Connect with us

Appuntamenti

Gastronomie territoriali sostenibili e food policies, il Master a Melpignano

Venerdì 17 novembre inaugurazione del master universitario nell’auditorium del Palazzo Marchesale. La sindaca Valentina Avantaggiato: «Un primo tassello attorno al quale potrebbero orbitare seminari, summer school, corsi di formazione e rapporti con gli istituti alberghieri del luogo, ristoratori, coltivatori e aziende agroalimentari»

Pubblicato

il

La promozione dei territori nella contemporaneità: creare interesse evitando scorciatoie, invenzioni e nostalgia”.


Questo il tema del dibattito che, nel pomeriggio di venerdì 17 novembre, accompagnerà l’attesa inaugurazione ufficiale del Master universitario di primo livello in “Gastronomie territoriali sostenibili e food policies”.


Si tratta dell’unico percorso formativo sul territorio relativo a tematiche simili, nato da un’idea dell’amministrazione comunale di Melpignano e costruito grazie a una collaborazione tra l’Università del Salento e l’Università di Scienze gastronomiche di Pollenzo, in Piemonte.


A partire dalle 17,30, presso l’Auditorium del Palazzo Marchesale di Melpignano, dopo i saluti della sindaca Valentina Avantaggiato, seguiranno quelli della prorettrice di Unisalento Maria Antonietta Aiello; del rettore dell’Università di Scienze Gastronomiche di Pollenzo Bartolomeo Biolatti e del presidente della Regione Puglia, Michele Emiliano.


A partire dalle 18, poi, si alterneranno gli interventi del direttore del Dipartimento di Scienze umane e sociali di Unisalento, Mario Longo, del prorettore dell’Università di Scienze Gastronomiche di Pollenzo e del direttore del Master, Angelo Salento, prima di entrare nel vivo del dibattito.


Sarà Michele Fino, professore associato di Fondamenti di diritto europeo a Pollenzo a dialogare con Nick Difino, autore e conduttore dell’emittente televisiva TeleNorba, nonché consulente e formatore in ambito Food&Tourism.


«Siamo lieti di avere contribuito ad un progetto formativo che mette in luce il ruolo centrale del cibo, come elemento distintivo delle politiche delle città, ponendo l’attenzione sui temi legati al mondo agroalimentare, perché il cibo e le Food Policies sono parte integrante dell’identità delle città stesse. Crediamo che per migliorare la qualità e la sostenibilità della vita e delle città sia necessario un approccio che adotti una visione sistemica, che coinvolga la cittadinanza e tutti gli attori interconnessi al settore alimentare, capitalizzando risorse e promuovendo azioni finalizzate al raggiungimento di questo importante obiettivo. Tale politica si integra con le altre iniziative promosse dal Comune di Melpignano, sia ordinarie che speciali, e si sviluppa nel breve, medio e lungo periodo, valorizzando le risorse già esistenti per il suo attuamento», dichiara il rettore dell’Università di Pollenzo, Bartolomeo Biolatti.


Il presidente Emiliano: «Settore enogastronomico ha bisogno di nuove professionalità»


Il governatore di Puglia Michele Emiliano


Sulla valorizzazione delle risorse punta anche il governatore della Puglia, Michele Emiliano: «Uno dei settori trainanti dell’economia della nostra Puglia è certamente quello enogastronomico, che però ha bisogno di nuove professionalità.


Queste professionalità vanno costruite, coltivate con un percorso formativo nuovo, serio, che parta dalla Puglia e dalle sue eccellenze raccontandole in un modo moderno, compatibile con il concetto di sostenibilità.


Occorre conoscere la storia del territorio e delle sue specificità, approfondire i processi alla base delle nostre filiere agroalimentari più importanti e le relative certificazioni di qualità, con un’attenzione particolare a quelle che non sono più semplici mode passeggere, come il biologico.


Queste sono le garanzie migliori che possiamo offrire al settore e a tutti coloro che ne fanno parte, grazie al contributo decisivo di operatori giovani e qualificati, i soli che possono dare una vera spinta verso il cambiamento e assicurare una prospettiva alla nostra terra».

Il rettore di UniSalento Fabio Pollice: «Risorse enogastronomiche uno dei più importanti asset strategici del terriotrio»


Il rettore dell’Università del Salento Fabio Pollice


Una prospettiva futura che si aggancia alle riflessioni espresse, al momento dell’istituzione del master, dallo stesso rettore dell’ateneo leccese, Fabio Pollice: «La valorizzazione del patrimonio enogastronomico dei nostri territori, così come l’adozione di politiche del cibo in grado di promuovere un’alimentazione sostenibile, costituiscono obiettivi che divengono realmente realizzabili solo se si dispone di specifiche professionalità.


