Connect with us

Appuntamenti

Martano è… la piazza che vorrei

Incontro di ascolto della cittadinanza promosso da ACAM 2.0 Aps (Associazione Commercianti, Artigiani ed operatori economici Martano 2.0 – Associazione di Promozione Sociale”), in accordo con il Comune per domenica 8 maggio in Via Marconi – Ingresso palazzo Baronale (Piazza Castello)

Pubblicato

il

ACAM 2.0 Aps (Associazione Commercianti, Artigiani ed operatori economici Martano 2.0 – Associazione di Promozione Sociale”), in accordo con il Comune di Martano, organizza per domenica 8 maggio presso gli spazi antistanti il Palazzo Baronale, già identificati come la futura Piazza Castello, un incontro aperto a tutta la cittadinanza per discutere sull’impatto del nuovo assetto urbano della nuova piazza centrale di Martano.


Interverranno, il sindaco di Martano Fabio Tarantino, l’assessore all’Urbanistica Mauro Della Tommasa, il consigliere con delega al Commercio Andrea Aprile, il presidente di ACAM 2.0 Aps Lorenzo Luceri.


IMMAGINARE E DEFINIRE INSIEME UNA NUOVA IDEA DI PIAZZA


ACAM 2.0 Aps rivendica per Martano la centralità e l’attrattività che da sempre le sono state riconosciute. Le attività che operano all’interno del contesto urbano del centro, ma non solo, hanno bisogno di avere una visione sul ruolo della nuova piazza di Martano, ruolo importante al fine di attrarre nuove imprese e investimenti e che dovrà confermare Martano come crocevia di attività.


L’incontro partecipato nasce, dunque, dalla volontà di ACAM 2.0 Aps, Amministrazione Comunale e Pro Loco di coinvolgere cittadini, commercianti, associazioni e professionisti al fine di raccogliere spunti e suggerimenti e dare un contributo per la definizione di un’idea collettiva della nuova piazza.


Il Tavolo di confronto sarà funzionale a far emergere le esigenze di operatori commerciali, residenti e dell’intera comunità rispetto alla nascente Piazza Castello i cui lavori di cantiere sono ormai in via di completamento e di cui si intravedono potenzialità e opportunità non senza qualche preoccupazione per il nuovo assetto della viabilità.


Gli interventi tematici saranno seguiti da un’attività di ascolto della platea finalizzata a focalizzare il contesto entro cui ci si muove e a raccogliere istanze e desideri alla ricerca dei tratti distintivi della visione di una piazza da vivere insieme.


TEMI E INTERVENTI


Fabio Tarantino: Un cantiere che ha scoperto le opportunità del centro storico di Martano.


Andrea Aprile: Proiezione di Martano nel futuro, tra sviluppo commerciale, culturale e turistico.


Mauro Della Tommasa: Il progetto di rigenerazione urbana da via Marconi a Piazza Castello verso il disegno di un centro storico diffuso.

Lorenzo Luceri: La necessità di una visione unitaria per mantenere e rilanciare la centralità di Martano come crocevia d’affari nel nostro territorio.


Sarà possibile intervenire e dare il proprio contributo attraverso l’utilizzo dello smartphone per rispondere alle domande che ACAM 2.0 Aps rivolgerà ai cittadini che interverranno.


ACAM 2.0 APS


Nasce dalla volontà dei soci di rendere l’Associazione una realtà viva sul territorio di Martano. Per questi motivi ACAM ha scelto di evolversi in un’associazione di promozione sociale.


L’obiettivo di ACAM 2.0 ha come asset operativo quello della promozione economica territoriale e turistica e avrà uno sguardo profondo al territorio e alle sue esigenze.


ACAM 2.0 Aps intende essere, sempre più, un riferimento per le categorie dei propri associati: commercianti, artigiani, professionisti e operatori economici del turismo.


Il percorso che è stato intrapreso durante la pandemia ha avuto come spinta la necessità di rappresentare un organismo di riferimento per gli operatori locali. Un percorso che vuole operare nell’ambito di processi di progettazione partecipata che coinvolga tutti i comparti economici, la comunità locale e le istituzioni del territorio.


Obiettivo primario di ACAM 2.0 Aps è favorire la coesione del gruppo rendendo protagonisti i commercianti, gli artigiani, gli operatori del settore turistico e i liberi professionisti al fine di ripensare il territorio e ripartire dalle singole realtà locali per realizzare un processo virtuoso che interesserà e riguarderà Martano e la Grecìa Salentina.


