Connect with us

Appuntamenti

“Inferno in Paradiso”, in memoria di Luigi Russo

 A due anni dalla sua scomparsa dell’ex presidente di CSV Volontariato nel Salento, il docufilm di Tiziana Caminada. Presentazione giovedì 18 novembre  presso il Cinema Paradiso di Tricase

Pubblicato

il

Inferno in Paradiso”, il docufilm di Tiziana Caminada in memoria di Luigi Russo, verrà presentato giovedì 18 novembrealle 19,30, presso il Cinema Paradiso di Tricase, in via Roberto Caputo, 15.


L’evento gratuito (necessario Green Pass) è organizzato da Mondoradio Tuttifrutti, in collaborazione con il CSV Brindisi Lecce – Volontariato nel Salento, in occasione del secondo anniversario della scomparsa di Luigi Russo, giornalista e sociologo salentino, impegnato per anni nella lotta a favore dell’ambiente. All’interno del film sono presenti alcune immagini del noto giornalista, chiamato a testimoniare sul contrasto tra bellezza e inquinamento in Salento e in Puglia. Prima della proiezione, amici e collaboratori di Luigi Russo, lo ricorderanno nelle sue tante battaglie.


Il DOCUFILM


«No, non é ancora un film sull’inquinamento. È un film che dà voce a chi paga con la propria vita e la propria salute le conseguenze dell’inquinamento. Tutto è iniziato con un libro pubblicato in Svizzera: «Salento: destinazione cancro».


Si dice che nel tacco dello stivale, in Italia, nella terra degli ulivi centenari e della dieta mediterranea, sia diventato un inferno: l’aria, la terra e l’acqua del Salento sarebbero avvelenate. Anche gli ulivi muoiono a migliaia: un avvertimento per gli umani? I tumori sono aumentati del 40% in 20 anni. I bambini muoiono per leucemia e tumore al cervello (+ 54%). Idrocarburi, diossina e glifosato sono tutti lì. Il conforto e il profitto del Nord Europa hanno trasformato questo Sud in un gigantesco bidone della spazzatura al punto che i suoi abitanti ne stanno morendo.

Con Giovanni, l’autore italo-svizzero del libro, siamo andati da nord a sud, come i rifiuti, per vedere l’entità del danno umano e ambientale. Ma soprattutto per incontrare e ascoltare coloro che vivono in questo inferno e vedere come pensano di uscirne.


C’è un esercito sempre più grande di attivisti che lottano per farsi sentire.


Il documentario parte dalla Svizzera con un grido del cuore e ci ritorna grazie alla sua nuova idea di avidità energetica, ancora un attacco a questa terra salentina e al pianeta: la Trans Adria Pipeline.


Ma la resistenza si organizza e partono cause alla CEDU di Strasburgo contro lo Stato Italiano, ma non solo… si prepara anche una causa civile contro lo Stato per le sue inadempienze per il Clima».


Appuntamenti

Perché non a Taurisano?

L’Associazione Culturale Odigitria e Caroli Hotels con il patrocinio della Città di Taurisano, organizzano per venerdì 20 maggio, alle 18, in Piazza Castello, un convegno sul tema: “Perché non a Taurisano?”

Pubblicato

il

Dopo gli interventi di saluto del sindaco Luigi Guidano e degli amministratori comunali, relazioneranno: Walter Pennetta, R.U.P. Aree interne Sud Salento; Antonio Ciriolo, presidente Gal Capo di Leuca; Mauro Saito, MSA Architetti; Luigi Mighali, presidente Associazione Rotaie di Puglia; Ciro Robotti, ordinario Università degli Studi della Campania; Evangelista Leuzzi, Quaros Consulting Start-Up Consulting European Projects and Grants Management; Mario Carparelli, Salentosophia; Maurizio Capelli, vice presidente Fondazione Futurae Onlus; Giuseppe Saracino, Console della Repubblica di Lituania per la Puglia e la Basilicata.

Coordina Sabrina Merolla, Travel Blogger.

Video e Foto Set a cura di Roberto Rocca.

Continua a Leggere

Appuntamenti

A Tricase Porto la grande musica del tour Porto Rubino

Samuele Bersani, Vasco Brondi, Jolly Mare e Filippo Graziani a luglio nella marina tricasina con un grande ospite a sorpresa che presto verrà annunciato

Pubblicato

il

Si scalda l’estate tricasina con l’annuncio di grandi ospiti.

Tricase Porto accoglierà la tappa di apertura del tour di concerti Porto Rubino, evento musicale itinerante che celebra il mare.

Prima di far tappa a Monopoli ed a Campomarino, Porto Rubino sarà a Tricase la sera del 10 luglio.

Sul palco di Marina Porto saliranno Samuele Bersani, Vasco Brondi, Jolly Mare e Filippo Graziani.

Grandi nomi cui si aggiungerà a breve quello di un super ospite a sorpresa.

I biglietti saranno disponibili dalle ore 11 di mercoledì 25 maggio sul circuito Vivaticket Italia.

