Connect with us

Copertino

Controlli a tappeto: denunce e arresti in tutto il Salento

Da Gallipoli a Galatone, da Copertino a Nardò, da Taviano a Cutrofiano: decine di interventi dei carabinieri

Pubblicato

il

Da venerdì pomeriggio  i carabinieri della compagnia di Gallipoli sono stati impegnati su tutto il territorio di loro competenza, con un capillare servizio coordinato a largo raggio. In sintesi, sono stati eseguiti controlli principalmente finalizzati a contrastare il perpetrarsi di reati contro il patrimonio, nonché il fenomeno della guida in stato di ebbrezza e della detenzione, spaccio ed uso di sostanze stupefacenti, il servizio continuerà per tutto il weekend.


All’attività di controllo hanno partecipato pattuglie della dipendente aliquota radiomobile, militari della tenenza diCcopertino e delle stazioni dipendenti dalla compagnia cc di Gallipoli, nonche’ il velivolo fiamma 54, del 6° elinucleo di Bari palese per un totale di n.16 militari e n. 6 automezzi. Il dispositivo e’ stato dispiegato principalmente nelle aree cittadine e periferiche di Gallipoli, Galatina, Tuglie, Cutrofiano, Aradeo, Alezio, Galatone, Copertino e Nardò.


I risultati complessivi vedono 21 persone denunciate di cui 5 di nazionalità straniera, una decina i segnalati alla Prefettura per uso non terapeutico di sostanze stupefacenti, con sanzioni amministrative per violazioni al c.d.s. che si aggirano intorno ai 20mila euro, per un totale di oltre 5mila punti patente decurtati


Di seguito i dettagli:


Deferiti in stato di liberta’ per detenzione ai fini di spaccio di sostanze stupefacenti (art. 73 d.p.r. 309/90)


–         G.M., originario del Gambia di anni 21, domiciliato a Bari.  Trovato possesso di gr. 21 di sostanza stupefacente tipo hashish e gr. 22 sostanza stupefacente tipo marjuana suddivisa in n. 10 bustine di cellophane;


–         E.M., 46ennedi Gallipoli, in seguito controllo polizia trovato possesso di foglie e infiorescenze marijuana. Inoltre, corso estesa perquisizione presso proprio domicilio, interno camera letto rinvenuta modica quantita’ hashish mentre, su balcone citata stanza una pianta di canabis indica (marijuana) altezza cm. 113 in ottimo stato vegetativo.


–           


Deferiti in stato di liberta’ per furto aggravato (art. 624 -625 c.p.)


 –         G.G., 22enne  di Copertino, muratore. Il predetto mentre si trovava in fila alla barriera casse di un supermecato di quel centro, approfittando distrazione di altro cliente gli sottraeva carta credito, poggiata momentanemanete su mensola cassa. Carta credito recuperata e restituita avente titolo;


–         E.M. 46enne di Gallipoli, a conclusione attivita’ investigativa, ritenuto responsabile tentato furto in abitazione ai danni di pensionato del luogo;


–         V.F., 60enne e D.N.F. 68enne entrambi di Copertinosorpresi in una campagna di quel centro atto rubare peperoni da terreno agricolo da 44enne di quel centro. Refurtiva restituita a legittimo proprietario;


–         V.P., 64enne di Galatone, sorpreso in una contrada di quel centro,  atto rubare kg.50 circa uva da terreno agricolo proprieta’ pensionato del luogo. Refurtiva restituita avente titolo;


–         C. M., 34enne, residente a Taranto. Risultata autrice furto di telefono iPhone s5, di proprieta di  41enne residente Nardo’, avvenuto interno di un bar del neretino. Refurtiva restituita;


–         Z.R., 42enne, residente a Galatone. Responsabile furto in abitazione ai danni di  58enne di Galatone. Refertiva restituita.


Deferito in stato di liberta’ per porto abusivo armi bianche  (art. 699 c.p e art.4 legge 18 apr 1975 n.110.)


–         M. A., 39enne ungherese, senza fissa dimora, in quanto trovato possesso n.2 coltelli con lama lunga cm.20.


