Connect with us

Castro

Free open day: la Zinzulusa apre le porte ai suoi tesori

E’ possibile visitare gratuitamente la grotta con le suggestioni e i miti che rievoca, assieme alle preziose testimonianze di vita da essa custoditi

Pubblicato

il

Conclusione in bellezza per il calendario dei “free open day” proposti dal Parco Costa Otranto Santa Maria di Leuca – Bosco di Tricase: nella giornata di venerdì 28 settembre, grazie alla gentile concessione del Comune di Castro, sarà infatti possibile visitare gratuitamente la grotta della Zinzulusa, con le suggestioni e i miti che rievoca, assieme alle preziose testimonianze di vita da essa custoditi.  Per quanti vorranno approfondire e capire perché il sistema delle grotte rappresenta una preziosa risorsa per l’ambiente, imperdibile la visita guidata con Ninì Ciccarese del gruppo speleologico salentino. Forse pochi sanno, ad esempio, che la grotta Zinzulusa a Castro, quale eccezionale hot spot di biodiversità in ambiente ipogeo, è l’unica grotta italiana annoverata dal Kars Water Institute (U.S.A.) tra i primi 10 sistemi carsici mondiali a rischio. Ambiente fragile e delicato, quello delle grotte, è, infatti, oggi al centro di un progetto importante, operativo, già finanziato dalla Regione Puglia, ed elaborato dal Parco Costiero di concerto con l’Ufficio Parchi regionale e l’Università del Salento. Obiettivo centrale la Tutela della Biodiversità nel Sistema di Conservazione della Natura in Puglia. Tutte le misure intraprese dal parco, saranno illustrate, subito dopo la visita guidata, dal biologo del Parco “Costa Otranto Santa Maria di Leuca – Bosco di Tricase”, Francesco Minonne. Appuntamento alle ore 16.00 nel Piazzale Zinzulusa nei pressi della biglietteria. Un’altra bella occasione per avvicinarsi rispettosamente alla vita che pulsa nell’Area Naturale Protetta.

M.M.B.

Continua a Leggere

Alessano

Vento e pioggia, disagi in tutto il Salento

Semidistrutto dal vento palazzetto dello sport di Spongano. Scuole danneggiate ad Alessano, Taurisano, Andrano e Poggiardo. Mare in tempesta

Pubblicato

il

Come ampiamente previsto temporali, fortissime raffiche di vento  e mare molto mosso agitano questo martedì 12 novembre nel Salento.

Le prime segnalazioni di disagi ci arrivano dalla tangenziale di Tricase, la cosiddetta “Cosimina” dove il forte vento ha sradicato degli alberi gettandoli lungo la carreggiata come si vede in foto a sinistra.

Gli addetti ai lavori hanno già provveduto con l’ausilio degli agenti della polizia locale a sgomberare la strada.

Palo pericolante segnalato nei pressi della Quercia Vallonea lungo la via per Tricase Porto. Rami in terra sulla via Duca degli Abruzzi (Pasanisi).

Alberi in terra e strada bloccata nei pressi della Chiesa della Madonna di Costantinopoli (Chiesa dei Diavoli).

Muretto in terra in centro, alberi lungo le strade a Maglie dove sono stati danneggiati anche gli esterni della piscina comunale Fimco.

Vecchia strada per Tricase Porto: albero in terra nei pressi della Chiesa dei Diavoli e strada bloccata

🌬️ #LIVE_METEO Burrasca di scirocco su Tricase porto (Le). Litorale adriatico Salentino. 📸 di Piero De Pascali#meteopugliainfoto

Gepostet von Meteopuglia in Foto am Montag, 11. November 2019

Gli esterni della Piscina Fimco

Albero in terra a Maglie

Scuola Primaria Giulio Cesare Vanini di Taurisano

La scuola Primaria di Poggiardo

A Taurisano caduto un albero proprio sul muretto di recinzione e la ringhiera della Scuola Primaria G.C. Vanini. Provvidenziale la chiusura della scuola (foto segnalataci da Stefano Vittoria Marigliano).

Provvidenziale la decisione del sindaco Francesca Torsello di tenere chiuse le scuole ad Alessano, dove la tempesta di vento ha distrutto una parte del tetto della palestra dell’Istituto “Salvemini” ed un albero è caduto nei pressi dell’ingresso dell’Asilo delle suore. La stessa sindaca, comunque, ha fatto sapere che “tutto è stato risolto tempestivamente ma nessuno ha corso rischi“.

