Connect with us

Cronaca

L’erba nascosta nel bagno

Denunciato 45enne di Martano: nascondeva la marijuana nel doppio fondo di un mobile del bagno. Segnalata una donna trovata con uno spinello di cui ha provato a disfarsi alla vista dei carabinieri senza riuscirci

Pubblicato

il

I carabinieri avevano più di un sospetto e così, quando il Magistrato ha dato l’ok per la perquisizione domiciliare hanno trovato ciò che cercavano: nascosti in un doppio fondo creato all’interno di un mobile nel bagno della sua abitazione vi erano 109,63  di marijuana e un bilancino di precisione.

È finito così nei guai A.S., 45enne di Martano, denunciato per  detenzione a fini spaccio ed uso non terapeutico sostanze stupefacenti.

Nel corso della stessa perquisizione i carabinieri hanno anche pizzicato una donna trovata in possesso di uno spinello realizzato artigianalmente e 1,32 grammi di marijuana di cui tentava inutilmente di disfarsi. La donna è stata segnalata per uso non terapeutico di sostanze stupefacenti.

Cronaca

Il ritorno alla vecchia, triste normalità

Pubblicato

il

La fine del lockdown è il ritorno alla normalità. Quella vecchio stampo.

Ci eravamo detti che avremmo avuto più rispetto delle cose. Dell’ambiente. Degli altri. Del prossimo. Ma non è così.

Da Tricase Porto un esempio di rinnovata inciviltà, nelle foto scattate stamani da un nostro lettore: cartoni di pizza, scarti di cibo, bottiglie, plastica, vetro, spazzatura in abbondanza abbandonata lì dove, oggi, poche ore dopo in tanti stanno recandosi per godere finalmente del nostro mare.

Continua a Leggere

Cronaca

Morto sub disperso all’Isola

RItrovato il corpo senza vita di Davide D’Alessandro, il sub 28enne di Racale, disperso in mare a Tricase da ieri pomeriggio

Pubblicato

il

È finita purtroppo in tragedia quella che doveva essere una battuta di pesca come tante per un apneista esperto come Davide D’Alessandro, 28enne di Racale, della scuola di Michele Giurgola campione e recordman della specialità, anche lui racalino.

Davide, in una foto postata su Instagram dopo una recente battuta di pesca

Il suo corpo senza vita è stato ritrovato poco fa dai sommozzatori dei vigili de fuoco insieme ad alcuni sommozzatori volontari che stavano battendo il fondale proprio nei pressi dell’Isola, nel tratto di mare tra Tricase Porto e Marina di Andrano, dove ieri sera, intorno alle 23 era stato ritrovato il pallone segnaletico che il giovane era solito portarsi dietro, seppure a distanza.

Tra i ricercatori impegnati nella serata di ieri a pattugliare la costa (mentre una Motovedetta della Guarida Costiera monitorava lo specchio d’acqua) montava un certo pessimismo, sembravano poche le possibilità di ritrovare il ragazzo in vita, troppi indizi lasciavano presagire il peggio: nessuna notizia sin dall’ora di pranzo, l’auto ancora parcheggiata sulla litoranea, il suo telefono cellulare che squillava senza che nessuno rispondesse, il pallone segnaletico ritrovato in mare…

Sul posto, per lunghe ore, carabinieri della locale Compagnia, Vigili del Fuoco del distaccamento di Tricase e Guardia Costiera, hanno comunque fatto tutto il possibile per tenere ancora acceso il lumicino della speranza e nel tentativo di restituire ancora in vita Davide ai suoi familiari (alcuni di loro erano sui luoghi delle ricerche).

Speranze, purtroppo, definitivamente evaporate poco prima delle 10 di stamani, quando i sommozzatori hanno ritrovato il corpo senza vita del sub.

Continua a Leggere

Cronaca

Tiggiano: schianto all’incrocio, due feriti

Mancata precedenza e spavento nella notte: illesi 3 passeggeri

Pubblicato

il

Incidente nella notte a Tiggiano con due auto coinvolte e due feriti.

Attorno all’una una Audi A1 ed una Opel Corsa si sono violentemente scontrate all’incrocio tra le vie Taranto, Giacomo Leopardi e Vittorio Veneto.

A bordo delle vetture in totale 5 persone di cui 3 passeggeri nella Opel Corsa, rimasti illesi, ed i due rispettivi conducenti per i quali si sono rese necessarie le cure del 118.

Sul posto, con l’ambulanza, anche una auto medica.
Proprio i due conducenti, una ragazza che era alla guida dell’A1 e un ragazzo che guidava la Corsa, sono stati trasportati in ospedale per accertamenti. Le loro condizioni fortunatamente non sarebbero gravi.

Causa del sinistro una mancata precedenza. L’impatto è stato violento e l’Audi e’ finita contro il muro di cinta di una abitazione. 

I carabinieri si sono occupati della ricostruzione della dinamica dell’incidente.

Foto gentilmente concesse da TricaseNews

Continua a Leggere
Pubblicità

Più Letti

Copyright © 2019 Gieffeplus