Connect with us

Appuntamenti

Tricase: Questioni di identità nell’era nuova dell’AVO

Giovedì 20 convegno nella sala del Trono di Palazzo Gallone

Pubblicato

il

In occasione della giornata nazionale dell’AVO, giovedì 20 novembre, alle 17,30, nella sala del Trono di Palazzo Gallone si terra un Convegno sul tema “Questioni di identità nell’era nuova dell’AVO” organizzata dalla sezione locale dell’Associazione Volontari Ospedalieri con il patrocinio del Comune di Tricase, della Pia fondazione “Cardinale Panico” di Tricase e del CSV Salento.


Volantino convegno AVOIn apertura i saluti del sindaco di Tricase, Antonio Coppola, dell’ assessore alle politiche sociali M. Assunta Panico, del vicepresidente AVO Puglia Chiara Stinga, del presidente del CSV Salento Luigi Russo e del direttore sanitario dell’Azienda ospedaliera “Card. Panico” di Tricase Pierangelo Errico. Seguiranno gli interventi di: Romeo Erminio, presidente AVO Agape Tricase, sul tema della questione di identità a partire dalle radici dell’AVO di Tricase; Aldo Cafarelli, dirigente della Casa Betania Hospice, che parlerà del ruolo del volontariato nel protocollo delle cure palliative in Hospice; Lorenzo Quartulli, direttore dell’U.O.C. pediatria dell’Ospedale Panico, tratterà il tema dell’opera del volontariato nell’assistenza ai piccoli pazienti. Le conclusioni saranno affidate a suor Margherita Bramato, direttore generale ospedale Panico di Tricase, ed a Mons. Vito Angiuli, Vescovo di Ugento – S. Maria di Leuca. In chiusura vi sarà un breve concerto del coro polifonico Spirito d’Armonia diretto dal maestro Pasqualitno Gelsomino. L’iniziativa gode del patrocinio della Città di Tricase, della Pia fondazione Cardinale Panico di Tricase e del CSV Salento.

Info: avotricase@gmail.com; mimmo turco@tin.it; 335/365656


Appuntamenti

Madame e Melozzi ambasciatori della Notte della Taranta nel segno della libertà

Madame, la nuova Voce libera della musica italiana simbolo della Generazione Z ed Enrico Melozzi, il direttore d’orchestra che ha sbancato Sanremo con i Måneskin,  saranno i maestri concertatori della Notte della Taranta 2021

Pubblicato

il

Dopo la battuta d’arresto dello scorso anno e la decisione di svolgere il concertone a porte chiuse, torna il festival itinerante più famoso d’Italia con 22 tappe e 35 concerti in giro per la Puglia. Il Presidente della fondazione Massimo Manera aveva promesso una rivoluzione rispetto alle precedenti edizioni, affidandone la Direzione Artistica all’Orchestra Popolare Notte della Taranta. Oggi invece è stato finalmente presentato il programma dell’evento che si svolgerà dal 4 al 26 agosto e sono stati annunciati i maestri concertatori del concertone finale di Melpignano del 28 agosto: si tratta di Enrico Melozzi e Madame.

Madame, la nuova Voce libera della musica italiana simbolo della Generazione Z ed Enrico Melozzi, il direttore d’orchestra che ha sbancato Sanremo con i Måneskin,  saranno quindi i maestri concertatori della Notte della Taranta 2021.

Tema del Concertone 2021 è il valore della libertà, che i due artisti sembrano saper sintetizzare perfettamente.

Madame è simbolo di una generazione fluida, in grado di racchiudere temi ed influenze più disparate, riflettendosi in un specchio volutamente rotto nel quale scoprire ogni volta una nuova immagine di sé. Il dialogo con lei porterà l’Orchestra Popolare a confrontarsi con la bellezza della sua musica e del suo linguaggio in equilibrio tra poesia e realtà.

Melozzi è uno dei direttori d’orchestra più qualificati in Italia. Nella sua attività ha favorito il palcoscenico aperto, i progetti condivisi con compagnie, artisti, operatori, spazi indipendenti per sperimentare una progettazione partecipata nei luoghi di formazione e autoformazione, come il Teatro Valle, in cui l’accesso ai saperi e la qualità sono garantiti a tutti. 

Lo spettacolo che chiuderà la 24esima edizione del festival sarà trasmesso per la prima volta da RAI 1,  il 4 settembre alle 22:30. Una nuova sfida di ricerca musicale per la Fondazione Notte della Taranta che punta alla commistione tra linguaggio popolare e urban rock portando i brani della tradizione alla ricerca di inclusione e fluidità.