 

Il Palazzetto dello Sport di Spongano

L’ospedale di Scorrano

Specchia Gallone (Minervino di Lecce)

Surano

Sulla strada tra Surano e Spongano

Sulla strada tra Surano e Spongano 2

 

Albero lungo la Cocumola – Poggiardo

Un grosso albero sradicato dal vento ad Ortelle

La strada che da Spongano conduce a Diso

Santa Maria di Leuca: Litoranea in direzione Nord bloccata per la caduta di un albero

Mare agitato a Leuca

 

Il vento ha seriamente danneggiato il palazzetto dello sport in costruzione di Spongano (foto Supermeteo).

Pali lungo la strada n bilico sulla Spongano – Diso.

Allagamenti vengono segnalati dall’Ospedale “Ferrari” di Casarano.

Alberi caduti anche lungo la Nardò-Avetrana; a Lecce alberi a terra in via Aldo Moro, che porta a Settelacquare. Segnalati disagi sulle strade di Sogliano Cavour e Felline di Alliste.

Alberi sradicati anche a Presicce – Acquarica del Capo.

Litoranea bloccata a Santa Maria di Leuca proprio all’imbocco direzione nord per un albero caduto lungo la carreggiata.

Sempre da Leuca segnalato mare molto mosso (vedi foto e video)

Danni anche all’ingresso dell’Ospedale Veris Delli Ponti di Scorrano.

Segnalazioni anche da Poggiardo (auto danneggiata foto grande in alto) da Specchia Gallone e dalla Cocumola – Poggiardo.

Grosso albero caduto ad Ortelle.

Albero spezzato in piazza Dante e mare in tempesta a Castro.

⭕ #CastroMarina ⭕

Gepostet von Protezione Civile Salento am Dienstag, 12. November 2019

Potete segnalarci eventuali ulteriori disagi nel Salento inviandoci una foto e una breve descrizione a info@ilgallo.it oppure su whatsapp al 3713737310.

 

Continua a Leggere

Castro

Acquazzoni sul Salento, uomo in auto sommerso dall’acqua

Allarme maltempo sulle strade della provincia. Tanti incidenti per asfalto bagnato ed in alcuni casi strade allagate

Pubblicato

il

Primo lunedì di settembre bagnato ma non fortunato.

Non solo asfalto umido, come in mattinata nel caso di molti sinistri per poca aderenza (uno su tutti quello tra Supersano e Scorrano, mentre a Marittima, sulla pavimentazione bagnata in centro, due auto sono entrate in collisione, come da foto a margine). Molti anche i casi di allagamento. Il più grave, sin qui, si registra a Copertino dove un uomo è rimasto sommerso, all’interno della propria vettura, in una strada trasformatasi in pochi minuti in un fiume.

Fortunatamente il malcapitato è stato estratto dalla sua Renault senza ulteriori conseguenze.

Numerosi i punti in cui invece si sono registrati danni a causa del forte vento. Nel neretino, ad esempio, molti alberi sono stati abbattuti dalle raffiche, invadendo anche la carreggiata di alcune strade.

Copiose le piogge, seppur passeggere per alcune località. Il punto più colpito è a Galatina (foto a margine). Nei pressi dell’ospedale son ben 56 i millimetri d’acqua caduti.

Ad Aradeo invece resta traccia della tempesta in dei pali pericolanti rimasti pendenti lungo la strada.

L’auto sommersa dall’acqua a Copertino

Tamponamento a Marittima

Rimozione degli alberi abbattuti dal vento a Nardò

La situazione a Galatina nella foto di MeteoPuglia in foto

I pali pericolanti ad Aradeo

I consigli della Protezione Civile

Continua a Leggere

Castro

Giornata di incendi lungo la costa adriatica

Tra Castro e Santa Cesarea intervenuti 2 fireboss

Pubblicato

il

Un incendio di grosse dimensioni ha colpito nel pomeriggio di domenica la macchia di Santa Cesarea Terme e Castro.

Per domare le fiamme, sul posto due squadre della protezione civile, con 10 operatori, hanno supportato il lavoro dei Vigili del Fuoco.

L’area interessata è tale da aver reso necessario il decollo, attorno alle 15, di due fireboss.

L’intervento tra Castro e Santa Cesarea non è l’unico di giornata. Tutto il litorale è stato flaggellato da piccoli e grandi roghi in vari punti. Uno di questi a Tricase Porto, nell’entroterra di Borgo Pescatori. Anche qui uomini al lavoro nel pomeriggio per domare le fiamme.

(foto di Protezione Civile Marittima)

Continua a Leggere
Pubblicità

Più Letti

Copyright © 2019 Gieffeplus