Connect with us

Appuntamenti

Scorrano accende la festa

L’attesissima ricorrenza dal 4 al 9 luglio con le famose luminarie di Santa Domenica

Pubblicato

il

La tradizione si fonda sull’evento dell’apparizione sulle mura di Santa Domenica per liberare il paese dal flagello della peste. La Santa di Tropea, durante un’epidemia di peste che stava falcidiando la popolazione, appare in sogno ad un’anziana donna sulle mura della città, su Porta Terra, e le comunica di aver deciso di diventare la protettrice di Scorrano. Come segno di questa sua benevolenza avrebbe liberato il paese dalla peste. All’anziana donna la Santa chiede di comunicare questo sogno all’arciprete e come testimonianza della veridicità di questa volontà predice che gli ammalati colpiti dal morbo sarebbero stati salvati e, una volta guariti, avrebbero dovuto far conoscere questo evento straordinario al resto del paese accendendo delle lampade ad olio sulle finestre, come segno dell’avvenuta guarigione. In poco tempo tutto il paese brillò di luci sulle finestre e la peste fu debellata. Da allora, tutti gli anni, durante il novenario in preparazione alla festa gli scorranesi, per riconoscenza, accendono delle lucerne sulle finestre in ricordo delle lampade ad olio accese per volere della Santa (da quando esiste la luce elettrica vengono accese delle lampadine).


Altra leggenda è quella del Piede di Santa Domenica. I magliesi, non riuscendo ad ottenere miracoli e ad essere esauditi nelle preghiere dal loro protettore San Nicola ed invidiosi dei loro vicini, chiesero il simulacro di Santa Domenica. Gli scorranesi acconsentirono ma, durante il tragitto dell’allora Scorrano – Maglie (la attuale via vecchia “e Majie”, la strada per Maglie e per Botrugno), la statua della Santa cominciò a farsi sempre più pesante e, in prossimità del confine tra i due paesi, piantò i piedi per terra e non si mosse più. A quel punto i magliesi, scoraggiati, riportarono indietro la statua mentre gli scorranesi, che per un momento avevano mostrato debolezza nell’attaccamento alla loro patrona, la serrarono nello stipo e non la fecero uscire più. Dopo che fu invertito il percorso, tutti si accorsero che su uno spuntone di roccia affiorante sulla strada era rimasta visibile l’impronta del piede della Santa.


Molta importanza è data alla Processione”, ci racconta il presidente del Comitato Festa, Salvatore De Luca, “ad ogni incrocio la Santa viene salutata da mortaretti e batterie e fuochi d’artificio. Si conclude con la consegna da parte del sindaco, delle chiavi alla Santa, nei pressi di porta terra. L’amore e la venerazione per la Santa”, aggiunge, “hanno portato sin dai tempi antichi a festeggiamenti grandiosi realizzando delle vere e proprie architetture di luci, capolavori delle ditte locali che da generazioni producono luminarie. I festeggiamenti proseguono con grandiose gare pirotecniche anche in questo caso con la maestria di ditte del luogo”.  L’Associazione che si occupa dell’organizzazione, come spiega il presidente De Luca, “è composta da circa 35 persone; il presidente ha la funzione di coordinare il gruppo e di curare i rapporti con  il sindaco e il  parroco, affinché la festa abbia un’ ottima riuscita. Per me”, racconta, “questa è la prima esperienza che sto affrontando con entusiasmo ed umiltà; insieme ai tutti i collaboratori non lesiniamo impegno per la buona riuscita della festa, sfruttando anche l’ottimo lavoro svolto dai comitati precedenti”. De Luca ricordando che, come da tradizione, “tutti coloro che arriveranno nel nostro paese saranno accolti con calore e cortesia” ci tiene a sottolineare come “quest’ anno il centro storico illuminato ospiterà l’evento “M’illumini di gusto”, vetrina della gastronomia e dell’artigianato salentino. Gli espositori”, anticipa, “saranno circa 400, mentre si prevede che nei giorni di festa Scorrano registrerà almeno centomila presenze”. M’illumini di gusto”, importante iniziativa di promozione turistica e marketing territoriale, si svolgerà dal 4 al 9 luglio ed ospiterà alcune tra le aziende agroalimentari più rinomate del Salento. Per l’occasione sarà allestito un vero e proprio laboratorio artigianale in cui i maestri aderenti all’Associazione Pasticceri Salentini ammalieranno il pubblico con la preparazione in diretta del pasticciotto salentino, prodotto tipico del territorio inserito nell’elenco Ministeriale dei prodotti tipici nazionali ed emblema della nostra storia pasticcera.


