Connect with us

Appuntamenti

Gastronomie territoriali sostenibili e food policies, il Master a Melpignano

Venerdì 17 novembre inaugurazione del master universitario nell’auditorium del Palazzo Marchesale. La sindaca Valentina Avantaggiato: «Un primo tassello attorno al quale potrebbero orbitare seminari, summer school, corsi di formazione e rapporti con gli istituti alberghieri del luogo, ristoratori, coltivatori e aziende agroalimentari»

Pubblicato

il

La promozione dei territori nella contemporaneità: creare interesse evitando scorciatoie, invenzioni e nostalgia”.


Questo il tema del dibattito che, nel pomeriggio di venerdì 17 novembre, accompagnerà l’attesa inaugurazione ufficiale del Master universitario di primo livello in “Gastronomie territoriali sostenibili e food policies”.


Si tratta dell’unico percorso formativo sul territorio relativo a tematiche simili, nato da un’idea dell’amministrazione comunale di Melpignano e costruito grazie a una collaborazione tra l’Università del Salento e l’Università di Scienze gastronomiche di Pollenzo, in Piemonte.


A partire dalle 17,30, presso l’Auditorium del Palazzo Marchesale di Melpignano, dopo i saluti della sindaca Valentina Avantaggiato, seguiranno quelli della prorettrice di Unisalento Maria Antonietta Aiello; del rettore dell’Università di Scienze Gastronomiche di Pollenzo Bartolomeo Biolatti e del presidente della Regione Puglia, Michele Emiliano.


A partire dalle 18, poi, si alterneranno gli interventi del direttore del Dipartimento di Scienze umane e sociali di Unisalento, Mario Longo, del prorettore dell’Università di Scienze Gastronomiche di Pollenzo e del direttore del Master, Angelo Salento, prima di entrare nel vivo del dibattito.


Sarà Michele Fino, professore associato di Fondamenti di diritto europeo a Pollenzo a dialogare con Nick Difino, autore e conduttore dell’emittente televisiva TeleNorba, nonché consulente e formatore in ambito Food&Tourism.


«Siamo lieti di avere contribuito ad un progetto formativo che mette in luce il ruolo centrale del cibo, come elemento distintivo delle politiche delle città, ponendo l’attenzione sui temi legati al mondo agroalimentare, perché il cibo e le Food Policies sono parte integrante dell’identità delle città stesse. Crediamo che per migliorare la qualità e la sostenibilità della vita e delle città sia necessario un approccio che adotti una visione sistemica, che coinvolga la cittadinanza e tutti gli attori interconnessi al settore alimentare, capitalizzando risorse e promuovendo azioni finalizzate al raggiungimento di questo importante obiettivo. Tale politica si integra con le altre iniziative promosse dal Comune di Melpignano, sia ordinarie che speciali, e si sviluppa nel breve, medio e lungo periodo, valorizzando le risorse già esistenti per il suo attuamento», dichiara il rettore dell’Università di Pollenzo, Bartolomeo Biolatti.


Il presidente Emiliano: «Settore enogastronomico ha bisogno di nuove professionalità»


Il governatore di Puglia Michele Emiliano


Sulla valorizzazione delle risorse punta anche il governatore della Puglia, Michele Emiliano: «Uno dei settori trainanti dell’economia della nostra Puglia è certamente quello enogastronomico, che però ha bisogno di nuove professionalità.


Queste professionalità vanno costruite, coltivate con un percorso formativo nuovo, serio, che parta dalla Puglia e dalle sue eccellenze raccontandole in un modo moderno, compatibile con il concetto di sostenibilità.


Occorre conoscere la storia del territorio e delle sue specificità, approfondire i processi alla base delle nostre filiere agroalimentari più importanti e le relative certificazioni di qualità, con un’attenzione particolare a quelle che non sono più semplici mode passeggere, come il biologico.


Queste sono le garanzie migliori che possiamo offrire al settore e a tutti coloro che ne fanno parte, grazie al contributo decisivo di operatori giovani e qualificati, i soli che possono dare una vera spinta verso il cambiamento e assicurare una prospettiva alla nostra terra».

