Connect with us

Cronaca

Contro l’usura e il racket si riparte da scuola

Nuova edizione del protocollo d’intesa per la prevenzione ed il contrasto dei fenomeni dell’usura e dell’estorsione nella provincia di Lecce. Il Commissario Straordinario del Governo Prefetto Cagliostro, «occorre fare rete ed incoraggiare le iniziative di formazione e diffusione della conoscenza degli strumenti previsti dalla legge a sostegno delle vittime di estorsione ed usura, veicolando il messaggio che denunciare conviene». Il Prefetto di Lecce Maria Rosa Trio: «Educazione finanziaria sin dai contesti scolastici, occasione di affermazione della legalità e dei valori civici»

Pubblicato

il

Presentato in mattinata il ““Protocollo d’intesa per la prevenzione ed il contrasto dei fenomeni dell’usura e dell’estorsione nella provincia di Lecce” alla presenza, in collegamento web-conference, del Commissario Straordinario del Governo per il coordinamento delle iniziative antiracket e antiusura, Prefetto Giovanna Cagliostro, dei vertici della Magistratura e delle Forze di Polizia, nonché di tutti i soggetti sottoscrittori, tra i quali le associazioni di categoria e dei lavoratori, il mondo economico-finanziario, i rappresentanti degli ordini professionali e della società civile e le associazioni/fondazioni del settore.


Come sottolineato dal Prefetto Cagliostro, «occorre fare rete ed incoraggiare le iniziative di formazione e diffusione della conoscenza degli strumenti previsti dalla legge a sostegno delle vittime di estorsione ed usura, veicolando il messaggio che “denunciare conviene”. In tale prospettiva, l’apporto codificato negli impegni pattizi assunti in questa provincia con il Protocollo d’intesa nella nuova edizione, sostiene e rafforza l’azione di prevenzione».


L’incontro, finalizzato a illustrare il nuovo Protocollo provinciale, ha visto i partecipanti farsi promotori di proposte ed idee di rafforzamento della rete, di cambiamenti in un orizzonte che coniuga ricerca ed individuazione delle criticità e dei possibili correttivi.


Il Prefetto Cagliostro ha, quindi, sottolineato il valore delle esperienze locali per la loro capacità di rispondere ai bisogni del territorio, anche con il fondamentale apporto delle associazioni e del sistema creditizio. Occorre così lanciare messaggi positivi con interventi in favore di chi si trova in difficoltà, soprattutto oggi, in questo particolare momento: «Abbiamo tutti l’interesse ad accompagnare questo processo, favorendo l’accesso legale al credito, anche con misure immediatamente operative come quelle contenute nel Patto sottoscritto oggi».

Il Prefetto di Lecce Maria Rosa Trio, nell’illustrare le novità del Protocollo – che tra l’altro rimodula l’Osservatorio Provinciale e individua la figura dei facilitatori nel rapporto con le banche – ha evidenziato come l’educazione finanziaria possa essere, «sin dai contesti scolastici, occasione di affermazione della legalità e dei valori civici».


Nelle prossime settimane saranno informati i dirigenti scolastici, per il tramite dell’ufficio scolastico territoriale, sulle iniziative che potrebbero essere inserite nell’offerta formativa.


Cronaca

Fiamme in deposito di attrezzature agricole a Nardò

Pubblicato

il

È mistero sulle cause che, nella notte appena trascorsa, hanno fatto divampare un incendio in un deposito nel centro abitato di Nardò.

Attorno alle 23, una chiamata al 115 è partita da via Antonio Galateo. I vigili del fuoco sono intervenuti per domare le fiamme che avevano interessato un ricovero di macchine agricole in disuso.

Il rogo si stava propagando verso una abitazione prospicente, anch’essa abbandonata.

I vigili del fuoco hanno riportato la zona in sicurezza senza ulteriori conseguenze.

Attualmente sono in fase di accertamento le casue che hanno generato il rogo.

Continua a Leggere

Cronaca

“C’è un corpo sulla scogliera”: soccorso ragazzo di Soleto nella notte

Passanti chiedono aiuto a Torre dell’Orso: pompieri raggiungono 22enne con le tecniche SAF

Pubblicato

il

Lo hanno visto adagiato sulla scogliera, inerme. Ed hanno subito temuto potesse essere in pericolo di vita.

Momenti di apprensione nella notte a Torre dell’Orso, marina di Melendugno, quando poco dopo la mezzanotte alcuni passanti hanno notato un giovane disteso in riva al mare. Sugli scogli ed apparentemente privo di sensi.

Il ragazzo era in un punto della scogliera praticamente irraggiungibile. La chiamata ai numeri di soccorso, ad opera di quanti lo hanno notato, ha fatto accorrere sul posto vigili del fuoco ed una ambulanza.

I pompieri si sono calati giù per le rocce con le tecniche speleo-alpino-fluviali (foto a fine articolo) ed hanno recuperato il ragazzo, cosciente al momento del loro arrivo.

Consegnato all’equipe sanitaria del 118, il giovane è stato identificato in un 22enne di Soleto.

Sembrerebbe il ragazzo possa essere riamsto bloccato dopo aver alzato il gomito. Il 118 lo ha accompagnato in ambulanza in ospedale per accertamenti.

Le sue condizioni sono buone.

Continua a Leggere

Cronaca

Alba di fuoco: bruciano scarti di vegetazione

Pubblicato

il

Fiamma all’alba alle porte di Lecce. A bruciare sono degli scarti agricoli in terreni privati.

Siamo in via Rapolla, ore 6e30 circa. Alcuni residenti in zona chiamano il 115: una colonna di fumo si leva ormai alta nel cielo.

Interviene una squadra di vigili del fuoco di Lecce per circoscrivere l’incendio, evitando la propagazione nell’aria dei fumi della combustione.

Il lavoro dei caschi rossi riporta l’area in sicurezza. Al momento sono in fase di accertamento la proprietà del terreno e le cause che hanno generato l’incendio.

Continua a Leggere
Pubblicità

Più Letti

Copyright © 2019 Gieffeplus