Il programma della festa prevede sabato 4 luglio, in Piazza Emanuele II, alle  22,30, il concerto della U2 Tribute Band, Zen Garden.


Domenica 5, giorno di vigilia, alle 22,30, lo spettacolo piromusicale a cura della ditta Mega Francesco di Scorrano.

Lunedì 6, il giorno della festa, Sante Messe alle 7, alle 8 e alle 19 (con panegirico). La caratteristica Processione, invece, prenderà il via alle ore 9. Alle 12,30, consegna delle chiavi a Santa Domenica e spettacolo pirotecnico della ditta Mega Francesco di Scorrano; alle 17,30, gara pirotecnica diurna,  trofeo Santa Domenica Memorial Francesco Mega.


Mercoledì 8, la Santa Messa Vespertina e riposizione della Statua di Santa Domenica; alle 22, Crifiu in concerto.


Le favolose luminarie sono opera di: “Mariano Luminarie” di Scorrano; “Santoro Luminarie” di Alessano; “Marianolight” di Corigliano D’Otranto; “L.C.D.C. – Luminarie Cesario De Cagna” di Maglie. Le spettacolari accensioni saranno effettuate nei giorni 5, 6, 7, 8, 9 luglio a partire dalle ore 21.


Appuntamenti

Le note di Saint-Saens a Palazzo Gallone

Domani a Tricase il duo Licchetta-Sequestro chiude il Festival Cameristico Internazionale del Capo di Leuca

Pubblicato

il

Domani, domenica 19 settembre, a Tricase, presso Palazzo Gallone, alle 20.30, ultimo appuntamento del primo Festival Cameristico Internazionale del Capo di Leuca.

Si esibirà il duo Licchetta-Sequestro in una serata interamente dedicata a Camille Saint-Saëns. In programma anche il celebre Carnevale degli Animali, eseguito insieme ad Ester Bano, Cristina Ciura, Cristian Musio, Marco Schiavone, Davide Codazzo, Gianmarco Leuzzi, Giuseppe Scarciglia ed Emanuele Pisanò, voce recitante Donato Chiarello.

Per partecipare ai concerti è necessario esibire il Green Pass all’entrata.

Info: festivaldelcapodileuca@gmail.com
Prenotazioni:
www.eleusiaps.it

Continua a Leggere

Andrano

Andrano ripercorre la storia d’Italia dagli anni ’50 ad oggi

Con la rassegna Aldo Moro: la Storia d’Italia dalla Costituente, questa sera alle 19, presso l’Aula Consiliare del Castello Spinola-Caracciolo

Pubblicato

il

La rassegna Aldo Moro: la Storia d’Italia dalla Costituente ad oggi fa tappa ad Andrano
questa sera alle 19, presso l’Aula Consiliare del Castello Spinola-Caracciolo.