Il rettore di UniSalento Fabio Pollice: «Risorse enogastronomiche uno dei più importanti asset strategici del terriotrio»


Il rettore dell’Università del Salento Fabio Pollice


Una prospettiva futura che si aggancia alle riflessioni espresse, al momento dell’istituzione del master, dallo stesso rettore dell’ateneo leccese, Fabio Pollice: «La valorizzazione del patrimonio enogastronomico dei nostri territori, così come l’adozione di politiche del cibo in grado di promuovere un’alimentazione sostenibile, costituiscono obiettivi che divengono realmente realizzabili solo se si dispone di specifiche professionalità.


Ed è proprio con questo intento che si è creato questo percorso di alta formazione a Melpignano, nel cuore della Grecìa Salentina: un territorio che proprio nelle sue risorse enogastronomiche ha uno dei suoi più importanti asset strategici».


Valentina Avantaggiato: «Vasto bacino di idee e progetti»


Su 90 domande di iscrizione pervenute, 25 i candidati selezionati per la partecipazione a questo straordinario percorso accademico.


Si tratta di profili con background universitari eterogenei: alcuni giovani imprenditori già attivi nel comparto biologico, ma c’è chi è in possesso di una laurea in Biologia. O chi, ancora, ha prestato servizio presso l’Azienda sanitaria. Passati differenti per un futuro comune: costruire l’alternativa a venire con un approccio sistemico.


La sindaca di Melpignano Valentina Avantaggiato


«L’idea di master che abbiamo in mente», spiega la sindaca di Melpignano, Valentina Avantaggiato, «vuole essere soltanto un primo tassello attorno al quale potrebbero orbitare seminari, summer school, corsi di formazione e rapporti con gli istituti alberghieri del luogo, ristoratori, coltivatori e aziende agroalimentari.


Un vasto bacino di idee e progetti dal quale si spera poter attingere partendo sì dal concetto di cibo, ma allargando la prospettiva a temi come il welfare, la pianificazione urbanistica, nuove opportunità di economia circolare, aumentando gli scambi tra territorio, studenti e anche amministratori».


«Preoccuparsi, infine, della rigenerazione dei terreni significa automaticamente porsi il problema della salute dei cittadini e delle cittadine», conclude la prima cittadina, «ripartire dalle numerose ricchezze già presenti nel nostro sconfinato patrimonio e ampliarlo, in uno scambio continuo e simbiotico col territorio delle Langhe».



Appuntamenti

Ugento, aperitivo tra i melograni in fiore

Domani, ore 18, Orti abitati. Ospite della serata il maestro violinista Domenico Zezza, dell’Orchestra Magna Grecia di Taranto

Pubblicato

il

Un violino al tramonto, tra le balle di fieno e i melograni in fiore.

Domani, dalle ore 18, un magico aperitivo in musica nei filari di Orti abitati, a Ugento (sp 325 – svincolo via San Pantaleo).

Ospite della serata il maestro violinista Domenico Zezza, dell’Orchestra Magna Grecia di Taranto, che si esibirà dal vivo rendendo ancor più suggestiva l’atmosfera.

Un’occasione per prendersi una pausa di meraviglia, nella campagna salentina.

Posti limitati.

Richiesta prenotazione ai numeri 328.6516521 – 339.4239357.

Continua a Leggere

Alessano

Salute e benessere a scuola

Incontro nel plesso della scuola media di Specchia per celebrare la collaborazione co la Lilt ed il suo progetto “Prevenire è vivere”. Il 27 maggio a Specchia ed il 30 ad Alessano ciclopasseggiata.. di salute

Pubblicato

il

Presso l’Auditorium della media di Specchia, si è svolto l’incontro conclusivo del progetto degli insegnanti di Scienze Motorie dell’Istituto comprensivo Alessano/Specchia in simbiosi con il progetto della LILT (sezione di Lecce) “Prevenire è vivere”.

HELEN MIRREN TESTIMONIAL

Ricordiamo che per la Lilt l’attrice Helen Mirren ed il regista Taylor Hackford sono testimonial del Centro Ilma.