 


Deferiti in stato di liberta’ per guida senza patente (art. 116 cds)


–         M.D.M.S., 42enne, residente a Tuglie, trovato alla guida di motociclo, privo della prevista patente di guida perche’ mai conseguita. Motociclo sottoposto sequestro;


–         B.E, 25enne, residente a Galatina, seguito controllo circolazione stradale, trovato alla guida del motociclo Piaggio cc 150, privo della prevista patente di guida cat. “a” e copertura assicurativa. Veicolo sottoposto a sequestro amministrativo per confisca;


–         G.A., 25enne albanese, residente a Copertino, coinvolto in sinistro stradale, risultava aver guidato ciclomotore di sua proprieta’, privo della prevista patente di guida. Ciclomotore sottoposto a sequestro amministrativo per confisca;


–         V.F.,30enne, residente a Gallipoli. Alla guida di motociclo yamaha-t max di sua proprieta’, privo della prevista patente di guida e senza copertura assicurativa e revisione. Motociclo sottoposto a sequestro per successiva confisca;


–         C.A.,41enne, residente a Copertino. Corso controllo circolazione stradale trovato alla guida ciclomotore piaggio 50 cc, di sua proprieta’, privo della prevista patente di guida e senza copertura assicurativa. Motociclo sottoposto sequestro per successiva confisca.


 


Deferiti in stato di liberta’ per guida in stato di alterazione psico-fisica da stupefacenti e guida stato ebbrezza alcolica (art.186 e 187 cds)

–         N. F., 21enne, residente Copertino. Il predetto, in seguito a sinistro stradale con feriti, dallo stesso provocato, risultato positivo al test per oppiacei e con tasso alcolemico 0.56 g/l. Contestata violazione cui art.186 bis comma 3 cds e segnalato prefettura lecce;


–         A.D., 27enne, residente Gallipoli, per aver guidato veicolo sotto influenza sostanze stupefacenti del tipo cannabinoidi, provocando sinistro stradale;


–         S.A., 22enneresidente a Tuglie. Corso attivita’ controllo circolazione stradale, trovato alla guida di veicolo con tasso alcolemico 1.19 g/l. Patente di guida ritirata;


–         R. S., 33enne, residente a Taurisano. Corso attivita’ controllo circolazione stradale, trovato alla guida di veicolo con tasso alcolemico 1.47 g/l. Patente di guida ritirata.


 


Segnalati alla prefettura per uso non terapeutico di sostanze stupefacenti (art. 75 d.p.r. 309/90)


 


–         G.L.C., 27enne, residente a Nardo’, trovato possesso n. 2 (due) dosi sostanza stupefacente del tipo cocaina per complessivi gr.1 (uno), sequestrata;


–         A.L., 21enne, residente a Gallipoli, sorpreso a fumare c.d. “spinello” confezionato con sostanza stupefacente verosimilmente marijuana, sequestrata;


–         C. S., 33enne, residente a Gallipoli, trovato in possesso di modica quantita’ sostanza stupefacente del tipo hashish, sequestrata;


–         C.S., 17enne, residente a Taviano, trovato in possesso di gr. 5 di sostanza stupefacente del tipo hashish e n.1 “spinello” confezionato con tabacco e sostanza stupefacente verosimilmente hashish, il tutto sottoposto a sequestro;


–         P.A., 32enne, residente ad Aradeo, trovato in possesso di gr. 1 (uno) di sostanza stupefacente tipo marijuana, sequestrata;


–         C.C.,20enne, residente a Noha fraz. di Galatina, conducente Lancia Y, con a bordo un 18enne residente a Cutrofiano e un 17enne, anch’egli di Cutrofiano, trovato in possesso di involucro di cellophane contenente  modica quantita’ di hashish, sequestrata;


–         S.A. 19enne, residente a Cutrofiano,  sorpreso a fumare “spinello”, confezionato con sostanza stupefacente del tipo hashish, sequestrato;


–         R.S., 18enne, residente a Cutrofiano, trovato in possesso di hashish, sequestrata;


–         P.M., 20enne, e C.L., 19enne, entrambi residenti a Galatone, corso controllo trovati in possesso di gr.1,19 di sostanza stupefacente del tipo marijuana, sequestrata;


–         S.R., 25enne, residente a Nardo’ trovato in possesso di uno spinello contenente sostanza stupefacente tipo hashish nonche’ di altri gr.0.3 medesima sostanza, sequestrata;


–         R.D., 15enne, residente a Nardo’ trovato possesso gr. 0.8 sostanza stupefacente tipo hashish,  sequestrata.


 


Deferiti in stato di liberta’ per accattonaggio (art. 600 octies c.p.)


–         C. V., 30enne, rumeno, residente a Taviano, sorpreso all’ingresso del centro commerciale “Famila” di Gallipoli, a mendicare avvalendosi della figlia minore C. M. B., di anni 10. Proposto per l’applicazione della misura preventiva del rimpatrio con foglio via obbligatorio.


 


Deferiti in stato di liberta’ per vendita di prodotti industriali con segni mendaci (art. 517 c.p.)


