Connect with us

Alessano

Prove di sintonia per i radioamatori salentini

Dalle 19 una vera e propria esercitazione per testare l’efficienza della “Rete Radiocomunicazioni Alternative di Emergenza delle Prefetture” che mette rapidamente in comunicazione il Dipartimento della Protezione Civile Nazionale e le Navi della Marina Militare “Cavour C550” o “Carabiniere – F593” con le Prefetture di tutte le Provincie e, queste ultime (in banda VHF), con le strutture locali di Protezione Civile di tutti i Comuni del territorio

Pubblicato

il

Importante iniziativa, questa sera, per la Sezione di Lecce dell’A.R.I. – Associazione Radioamatori Italiani: la macchina organizzativa del sodalizio salentino sarà impegnata, nonostante le difficoltà legate alla pandemia, nell’importante attività denominata “Prove di Sintonia” (utilizzando la banda HF – 80 metri –, per le grandi distanze) che, in buona sostanza, consta di una vera e propria esercitazione, con cadenza mensile atta a testare l’efficienza dei contatti radio di quella che è la “Rete Radiocomunicazioni Alternative di Emergenza delle Prefetture”.


Questa Rete ha lo scopo, in caso di necessità , di mettere rapidamente in comunicazione il Dipartimento della Protezione Civile Nazionale e le Navi della Marina Militare “Cavour C550” o “Carabiniere – F593” con le Prefetture di tutte le Provincie e, queste ultime (in banda VHF), con le strutture locali di Protezione Civile di tutti i comuni del proprio territorio.


Il presidente di Ari Lecce, Icilio Carlino


«A.R.I. Lecce», spiega il presidente Icilio Carlino, «ha sempre partecipato alle ‘Prove di Sintonia’ ma è la prima volta che testeremo la ‘sotto-rete’ di collegamento (VHF) tra Lecce e diversi altri Comuni. Renderci utili e, allo stesso tempo fare qualcosa di importante per il nostro territorio, è per tutti noi motivo di grande orgoglio. Ci tengo a sottolineare che quella del volontariato di Protezione Civile, per noi radioamatori, è una una vera e propria mission».


Nel dettaglio il programma prevede alle ore 19, le “Prove di Sintonia” nazionali in HF e, a seguire (presumibilmente attorno alle ore 19:30) quelle “locali” ascoltabili, per chi dispone di un ricevitore in banda VHF, sulla frequenza 145.750 Mhz del Ponte Ripetitore di proprietà di A.R.I. Lecce denominato “R6” ed ubicato a Parabita.


La stazione “Capo Maglia” sarà ubicata a Nardò e verrà “operata” da IZ7HZU Vito Zacchino, IK7YTQ Luigi Liguori e IZ7CDE Marco Fiore, IU7IHG Pietro Paolo Margheriti .


Nardò chiamerà le stazioni radio (che accuseranno il rapporto di ascolto) presenti sul territorio in quest’ordine: 



  • Carmiano IK7IMP Icilio Carlino                

  • Surbo

  • Tricase IW7DAX, Gianluca Eremita

  • Alessano IU7NMM, Paolo Morciano

  • Taurisano – IZ7LOW Roberto Pepe c/o Protezione Civile di Taurisano “Falchi del Salento”

  • Supersano IU7IRG Fernando Negro per Protezione Civile Salento

  • Cellino San Marco (Brindisi) IZ7UIU, Luigi Bardi si collegherà dalla sede del gruppo comunale di protezione civile. 


All’iniziativa interverranno anche Federico Salvatore, Questore del Commissariato di Polizia di Taurisano, il sindaco di Nardò, Pippi Mellone, il sindaco di Cellino San Marco (Brindisi), Salvatore De Luca ed il presidente dell’Associazione di Volontariato per la Protezione Civile “Carmiano”, Fabrizio Sollazzo.


Proprio con quest’associazione, nei giorni scorsi, A.R.I. Lecce ha sottoscritto un protocollo d’intesa che ha sancito un  rapporto di collaborazione che prevede, tra l’altro, la possibilità per i radioamatori salentini di “appoggiarsi” presso la struttura di Carmiano.


“RETE RADIOCOMUNICAZIONI ALTERNATIVE DI EMERGENZA DELLE PREFETTURE”: COME È NATA E COME FUNZIONA


La nascita della “Rete Radiocomunicazioni Alternative di Emergenza delle Prefetture” avviene nel 1985 e si deve a colui che viene riconosciuto essere il “padre” della Protezione Civile italiana: il Ministro Giuseppe Zamberletti, anch’egli radioamatore con nominativo I2ZME.


L’idea di Zamberletti, fin dalla fine degli anni ’70, era quella di adoperarsi affinché la Protezione Civile fosse parte attiva per gli aiuti alle popolazioni in caso di necessità e, soprattutto, in caso di emergenza.


Fu così che Zamberletti ebbe l’intuizione di istituire nel 1982, presso il Consiglio dei Ministri, di quella che oggi tutti conosciamo come “Protezione Civile” e di cui egli prese subito le redini.


In particolare per quanto concerne le Stazioni Radioamatoriali presso le Prefetture, con l’ordinanza del 7 marzo 1985 n.782, l’allora Ministro della Protezione civile Zamberletti dispose che:



  • tutte le Prefetture della Repubblica italiana;

  • il Ministero dell’ Interno;

  • il Dipartimento della Protezione civile;


fossero dotate di una stazione radio HF-VHF “Radioamatoriale” completamente gestita dai volontari dell’A.R.I. (Associazione Radioamatori Italiani).