Ed è proprio con questo intento che si è creato questo percorso di alta formazione a Melpignano, nel cuore della Grecìa Salentina: un territorio che proprio nelle sue risorse enogastronomiche ha uno dei suoi più importanti asset strategici».


Valentina Avantaggiato: «Vasto bacino di idee e progetti»


Su 90 domande di iscrizione pervenute, 25 i candidati selezionati per la partecipazione a questo straordinario percorso accademico.


Si tratta di profili con background universitari eterogenei: alcuni giovani imprenditori già attivi nel comparto biologico, ma c’è chi è in possesso di una laurea in Biologia. O chi, ancora, ha prestato servizio presso l’Azienda sanitaria. Passati differenti per un futuro comune: costruire l’alternativa a venire con un approccio sistemico.


La sindaca di Melpignano Valentina Avantaggiato


«L’idea di master che abbiamo in mente», spiega la sindaca di Melpignano, Valentina Avantaggiato, «vuole essere soltanto un primo tassello attorno al quale potrebbero orbitare seminari, summer school, corsi di formazione e rapporti con gli istituti alberghieri del luogo, ristoratori, coltivatori e aziende agroalimentari.


Un vasto bacino di idee e progetti dal quale si spera poter attingere partendo sì dal concetto di cibo, ma allargando la prospettiva a temi come il welfare, la pianificazione urbanistica, nuove opportunità di economia circolare, aumentando gli scambi tra territorio, studenti e anche amministratori».


«Preoccuparsi, infine, della rigenerazione dei terreni significa automaticamente porsi il problema della salute dei cittadini e delle cittadine», conclude la prima cittadina, «ripartire dalle numerose ricchezze già presenti nel nostro sconfinato patrimonio e ampliarlo, in uno scambio continuo e simbiotico col territorio delle Langhe».



Appuntamenti

Inclusivo, tradizionale e con uno sguardo al futuro: il Presepe Vivente di Tricase

Domattina cerimonia di presentazione nella Sala del Trono di Palazzo Gallone. Nel corso dell’evento la proclamazione dei vincitori del Cartolina Challenge che ha coinvolto le scuole del territorio

Pubblicato

il

Il rispetto della tradizione, quella del presepe, e uno sguardo al futuro, grazie ai più giovani, quest’anno coinvolti in prima persona nel cuore dell’evento attraverso una challenge con le scuole del territorio: sono questi i presupposti dell’edizione 2023 del Presepe Vivente di Tricase che dal 1976 affascina i suoi visitatori e col passare degli anni è sempre più diventato un carattere distintivo della città.

Nel solco della tradizione la presentazione – evento del Presepe Vivente di Tricase è incastonata nel primo giorno di dicembre.

Domani, dunque, a partire dalle 10, appuntamento in piazza Pisanelli dove i presenti assisteranno alle performance dei piccoli Sbandieratori dell’Istituto comprensivo Tricase- Via Apulia, accompagnati dalle Tamborre, e dall’esibizione della Piccola Orchestra sempre del “Via Apulia”, e dei Flauti dell’I.c. Giovanni Pascoli”.

Subito dopo, presso la Sala del Trono di Palazzo Gallone, avrà inizio (ore 10,30) la cerimonia di presentazione.

Dopo i saluti istituzionali del Vescovo Mons. Vito Angiuli, del sindaco di Tricase Antonio De Donno e del presidente del Comitato Presepe Vivente Andrea Morciano, saranno presentati i costumi realizzati nei laboratori del settore Moda dell’IISS “Don Tonino Bello – Nino Della Notte”, ed alla cui realizzazione hanno contribuito gli studenti del triennio, seguiti nelle attività dalla prof.ssa Laura Petracca per la fase grafica di realizzazione dei bozzetti e dalle prof.sse Luciana Politi e Maria Grazia Frisullo per la progettazione e confezione.

I docenti Bruno Micolano e Mirko Miglietta hanno, invece, condotto una terza classe delle produzioni Audiovisive, uno dei tanti indirizzi del “Don Tonino Bello”, a realizzare una serie di installazioni video site-specific, situate in alcuni settori del percorso del Presepe Vivente attraversato dai visitatori. I video propongono un focus su alcune delle tradizionali attività artigiane che storicamente rappresentavano i saperi più preziosi da tramandare.

Inoltre, con la seconda classe, i professori hanno impostato un progetto di wayfinding che fornirà il percorso del Presepe di una nuova segnaletica e nuove descrizioni dei punti di interesse.

Infine, in collaborazione con il Liceo Artistico “Nino della Notte” di Poggiardo, sotto la direzione del Prof. Maurizio Pedone, sono stati realizzati i premi e i ricordini da destinare ai vincitori e ai partecipanti all’evento.

Per parlare de “La storia del Presepe Vivente di Tricase” interverrà il prof. Oronzo Russo.