–       F.E.M.43enne, senegalese, residente a Leverano,  che poneva in vendita  n.2 borse in pelle di marca  contraffatta (sequestrate).


Attualità

Postazioni 118 ASL Lecce: «Gravi criticità organizzative»

Mancata sostituzione personale assente: nota congiunta Fp Cisl, Uilfpl, Nursind. La situazione a Galatina, Copertino e Gagliano del Capo. I sindacati: «Si trovi soluzione altrimenti sarà stato di agitazione»

Pubblicato

il

La Fp Cisl Sanità di Lecce, insieme a Uilfpl e Nursind, «come in più occasioni già rappresentato, nello spirito di massima collaborazione», evidenzia «ancora una volta le gravi criticità riscontrate per carenza o scopertura di personale afferente le varie postazioni 118 dislocate su tutto il territorio provinciale».

«Criticità», si legge nella nota congiunta delle organizzazioni sindacali, «ormai divenute insostenibili per il personale residuo che opera in alcune circostanze effettuando doppi turni o turni irregolari e senza fruire del previsto riposo compensativo per poter garantire l’efficienza organizzativa e la copertura dei turni in emergenza/urgenza. La sostituzione urgente di personale assente, in un servizio che opera in emergenza/urgenza e con un numero di personale esiguo di personale funzionale al turno rotatorio ricoprente, a parere della Fp Cisl di Lecce, risulta essere una priorità assoluta e non derogabile nei tempi, dato che la funzionalità dei servizi ambulanzieri e di intervento rapido necessita di personale in piena forma fisica nonché del numero di personale previsto in funzione degli automezzi assegnati ed il bacino di competenza».

Per i sindacati risulta «gravissima la scopertura di posti per autisti di ambulanza su varie postazioni 118, come ad esempio la postazione di Galatina che, a fronte dei 6 autisti previsti, opererebbe in gravissima situazione di carenza con soli 4 autisti ambulanza, compromettendo così il pieno rispetto delle attività previste dal servizio 118 della postazione e di tutto il bacino di utenza, oltre a non garantire ferie e riposi compensativi con le dovute ristorazioni contrattuali».

Sulla postazione di Copertino come personale autista, «sebbene in numero congruo (6) insisterebbero limitazioni per almeno due operatori i quali avrebbero difficoltà a garantire la piena operatività senza compromissione del proprio stato di salute».

«Sembra del tutto paradossale», si sottolinea, «come, invece, alcuni OTS Autisti ambulanza, aventi limitazioni, siano stati distratti dalle postazioni 118 per continuare a svolgere le proprie mansioni di autista ambulanza presso vari PP.SS., magari anche in sovrannumero. Sembrerebbe questa ultima rappresentazione un paradosso ma di fatto il realistico stato dell’arte per effetto probabilmente di limitazioni relative alla movimentazione dei carichi che rende “inutilizzabile” il personale in attività di emergenza/urgenza».

Non si parla del solo personale autista avente limitazioni e pertanto da sostituire ma, anche e soprattutto, di personale infermieristico che, al fine di poter al meglio espletare le funzioni assistenziali, deve essere in perfetta forma fisica.

«A tutto concedere», il quadro del personale con limitazioni tutt’ora in attività presso il DEU 118 per le organizzazioni sindacali «risulta di proporzioni allarmanti e, allo stato, così come si presenta, potrebbe creare un corto circuito e blackout assistenziale con gravissime ripercussioni su tutta la filiera della emergenza urgenza Provinciale.

Da una rilevazione effettuata, il numero di personale con forti limitazioni che risulterebbe inidoneo per le attività di emergenza urgenza 118, appunto per la peculiarità degli interventi, si aggirerebbe a n°20 unità lavorative, che comunque tutt’ora prestano servizio nel DEU 118 per i quali è stata richiesta la sostituzione ed un ricollocamento presso altri servizi della ASL Lecce».

La realtà riscontrata dalla Fp Cisl di Lecce, insieme a Uilfpl e Nursind, trova fondamenta nelle «numerose richieste inoltrate dal Capo Dipartimento DEU 118 verso la Direzione Aziendale, al fine della sostituzione del personale avente limitazioni e pertanto difficilmente utilizzabile nel contesto della emergenza urgenza, oltre alle richieste di sostituzione di personale assente a qualsiasi titolo.

Per ultimo, ma non di minore importanza, si segnala la carenza di personale Soccorritore (OSS) presso la postazione 118 di Gagliano del Capo, rimasta con soli 3 (a fronte di 6) operatori che non garantirebbero una normale e sufficiente attività in turnazione, scaricando di fatto sul personale infermieristico tutta la attività di supporto in un contesto, si ripete, altamente problematico».

