Connect with us

Alessano

Alessano studia Don Tonino: in un convegno il suo pensiero teologico sulla donna

Il vescovo della diocesi di Ugento, mons. Vito Angiuli, ha organizzato un convegno dal titolo “Don Tonino Bello cantore di Maria, donna dei nostri giorni”. L’evento, che si terrà il 28 e il 29 aprile, vuole approfondire lo studio del pensiero teologico di Don Tonino sulla donna

Pubblicato

il

A 21 anni dalla sua morte, il “profeta della pace” di Alessano, Don Tonino Bello, non manca di essere ricordato dai fedeli e dalla Chiesa. La sua beatificazione sembra sempre più vicina e lo scorso 25 aprile il card. Angelo Bagnasco, in visita ad Alessano per inaugurare la Casa della Convivialità presso l’ex convento dei Francescani Conventuali, ha ricordato la fede eucaristica dell’amato vescovo come una delle memorabili caratteristiche della sua personalità, “capace di scorgere nei poveri il corpo stesso di Cristo, fino allo stato eroico”.


Il vescovo della diocesi di Ugento, mons. Vito Angiuli, che ha studiato approfonditamente tutti gli scritti di Don Tonino, ha voluto pertanto organizzare un convegno dal titolo “Don Tonino Bello cantore di Maria, donna dei nostri giorni”. L’evento si terrà presso l’Auditorium Benedetto XVI di Alessano dal 28 al 29 aprile, con inizio alle 18,30 e termine alle 20,30.


“Don Tonino Bello”, racconta mons. Angiuli, “è stato positivamente condizionato nello sviluppo della sua personalità e della sua fede proprio da due donne: sua madre e Maria, la madre di Cristo. Pertanto andare a capire il suo pensiero teologico sulla donna, ci aiuta a capire meglio anche il suo ministero pastorale e la radice del suo pensiero”.

Il convegno, oltre che dalla diocesi di Ugento, è organizzato da due facoltà teologiche, il Marianun di Roma e la Facoltà teologica pugliese, e vede la partecipazione dei massimi esperti sul tema della teologica mariana e della teologia della donna. Oltre al mons. Angiuli, interverranno la teologa Cettina Militello (che relazionerà su “Mons. Antonio Bello visto con occhi di donna”), il preside del Marianum Salvatore M.Perrella (con “Il capitolo VIII della Lumen Gentium fonte ispiratrice del pensiero mariano di Mons. Antonio Bello”), il teologo Domenico Amato (che interverrà su “Con Maria, insieme, per camminare. Spiritualità e devozione marina nell’azione pastorale di mons. Antonio Bello”), il teologo Gian Matteo Roggio  (con “Maria, donna dei nostri giorni: per una mariologia popolare alla luce degli scritti di mons. Antonio Bello”), mons. Salvatore Palese, Giancarlo Piccinni, Trifone Bello (fratello di don Tonino) ed Angelo Panzetta.


Alessano

Nuovi consiglieri all’Unione di Terra di Leuca

Da Gagliano del Capo, delegati all’Unione dei Comuni, sono: Federica Sergi, Mario Profico, Antonio Bisanti e Antonio Ercolani. Giuseppina Maruccia, consigliera comunale di Castrignano del Capo, ha sostituito il dimissionario Fausto Marzano

Pubblicato

il

L’Unione dei Comuni “Terra di Leuca” comunica che, a seguito delle recenti elezioni amministrative che hanno portato al rinnovo dell’assise comunale di Gagliano del Capo, il consiglio dell’ente locale ha deliberato la presa d’atto e la validazione dei nuovi componenti del consiglio dell’Unione eletti dai consigli comunali di Gagliano del Capo e Castrignano del Capo, quest’ultimo per la surroga di un consigliere.


L’assemblea svoltasi in videoconferenza ha ufficializzato i nuovi componenti.


I nuovi consiglieri di Gagliano del Capo, delegati all’Unione dei Comuni, sono: Federica Sergi, Mario Profico, Antonio Bisanti e Antonio Ercolani.


Giuseppina Maruccia, consigliera comunale di Castrignano del Capo, ha sostituito il dimissionario Fausto Marzano e si aggiungerà ai colleghi dello stesso Comune: Annalisa Marino, Ippazio Leonardo Ferilli e Giulia Chiffi.


I consiglieri comunali delegati all’Unione dei Comuni degli altri Comuni sono:


Boris Amico, Anna Maria Torsello, Giuseppe Rizzo e Marcello Trenta per Alessano.


Vincenza De Francesco, Samantha Bleve, Sabrina Bisanti e Valeria Longo per Corsano.


Walter Colella, Erica Quaranta e Carmen Zichella per Morciano di Leuca.


Francesco De Nuccio, Mirco Rizzo e Maria Luisa Cucinelli per Patù.