Il nuovo logo di ACAM 2.0 Aps è ispirato da una luminaria, simbolo di riconoscibilità dell’identità culturale del territorio. Il centro, esaltato da tre punti di colore, coincide idealmente con il punto di incontro delle diverse anime dell’associazione; un luogo di confronto e crescita che ACAM 2.0 Aps vuole essere per la Città di Martano.



Appuntamenti

Per un Salento Circolare

Avviato il progetto: transizione ecologica, creazione di reti, pratiche sostenibili. Il calendario degli appuntamenti con tappe a Lucugnano di Tricase, Cutrofiano, Castrignano de’ Greci e Zollino

Pubblicato

il

Progettare il futuro sostenibile delle imprese artigiane protagoniste dell’industria culturale.

Sono partiti i tavoli di co-progettazione del progetto “Per un Salento Circolare” organizzati da Confartigianato Imprese Lecce, in partenariato con il Dipartimento di Scienze umane e sociali di Unisalento e il CETMA Centro di Ricerche Europeo di Tecnologie Design e Materiali.

Il progetto, cofinanziato dal Ministero della Cultura nell’ambito della misura “Capacity building” per gli operatori della cultura per gestire la transizione ecologica, mira ad accompagnare le imprese del Salento nel processo di conversione ecologica su cui dovranno misurarsi quanto prima.

Il progetto – che durerà due anni – prevede l’organizzazione di focus incentrati sul rafforzamento della consapevolezza degli operatori rispetto alle sfide della transizione ecologica, con attività di diffusione di buone prassi, di promozione e di creazione di reti e comunità di pratiche sostenibili.

Dalla gestione dei rifiuti alla produzione dei gas serra, dal consumo di risorse energetiche ai trasporti, fino al riuso dei materiali e degli scarti, ogni aspetto legato alla transizione green sarà oggetto di un’assistenza tecnico-specialistica su misura, dedicata alle imprese coinvolte già in questa prima fase di progetto, grazie al team di professionisti che il partenariato metterà a disposizione.

L’azione si articolerà in due fasi: una prima di BarCamp (due mesi) orientata alla conoscenza del campo d’azione e alla ricognizione dei bisogni delle imprese, e una seconda di Sustainability Shop (quattro mesi) dedicata all’empowerment diretto (consapevolezza) degli attori.

I BarCamp sono tavoli di co-progettazione per la conversione ecologica degli eventi e delle imprese.

Dopo i primi appuntamenti di febbraio ecco il programma per questo mese: il 6 marzo è previsto l’incontro dal tema “Riti e tradizioni” presso Casa Comi, Lucugnano; il 13 marzoDesign e artigianato” presso l’Innovation Hub Fratelli Coli Technologies, Cutrofiano; il 20 marzoArte, cinema e teatro” all’interno del Palazzo Baronale de Gualtieris, a Castrignano dei Greci; il 27 marzo “Musica”, Laboratorio urbano To Kalo Fai Zollino. (info: www.confartigianatolecce.it).

I Sustainability Shop, invece, sono previsti nella seconda parte del progetto e sono sviluppati per generare l’incontro tra le competenze specialistiche degli esperti e le domande che su queste tematiche emergono “dal basso”, ovvero dagli operatori e dalle persone sul territorio.

«L’obiettivo del progetto», spiega il segretario di Confartigianato Lecce Emanuela Aprile, «è la definizione e messa in opera di un modello virtuoso, di un cantiere di comunità per la transizione ecologica dove far dialogare scienza, arte, imprese e governance pubblica».

Continua a Leggere

Appuntamenti

Gli stati generali a 5 Stelle

Riunione provinciale del MoVimento 5 Stelle in programma venerdì 1° marzo presso l’Ecoresort Le Sirenè a Gallipoli. Il coordinatore provinciale Iunio Valerio Romano chiama a raccolta i «Gruppi territoriali, vero laboratorio di idee, proposte, confronto e dibattito diretto». Saranno presenti anche il coordinatore regionale on. Leonardo Donno, il vice presidente M5S sen. Mario Turco, l’europarlamentare on. Mario Furore, il sen. Antonio Trevisi, il vice presidente del Consiglio regionale pugliese Cristian Casili e tutti i consiglieri comunali M5S della provincia

Pubblicato

il

«Un’occasione per confrontarsi e dialogare sul lavoro svolto dai Gruppi territoriali e dall’intera comunità pentastellata in provincia di Lecce nel corso di quest’ultimo anno e dei tanti progetti futuri».

Così il coordinatore M5S per la provincia di Lecce (già senatore) Iunio Valerio Romano (nella foto in alto) presenta la riunione provinciale 2024 del MoVimento 5 Stelle, aperta a tutti gli iscritti e simpatizzanti, in programma venerdì 1° marzo, dalle 17,30, a Gallipoli, presso l’Ecoresort Le Sirenè.