Il quadro operativo «desta panico e incertezza circa la funzionalità di tutto l’apparato di emergenza urgenza, sebbene, con immani sforzi e alto senso del dovere, mantenuto negli standard dal personale ivi operante, incluse anche tutte le figure professionali che, pur avendo limitazioni, continuano a prestare diligentemente servizio».

«Non bisogna, però, stare a guardare e attendere che il peggio accada», avvertono i sindacati, «vi sono delle criticità per le quali necessita di un intervento risolutivo».

La nota delle Organizzazioni sindacali chiude con un auspicio di «un’azione diretta al fine della risoluzione della problematica», e l’avvertimento in caso contrario di un possibile «stato di agitazione del personale del DEU 118, ormai allo stremo delle risorse».

 

Continua a Leggere

Copertino

Auto e ragazzo di venti anni si cappottano sulla tangenziale

Arrivati gli aiuti hanno subito soccorso il conducente e…

Pubblicato

il

Alle ore 8.40 circa, di questa mattina, una squadra dei vigili del fuoco di Lecce è intervenuta sulla tangenziale est, anello esterno, uscita zona industriale, per un incidente stradale in cui è rimasta coinvolta una Toyota Yaris che, una volta uscita di strada, si è cappottata.

Arrivati gli aiuti hanno subito soccorso il conducente e messo in sicurezza la zona per le operazioni.

Il malcapitato è un ragazzo di venti anni, che è stato trasportato presso l’ospedale di Copertino in codice verde.

 

Continua a Leggere

Aradeo

Salento: incidenti e vittime della strada, bilancio in crescita

L’elenco delle strade più pericolose del Salento…

Pubblicato

il

Incidenti e vittime sulle strade del Salento in crescita, ma il bilancio annuale potrebbe essere ancora più disastroso.

Stando ai numeri dell’Asset (servizio Cremss) delle forze dell’ordine, le province di Lecce e Brindisi sono quelle in cui, rispetto allo stesso periodo dell’anno scorso, nel primo semestre si è registrato il maggior incremento di sinistri stradali .

Il 72% dei sinistri è avvenuto nei centri abitati, con il 21% per cento dei decessi e il 68 per cento dei feriti; il 28% dei sinistri, il 79% dei decessi e il 32 per cento dei feriti si sono registrati fuori città.

In 13 comuni si è consumato il 52,1%  di incidenti registrati su tutta la regione e Lecce e Brindisi ‘godono’ del primato in questa classifica.

Lecce è al terzo posto con 207 sinistri (lo stesso numero di Foggia), Brindisi al quinto con 161.

Per quanto riguarda la distribuzione degli scontri nei comuni pugliesi, nel corso dei primi sei mesi di quest’anno, in 43 comuni, dei 257 pugliesi, non sono stati rilevati sinistri stradali con morti e feriti, in 134 comuni i sinistri registrati vanno da uno a dieci.

I comuni dove si contano da undici a 30 sinistri sono 56, mentre in 11 comuni ne sono stati registrati da 31 a 60.

Quali sono le strade più pericolose?

Le provinciali, che in Puglia hanno registrato il 40% degli episodi mortali e il 38% dei decessi, seguite dalle strade statali: il 27% degli incidenti mortali e del 27% dei decessi.

A seguire le strade urbane, dove si sono concentrati il 23% degli incidenti mortali e il 21% di vittime.

La strada in provincia di Lecce che registrato il maggior numero di incidenti è la provinciale 362 (che collega il capoluogo a San Cesario di Lecce e a Galatina);  la 363 (che conduce da Galatone a Santa Cesarea passando da Seclì, Aradeo, Cutrofiano, Maglie, Poggiardo e Vitigliano) ed infine si registrano numeri più bassi per la provinciale 71 (Casarano – Ruffano), la 41 (Galatina – Noha – Collepasso con diramazione ad Aradeo) e la 18 (Galatina – Collemeto – Copertino) dove si conta anche un mortale.

Nella provincia di Lecce è stata la statale 275 tra Maglie e Santa Maria di Leuca a registrare 17 incidenti con due morti e 30 feriti (numeri che purtroppo sono destinati a crescere notevolmente per il secondo semestre), seguita dalla statale 101 (Lecce – Gallipoli) con 15 sinistri un morto e 23 feriti.

Continua a Leggere
Pubblicità

Più Letti

Copyright © 2019 Gieffeplus