Connect with us

Attualità

Tricase, Prendi Posizione: “Piano Coste da rivedere”

Rischio di privatizzare le poche area accessibili alla cittadinanza e, con l’incremento dei fruitori del litorale, anche il pericolo di non avere adeguata risposta in termini di parcheggio e di ricettività

Pubblicato

il

L’Associazione Prendi Posizione – Tricase propone di rivedere il Piano Coste.

Facendo seguito all’invito rivolto alle associazioni e alla cittadinanza dall’Amministrazione Comunale, la neonata associazione tricasina ha organizzato e tenuto in proposito una pubblica assemblea alla quale hanno preso parte anche alcuni amministratori comunali.

A seguito della discussione“, spiegano da Prendi Posizione, “pur condividendo alcune delle indicazioni presenti nel piano proposto dall’Amministrazione Comunale, abbiamo evidenziato diverse criticità, proponendo, pertanto, la revisione dell’intero Piano, anche alla luce delle normative regionali e del Piano Regionale delle Coste”.

Secondo i rappresentanti dell’associazione, vanno evidenziate in primis le caratteristiche della costa tricasina: “Pur estendendosi per 9,04 km, il tratto di costa si presenta inaccessibile per lunghi tratti e interessata da potenziali crolli in diverse e ampie aree, tanto da essere classificato per l’82% ad alta sensibilità ambientale e media per il restante 18%, con alta e media pericolosità geomorfologica. La stessa costa presenta lunghi tratti sprovvisti di aree destinate a parcheggio ed alcuni di essi perfino privi di camminamenti sicuri per i pedoni. A tutto ciò va aggiunto che sulle marine di Tricase insiste oltre alla popolazione locale, quasi 18mila abitanti, anche la popolazione dei comuni limitrofi“.

pianocostetricase

In considerazione di ciò, e in rapporto a quanto previsto dal Piano Comunale così come proposto, Prendi Posizione lancia l’allarme: “C’è il serio e potenziale rischio che le poche area accessibili alla cittadinanza siano totalmente o parzialmente privatizzate, rendendo di fatto poco fruibile l’accesso pubblico e gratuito alla costa. Nello specifico si mette in evidenza che seppure soltanto il 17% dei 9 km sia destinato a SB (stabilimenti balneari) e SLS (spiagge libere con servizi), in concreto queste aree sono per la maggiore individuate in quelle poche zone accessibili. Di fatto resterebbero SL (spiagge libere) le aree non accessibili o limitatamente accessibili”.

Ci preme evidenziare inoltre“, continuano, “che le superfici SB sono da intendersi come totalmente date in concessione e che le SLS prevedono servizi a pagamento e una concessione fino al 50% della superfice al potenziale gestore. Inoltre, la realizzazione dei servizi previsti in queste aree porterà a un ovvio incremento di fruitori, che al momento non avrebbe alcuna risposta in termini di aree a parcheggio e di ricettività.

La richiesta avanzata all’amministrazione è pertanto di “aprire una seria e approfondita valutazione sull’impostazione totale del Piano al fine di reimpostarlo lasciando come Spiagge Libere i luoghi ad oggi accessibili e indicando come SB e SLS tutte quelle aree al momento non accessibili, affinché vengano rese tali e usufruibili dai potenziali imprenditori che vorranno farne richiesta“.

Attualità

Tricase: lavori in strada

Cantiere aperto e lavori in corso questa volta in Via Duca D’Aosta ed in via San Leonardo a Tutino per il rifacimento del manto stradale

Pubblicato

il

Tratti di strada rimessi a nuovo, segnali di speranza, per un paese che a volte dà l’impressione di fare acqua da tutte le parte e non sono per le strade bucherellate.

Cantiere aperto e lavori in corso questa volta in Via Duca D’Aosta ed in via San Leonardo a Tutino per il rifacimento del manto stradale.

In attesa di sapere qualcosa in più sulla sorte dell’amministrazione a Tricase dove il sindaco, lo ricordiamo, è dimissionario (clicca qui), la città vede nuovi cantieri in strada.

Subito dopo toccherà alle vie San Gaetano e dei Fiori (ancora a Tutino) e Sant’Agostino (nel rione di Sant’Eufemia) e poi i pressi di piazza Santa Lucia sarà rifatto il manto stradale di via Bottazzi.

A seguire le altre, in una logica che segue il criterio dell’importanza delle strade in riferimento alla densità di traffico e dell’attraversamento obbligatorio soprattutto per i mezzi di soccorso.

Continua a Leggere

Attualità

Galatina: arriva lo Scuolabus targato RAI

Oggi la consegna del premio per la vittoria della trasmissione televisiva Mezzogiorno in Famiglia.

Pubblicato

il

Quest’oggi verrà consegnato all’amministrazione comunale e quindi alla Città di Galatina lo scuolabus, premio per la vittoria della trasmissione televisiva Mezzogiorno in Famiglia.

La consegna avverrà, per conto della RAI ufficio gestione e pianificazione operativa, dal concessionario GRN Auto S.p.a. di Pagani (SA) incaricato dell’allestimento.

L’automezzo dovrà essere quindi immatricolato e dotato, ovviamente, di polizza assicurativa.

«Successivamente», anticipa l’assessore Nico Mauro, «si avrà una manifestazione pubblica che vedrà protagonisti le ragazze ed i ragazzi artefici della vittoria. La nostra amministrazione», prosegue l’amministratore, «ci tiene molto alla presenza dei nostri campioni e sta valutando le singole disponibilità, essendo molti di loro impegnati con gli studi universitari e quindi non immediatamente disponibili. In ogni caso sarà data opportuna comunicazione affinché la cittadinanza possa essere parte attiva dell’evento».

Lo scuolabus è dotato di 25 posti a sedere, di cui due per accompagnatori ed un posto guida.

Continua a Leggere

Attualità

Una scuola come nuova per Otranto

Per primaria e secondaria un edificio più sicuro, funzionale e bello

Pubblicato

il

Negli ultimi mesi, sono stati eseguiti interventi che hanno riconsegnato a ragazzi e docenti un edificio più sicuro, funzionale e bello.

La struttura è stata messa in sicurezza negli elementi strutturali e impiantistici, adeguata sismicamente e rinnovata funzionalmente nella palestra, negli spazi esterni e nei due ingressi (oggi un percorso coperto protegge i ragazzi fino ai cancelli).

L’inserimento di un ascensore ha reso fruibile il primo piano anche ai diversamente abili.

La scuola secondaria

La palestra

Continua a Leggere
Pubblicità

Più Letti

Copyright © 2019 Gieffeplus