Connect with us

Attualità

Il meteo: prima temporali e poi… 30 gradi!

Dal fine settimana maltempo e temperature in calo

Pubblicato

il

Il bel tempo e il grande caldo di questi giorni (che come ogni primavera ha regalato l’affascinante fenomeno della “Lupa di Mare”, la nebbia che sale proprio dal mare fino ad avviluppare l’intero salento o quasi) a quanto pare sono solo un’illusione di bella stagione già arrivata.

E già perché i principali modelli matematici che ispirano le previsioni dei meteorologi confermano un repentino cambiamento già a partire dal prossimo fine settimana.

La bassa depressione in arrivo dal Nord Africa riporterà il maltempo sulla nostra Penisola.

Soprattutto al centro sud sono tutt’altro che da escludere forti temporali e anche grandinate oltre a vento molto forte. Previsto anche un deciso calo delle temperature.

Per la bella stagione occorrerà pazientare ancora un po’, ma non troppo. L’analisi dei modelli di previsione, questa mattina, porta a nuovi scenari da tarda primavera per quanto concerne la tendenza a lungo termine. La fase ampiamente stabile e soleggiata di questi giorni sta per essere bruscamente stoppata da una perturbazione che riporterà piogge, temporali ed anche un calo delle temperature entro il finire della settimana. La fase instabile potrebbe perdurare fino a domenica 10 (in particolare nel settentrione), ma a seguire ci sarà una nuova rimonta anticiclonica di matrice sub-tropicale in grado di determinare una nuova fase molto mite, addirittura dal sapore estivo se non tardo primaverile, in particolare sulle regioni del Centro-Sud. A metà aprile, secondo gli esperti, potremmo addirittura avere temperature prossimi ai 30 gradi, soprattutto al sud.

(foto di Voto Lecci e Sabrina Grimaldi)

Attualità

Soleto, 31 positivi alla RSA. Il sindaco: “Il mostro è arrivato dentro casa”

Alla Casa di Riposo “La Fontanella” 31 positivi su un totale di 83 persone; 24 di loro sono ancora all’interno della struttura; 2 anziani sono già deceduti e 5 sono ricoverati in ospedale

Pubblicato

il

Un video drammatico quello postato su facebook dal sindaco Graziano Vantaggiato, quasi un grido di dolore: 31 positivi nella Casa di Riposo “La Fontanella” su un totale di 83 persone. Ancora all’interno della struttura (commissariata e gestita dall’Asl) 24 ospiti psitivi al coronavirus. Due anziani, purtroppo sono già deceduti e 5 sono ricoverati in ospedale.

E, a quanto trapela,  mancherebbero ancora i risultati dei tamponi di 3 giorni…

Il mostro è arrivato dentro casa“, spiega sconfortato nel suo video il sindaco Vantaggiato, “ed è entrato con violenza e forza tale da mettere in ginocchio una realtà che era un’eccellenza della nostra comunità e che oggi si è trasformata in un inferno, per chi è all’interno, per i familiari, per chi ci lavorava”.

Il sindaco Vantaggiato pare sconfortato e non a caso nel suo discorso fanno capolino termini come inferno, angoscia, violenza e mostro.

Gepostet von Graziano Vantaggiato am Samstag, 28. März 2020

Continua a Leggere

Attualità

Montesano: sospiro di sollievo

L’annuncio del sindaco Giuseppe Maglie: “Nessuna positività nel nostro paese”. Negativo il tampone su una persona del posto

Pubblicato

il

C’era apprensione nella piccola comunità di Montesano salentino per un presunto caso positivo che interessava il paesino.
Pericolo scampato. Lo ha comunicato il sindaco ai cittadini: “Le notizie che aspettavamo, circa l’esito di un tampone effettuato su una nostra concittadina, sono fortunatamente molto rassicuranti; il tampone, infatti, è negativo.
Come sappiamo, l’episodio era legato ad un focolaio scoppiato in una residenza per anziani di un altro Comune”.
Poi l’invito ad “evitare inutili allarmismi e di aspettare sempre le comunicazioni ufficiali. Voglio ricordare che la presunta conoscenza di un caso di positività al virus non deve essere vissuta come una spasmodica “caccia all’untore” perché, purtroppo, ricordo a tutti, che, il rischio di contagio è sempre dietro la porta di casa di ognuno di noi”.

Giuseppe Maglie, sindaco di Montesano Salentino, è anche biologo

Poi il solito immancabile richiamo al
senso di responsabilità che appartiene a questa comunità, come ho già avuto modo di verificare, con orgoglio, in questi giorni.
Abbiate tanta pazienza e rimanete a casa.
Voglio ringraziare da parte di tutto il Consiglio comunale e dell’intera comunità la nostra Protezione Civile per il lavoro straordinario e impagabile che sta svolgendo“.

Il sindaco ha anche ricordato che “sono stati effettuati oltre cento interventi di supporto ai cittadini (ritiro di farmaci presso la nostra farmacia, presso la farmacia di Gagliano del Capo per ritiro di materiale medico per persone che effettuano terapie salvavita, ritiro dagli esercizi commerciali di beni di prima necessità)”.
Ringrazio la Polizia Locale per il controllo costante del territorio (8 posti di controllo e contestuale acquisizione di n. 35 autocertificazioni, monitoraggio ininterrotto delle attività commerciali, quotidiani sopralluoghi in parchi e zone rurali)”, aggiunge Maglie, “e per l’assistenza telefonica continua resa ai cittadini. Noi siamo a vostra disposizione! Ripeto”, conclude, “rimanete a casa, fatelo per il bene di tutti, per chi combatte quotidianamente in prima linea negli ospedali nella cura dei malati, per chi rischia la propria vita perché la nostra possa andare avanti! Combattiamo tutti insieme, insieme si vince!”.

Continua a Leggere

Appuntamenti

Caritas di Tricase il 31 marzo la distribuzione beni di prima necessità alle famiglie bisognose

Presso la sede di via Cittadella, dalle 9,30 alle 12,30. Don Flavio Ferraro: “Fondamentale presentarsi con mascherina e guanti e mantenere una distanza di 2 metri”

Pubblicato

il

La Parrocchia della Natività Beata Vergine Maria di Tricase informa che martedì 31 marzo, la sede di via Cittadella della locale Caritas.

In quell’occasione si potranno ritirare i prodotti di prima necessità dedicati alle famiglie bisognose.

Orario di apertura: dalle 9,30 alle 12,30.

È fondamentale presentarsi con mascherina e guanti”, l’invito di Don Flavio Ferraro, “e mantenere una distanza di 2 metri tra ogni persona”.

Don Flavio, infine ringrazia “la Caritas, i commercianti che hanno contribuito fattivamente con le donazioni di molti alimenti e la protezione civile che il 31 marzo ci darà una mano a far rispettare tutte le regole che abbiamo imparato in queste settimane per evitare potenziali contagi”.

Foto in alto di repertorio e puramente indicativa.

Continua a Leggere
Pubblicità

Più Letti

Copyright © 2019 Gieffeplus