Connect with us

Attualità

«Non chiudiamo le porte al turismo»

Carenza di collegamenti nel Salento, l’allarme di Confartigianato Imprese Lecce: «A rischio l’intero comparto dell’artigianato». I problemi non riguardano solo i collegamenti aerei ma bisogna fare i conti anche con «i limiti e i ritardi di un trasporto locale, che risulta ancora insufficiente rispetto alla domanda»

Pubblicato

il

Confartigianato Imprese Lecce interviene sul problema del progressivo isolamento del Salento, causato dalla carenza di collegamenti aerei verso il territorio, proprio alle porte della nuova stagione estiva.


«Non si può lasciare che una realtà splendida e vocata al turismo come la nostra arrivi all’apertura ufficiale della stagione turistica in queste condizioni di isolamento», afferma il presidente di Confartigianato Imprese Lecce Luigi Derniolo, «il problema della carenza dei collegamenti aerei verso il Salento è serio, non è solo un capriccio. Bisogna assolutamente incrementare il numero dei voli, a costi competitivi, al pari di altre realtà italiane. Le aziende artigiane stanno ancora pagando a caro prezzo le conseguenze della pandemia e dei mesi di lockdown. Non possiamo permetterci di perdere altro tempo».


Per Confartigianato Imprese Lecce il pericolo maggiore è che il Salento possa presentarsi in ritardo all’appuntamento con il turismo, spingendo i vacanzieri a orientarsi verso altre destinazioni.


La diminuzione dei flussi turistici, fondamentali per la sopravvivenza di numerose piccole e medie imprese, sarebbe un danno enorme soprattutto per la produzione artigianale del Made in Salento.


«Come Confartigianato Imprese Lecce stiamo mettendo in campo ogni sforzo possibile per promuovere le eccellenze artigiane, le tipicità artistiche e agroalimentari, da sempre considerate un fiore all’occhiello dell’intero territorio», aggiunge il presidente di Confartigianato Imprese Lecce, «in questo senso abbiamo presentato il progetto “Le Vie dell’Artigianato – Percorsi Accoglienti” per rilanciare il settore non solo a livello locale, anche nell’ottica di una destagionalizzazione, ma cercando di attirare un nuovo modello di turismo esperienziale in grado di apprezzare le nostre ricchezze. Ma i nostri sforzi saranno vani se non si permetterà ai viaggiatori di arrivare e muoversi nel nostro territorio. Non dimentichiamo che, seppur con tutte le dovute cautele del caso, numerosi comuni salentini registrano da tempo zero contagi. Questo è sicuramente un punto di forza se vogliamo promuovere una vacanza all’insegna della sicurezza».

Per Confartigianato Imprese Lecce, infatti, i problemi non riguardano solo i collegamenti aerei.


Il mondo dell’artigianato deve fare i conti anche con «i limiti e i ritardi di un trasporto locale, che risulta ancora insufficiente rispetto alla domanda».


«Come Salento sarebbe strategico avere una metropolitana di superficie per collegare tra loro i vari comuni», conclude Luigi Derniolo, «al momento i servizi offerti da Ferrovie Sud Est, seppur con tanti sacrifici, non sono assolutamente sufficienti. Bisogna offrire a chi vuole visitare il Salento mezzi comodi, adeguati ed efficienti. Non chiudiamo le porte al turismo».


Attualità

“Sporca e dimenticata”: Tricase dietro l’angolo del centro storico

Pubblicato

il

Una nostra lettrice tricasina ci scrive per lamentare il recente abbandono delle vie interne del centro storico tricasino. A due passi dalle luci e dal viavai di piazza Pisanelli (il salotto del Salento è letteralmente dietro l’angolo) sporcizia e nessuna manutenzione stradale.

Nonostante le segnalazioni dei cittadini, l’ultima parte di via Trunco a Tricase, quella alle spalle della Chiesa Madre, continua a non avere il guardrail, con il rischio che qualcuno cada di sotto, visto che la strada sottostante è ribassata più di un metro. Bisogna aspettare la disgrazia per intervenire?“, scrive.

Sono anni che questa cosa assurda viene segnalata in Comune, così come lo stato di degrado di tutte quelle strade del centro storico a ridosso della Chiesa Madre, piene di buche e spazzatura. Io stessa sono andata a parlare di questi problemi all’Ufficio Tecnico ed anche con l’ultimo vicesindaco, all’indomani della nomina: solo promesse mai mantenute. Che peccato“, commenta, “che un paese ricco di opportunità come Tricase debba essere abbandonato in questo modo all’incuria di amministratori ed abitanti incapaci di sentirsi cittadini nella propria città“.

Continua a Leggere

Attualità

Caprarica di Lecce in TV come esempio di accoglienza e integrazione

Pubblicato

il

Nel TG3 nazionale di ieri sera, un servizio sulla storia di una coppia curda. Marito e moglie, con 3 bambini, costretti a fuggire da Istanbul e a iniziare una nuova vita, dopo giorni di viaggio nel buio di un camion, in Europa.

Ospiti del progetto Siproimi gestito da Arci Lecce, nel Comune di Caprarica di Lecce, raccontano la loro esperienza in Italia alle telecamere RAI.

Continua a Leggere

Attualità

I treni allentano le misure anticovid, il Ministero le ribadisce

Pubblicato

il

Molte compagnie ferroviarie a partire da oggi, 1° agosto 2020, hanno tolto l’obbligo di distanziamento per i treni ad Alta Velocità, i quali sono tornati a viaggiare a pieno carico.

Il Ministro della Salute, Roberto Speranza, risponde di conseguenza ribadendo, con una odinazna, l’obbligo del distanziamento interpersonale, così come della mascherina, in tutti i luoghi chiusi aperti al pubblico.

Viaggi in treno e non solo: mascherina obbligatoria e distanziamento interpersonale di un metro. La nuova ordinanza del Ministero della Salute fa chiarezza sulle norme anti-Covid in generale.

Eccola di seguito.

4_5848418252127996380

Continua a Leggere
Pubblicità

Più Letti

Copyright © 2019 Gieffeplus