Connect with us

Cronaca

Dal Fazzi al Bambin Gesù su un aereo dell’Aeronautica: 15enne salentina ricoverata a Roma

Pubblicato

il

Nel primo pomeriggio di ieri, sabato 30 gennaio, una ragazza di 15 anni, ricoverata presso l’Ospedale “Vito Fazzi” di Lecce, è stata trasportata d’urgenza dall’aeroporto di Brindisi a quello di Ciampino, a bordo di un velivolo Falcon 900 del 31° Stormo di Ciampino.


La giovanissima paziente è stata imbarcata sul velivolo militare sotto la costante supervisione di un’equipe medica specialistica. Lo rende noto l’Areonautica stessa, sul suo sito ufficiale.


La richiesta di trasporto, come previsto in questi casi, è pervenuta dalla Prefettura di Lecce alla Sala Situazioni di Vertice del Comando della Squadra Aerea, la sala operativa dell’Aeronautica Militare che ha tra i propri compiti quello di disporre e gestire questo tipo di missioni attraverso l’attivazione di uno dei velivoli che la Forza Armata tiene pronti 24 ore su 24, in varie basi, per questo genere di necessità.

Dopo l’atterraggio a Ciampino, avvenuto alle 14:45 circa dopo poco più di un’ora di volo, la ragazza è stata trasferita rapidamente in ambulanza per essere ricoverata all’Ospedale “Bambino Gesù”.


Questo tipo di missioni necessitano della massima tempestività. I Reparti di volo dell’Aeronautica Militare sono a disposizione della collettività 24 ore al giorno, 365 giorni l’anno, con assetti ed equipaggi in grado di operare, anche in condizioni meteorologiche difficili, per assicurare il trasporto urgente non solo di persone in imminente pericolo di vita, ma anche di organi, equipe mediche o ambulanze.


Cronaca

Infezione fatale per 18enne dopo vacanza in Salento: indagine in corso

Il ragazzo era rientrato in Trentino dopo aver trascorso alcuni giorni nella zona di Otranto: Procura ed Asl di Lecce al lavoro per dare risposte alla magistratura di Trento

Pubblicato

il

Un ragazzo appena maggiorenne è morto a Trento per una infezione che, secondo primi riscontri, avrebbe contratto in un recente viaggio in Salento.

Paolo Rizzoli, 18 anni, è venuto a mancare pochi giorni fa nell’ospedale trentino di Santa Chiara. Era appena rientrato nel suo paese, Lavis in provincia di Trento, dopo aver trascorso quasi una settimana in provincia di Lecce. Tra il 12 ed il 18 settembre aveva alloggiato in un b&b della zona di Otranto.

A pochi giorni dal rientro a casa, i primi sintomi di quella che, col passare delle ore, si è rivelata essere un’infezione fatale, determinata dall’escherichia coli, un batterio tra i più pericolosi.

Infezione che, secondo quanto ricostruito dai medici, sarebbe di natura alimentare e che, stando alle tempistiche, il ragazzo avrebbe con tutta probabilità contratto in Salento.

La Procura di Trento ha aperto un’indagine per omicidio colposo, coinvolgendo nell’inchiesta la Procura di Lecce che, per competenza territoriale, è al lavoro per ricostruire i movimenti del giovane turista nei suoi giorni di vacanza. I luoghi visitati, i posti dove avrebbe mangiato in Salento ed i contesti in cui potrebbe aver ingerito alimenti fonti di contaminazione.

A questo lavora in queste ore anche l’Asl di Lecce, nel tentativo di dare spiegazioni ad un decesso che, come un fulmine a ciel sereno, ha colpito improvvisamente non solo una famiglia ma una intera comunità che, dopo aver già salutato Paolo per l’ultima volta, attende ansiosa risposte.

Continua a Leggere

Cronaca

Il governatore di Distretto in visita al Rotary Club Tricase Capo di Leuca

L’evento occasione per accogliere nuovi ingressi e dare risalto all’impegno sociale di alcune associazioni

Pubblicato

il

Ospite speciale questa settimana in visita al Rotary Club Tricase Capo di Leuca: Nicola Maria Auciello, governatore del distretto 2120 (nel quale ricadono 57 club tra Puglia e Basilicata).

L’evento, dopo la relazione del Presidente Dante De Giorgi e del Governatore, è stato occasione per presentare l’operato della consorte del Governatore, la signora Anna, a favore dell’associazione di volontariato ABC di Foggia.

Una associazione che dal 1994 promuove interventi di sostegno per bambini e adulti con problemi psichici appartenenti a famiglie indigenti, assicurando un aiuto concreto e disinteressato alle loro famiglie nello svolgimento delle terapie riabilitative e nell’organizzazione di iniziative finalizzate al benessere psico-fisico e sociale dei diversamente abili.

Inoltre, la serata ha visto tenersi anche la cerimonia di presentazione della nuova socia Chiara Buffelli, proveniente dal Rotaract di Lecce, dove ha svolto con grande capacità incarichi direttivi.

La Buffelli è stata cooptata dal segretario Mario Stefanelli e ha ricevuto le insegne del Rotary Club Tricase Capo di Leuca dal Governatore del Distretto 2120.

Al gruppo ciclistico ASD MTB Tricase la consegna di una targa da parte del socio Andrea Piscopiello.

Riconoscimento per l’impegno del gruppo MTB nella riscoperta, nel recupero e nella manutenzione sul territorio dei vecchi tratturi, nonché nella salvaguardia dei fabbricati rurali e nella realizzazione di mappe cartacee e sui circuiti online.

Continua a Leggere

Cronaca

Giù dalla moto dopo schianto con auto: soccorsi alle porte di Tricase

Sinistro lungo la provinciale per Lucugnano: strada chiusa al traffico per un’ora per permettere intervento 118 e rilievi

Pubblicato

il

Incidente stradale in serata alla periferia di Tricase tra un’auto ed una moto.

Il sinistro è avvenuto poco dopo le 20 lungo la strada provinciale per la frazione di Lucugnano.

Qui, all’uscita dal centro abitato tricasino, in corrispondenza con l’incrocio su cui insiste il Distaccamento dei Vigili del Fuoco, l’impatto tra i due mezzi ha fatto rovinare a terra il conducente della moto.

Immediati i soccorsi prestati al malcapitato, unico ferito nell’incidente, che, pochi minuti dopo, è stato raggiunto dal 118. L’ambulanza lo ha trasportato presso l’ospedale “Cardinale Panico” in codice giallo.

Il tratto di provinciale interessato è stato interdetto al traffico per circa un’ora. Dapprima per permettere le operazioni di soccorso, poi per procedere ai dovuti rilievi ed infine per rimettere in sicurezza l’area.

Molti i mezzi in transito che, una volta giunti sul luogo dell’incidente, si sono visti costretti a cambiare percorso e fare dietrofront dinanzi le pattuglie del 112 che sbarraravano la strada.

Sul posto sono intervenuti i carabinieri della Compagnia di Tricase e gli agenti della polizia locale, liberi da servizio. La dinamica non è al momento nota.

Lor. Zito

Continua a Leggere
Pubblicità

Più Letti

Copyright © 2019 Gieffeplus