Connect with us

Cronaca

Autovelox, per il Codacons «paradossale» il caso Melpignano

«Paese di 2.500 abitanti, con quasi 5 milioni di euro, ha incassato in proporzione più di Roma, Firenze e Bologna». Il ministro Salvini intanto annuncia la revisione del codice della strada

Pubblicato

il

Comune da meno di 2.500 abitanti in provincia di Lecce, che nel 2021, «grazie agli autovelox installati sul suo territorio, ha generato incassi per 4.986.830 euro, più di Roma, Firenze e Bologna»


Al centro del dibattito la questione autovelox.


Nelle ultime ore registriamo, a riguardo, la presa di posizione del Codacons ed anche un intervento del ministro Matteo Salvini.


L’associazione dei consumatori premettendo che «è giusto garantire la sicurezza stradale e sanzionare duramente chi viola i limiti di velocità», evidenzia come «troppo spesso in Italia gli autovelox vengono usati dagli enti locali come bancomat per prelevare denaro ai cittadini».


In base ai dati ufficiali pubblicati dagli enti locali, gli autovelox, nelle principali 21 città italiane, «hanno generato incassi per 46,9 milioni di euro», hanno rimarcato dal Codacons: «Il record spetta a Milano che, grazie agli strumenti di rilevazione automatica della velocità, ha elevato sanzioni per 12,9 milioni di euro, seguita da Genova (6,2 milioni di euro) e Torino (5 milioni)».


L’associazione dei consumatori definisce poi «paradossale», il caso di Melpignano, Comune da meno di 2.500 abitanti in provincia di Lecce, che nel 2021, «grazie agli autovelox installati sul suo territorio, ha generato incassi per 4.986.830 euro, più di Roma, Firenze e Bologna».

Per gli automobilisti salentini, però, si paventano altre installazioni di controllo elettronico della velocità.


Sono addirittura 26, infatti, le istanze inoltrate dai Comuni per avere l’autorizzazione in deroga per l’installazione di autovelox, in assenza di contestazione immediata, per altrettanti tratti stradali. Tra i Comuni che hanno inoltrato richiesta anche Scorrano e Salice Salentino. Richiesti anche due autovelox  sulla Tangenziale Est, lungo il tratto di pertinenza del Comune che collega la viabilità proveniente dalla Strada Statale 613 Brindisi-Lecce (da Brindisi) con la provinciale 364, in direzione marina di San Cataldo, e la Statale 16 Adriatica per Maglie.


Così invece il Ministro delle Infrastrutture e dei Trasporti, Salvini: «Condivido la necessità di intervenire in modo definitivo sulle modalità di utilizzo e di collocazione degli autovelox, anche per evitarne diffusi usi impropri, che in alcune circostanze sono fatti solo per fare cassa».


Salvini dopo aver risposto al question time alla Camera, ha anche annunciato la revisione del codice della strada: «Dobbiamo aiutare le amministrazioni locali ad avere bilanci più sani senza pesare sulle tasche di automobilisti e motociclisti» e «senza nessuna miglioria sulla sicurezza stradale».


Cronaca

Scontro in centro a Tricase: ferito un uomo

Impatto auto-moto nei pressi di piazza Cappuccini

Pubblicato

il

Lor. Z.

Ferito un uomo nella serata di domenica in un sinistro stradale avvenuto nel pieno centro cittadino di Tricase.

Poco dopo le 22 scontro all’incrocio tra via Enrico Toti e Corso Roma, nelle immediate vicinanze di Cappuccini, come di consueto affollata nel weekend.

Un’auto ed una moto protagoniste dello scontro, dovuto ad una mancata precedenza. A pagarne le conseguenze un uomo della zona. Un giovane carabiniere originario di Miggiano ma in servizio in nord Italia.

L’uomo, sconvolto dall’impatto, è stato soccorso dagli operatori del 118 e trasportato nel vicino ospedale di Tricase. Vi è giunto vigile: le sue condizioni non desterebbero grandi preoccupazioni. Nelle ore successive il sinistro sono stati effettuati gli esami del caso.

I rilievi di rito, invece, sul posto, li ha eseguiti una pattuglia del Nucleo Radiomobile della locale Compagnia. I militari hanno dovuto anche gestire una non semplice situazione traffico, per far defluire le tante vetture che popolano la piazza la domenica sera utilizzando solo una parte della carreggiata.

La moto coinvolta nell’incidente, infatti, è a lungo rimasta al centro della strada, prima di poter essere rimossa.

Continua a Leggere

Cronaca

Cappottamento sulla Ruffano-Surano: soccorsa una donna

Pubblicato

il

Un’auto finita fuori strada e ribaltatasi, ed un grande spavento per una donna che era a bordo.

Nel pomeriggio di oggi un brutto incidente si è verificato sulla strada provinciale tra Ruffano e Surano.

Probabilmente anche a causa dell’asfalto scivoloso, a seguito della pioggia caduta nel pomeriggio, una vettura è uscita dalla carreggiata. Violento l’impatto.

Dall’abitacolo, rimasto capovolto sul tettuccio, è uscita una donna, condotta in ospedale dal 118 in condizioni fortunatamente non critiche.

Sul posto la polizia locale di Ruffano che ha effettuato i rilevi del caso. Necessario anche un carro attrezzi per la rimozione del mezzo.

Continua a Leggere

Castrignano del Capo

Incidente a Leuca: sbalzata dall’auto, muore una donna

Pubblicato

il

Tragedia nella serata di ieri a Leuca dove si è verificato un incidente risultato fatale per una donna della zona.

Il sinistro, che poco prima delle 19 ha visto il coinvolgimento di due vetture, si è verificato nei pressi del cimitero.

Le auto: una Stelvio ed una Fiat Panda. A bordo di quest’ultima la malcapitata donna, Maria Panzera, 80 anni, originaria di Giuliano (Castrignano del Capo), sbalzata dal veicolo nell’impatto, finendo rovinosamente al suolo.

Il 118 ha prestato i n primo soccorso sul posto per poi trasferirla in codice rosso presso l’ospedale “Card. Panico” di Tricase. Gli altri due feriti, invece, sono stati trasportati in codice giallo presso il “Veris Delli Ponti” di Scorrano.
Sul posto, oltre al personale medico e paramedico sono intervenuti anche gli agenti della polizia locale di Castrignano del Capo per i rilievi. A loro il compito di accertare eventuali responsabilità.

Continua a Leggere
Pubblicità

Più Letti

Copyright © 2019 Gieffeplus