Continua a Leggere

Appuntamenti

Motori: Rally del Salento sempre più importante

Cinquantaquattresima edizione valida per il CIRA Campionato Italiano Rally Asfalto, serie tricolore nata dall’evoluzione di quello che, fino al 2021, era il Campionato Italiano WRC di cui la gara è la seconda prova, la prima a coefficiente di moltiplicazione del punteggio di 1,5. Chi sarà competitivo sulle temute stradine del Capo di Leuca delimitate dagli altrettanto temuti muretti a secco potrebbe seriamente candidarsi a rivestire un ruolo di primo piano in vista della parte centrale della stagione

Pubblicato

il

di Gianluca Eremita

Manca poco più di una settimana alla manifestazione motoristica più importante del territorio nonché uno dei due rallies più importanti del Sud Italia: il 54°Rally del Salento in programma venerdì 27 e sabato 28 maggio.

La kermesse organizzata da Automobile Club Lecce con il Patrocinio del Dipartimento per lo Sport della Presidenza del Consiglio dei Ministri, del Presidente della Giunta Regionale, della Provincia di Lecce – Salento d’Amare e del Comitato Regionale del CONI Puglia è valida per il CIRA Campionato Italiano Rally Asfalto, serie tricolore nata dall’evoluzione di quello che, fino al 2021, era il Campionato Italiano WRC di cui la gara è la seconda prova, la prima a coefficiente di moltiplicazione del punteggio di 1,5.

Proprio in virtù del punteggio maggiorato, il Rally del Salento si appresta a rivestire un ruolo chiave in ottica campionato, dove i punti acquisiti o persi cominceranno a far sentire il proprio peso. Chi sarà competitivo sulle temute stradine del Capo di Leuca delimitate dagli altrettanto temuti muretti a secco potrebbe seriamente candidarsi a rivestire un ruolo di primo piano in vista della parte centrale della stagione.

Simone Campedelli, leader del CIRA 2022 alla vigilia del Rally del Salento (Foto AciSport)

Occhi puntati, dunque, su Simone Campedelli, Skoda Fabia R5 – “Island Motorsport”, leader provvisorio del tricolore dopo la vittoria ottenuta nella gara di apertura del CIRA, il Rally Elba. Il 35enne cesenate è impegnato anche nella massima serie continentale dove lo scorso week-end è stato protagonista, nel “Rally delle Canarie”, di una rimonta che lo ha portato sino al quinto posto assoluto. In terra leccese manca dal 2017 quando, alla sua quarta partecipazione, ottenne il suo miglior piazzamento in questa gara giungendo secondo assoluto.

Sicuro protagonista sarà il 34enne Marco SignorSkoda Fabia R5 – “Sama Racing”, che grazie, al secondo posto ottenuto in Toscana, è secondo in campionato. Il trevigiano non mancherà di far valere tutta la sua esperienza maturata in otto partecipazioni che lo hanno visto vittorioso al “Salento” 2014 e 2016.

Il 47enne Corrado Fontana, vincitore al debutto in Puglia nel 2019, tenterà di riscattare il ritiro dello scorso anno subìto, a causa di un guasto meccanico, mentre percorreva la Prova Speciale “Palombara”. Per farlo il lariano è l’unico a poter contare su una World Rally Car: la Hyundai NG I20 WRC con i colori della “Asd Bluthunder Racing Italy”.

Il piacentino Andrea Carella, su Skoda Fabia R5 “MS Munaretto”, prenderà sicuramente a riferimento la sua prestazione, ottenuta alla quarta partecipazione, del 2021: secondo assoluto. Il 33enne è attualmente terzo in campionato.

Corrado Pinzano, su Volkswagen Polo Gti R5 – “New Drivers Team”, è quarto in campionato. Il 37enne biellese potrà contare, per interpretare al meglio il Salento, sulla sua unica partenza: quella 2019, quando giunse quarto.

Cercherà di fare esperienza e dire la sua anche il 28enne Giuseppe Testa, portacolori della “Ro Racing” con la Skoda Fabia R5. Il molisano, quinto nel CIRA, nel 2021 si era ritirato alla sua seconda esperienza nel Salento.

L’imprenditore cuneese Alessandro Gino, Hyundai I20 R5, tenterà di farsi un regalo per i suoi quarant’anni (che festeggerà in gara, proprio sabato 28) ripetendo il terzo assoluto del 2021 o, addirittura, migliorandosi.

Infine la notizia, per il momento non confermata, della presenza in gara del 51enne Luca Pedersoli vincitore del Salento 2021 e campione italiano WRC nel 2014 e nel 2019. Il bresciano, se dovesse presentarsi allo start, sarebbe il secondo pilota, oltre a Fontana, a portare in gara una WRC, la Citroen Ds3, la stessa con cui il weekend scorso si è aggiudicato il “Rally di Piancavallo”.

In coda al Rally del Salento, così come accaduto negli ultimi anni, ci saranno i concorrenti del “Rally Storico del Salento”, giunto alla quarta edizione.

Per gli appassionati e per i curiosi sarà possibile seguire tutte le fasi della gara grazie ai servizi giornalistici pubblicati su www.ilgallo.it, su www.mondoradio.net ed ai collegamenti in diretta su MondoRadio e Radio Aurora.

*nella foto grande in alto: Luca Pedersoli su Citroen DS3 WRC, vincitore del Rally del Salento 2021 (foto M. Bettiol)

Continua a Leggere
Pubblicità

Più Letti

Copyright © 2019 Gieffeplus