A seguire l’atteso Annullo Filatelico con Francesco Giannuzzi, capo area della Corporate Affairs Filatelia Macro Area Sud Commerciale Puglia di Poste Italiane.
Subito dopo, la proclamazione dei vincitori del Cartolina Challenge, il concorso rivolto agli alunni delle scuole primarie e secondarie di I e II grado di Tricase per la realizzazione di cartoline a tema natalizio sottoposte al giudizio del pubblico sulla pagina Instagram del Presepe Vivente di Tricase.

Anche le cartoline vincitrici saranno oggetto di Annullo Postale a cura di Poste Italiane, partner dell’evento.

Nel corso della mattinata, nelle sale adiacenti la Sala del Trono, si potranno visitare: il Presepe Vivente interpretato dai bambini di 5 anni della Scuola dell’Infanzia Mater Divinae Gratiae (I.c. Pascoli); la mostra delle cartoline realizzate dai due istituti comprensivi e i bozzetti di studio degli abiti disegnati dal Settore Moda del “Don Tonino Bello”.

Il Presepe Vivente di Tricase è anche inclusivo: tutta la cerimonia di presentazione, a partire dai brani natalizi eseguiti dai bambini delle scuole dell’Infanzia di Via Pertini e Lucugnano (“I.c. Tricase -Via Apulia), vedrà la presenza dell’interprete LISStefania Marra, dell’associazione Amici Insieme di Nardò. LIS è l’acronimo di Lingua dei Segni Italiana, una lingua naturale che usa il canale visivo-gestuale per comunicare, utilizzata in Italia dalla comunità sorda segnante.

Altra novità di quest’anno: sabato 16 dicembre, una nutrita rappresentanza dei figuranti del Presepe Vivente, porterà la magia di Monte Orco e della Betlemme d’Italia alla corte di Papa Francesco a Roma.

Il Presepe Vivente di Tricase, infatti, è stato scelto insieme a circa altri 40 e fa parte della Città dei Presepi: tutti invitati a Roma per una sorta di “prima” davanti al Santo Padre.

Il giorno dopo, domenica 17, invece, arriverà a Tricase la Luce della Pace, quest’anno accolta nella Parrocchia di Sant’Andrea, nel Rione di Caprarica, dove alle ore 10 si celebrerà la Santa Messa.

Il Presepe Vivente sarà aperto al pubblico nei giorni 25, 26, 28, 30 dicembre e 1, 3, 5, 6 gennaio.

Il prologo, come da tradizione sarà il giorno dell’Epifania con la sfilata dei personaggi del Presepe con i Re Magi, da Piazza Pisanelli fino al Presepe.

 

Continua a Leggere

Appuntamenti

Poggiardo si agghinda per Natale

Tutte le iniziative in programma tra la città e la frazione di Vaste: Ri-Vivi il Natale ’23, Vicoli Incantati, Natale in Porta Terra, Mostra dei Presepi Artigianali. Intanto il Leccio di Poggiardo (uno dei 115 nuovi alberi monumentali d’Italia) finisce su Rai 3

Pubblicato

il

Una serie di iniziative in cantiere tra Poggiardo e Vaste in vista delle festività natalizie.

RI-VIVI IL NATALE ’23

L’Associazione VIVI037 ha organizzato tre appuntamenti per vivere la magia del Natale.

Il primo domenica 3 dicembre, dalle 18,30 alle 22,30, in via Principe di Piemonte a Poggiardo, con l’allestimento degli Alberi di Natale: si incontreranno i bambini e ragazzi degli istituti comprensivi con gli studenti del Liceo Artistico “Nino della Notte” per allestire gli alberi di ulivi come le loro “opere d’arte”. Nel corso della serata gli Elfi e Babbo Natale (Liceo Artistico), i tiktoker manuell_e_stefano ed il Trio di voci femminili composto da Maria Josè Esposito, Clara Ruberto e Elisa Perrone.

Domenica 3 dicembre, dalle 18,30 alle 22,30, in via Principe di Piemonte, Ri-vivi il Natale ’23. Babbo Natale e gli Elfi accompagneranno i visitatori dentro e fuori le mura del Liceo Artistico “Nino Della Notte”. Per l’occasione si esibiranno: la street band BeDixieBand, La Tribù dei Sempre Allegri (Lillo Birillo, Trampoliere, Mr Thomas e Sputafuoco), Bambù Balla (Babbo Natale e i suoi Elfi, special guest Elsa e Spiderman).

All’interno del Liceo Artistico “Nino Della Notte”: Arti e Mestieri, esposizione con la partecipazione di Auser Associazione e altri artisti locali.

Epilogo sabato 6 gennaio (dalle 9 alle 13), in piazza Umberto con la Vendita degli Addobbi: saranno alienati con quota-offerta gli addobbi realizzati per l’allestimento degli alberi di ulivo. Il ricavato sarà utilizzato interamente per l’acquisto di altri ulivi per combattere insieme la Xylella.