Un percorso, quello avviato dal Consiglio Regionale della Puglia – Sezione Biblioteca e
Comunicazione Istituzionale, rivolto ai Comuni, alle Associazioni Culturali e alle Biblioteche del
territorio pugliese, finalizzato a mantenere viva la memoria e a diffondere il pensiero del pugliese
Aldo Moro, approfondendo la Storia d’Italia dalla Costituente ad oggi. Infatti, verranno messi in
evidenza tutti gli eventi più rilevanti dagli anni ’50 ad oggi: sarà un momento per rafforzare così il
sentimento di appartenenza alla Nazione e per offrire chiavi di lettura critica degli avvenimenti
recenti alla luce di quello che la storia politica italiana ha insegnato nell’arco di tempo in
questione.

Dopo i Saluti Istituzionali del Sindaco di Andrano, Avv. Salvatore Musarò, e dell’intervento
dell’Avv. Loredana Capone, Presidente del Consiglio Regionale della Puglia, farà una relazione l’On.
Gero Grassi, Deputato della XV-XVI-XVII Legislatura. Seguirà, poi, la proiezione del docu-film Aldo Moro: il Professore, tratto dall’omonimo libro di Giorgio Balzoni, giornalista e allievo di Aldo Moro, che interverrà al termine della proiezione.

“La grandezza di Aldo Moro sta nel suo insegnamento dinamico e sempre attuale: non esiste una politica che non cammini insieme all’approfondimento, non esiste l’arte del governo senza la capacità di ascolto e mediazione. Ciascuno di noi ha il compito di portare con sè, nel quotidiano, il segno del suo impegno. Da un lato, ascoltando tutte le voci, soprattutto nei momenti di difficoltà, e
cercando un compromesso che sia sempre al rialzo. Dall’altro, premiando lo studio, l’impegno e
l’approfondimento. Ringrazio l’On. Gero Grassi per la paziente opera di sensibilizzazione, soprattutto nelle scuole dove il terreno è fertile e il futuro è a un passo. E ringrazio i Comuni che sono impegnati a portare avanti la memoria e a diffondere la conoscenza di questo straordinario statista, tra questi il Comune di Andrano, con il suo Sindaco Salvatore Musarò, che ha accolto l’iniziativa e tutta l’amministrazione comunale. Soprattutto ringrazio di cuore le cittadine e
i cittadini che parteciperanno”, ha dichiarato Loredana Capone, Presidente del Consiglio
Regionale della Puglia.

“Sarà un grande onore per la cittadinanza di Andrano ospitare un evento così denso di significato”, ha spiegato il sindaco di Andrano Salvatore Musarò, “sia perché si rifletterà su un grande Statista, sia perché si punteranno i riflettori su un arco temporale che ha cambiato le sorti
del nostro Paese. Ed è estremamente necessario conoscere il passato per saper agire in maniera corretta nel presente. Sono molto legato alla figura di Aldo Moro e credo che tutti i giovani debbano conoscere la sua vita e il suo autentico impegno politico e sociale per comprendere la sua grandezza e la sua statura morale. Per questo, oltre che ringraziare vivamente il Consiglio Regionale Pugliese per l’illustre iniziativa, nella persona dell’Avv. Loredana Capone, l’On. Gero Grassi per la sua
incessante opera di testimonianza e lo staff di Ci vediamo in Biblioteca per l’aiuto logistico all’evento, rivolgo un forte invito a partecipare a tutti, in particolar modo ai giovani della nostra Comunità”.

Continua a Leggere

Appuntamenti

Aspettando Miss Mondo 2021

A Gallipoli le bellezze italiane per le fasi finali del Concorso. Domenica 26 settembre la finale