La coppia d’oro del cinema, marito e moglie nella vita, entrambi premi Oscar, supportano le campagne di sensibilizzazione sulla orevenzione ed il completamento dell’Istituto multidisciplinare per la lotta ai tumori, il Centro Ilma, che sorge alle porte di Gallipoli.

IL PROGETTO DEL COMPRENSIVO

I referenti del progetto i professori Donato Paolo Piscopiello e Maria Assunta Ciullo, sostenuto dalla dirigente scolastica Salvatora Accogli, non hanno lesinato energie per la realizzazione del progetto.

«La scuola», hanno sottolineato, «ha il ruolo di educare i ragazzi aiutandoli ad apprendere ciò che gli potrà essere utile da adulti».

All’incontro sono intervenuti: il dott. Giuseppe Serravezza (responsabile scientifico della LILT): la psicologa Flavia De Giuseppe (ha effettuato degli incontri nelle classi dei due plessi, Alessano e Specchia, affrontando con i ragazzi il problema delle dipendenze come alcolismo e tabagismo); la nutrizionista Veronica Chiarillo (ha relazionato nelle classi sulla corretta alimentazione, disturbi alimentari e sui principi nutritivi e sui bisogni di un organismo in crescita);  la dirigente scolastica dell’IC Alessano/Specchia Salvatora Accogli; il sindaco di Alessano Osvaldo Stendardo.

Numerosa la presenza di insegnanti, alunni e genitori i quali sono intervenuti sottoponendo agli esperti della LILT le loro perplessità relative alla crescita del numero dei tumori in provincia di Lecce.

A SCUOLA CON L’A Bi Ci… vado da solo

Parallelamente a “Salute e benessere” si è sviluppato un altro progetto “A SCUOLA CON L’A Bi Ci… vado da solo” per spronare gli alunni a recarsi a scuola, dal 29 aprile al 24 maggio, con la bici o a piedi perché, come dice evidenzia dirigente Accogli, “l’I.c. Alessano è molto attento alle problematiche ambientali ed è per un cambiamento delle abitudini alla mobilità”.

L’iniziativa culminerà con una ciclopasseggiata per le vie dei due paesi: lunedì 27 maggio a Specchia e giovedì 30 maggio ad Alessano, dove verrà premiata la classe che ha effettuato più km a piedi o in bici per recarsi a scuola.

Dirigente ed insegnanti ci tengono: «Bisogna tornare ad usare la bicicletta come mezzo di trasporto per andare a scuola».

Continua a Leggere

Appuntamenti

Rally del Salento, ci siamo

Identikit della gara che si preannuncia ricca di agonismo e contenuti la gara organizzata da Automobile Club Lecce e valida per il T.I.R. – Trofeo Italiano Rallymaggio.

Pubblicato

il

Tante novità ed un fitto programma di attività collaterali fanno del 56° Rally del Salento, manifestazione ricca di appeal.

La gara organizzata da Automobile Club Lecce, in programma venerdì 24 e sabato 25 maggio, è valida per il T.I.R.- Trofeo Italiano Rally AciSport a massimo Coefficiente (il punteggio ottenuto al termine della gara viene moltiplicato per il coefficiente), l’1,5, e per la C.R.Z.-Coppa Rally AciSport di Zona 8 con Coeff. 1,75 oltre che per i Trofei: “Suzuki Rally Cup”, “Michelin Trofeo Italia”, “Trofeo Pirelli – Accademia”, “R Italian Trophy” e “Clio Trophy Italia CRZ 2024”. Da notare che il “Salento” è l’unica gara del Sud Italia a calendario nel T.I.R. In generale sono solo quattro le gare del Centro-Sud Italia, Roma Capitale, Lazio, Salento e Targa Florio, a far parte di uno dei tre campionati maggiori.

IL PERCORSO DI GARA

Il percorso di gara del “Rally del Salento” targato 2024 abbraccia gran parte del territorio della provincia di Lecce anche se, come ormai accade da diverso tempo, la parte sportiva della gara si concentra tutta nel Capo di Leuca.

