Connect with us

Attualità

Deceduta la 95enne “presunta positiva” in casa di riposo a Soleto

I sanitari hanno isolato la struttura ed hanno effettuato una serie di tamponi sugli altri ospiti e su alcuni dipendenti, fermo restando la messa in quarantena degli stessi nell’attesa dei risultati definitivi

Pubblicato

il

Una donna di 95 anni, ospite della casa di riposo La Fontanella di Soleto, presunta positiva al coronavirus è deceduta ieri.

Da giorni circolava con insistenza la voce che l’anziana donna, originaria di Serrano (Carpignano Salentino), affetta dai sintomi tipici del coronavirus fosse risultata positiva al tampone.

Ieri l’annuncio sulla propria pagina facebook del sindaco di Soleto, Graziano Vantaggiato, ha chiarito la situazione:.

Tanto per iniziare Vantaggiato rimarca come si tartti di un “presunto caso Covid-19”, poi spiega: “Si inseguono le notizie dai telegiornali, dai giornali del web, dai vari messaggi su facebook e quelli delle chat private. Molte notizie sono passate di bocca in bocca, sicuramente verosimili. Confermo”, annuncia, “che una ospite della struttura de La Fontanella è stata ricoverata al “Fazzi” di Lecce e gli è stato effettuato il tampone, risultato provvisoriamente positivo, naturalmente manca il risultato definitivo. Risultato che verrà comunicato nelle prossime ore”.

Come da protocollo”, racconta il primo cittadino, “i sanitari hanno isolato la struttura ed hanno effettuato una serie di tamponi sugli altri ospiti e su alcuni dipendenti, fermo restando la messa in quarantena degli stessi nell’attesa dei risultati definitivi. Sia gli ospiti che i dipendenti non presentano sintomi e stanno bene”.

In attesa delle controanalisi il sindaco tuona: “L’ufficialità la comunicheranno le Autorità Sanitarie e la Prefettura, non altri”.

De certo fino ad ora c’è che, da protocollo  i sanitari hanno isolato la struttura ed hanno effettuato una serie di tamponi sugli altri ospiti e su alcuni dipendenti della Residenza sanitaria per anziani “La Fontanella” che conta una cinquantina di ospiti in struttura, Ovviamente disposta la messa in quarantena degli stessi.

Attualità

Bollettino covid: +11 in Puglia ma il Salento resta vergine

Dall’inizio della pandemia è di 4.458 il totale dei contagiati: sono 2.178 i pazienti guariti, 1.793 i casi attualmente positivi

Pubblicato

il

Altri 11 contagi in Puglia ma il Salento resta ancora esente da nuovi contagi.

Eseguiti nelle ultime 24 ore 1.832 test: il tasso di positività su tutto il territorio regionale è dello 0,60% in aumento rispetto allo 0,45% di ieri ma sempre contenuto.

Sottolineato che gli ultimi casi riguardano soprattutto la Capitanata (7) e il barese (3) ieri è stato registrato un altro decesso di Pugliese con covid nella provincia Bat.

Dall’inizio della pandemia sono stati effettuati 103.570 test.

Sono 2.178 i pazienti guariti; 1.793 sono i casi attualmente positivi.

Il totale dei casi positivi Covid in Puglia dall’inizio dell’emergenza sanitaria è di 4.458, di cui 511 nella provincia di Lecce.

IL BOLLERTTINO EPIDEMIOLOGICO DEL 24 MAGGIO

 

Continua a Leggere

Attualità

“Aiutaci a ripartire in sicurezza”, il video di Confcommercio Lecce

Da Confcommercio Imprese Lecce, un video per sensibilizzare sull’uso corretto delle mascherine, sul mantenimento della distanza sociale e sugli assembramenti

Pubblicato

il

IL VIDEO DI CONFCOMMERCIO IMPRESE PER L’ITALIA LECCE

Continua a Leggere

Attualità

Muro Leccese: aiutiamo Gianpiero

L’appello dei figli: “Lotta da due anni contro un raro tumore al cervello. In Germania è possibile un intervento presso l’International Neuro Science Institute di Hannover che può restituirgli la vita…”

Pubblicato

il

Come per il caso di Andrea il 35enne magliese che è stato operato con successo ad Hannover (in quel caso la campagna di raccolta fondi fu lanciata dalla fidanzata Giovanna di Corigliano d’Otranto) anche Francesco e Stefano di Muro Leccese, lanciano una campagna di raccolta fondi su gofundme per aiutare il papà Gianpiero.

Siamo Francesco e Stefano”, scrivono nel loro appello, “il nostro papà Gianpiero lotta da due anni contro un male che ora mette in pericolo la sua vita. Si tratta di un raro tumore al cervello che in Italia non trova rimedi efficaci. In Germania, invece, è possibile un intervento presso l’International Neuro Science Institute di Hannover che può restituirgli la vita. Per questo chiediamo il vostro aiuto economico, per affrontare i costi dell’intervento che serve a salvare il nostro papà Gianpiero. Aiutateci!”.

Chiunque voglia aiutare Gianpiero e raccogliere l’appello di Francesco e Stefano può utilizzare l’iban: IT45Q0526279720CC0030401810;

intestatario Grande Emilio

(Indicare nella causale DONAZIONE AIUTIAMO GIANPIERO)

 

Continua a Leggere
Pubblicità

Più Letti

Copyright © 2019 Gieffeplus