L’incontro vedrà la partecipazione, oltre che del coordinatore regionale on. Leonardo Donno, del vice presidente M5S sen. Mario Turco, dell’europarlamentare on. Mario Furore, del sen. Antonio Trevisi, del vice presidente del Consiglio regionale pugliese Cristian Casili e di tutti i consiglieri comunali M5S della provincia.

«La riunione», scende nei particolari Romano, «è finalizzata al dialogo e al confronto con i partecipanti, che potranno intervenire portando il loro costruttivo contributo in termini di esperienza e proposte anche con riguardo alle prossime elezioni amministrative del giugno 2024, che vedrà coinvolti 28 Comuni salentini, compreso il capoluogo».

«Inoltre», sottolinea il coordinatore pentastellato, «in vista delle prossime elezioni Europee, è stata avviata dai vertici nazionali un’ampia attività di coinvolgimento nella scrittura del programma di tutti gli under 36 del MoVimento, chiamati a elaborare un pacchetto di proposte aventi come obiettivo quello di migliorare il destino dei giovani cittadini europei su cinque temi chiave, particolarmente rilevanti per il mondo giovanile, ovvero lavoro, ambiente, diritti e benessere, innovazione e intelligenza artificiale, orientamento. Dall’altra parte, la comunità dei Gruppi territoriali, che coinvolge oltre 25 mila persone su tutto il territorio nazionale, anche con l’eventuale supporto di cittadini e realtà civiche locali, è stata a sua volta invitata a contribuire alla stesura del programma, elaborando idee e proposte su 3 temi chiave per le politiche europee, quali l’Unione europea e la sfida della pace, l’intelligenza artificiale e il lavoro, l’agricoltura e l’ambiente».

«Il MoVimento 5 Stelle», conclude Iunio Valerio Romano, «ha progettato, da qualche tempo ormai, un rafforzamento della propria azione politica sui territori, favorendo la nascita dei Gruppi territoriali, vero laboratorio di idee, proposte, confronto e dibattito diretto. La riunione provinciale darà, dunque, modo di operare un riscontro del lavoro svolto, per affinare e potenziare un metodo che garantisca sempre più uno sviluppo collegiale e democratico dell’azione sui territori».

Continua a Leggere

Appuntamenti

Incontri d’autore, a Tricase Chiara Verardi

Sabato 2 marzo, dalle 18, nella sede Liquilab, la presentazione del romanzo “La casa sulla ferrovia”

Pubblicato

il

Per la rassegna incontri d’autore di Liquilab arriva a Tricase Chiara Verardi per la presentazione del libro “La Casa sulla ferrovia”.

All’incontro, in programma sabato 2 marzo, nella sede Liquilab, in Piazza Dell’Abate dalle 18, dialogherà con l’autrice Ornella Ricchiuto, ricercatrice in antropologia culturale.

Chiara Verardi è nata a Novoli nel 1962. Insegna matematica e fisica presso il Liceo Artistico e Coreutico “Ciardo-Pellegrino” di Lecce.

Ha Pubblicato: “A Oriente. Diari di viaggio in Siria, Albania, Turchia, Terra Santa“, Edizioni Esperidi, agosto 2020; una silloge poetica dal titolo: “La luce oltre il buio“, all’interno dl volume dal titolo “Vortice“, pubblicato da Aletti Editore nel 2020. Ha scritto, inoltre, racconti autobiografici inediti.

La casa sulla ferrovia” è il suo primo romanzo e narra la storia di una famiglia come tante altre che sin dal primo dopoguerra passa attraverso vicissitudini molteplici legate alle difficoltà economiche e sociali del periodo.

La guerra, gli amori, l’emigrazione, tutto ruota attorno ad una casetta costituita solo da tre stanze che dava sulla linea ferroviaria.

Non vi erano muri di recinzione ed era facile uscire ed attraversare direttamente i binari.

I ritmi delle giornate erano scanditi dagli orari dei treni. La sera quando passava l’ultima littorina delle ore 20 si chiudeva la porta per andare a dormire e la mattina si poteva regolare la sveglia con il primo convoglio delle sei. La protagonista del romanzo è Lucia, una donna che fino all’ultimo momento della sua vita sorride e continua a lottare per vivere con coraggio e dignità pur dovendo sopportare tante tribolazioni e dolori che subisce con pazienza e accettazione.

Ingresso libero e gratuito, consigliata la prenotazione del posto.

Liquilab 348 3467609 – infoliquilab@gmail.com

 

Continua a Leggere
Pubblicità

Più Letti

Copyright © 2019 Gieffeplus