Il Presidente della regione Emiliano si è così espresso:Ogni libertà, ogni diritto, ogni evento, ogni cosa positiva della nostra vita comporta una lotta dura alla quale non è possibile sottrarsi. La musica del maestro Durante (ex direttore artistico della NdT, venuto a mancare lo scorso giugno), lo confesso pubblicamente, per me è sempre stata una specie di musica di battaglia della Puglia come tutta la musica popolare. Battersi sino in fondo nelle cose in cui si crede è inevitabile” e poi prosegue “La libertà va conquistata ogni giorno nella consapevolezza che da soli non si va da nessuna parte. La contaminazione culturale qui è permanente ed è racchiusa, quasi per un miracolo, nella Notte della Taranta. Mi piace sottolineare che l’orchestra ha sentito il bisogno di comporre all’interno di un luogo dedicato alla socialità degli anziani, segno di questa caratteristica meravigliosa del festival di mettere insieme generazioni diverse. Sono orgoglioso di essere pugliese per infiniti motivi. Sta a noi cambiare le cose ogni giorno con la pazienza di un contadino o di chi scrive musica”.

 

Continua a Leggere

Appuntamenti

Tuglie all’Anno Zero

Per l’estate 2021 una serie di incontri culturali che iniziano questa sera con la presentazione del libro “Vedi de fa poco ‘o spiritoso” di e con Luca Palmaroli (edito da Rizzoli); modera Luciano De Francesco. Rinviata all’anno prossimo Arte in Corte

Pubblicato

il

L’Amministrazione Comunale di Tuglie propone la nuova Rassegna – Anno Zero, edizione 2021: una serie di incontri culturali che iniziano questa sera con la presentazione del libro “Vedi de fa poco ‘o spiritoso” di e con Luca Palmaroli (edito da Rizzoli); modera Luciano De Francesco.

Venerdì 6 e domenica 22 agosto la Biblioteca Comunale ospiterà, nell’ambito del Book Tasting – Degustazioni di Cultura, rispettivamente Simone Franco con il suo Juke Box Letterario e la Band Valentina Grande Quartet, in collaborazione con l’Associazione Compagnia del Libro. Musica, libri e degustazioni saranno protagonisti della serata.

Un nuovo incontro è previsto per sabato 7 con Luoghi d’allerta“, in collaborazione con il Fondo Verri. Durante la serata sarà possibile visitare i luoghi più suggestivi di Tuglie, in cui si esibiranno anche degli artisti locali.

Saranno aperte le porte del “Museo della civiltà contadina”, che ospiterà la presentazione del libro “È come stare tra vecchi amici”, con alcuni contributi di Maurizio Nocera e di Antonio L. Verri. (Ed. Calamaro).

Si potranno visitare il Museo della Radio e la Biblioteca Comunale “F.T. Gnoni”, in cui sarà possibile ascoltare le letture di Antonio Calò e, in chiusura, il concerto “Di pena e d’amore” di e con Marco Tuma, Emanuela Gabrieli e Raffaello Liguori.

Domenica 8 agosto l’appuntamento dedicato ai bambini dai 6 ai 10 anni, con Maira Marzioni e il suo “Chiedi alla natura. Laboratorio di mani e parole per menti curiose”.

Martedì 10 sarà la volta del primo dei due appuntamenti con “Armonia Estate”, la rassegna estiva del “Festival Armonia. Narrazioni in Terra d’Otranto”, organizzata da associazione Narrazioni e Libreria Idrusa, che, quest’anno, approda anche a Tuglie. Ospite della prima serata sarà Pinuccio, giornalista inviato di Striscia La Notizia, che presenterà il libro Annessi e Connessi. La vita al tempo dei social“, edito da Mondadori Electa. Dialogherà con l’autore la giornalista Federica Sabato.

Seconda ospite di Armonia Estate sarà la scrittrice Gabriella Genisi, dalla cui penna è nata Lolita Lobosco, protagonista dell’omonima fiction RAI e che, giovedì 19 agosto presenterà il romanzo, ambientato in Salento, Regola di Santa Croce”, edito da Rizzoli. Dialogherà con l’autrice Luciano De Francesco.

Anno Zero, edizione 2021 si concluderà sabato 28 agosto con un altro ospite d’eccellenza, Davide Santacolomba. Pianista nato a Palermo, che ha fatto della sua sordità un punto di forza, viene considerato dai luminari della scienza l’unico con problemi uditivi ad aver raggiunto un livello artistico professionale così alto e, per tale motivo, viene invitato spesso come testimonial in eventi di mondiale importanza.

