte dei privati”.

Cosa ne sarà quindi del cimitero vecchio, in piazza Cappuccini?

“Per ogni intervento, a partire dalle estumulazioni fino a ciò che seguirà, è necessario il nullaosta della Soprintendenza. Così come il Comune di Tricase non può, dall’oggi al domani, decidere in totale autonomia se e quali tombe rimuovere, non potrà da solo decidere cosa fare un domani di un luogo sacro. Abbiamo comunque un progetto che vede, una volta concluso il trasferimento delle salme, il cimitero come luogo aperto alla cittadinanza, magari come giardino pubblico”.

E’ stato più volte rimarcato come per il “trasloco” non venga richiesto alcun contributo economico diretto alla cittadinanza. Sarà lo stesso anche in maniera indiretta? In altre parole, questo procedimento avrà un peso sul bilancio amministrativo?

“Non vi sarà alcuna spesa pubblica ulteriore rispetto a quelle già sostenute dal Comune: i lavori sono già previsti dal bando assegnato alla Cooperativa Apulia per la gestione dei cimiteri di Tricase. Tra l’altro, il bando prevede anche un addebito per inadempienze, quindi né il Comune né la Cooperativa hanno interesse a non portarlo a termine”.

Cosa risponde a chi è intervenuto in difesa del cimitero anche dal punto di vista architettonico?

“Senz’altro ci sono tombe di particolare bellezza, ma non tutte sono delle opere d’arte. La maggior parte sono fatiscenti e richiedono palesemente un intervento (a margine dell’articolo, una galleria di foto su come si presenta il cimitero oggi). Credo infatti che, in generale, sia stato sollevato un inutile polverone. Tra l’altro, i privati già da prima potevano liberamente spostare le salme dei loro defunti facendone semplice richiesta. In molti lo hanno già fatto e nessuno si è mai lamentato…”.

Lorenzo Zito

Alessano

Picco influenzale, Alessano si tutela: disinfezione a scuola

Domani pomeriggio intervento di sanificazione e disinfezione di tutti i locali della Scuola Primaria e della Scuola dell’infanzia di Alessano e di Montesardo, attraverso la nebulizzazione di una soluzione disinfettante anti-batterica e anti-virus

Pubblicato

il

L’Amministrazione Comunale – Ufficio Ambiente informa le famiglie della popolazione scolastica dei plessi dell’Istituto Comprensivo di Alessano e Montesardo che nel pomeriggio di sabato 29 febbraio verrà eseguito un intervento di sanificazione e disinfezione di tutti i locali della Scuola Primaria e della Scuola dell’infanzia di Alessano e di Montesardo, attraverso la nebulizzazione di una soluzione disinfettante anti-batterica e anti-virus, dopodiché si provvederà ad arieggiare opportunamente gli ambienti interessati.

Detto intervento è eseguito a mero scopo cautelativo e preventivo ed anche al fine di sanificare e disinfettare gli ambienti scolastici a seguito del picco influenzale verificatosi alcune settimane or sono.

Continua a Leggere

Attualità

Tricase Plastic Free: l’esempio di Palazzo Gallone

L’Ufficio di presidenza consegna le borracce in acciaio ai componenti del Consiglio comunale e del Consiglio dei ragazzi ed ai dipendenti comunali

Pubblicato

il

Nella seduta del consiglio comunale dei ragazzi in corso di svolgimento a Palazzo Gallone è in atto la consegna delle borracce in acciaio ai componenti.

Ne danno notizia il presidente ed il vice presidente del Consiglio comunale Dario Martina e Nunzio Dell’Abate.

«Nell’ottica della campagna ambientale “Plastic free challenge” e con la finalità di trasmettere un forte messaggio istituzionale», si legge in una nota dell’Ufficio di presidenza, «abbiamo assunto l’iniziativa di fornire i componenti del nostro Consiglio comunale di quello dei ragazzi, nonché tutti i dipendenti comunali, di una borraccia in acciaio ivi impresso lo stemma della città accompagnato dalla dicitura “Il Consiglio comunale di Tricase”».

Dopo aver ringraziato «l’azienda Fornopronto srl che ha acquistato le borracce senza neanche pretendere l’inserimento del logo aziendale», presidente e vice presidente del Consiglio comunale spiegano: «Abbiamo optato per l’acciaio che non rilascia odori/sapori, ecologica resistente agli urti e compatibile con l’uso in lavastoviglie. Inoltre è dotata di un beccuccio ritraibile per l’abbeveraggio in assolute condizioni igieniche. Il nostro vuole essere un gesto simbolico ma di forte valenza istituzionale a tutti i livelli».

Inoltre è intenzione dell’Ufficio di presidenza «collocare a breve nel palazzo comunale un erogatore di acqua per consentire l’approvvigionamento in loco».

Viene precisato inoltre che «entrambe le iniziative non hanno intaccato il bilancio comunale e si sono rese possibile grazie alla suddivisione dei compiti tra i due componenti dell’ufficio».

Si comunica infine che «la consegna delle borracce al Consiglio comunale avverrà in occorrenza della prima seduta utile e al termine della stessa avverrà la consegna anche ai dipendenti comunali».

 

Continua a Leggere

Alliste

Due auto nuove per Alliste

Una Dacia Sandero per i vigili urbani; una Renault Zoe elettrica a disposizione del personale dipendente del Comune

Pubblicato

il

Due auto nuove per il Comune di Alliste. I mezzi saranno a disposizione rispettivamente della polizia municipale e dei servizi comunali.

La Dacia Sandero per il comando dei vigili urbani fa notizia perché è il primo mezzo nuovo da dieci anni.

L’altra auto è una Renault Zoe messa a disposizione del personale dipendente del Comune.

Due nuovi acquisti per il Comune di Alliste“, ha postato sulla sua pagina Facebook la vice sindaco e assessore all’ambiente Marilù Rega, “un nuovo mezzo per il nostro comando di Polizia Municipale ed un altro, una Renault Zoe, a disposizione del personale dipendente del comune“.

Quest’ultima è un’auto elettrica. Infatti la Rega ha anche annunciato che “verrà installata nei pressi del Comune una colonnina per la ricarica della batteria, in ossequio alla tutela del nostro ambiente“.

Nella foto in basso (di Fabrizio Casto) il sindaco Renato Rizzo, al momento della firma del contratto per l’acquisto delle due nuove auto.

 

Continua a Leggere
Pubblicità

Più Letti

Copyright © 2019 Gieffeplus