Art Bonus per Ugento

Il Comune di Ugento estende il suo impegno nella cura e valorizzazione del patrimonio artistico e monumentale cittadino presentando una prima lista di interventi inseriti nel programma ministeriale Art Bonus, nelle specifiche sezioni “manutenzione, protezione e restauro” e “sostegno a istituti e luoghi della cultura pubblica”.

L’Art Bonus è una misura agevolativa utile a favorire le erogazioni liberali in denaro a sostegno del mecenatismo in favore del patrimonio culturale, introdotta con il D.L. 31 maggio 2014, n. 83, convertito con modificazioni nella Legge 29 luglio 2014, n. 106, e resa permanente con la legge di stabilità 2016. In sostanza, chi effettua erogazioni liberali in denaro, come previsto dalla legge, potrà godere di importanti benefici fiscali sotto forma di credito di imposta, nella misura del 65%.

I soggetti beneficiari del credito d’imposta sono le persone fisiche e gli enti non commerciali nei limiti del 15% del reddito imponibile (fruiscono del beneficio tramite dichiarazione dei redditi relativa all’anno in cui è stata effettuata l’erogazione liberale), i soggetti titolari di reddito d’impresa nei limiti del 5 per mille dei ricavi annui (fruiscono del beneficio in compensazione, a scomputo dei versamenti dovuti, da effettuarsi con il modello di pagamento F/24 – codice tributo 6842). La ripartizione del credito d’imposta avviene in tre quote annuali di pari importo.

Il Comune di Ugento ha stilato un primo elenco di progetti a cui destinare le somme provenienti dalle donazioni della legge Art Bonus, approvato con Deliberazione della Giunta Comunale n. 282 del 30 dicembre 2016, a seguito dell’acquisizione dei pareri favorevoli della competente Soprintendenza.

Si tratta di piccoli interventi di restauro dei Beni inseriti nel percorso di fruizione integrata Sistema Museale di Ugento e progetti a sostegno delle attività dei luoghi della cultura.

Imprese e cittadini possono sostenere il progetto di restauro conservativo degli affreschi della Sala del Priore e del Refettorio dell’ex convento di Santa Maria della Pietà dei Frati Minori Osservanti, sede del Nuovo Museo Archeologico, notevolmente compromessi e interessati da un incidente processo di degrado della superficie pittorica.

Nella lista è stato, inoltre, inserito il restauro conservativo delle armi provenienti dal relitto della Giurlita, nave da guerra aragonese rinvenuta nelle acque antistanti Torre San Giovanni, e l’allestimento della sezione “Archeologia Subacquea” al piano primo del Nuovo Museo Archeologico.

Le erogazioni liberali, infine, sono ulteriormente destinate al miglioramento della fruizione del Sistema Museale di Ugento, per favorire la piena accessibilità culturale ai Beni attraverso la realizzazione di pannellistica multilingue, di guide divulgative bilingue, di video divulgativi L.I.S., la creazione di un’aula didattica e di un catalogo open data.

L’elenco degli interventi proposti e le modalità di esecuzione delle erogazioni liberali sono dettagliati nel portale ministeriale dedicato www.artbonus.gov.it/lista-interventi e sul sito istituzionale www.comune.ugento.le.it/art-bonus. Per richiedere informazioni dirette, è sufficiente scrivere una e-mail all’indirizzo artbonus@comune.ugento.le.it.

Tags:


Commenti

commenti