Pubblicato

il

Gallipoli e “Caroli Hotels”, come da tradizione, pronti ad ospitare le fasi finale di Miss Mondo Italia. Per il tredicesimo anno infatti, la kermesse di bellezza che decreterà la rappresentante tricolore alla finale internazionale di Miss World, si svolgerà nella splendida “perla dello Jonio”. Il “Bellavista Club” del “Gruppo Caroli Hotels” partner storico del concorso, situato su Corso Roma nel cuore della “Città Bella”, sarà infatti il quartier generale dell’organizzazione. Anche lo splendido scenario naturale dell’Eco-Resort Le Sirenè, situato nel parco naturale di Punta Pizzo sarà centrale all’interno dello svolgimento delle fasi finali. La finale che decreterà la rappresentante italiana che parteciperà alla 70esima edizione di Miss world che si terrà il 16 Dicembre prossimo a Portorico, è in programma domenica 26 settembre.
La kermesse sarà seguita oltre che dalle testate nazionali e regionali, dai canali social di Miss Mondo (profili istituzionali su facebook ed instagram)  grazie al lavoro di esperti di comunicazione ed influencers che veicolano oltre due milioni di followers, che saranno ospiti di Caroli Hotels e calamiteranno l’attenzione del popolo della rete con le loro  “stories” e con i “tags” sui profili personali.

La storia del concorso

Com’è noto Miss Mondo Italia è il concorso ufficiale per la selezione della rappresentante italiana a Miss World, il concorso di bellezza e talento più antico e prestigioso al mondo, cui partecipano più di 140 paesi con un seguito di oltre due miliardi di persone.
Una manifestazione che interessa l’intero territorio italiano, con una copertura totale delle venti regioni, nelle quali da Luglio a Dicembre e da Gennaio a Maggio si svolgono le numerose e seguitissime selezioni e finali regionali, che consentono l’accesso alla Finale Nazionale in programma durante la bella stagione a Gallipoli, località balneare di tendenza e meta tra le più gettonate del turismo europeo.
Le finali del concorso negli anni, sono state presentate da artisti di calibro nazionale, da Giancarlo Magalli a Tiberio Timperi,  da Stefano De Martino a Enzo Iacchetti da Paolo Ruffini a Giorgia Palmas tanto per fare degli esempi, registrando peraltro la partecipazione di numerosi ospiti, attori, cantanti e musicisti di caratura nazionale d internazionale. Fatto questo che ha fatto riconoscere Miss Mondo Italia grande evento di livello.

A Villa dei Fiori la finale di Miss Mondo Italia 2021

Lo show finale che incoronerà la Miss che rappresenterà l’Italia alla finale internazionale di Miss World in programma come detto il 16 Dicembre prossimo a Portorico, ci svolgerà nell’incantevole scenario di Villa dei Fiori Eventi a Gallipoli presso il Teatro delle Feste. Sarà qui che 25 ragazze in rappresentanze di tutte le regioni d’Italia, si contenderanno l’ambita fascia e la corona del concorso diretto dal patron Antonio Marzano.

A presentare la serata finale sarà Simone Rugiati cuoco, conduttore televisivo e scrittore. Ospiti dell’evento Cristiano Malgioglio cantautore, paroliere e personaggio televisivo, l’attore Roberto Farnesi, Luca Abete storico inviato speciale di Striscia la Notizia tg satirico di Canale 5 ed ideatore della campagna motivazionale nazionale dedicata ai giovani “Non Ci Ferma Nessuno”, Fioretta Mari attrice, insegnante, direttrice artistica e regista teatrale italiana, i Fratelli Gargarelli, giovanissimi ballerini  che hanno partecipato con successo alla finale dello show Mediaset “Tu Si Que Vales” e ad altre trasmissioni tv  ed infine la Miss Mondo in carica, la bellissima Adele Sammartino. Artisti ed ospiti, come di consueto, alloggeranno nel centro storico di Gallipoli presso l’hotel ristorante “Al Pescatore”.  

A tutela della salute e della tranquillità di tutti, l’evento si terrà nel rigoroso rispetto di tutte le disposizioni previste dalle normative nazionali vigenti di contenimento della diffusione dell’epidemia da COVID-19. L’ingresso sarà riservato e su invito, obbligatoria l’esibizione di Green pass o tampone con esito negativo effettuato entro le 48 ore precedenti.

Continua a Leggere
Pubblicità

Più Letti

Copyright © 2019 Gieffeplus