«La splendida cornice di Piazza Garibaldi si appresta a rivivere finalmente le serate culturali», evidenzia Silvia Romano, assessore alla cultura di Tuglie, «ripartire dopo il periodo di pandemia non è per nulla facile. I fondi a disposizione sono praticamente pari a zero per i piccoli Comuni come il nostro, ma grazie all’apporto degli sponsor, siamo riusciti a garantire appuntamenti conviviali all’insegna della cultura, sempre nel rispetto delle norme anti covid. Proprio quest’ultime ci impediscono purtroppo di proporre “Arte in Corte” che è il nostro appuntamento di punta, a causa del gran numero di persone che vi parteciperebbe. Auspichiamo di poterlo riprogrammare nel 2022 e di lasciarci alle spalle le restrizioni. Nell’ambito del programma di valorizzazione turistica del centro storico, quest’anno, abbiamo introdotto alcune novità», spiega l’assessore, «il nostro borgo tra i Comuni del circondario gallipolino è quello che ospita il maggior numero di siti di interesse e si caratterizza per la forte identità legata all’antica civiltà contadina, le cui testimonianze sono ancora vive e presenti. Per questo, al calendario di eventi culturali previsti, si aggiunge la possibilità di fruire del patrimonio in maniera ordinaria e strutturata, valorizzando le istituzioni museali e creando percorsi virtuosi per connettere la città ai centri con maggiore afflusso turistico, grazie alla rete ferroviaria e al contributo delle associazioni. Presso il Frantoio Ipogeo di Via Trieste, aperto ogni giorno dalle 18 alle 22. grazie all’Associazione Rotaie di Puglia, sarà possibile trovare delle guide turistiche abilitate pronte ad accompagnare i turisti a scoprire le bellezze del borgo attraverso un biglietto unico (partenza della visita guidata alle 19). Tuglie, infatti, da quest’anno offre la visita a tre musei» conclude Romano, «Museo della Civiltà Contadina, Museo dell’Ulivo – Via Trieste e Museo della Radio – Via V. Veneto. A queste strutture museali si aggiungono i furneddhri, le corti, i vicoli del centro storico, le edicole votive e le grotte “Passaturi”. quest’ultime facenti parte del Museo della Civiltà Contadina».

Continua a Leggere

Appuntamenti

Nu giru alle fiche

Alla scoperta di sapori, paesaggi e biodiversità. ciclopasseggiata dedicata alla lenta scoperta del gusto e della bellezza del Capo di Leuca tra terra e mare. Ritrovo venerdì 6 agosto alle 8,30 presso il Celacanto a Marina Serra di Tricase

Pubblicato

il

Torna ‘Nu giru alle fiche’, ciclopasseggiata dedicata alla lenta scoperta del gusto e della bellezza del Capo di Leuca tra terra e mare.

Venerdì 6 agosto, sotto la guida degli amici di Cooperativa Terrarossa si avrà la possibilità di scoprire la biodiversità salentina, gustare i primi fichi della stagione e immergersi in una grotta marina dalla luce magica.

«Fino agli anni ’80, quando la coltivazione del tabacco scandiva il ritmo delle giornate e della vita delle famiglie contadine salentine, nu giru alle fiche era espressione solita per indicare ai bambini che era ora di fare un giro attorno all’albero di fico, per raccoglierne i frutti maturi della giornata», spiega sorridente Daniele, socio fondatore di Cooperativa Terrarossa e organizzatore dell’evento.

«Abbiamo deciso di ripetere anche quest’anno l’evento Nu giru alle fiche, inteso come merenda, anche in senso lato», continua, «ovvero uno spuntino in più rispetto alla portata principale, il nostro ‘Eh vengo anch’io’, evento giunto alla sua decima edizione e in programma anche quest’anno per il primo fine settimana di settembre».

Nu giru alle fiche inizia con ritrovo alle 8,30 presso il Celacanto a Marina Serra di Tricase, dove sarà allestita una piccola mostra pomologica della biodiversità frutticola del Salento.

«Sulle tavole della mostra e sui campi in bicicletta conosceremo una piccola parte di un patrimonio varietale ricchissimo», assicura Francesco Minonne, Biologo Naturalista del Parco Otranto – Leuca.

Dopo una scorta di energia con la degustazione del miele della cooperativa e la presentazione e distribuzione gratuita della guida “Sapori” del SAC Porta d’Oriente, si partirà in bicicletta alla scoperta del territorio costiero e rurale limitrofo.

Giunti in un ficheto terrazzato sulla costa, si farà una merenda speciale con i primi fichi di stagione.

Di nuovo in sella alla volta della Grotta dei Monaci, per un bagno rigenerante in questa speciale cavità carsica accessibile da terra. La luce da est del mattino regala un celeste incantevole al suo interno.

Dettagli evento: ritrovo presso il Celacanto, in via Carlo Mirabello 3, a Marina Serra di Tricase, venerdì 6 agosto alle 8,30. Difficoltà: Bassa. Percorso accessibile a tutti. Gli organizzatori raccomandano di essere ben idratati. Durata complessiva di circa 3 ore incluso degustazione, pause, merenda e tuffo in grotta (portare il costume da bagno), Costo 8 euro (noleggio bici disponibile su richiesta 7€), prenotazione obbligatoria (3207709937). Per maggiori info: 3207709937.

Continua a Leggere
Pubblicità

Più Letti

Copyright © 2019 Gieffeplus