Connect with us

Appuntamenti

Tricase: è festa sulla Madonna di Fatima

Sabato 12 e domenica 13 maggio la collinetta di Caprarica di Tricase si colora di luci per rendere omaggio all’amata Madonnina

Pubblicato

il

La collinetta di Tricase si veste a festa per la Madonna di Fatima


L’edificazione della Chiesa della Madonna di Fatima a Caprarica fu voluta da un sacerdote tricasino, mite, dal cuore umile, che si fece povero per “arricchire” la Comunità di cui era parroco, don Tommaso Piri.


La chiesa situata sull’omonima collinetta che sovrasta l’abitato, fu edificata proprio per volontà del Curato e ultimata nel 1952.


Nel 1957 venne poi elevata a Santuario in occasione del quarantesimo anniversario delle apparizioni della Madonna a  Fatima (1917). Successivamente, per opera del successore don Eugenio Licchetta, vennero edificati la casa di accoglienza e le opere del Santuario.


Da venerdì 11 Caparica di Tricase è tornata a commemorare quegli eventi ma soprattutto è tornata a rendere omaggio alla Madoninna. In particolare:


Venerdì 11 maggio, si è tenuta una veglia di preghiera per le famiglie, “Porta un fiore a Maria……e lascia sbocciare il tuo Grazie!”

Sabato 12, invece, la compagnia teatrale “Temenos- Recinti Sacri” intratterrà con lo spettacolo “A cielo aperto” storie delle apparizioni di Fatima per la regia di Liliana Putino.


La celebrazione religiosa proseguirà domenica 13, con la processione alle ore 18 per le vie di campagna a conclusione della quale avrà luogo l’accoglienza della “Croce dei giovani” e la Santa Messa presieduta da don Biagio Errico del Servizio Pastorale Giovanile Diocesano.


Ricco di divertimento il programma civile, che vedrà sempre domenica 13 l’esibizione del concerto bandistico Città di Specchia “R. Zippo”.


Al termine della Santa Messa, sulla piazzetta antistante il Santuario :“Party Time” con Street Angel, Steven The Prince e Giuseppe Scarlino.


L’atmosfera dei giorni di festa sarà inoltre resa magica da una schiera di luminarie colorate (premiata ditta “F.lli Parisi di Taurisano) e sabato 12 e domenica 13 sarà possibile degustare prodotti gastronomici tipici, per i quali sarà allestito uno stand da parte del Comitato della festa.


Appuntamenti

Fino all’ultimo battito, dal Salento a Rai 1

Da giovedi’ 23 settembre in prima serata su rai 1, andrà in onda la prima puntata della serie Rai girata anche a Lecce, Poggiardo, Nardò e Lequile. Con Marco Bocci, Violante Placido, Bianca Guaccero,  Loretta Goggi  e Fortunato Cerlino (don Pietro Savastano di Gomorra) 

Pubblicato

il

La Puglia conquista nuovamente la prima serata su Rai 1, con la nuova serie tv “Fino all’ultimo battito” diretta dalla regista Cinzia TH Torrini.

È la storia di un uomo impegnato in una lotta impari e disperata per salvare la propria famiglia e recuperare la propria integrità anche a rischio della vita, in un crescendo di tensione e colpi di scena.

A partire da giovedì 23 settembre, infatti, andrà in onda la prima delle sei puntate (due episodi a serata) della nuova serie tv che vede protagonisti Marco BocciViolante PlacidoBianca GuacceroMichele VenitucciFrancesco FotiFrancesca ValtortaGaja MascialeMichele Spadavecchia, con Loretta Goggi nel ruolo di Margherita e con Fortunato Cerlino.

Girata a Bari e provincia (Molfetta, Polignano, Monopoli, Acquaviva Delle Fonti, Conversano, Putignano, Bitonto, Minervino), e Lecce e provincia (Nardò, Lequile e Poggiardo) tra settembre 2020 e marzo 2021, la serie tv è una coproduzione Rai Fiction ed Eliseo Multimedia prodotta da Luca Barbareschi ed è stata realizzata con il contributo di Apulia Film Fund di Apulia Film Commission e Regione Puglia (360.000 euro) a valere su risorse del POR Puglia FESR-FSE 2014/2020. Per la realizzazione della serie sono state impegnate oltre 38 unità lavorative pugliesi, tra cast artistico e troupe.