Queste stazioni radio, possono essere usate come mezzo di comunicazione alternativo nei casi di:



  1. grossa calamità;

  2. black-out parziale o totale dei sistemi di comunicazione convenzionali;

  3. particolari condizioni di emergenza, anche relativamente al territorio di competenza delle singole Prefetture.


Attivabili in brevissimo tempo per 365 giorni l’anno, possono garantire collegamenti nel territorio italiano:



  • breve raggio nelle bande VHF e UHF, anche tramite ripetitori radio;

  • medio/lungo raggio in banda HF.


I Radioamatori volontari dell’A.R.I. Gestiscono le stazioni radio installate presso:



  • le Prefetture italiane;

  • le isole minori della Sardegna (S.Pietro, S.Antioco e La Maddalena);

  • le isole napoletane (Capri e Ischia);

  • l’isola di Capraia nell’arcipelago toscano;


La Rete si avvale di tre “Stazioni Capomaglia” dislocati sul territorio nazionale:



  1. Varese – Nord Italia

  2. Siena – Centro Italia

  3. Reggio – Calabria Sud Italia


Sin dal 1985 si effettuano ogni mese (solitamente la sera dell’ultimo giovedì) delle prove di collegamento radio diurne e/o serali dette “Prove di sintonia” finalizzate a testare la piena efficienza delle apparecchiature radio e delle relative antenne installate oltre ad preparare i radioamatori all’emergenza.


Quelle di oggi saranno le ““Prove di Sintonia” numero 442 dalla nascita.


Gianluca Eremita


Alessano

Ladri incastrati dalle telecamere

Due ladri hanno preso d’assalto una stazione di carburanti in piena notte, ma hanno fallito il colpo

Pubblicato

il

Notte movimentata sulla provinciale tra Specchia e Alessano: due ladri hanno preso d’assalto una stazione di carburanti in piena notte, ma hanno fallito il colpo.

Ad inchiodarli ci hanno pensato le telecamere di videosorveglianza della stazione 2D poste in direzione dei distributori, che hanno immortalato i due malviventi sopraggiungere nell’area di servizio attorno alle 4 e mezza. I due hanno agito a volto coperto muniti di grimaldelli, scagliandosi contro la porta d’ingresso senza esito, per poi darsi alla fuga a mani vuote.

Ora sono ricercati dalle forze dell’ordine. Sul posto, infatti, sono giunti i carabinieri del nucleo operativo e radiomobile della compagnia di Tricase per eseguire i rilievi e avviare le indagini.

Un altro episodio spiacevole per la sede specchiese dell’azienda di petroli, che già lo scorso anno era stata vittima di un tentativo di furto, anche in quel caso senza esito.

Continua a Leggere

Alessano

Alessano, la sindaca: “Abbassiamo la Tari”

In agenda anche riqualificazione del centro storico ed efficientemento energetico a scuola

Pubblicato

il

Convocata venerdì una nuova seduta del Consiglio Comunale di Alessano, che si riunirà la settimana prossima, per giungere “auspicabilmente all’approvazione di provvedimenti essenziali per tutta la cittadinanza alessanese”. È quanto scrive la sindaca Francesca Torsello che spiega: “Proponiamo al Consiglio di votare un piano TARI con la previsione di una riduzione applicata a tutte le utenze. Abbiamo deciso, infatti, di stanziare 150.000 euro per operare una riduzione del tributo su utenze domestiche e non domestiche, di cui 60.000 per queste ultime, quindi attività commerciali e artigianali, che vedranno una riduzione della Tari del 20%, e 90.000 per le famiglie, che risparmieranno dunque il 10%. Sono risultati non scontati, frutto dell’impegno e della dedizione dell’amministrazione comunale in sinergia con gli uffici competenti, anche tenuto conto dell’aumento fisiologico del costo del servizio e di eventuali variazioni relative a singole utenze”.
“Nella medesima seduta- continua la sindaca- portiamo anche altre proposte di deliberazione che accelerano i progetti di riqualificazione del centro storico, di efficientamento energetico della scuola di Montesardo, della scuola dell’infanzia di Alessano e della caserma dei Carabinieri.
Si raccolgono così i frutti di anni di lavoro impegnati a programmare, progettare, individuare le risorse, interloquire con gli attori istituzionali, indirizzare i passaggi amministrativi e infine dar vita ai cantieri del cambiamento”.

Continua a Leggere

Alessano

Fiamme tra Alessano e Specchia, canadair a supporto dei vigili del fuoco

Sul posto uomini e mezzi dei vigili del fuoco del distaccamento di Tricase impegnati a domare l’incendio e mettere in sicurezza la zona. Altro incendio nei pressi di Andrano

Pubblicato

il

Appena arrivato in zona un canadair per aiutare i vigili del fuoco del distaccamento di Tricase alle prese con un vasto incendio nella campagne tra Specchia e Alessano.

Le fiamme hanno coinvolto un’ampia zona, dicorando un boschetto e bruciando sterpaglie, ulivi e macchia mediterranea.

Compito non semplice anche a causa del forte vento proveniente da nord.

Non ci sono certezze per ora sulla natura dell’incendio anche se, come spesso accade in questi casi, è forte il sospetto che sia dolosa.

Segnalazioni anche di un incendio nella zona di Andrano (foto sotto) come si evince dalle foto inviateci da alcuni bagnanti lungo la costa tricasina.

Continua a Leggere
Pubblicità

Più Letti

Copyright © 2019 Gieffeplus