Partenza, dalla pedana di Piazza Mazzini a Lecce, venerdì 24 maggio alle ore 17:35. Più tardi, alle 19:53, i oncorrenti

in gara affronteranno la PS 1 Torre Paduli, di 11,30 Km seguita alle 21:45 dalla S.P.S.-Super Prova Spettacolo “Pista Salentina” di 2,64 Km.

Sei i crono previsti sabato, con due passaggi su ognuna delle tre P.S. in programma: “Torre Paduli”, di 11,30 Km,

alle 11:20 e 15:27, “Ciolo”, di 11,75 Km, alle 12:05 e 16:12, e “Specchia”, di 13,06 Km (la più lunga del rally), alle 12:49 e 16:56.

Parchi assistenza e Riordini saranno tutti alla Pista Salentina” di Torre San Giovanni che ospiterà anche tutti i servizi annessi: Direzione Gara, Segreteria, Ufficio Stampa, Cronome- traggio, Arrivo e premiazione in Piazza Mazzini a Lecce alle ore 20:00.

LE ALTRE GARE

Sullo stesso tracciato del Rally del Salento “moderno” si daranno battaglia, con circa due ore di anticipo, i concorrenti del “6° Rally Storico del Salento”, valido per il T.R.Z.-Trofeo Rally Autostoriche di Zona 4, e seguiti dai

partecipanti al “Salento Historic Regularity Rally”, disciplina basata sull’abilità nel mantenere lungo le Prove Speciali una velocità il più possibile costante.

Inoltre il Regularity offre la possibilità di gareggiare in maniera non estrema esaltando, in tutta sicurezza, le auto che hanno fatto la storia dello sport.

LE OPERAZIONI PRELIMINARI

Le operazioni preliminari inizieranno con lo svolgimento delle ricognizioni autorizzate del percorso in program-ma giovedì 23.

Tre i “passaggi”, su ogni P.S., nella fascia 10-18.

Un solo passaggio, invece, sulla S.P.S. 2 “Pista Salentina” consentito dalle 20:00 alle 21:30.

Lo Shakedown, il test con le auto in configurazione “gara”, si svolgerà dalle ore 10:00 alle ore 14:00 di venerdì 24 a Miggiano interessando il tratto finale, di 2,15 Km, della P.S. “Torre Paduli” ma con senso di marcia inverso.

Sempre nella mattinata di venerdì, alla Pista Salentina ci saranno le verifiche sportive e quelle tecniche.

PER SEGUIRE LA GARA “LIVE”

Particolare attenzione è stata dedicata, in questa edizione, al sito web ufficiale della manifestazione www.rallydelsalento.eu che ha subito un arricchimento nei contenuti pur mantenendo la sua abituale struttura. Concorrenti, addetti ai lavori e appassionati potranno trovare tutte le informazioni di cui necessitano, semplicemente navigando al suo interno.

Inoltre è stata inserita la sezione “Archivio” dove è possibile reperire un’immagine del sito delle edizioni precendenti.

Durante la gara, tempi e classifiche potranno essere consultati collegandosi al sito web della F.I.Cr. – Federazione Italiana Cronometristi (rally.ficr.it).

Per consultare l’Albo di Gara ufficiale basterà scaricare

l’applicazione Sportify ed inserire la password a seconda della gara che si vuole seguire.

La password RSalento24 è abbinata al 56° Rally del Salento, Salento24 allo storico e HRSalento24 al regularity.

Sempre in Piazza Mazzini a Lecce verrà allestito il Villaggio Rally, diventato negli anni un appuntamento irrinunciabile che ha ormai superato i confini della gara sportiva per diventare parte della cultura e delle tradizioni locali.

A ragione, rappresenta non solo un’occasione per valorizzare il territorio ma anche un volano di promozione turistica oltre ad essere un valido veicolo di promozione sociale.

Infine ricordiamo che il Gallo e le emittenti radiofoniche MondoRadio e Radio Aurora sono media parner del 56° Rally del Salento.

Gianluca Eremita

Continua a Leggere
Pubblicità

Più Letti

Copyright © 2019 Gieffeplus