Continua a Leggere

Appuntamenti

Giornate Europee del Patrimonio: la voglia di Casarano

La città partecipa con una serie di iniziative che avranno il proprio centro di gravità nella chiesa di Santa Maria della Croce in Casaranello (l’occasione apertura straordinaria dal 24 al 28 settembre)

Pubblicato

il

Un bicchiere di cultura per provare a placare la sete di Casarano. Con una similitudine potremmo infatti paragonare questa città a quei territori texani desolati e desertici e caratterizzati dal suolo pieno di crepe, dove, anche un solo bicchiere di… cultura, diviene preziosissimo. L’occasione è fornita dalle “Giornate Europee del Patrimonio 2021”, la più estesa e partecipata manifestazione culturale d’Europa: visite guidate, aperture straordinarie ed iniziative digitali, caratterizzano l’intero weekend di centinaia di luoghi in Europa.

In questo affascinante ed entusiasmante contesto, Casarano partecipa con una serie di iniziative che hanno il proprio centro di gravità nella chiesa di Santa Maria della Croce in Casaranello (che per l’occasione ha previsto un’apertura straordinaria dal 24 al 28 settembre).

Negli appuntamenti casaranesi, già purtroppo sold out da settimane, a conferma di quanto sia concreta e percepita la sete di appuntamenti come questi, venerdì 24 settembre avrà luogo la presentazione del libro di Cristina Martinelli: “Il Pitagorismo di S.M. della Croce”, moderato dal giornalista e filosofo Alberto Nutricati e con la presenza del sociologo Roberto Muci e dello storico dell’arte Giovanni Giangreco.

Domenica 26 verrà inaugurata la mostra d’arte del maestro Marcello Malandugno dal titolo “Umane sacralità”. La mostra (comunque visitabile già a partire dal 24 settembre), verrà presentata da due critici d’arte di primo piano come Cinzia De Rocco e Paolo Marzano e dal iconologo Francesco Danieli.

A chiudere il trittico di eventi, la performance artistica dal titolo “Il Santo” di Fabrizio Manco su musiche del duo Euterpe: Elisa Buffelli al flauto traverso e Federica Cataldi all’arpa.

«È bello ed è quasi commovente ricominciare ad occuparsi di eventi e di arte dopo i periodi bui di questa pandemia», ha dichiarato a “il Gallo” Cinzia De Rocco, una delle curatrici dell’intera manifestazione ed in maniera particolare, della mostra dell’artista Malandugno, «il riscontro pressoché immediato da parte del pubblico ci ha già ripagato dell’impegno profuso sino ad ora e siamo davvero mortificati di esser stati costretti a rifiutare le prenotazioni di tantissima gente che avrebbe voluto partecipare».

«L’auspicio, per gli eventi e le manifestazioni future», conclude De Rocco, «è che la cultura possa rimanere sempre estranea agli schieramenti politici; che possa sempre conservare quella trasversalità che è una delle caratteristiche fondamentali e rimanere patrimonio davvero di tutti».

Gli eventi, organizzati con la partecipazione dell’Associazione Archeo Casarano, dell’Associazione Casaranello e Presìdi del Libro e ufficializzati sul sito del Ministero dei Beni Culturali, hanno avuto il patrocinio della Città di Casarano e rispetteranno tutte le normative in materia di prevenzione della diffusione del virus Covid-19.

Antonio Memmi

Continua a Leggere

Appuntamenti

Giornate del Patrimonio a Casa Comi

Doppio appuntamento con Terra Somnia Editore a Palazzo Comi-Casa Museo di Lucugnano

Pubblicato

il

Terra Somnia Editore, la casa editrice fondata lungo l’asse Salento, Caserta e Napoli con l’intenzione di creare dei percorsi letterari artistici e poetici sarà ospite delle Giornate del Patrimonio che si svolgeranno nella frazione tricasina, presso Palazzo Comi-Casa Museo.

Sabato 25 settembre, dalle 18, con “Ekatomere, tra Decameron e pandemia” parteciperanno Paolo Miggiano e Brizio Montinaro.

Domenica 26, sempre dalle 18,  spazio a “Libertà: casa, prigione, esilio, il mondo” di Yassin AL-Haj Saleh.

SABATO 25 E DOMENICA 26 SETTEMBRE

 

Continua a Leggere
Pubblicità

Più Letti

Copyright © 2019 Gieffeplus