Gli eventi sono organizzati con il Patrocinio e la collaborazione dell’amministrazione comunale di Poggiardo, del Liceo Artistico “Nino Della Notte” di Poggiardo e della Provincia di Lecce.

NATALE IN PORTA TERRA

In Piazza Dante e nel centro storico di Vaste, la Capanna della Natività e un percorso per bambini faranno rivivere la magia del Natale. Appuntamento giovedì 7 dicembre.

Evento organizzato dall’Azione Cattolica di Vaste, dalla Parrocchia di Vaste, con il Patrocinio dell’Amministrazione Comunale.

Dalle 18,30, cerimonia di accensione delle luminare e della Capanna della Natività; apertura percorso per bambini “La più bella storia di sempre”; stand gastronomici; Banda dei Babbo Natale.

VICOLI INCANTATI

Venerdì 8 e sabato 9 dicembre, nel Centro Storico di Poggiardo l’evento organizzato dall’associazione Creativa-mente, con il patrocinio dell’amministrazione comunale: un villaggio natalizio nel cuore di Poggiardo, per vivere la magia del Natale tra i vicoli addobbati a festa. Vi si potranno trovare la Stanza di Babbo Natale e la Fabbrica degli Elfi. Previsti mercatini, area food, spettacoli, musica, installazioni artistiche e musica di strada.

MOSTRA DEI PRESEPI ARTIGIANALI

In occasione dell’800° anniversario del primo presepe di Greccio realizzato da San Francesco d’Assisi, ha invitato bambini e adulti, artigiani e appassionati, a realizzare un presepe da esporre presso il Palazzo della Cultura nel periodo compreso tra il 17 dicembre 2023 ed il 7 gennaio 2024.

La mostra sarà inaugurata domenica 17 dicembre alle 19,30 con la benedizione dei Presepi.

Il presepe più votato dai visitatori della mostra riceverà una targa di riconoscimento.

SU RAI3 IL LECCIO DI POGGIARDO

Nel frattempo la città ha fatto capolino su Rai 3, nel corso della trasmissione di Buongiorno Regione, con un servizio dedicato al Leccio di Poggiardo (Quercus Ilex).

Un vero e proprio capolavoro della natura uno dei 115 nuovi alberi monumentali d’Italia riconosciuti con Decreto del Direttore generale dell’economia montana e delle foreste del Ministero delle politiche agricole alimentari e forestali.

È ubicato in Via Bobbio ed ha una circonferenza del fusto di 320 centimetri e un’altezza di 20 metri.

 

Continua a Leggere

Appuntamenti

“Metrosalento: la Rivoluzione dei Trasporti nel Salento in 4 mosse”

Domani dalle 17 al Liceo Capece di Maglie. Incontro promosso dall’On. Andrea Caroppo, Capogruppo di Forza Italia in Commissione Trasporti alla Camera dei Deputati e Responsabile Nazionale Trasporti. Le proposte

Pubblicato

il

Si terrà domani, venerdì 1° dicembre, alle 17, a Maglie, presso l’Aula Magna del Liceo “F. Capece”, l’incontro pubblico promosso dall’On. Andrea Caroppo, Capogruppo di Forza Italia in Commissione Trasporti alla Camera dei Deputati e Responsabile Nazionale Trasporti, sul progetto “Metrosalento: la Rivoluzione dei Trasporti nel Salento in 4 mosse”.

Andrea Caroppo

Durante l’incontro pubblico, al quale prenderanno parte le istituzioni locali, verranno presentate quattro proposte strategiche per il miglioramento e lo sviluppo della mobilità nel Salento

Da sempre la debolezza dei trasporti rappresenta il più grande problema del Salento”, dichiara Caroppo, “per anni ci siamo arresi all’idea che questa debolezza sarebbe stata insuperabile. Ci siamo rassegnati al fatto che prendere i trasporti pubblici in provincia significa impiegare il triplo, il quadruplo del tempo rispetto all’auto, che raggiungere o tornare dall’aeroporto a casa con i mezzi pubblici è come affrontare un altro lunghissimo viaggio. Io, però, non voglio rassegnarmi a questa idea. Sin dall’inizio della legislatura, come capogruppo in Commissione Trasporti della Camera dei Deputati, ho messo il tema dell’isolamento della nostra Terra al centro della mia attività istituzionale”.

Ora“, conclude Andrea Caroppo, “sono pronto a presentare le mie 4 proposte strategiche per il miglioramento e lo sviluppo della mobilità nel Salento. Non chimere o slogan ma progetti concreti e fattibili che il nostro territorio aspetta e merita da anni”, .

Continua a Leggere
Pubblicità

Più Letti

Copyright © 2019 Gieffeplus