Matteo Pepe, Antonio Cavallo, Walter De Blasi e Gino Luigi Villanova per Salve.


Giuseppe Annesi, Araldo Baglivo, Manuela Sanapo ed Emanuele Giangreco per Specchia.


Gianvito Rizzini (presidente del Consiglio dell’Unione dei Comuni “Terra di Leuca”), Francesco Melcarne ed Ernesto Bellante per Tiggiano.


Nei giorni precedenti al Consiglio dell’Unione, il presidente Gianvito Rizzini, presso il municipio di Gagliano del Capo, aveva incontrato i nuovi consiglieri dello stesso ente locale e la neoeletta consigliera delegata di Castrignano del Capo.


L’incontro aveva la finalità di renderli partecipi delle attività svolte, dei risultati conseguiti nei mesi scorsi e per informarli della situazione politica amministrativa dell’Unione.


Il presidente Rizzini, al termine dell’incontro, ha dichiarato: «Ritengo che la riunione sia stata abbastanza proficua sia per la condivisione del lavoro di riforma e di indirizzo politico che andremo ad attuare nelle prossime settimane e sia per l’energia che mi hanno trasmesso. La loro freschezza, preparazione e determinazione saranno fondamentali per proseguire il percorso che abbiamo tracciato come Consiglio».


Precedentemente a questo incontro, sempre Rizzini aveva incontrato: il nuovo segretario generale dell’Unione, Davide Bisanti, segretario del Comune di Morciano di Leuca, il neo sindaco di Gagliano del Capo, Gianfranco Melcarne e Biagio Raona, presidente della giunta dell’Unione dei Comuni “Terra di Leuca”.


Continua a Leggere

Alessano

Come predetto dal sindaco, nuovi contagi ed isolamenti ad Alessano

Pubblicato

il


Lo aveva predetto: la sindaca di Alessano, Francesca Torsello, 24 ore fa aveva anticipato il rischio di un peggioramento della situazione epidemiologica nel suo paese. Ed ecco che puntualmente i dati iniziano, suo malgrado, a darle ragione a margine di un periodo che ha visto Alessano penultimo a cedere nella lista dei paesi da sempre Covid-free.





“Comunico che al momento ci sono 6 ulteriori positività accertate, anche se non ancora ufficialmente comunicate dalla Asl, e 13 cittadini formalmente in isolamento domiciliare (ma di fatto ve ne sono di più che stanno osservando una quarantena volontaria)”, scrive su Facebook.




“Per altre persone sintomatiche si stanno eseguendo gli accertamenti di rito. Questo è il quadro odierno”, scrive, “che è quindi in fase di definizione e che abbiamo ricostruito dopo un’intera giornata di colloqui con le autorità sanitarie e i nostri medici di famiglia, che ringrazio e con i quali ho fissato una riunione per domani per definire le prossime iniziative e le condotte che andranno adottate alla luce della nuova situazione.
Ho già sentito telefonicamente alcuni dei concittadini che stanno attraversando questo momento particolare: a loro vanno l’abbraccio mio e della città e gli auguri per una pronta guarigione”.





Poi una valutazione sulla situazione scolastica: “Ad oggi non ci sono le condizioni per valutare particolari rischi per le scuole, nei cui plessi si osservano rigidamente tutti i protocolli di sicurezza e le prassi preventive previste: i ragazzi sono al sicuro in classe se fuori dalla scuola si attengono strettamente alle consuete regole che abbiamo appreso.
Come Sindaco sento il dovere di utilizzare un linguaggio di verità, informando con rigore e sobrietà, rassicurando e allo stesso tempo invitando assertivamente tutti alla massima prudenza e responsabilità. Perciò limitiamo ancora i contatti e restiamo a casa”.


Continua a Leggere

Alessano

“La situazione epidemiologica di Alessano rischia un peggioramento”

Pubblicato

il


“La situazione epidemiologica ad Alessano rischia un peggioramento ora e nelle prossime ore”.




Lo dice il sindaco Francesca Torsello che su Facebook scrive: “Ci sono diverse persone con sintomatologia sospetta che si stanno sottoponendo al tampone, ma purtroppo la sanità pubblica è molto pressata dalle richieste avanzate dai medici di famiglia e dai cittadini. L’indagine sierologica promossa dall’amministrazione comunale”, aggiunge, “ha rivelato che, su un campione di 100 persone appartenenti alle categorie più a rischio, nessuno ha sviluppato anticorpi e dunque è altamente probabile che un’ampia fascia della popolazione sia suscettibile all’infezione. Sto lavorando per avere un quadro aggiornato. Vi prego”, conclude, “state a casa e non incontrate nessuno se avvertite sintomi”.


Continua a Leggere
Pubblicità

Più Letti

Copyright © 2019 Gieffeplus