Connect with us

Cronaca

Dopo aver rubato bici e mazzo di chiavi, torna a colpire a casa della vittima: arrestato 42enne

Pubblicato

il


Nel pomeriggio di ieri, gli agenti della sezione volanti della Questura di Lecce, hanno tratto in arresto un pluripregiudicato 42enne leccese. Si tratta di Pier Paolo Capone, accusato di furto aggravato e tentato furto in abitazione.

L’uomo, visto nell’atto di rubare una bicicletta all’interno di un condominio di via Di Porcigliano, è stato segnalato al 113 dalla stessa proprietaria della bici.
La pattuglia delle volanti, giunta immediatamente sul posto, ha fermato il sospetto e avviato gli accertamenti del caso.
La richiedente ha riferito alla pattuglia che il giovane fermato si era già reso responsabile del furto di altre due biciclette di sua proprietà, entrambe custodite nel condominio ove risiede. Dal racconto della donna è emerso che uno dei due furti è avvenuto circa due settimane fa (30 marzo) e, in quella circostanza, l’uomo si era introdotto nel condominio forzando il portone d’ingresso.





Anche in questa occasione, sempre con le stesse modalità, l’uomo, dopo essersi introdotto nel condominio forzando la porta, aveva portato via due biciclette. Il tutto mentre era ripreso dal sistema di videosorveglianza installato all’interno del condominio.
Ulteriore elemento probatorio è la testimonianza resa dal figlio della vittima del furto che, insospettito dall’atteggiamento del 42enne, fermo nei pressi del portone d’ingresso intento ad armeggiare con un arnese per aprirlo, avvisava telefonicamente sia la madre che il padre di quanto stava accadendo. Inoltre, il ragazzo, considerato il fatto che l’uomo si era introdotto nel condominio senza avere le chiavi e vista la sottrazione della bicicletta, ha seguito il ladro, senza mai perderlo di vista, dando contestualmente indicazioni alla madre tramite il telefono. Determinante, quindi, l’operato del ragazzo per “pizzicare” il malintenzionato in flagranza.




La successiva perquisizione ha permesso agli agenti di rinvenire, addosso all’uomo, un cucchiaio da cucina, con il quale ha aperto il portone del condominio, ed un mazzo di chiavi. Si scoprirà successivamente che le chiavi erano di proprietà di un signore presentatosi, poco prima, in Questura per denunciare un furto: gli era stata rubata la bicicletta, la chiave di avviamento della propria auto ed un mazzo di chiavi dell’appartamento. Quelle appunto rinvenute addosso a Capone.
All’esito di tutti gli accertamenti, l’uomo è stato dichiarato in stato di arresto e, come disposto dal P.M. di turno, accompagnato presso la propria residenza in regime di arresti domiciliari.


Cronaca

Incidente e polemiche a Gagliano

Scontro nei pressi dell’ospedale. L’opposizione: “Quel semaforo è da spegnere”

Pubblicato

il


Brutto incidente a Gagliano del Capo nel pomeriggio nei pressi dell’ospedale.





Un’auto ed uno scooter i protagonisti all’incrocio tra Via Unità d’Italia e via De Curtis. Siamo sul tracciato della strada statale 275 che taglia in due l’abitato gaglianese, pochi passi più a sud del semaforo in corrispondenza del nosocomio. Qui, dove insiste un altro semaforo, i due mezzi si sono scontrati. Lo scooter è rovinato a terra ed è intervenuto il 118 per soccorrere il conducente.





Non sarebbero gravi, per fortuna, le conseguenze patite dai coinvolti. Ma l’accaduto ha scatenato la polemica. Il gruppo politico Gagliano Attiva (che ha pubblicato su Facebook le foto qui di seguito) incalza l’amministrazione. “Siamo a sette incidenti”, scrivono da Gagliano Attiva, rimarcando perplessità sulla riaccensione del semaforo interessato (in precedenza a lungo rimasto inutilizzato) ritenuta scelta deleteria della nuova amministrazione.













Continua a Leggere

Cronaca

Discesa Covid: ospedali alleggeriti e casi totali in calo

In 567 i positivi di oggi nel bollettino: il dettaglio dalle province

Pubblicato

il


Sono 1260 le persone attualmente ricoverate per Covid. Ieri erano 1321. Continuano fortunatamente a svuotarsi pian piano le terapie intensive degli ospedali regionali. Mentre i positivi totali, in Puglia, vanno dai 39mila e 241 di ieri ai 38mila e 736 di oggi.





Su 9984 tamponi, oggi 567 sono positivi: 120 in provincia di Bari, 67 in provincia di Brindisi, 67 nella provincia BAT, 136 in provincia di Foggia, 105 in provincia di Lecce, 71 in provincia di Taranto, 1 caso di provincia di residenza non nota.





Sono stati registrati poi 11 decessi: 2 in provincia di Bari, 1 in provincia di Brindisi, 1 in provincia BAT, 1 in provincia di Foggia, 3 in provincia  di Lecce, 3 in provincia di Taranto.




Dall’inizio dell’emergenza sono stati effettuati 2.373.878 test.
200.955 sono i pazienti guariti.
38.736 sono i casi attualmente positivi.





Il totale dei casi positivi Covid in Puglia è di 245.945 così suddivisi:
93.356 nella Provincia di Bari;
24.541 nella Provincia di Bat;
18.695 nella Provincia di Brindisi;
44.120 nella Provincia di Foggia;
25.518 nella Provincia di Lecce;
38.553  nella Provincia di Taranto;
786 attribuiti a residenti fuori regione;
376 provincia di residenza non nota.





Il bollettino epidemiologico è disponibile qui.


Continua a Leggere

Cronaca

Arrestati in due con malloppi di banconote: uno spacciava cocaina, l’altro marijuana

Pubblicato

il


Due arresti ad opera dei carabinieri nelle scorse ore nel nord Salento. Entrambi per detenzione ai fini di spaccio ed a margine di perquisizione scattata dopo controllo stradale.





Nella serata di ieri è stato pizzicato un 41enne di Vernole, N. A. le sue iniziali. Presso la sua abitazione, nella frazione di Strudà, nascondeva della cocaina. La sostanza, suddivisa in 12 dosi, era accompagnata da oltre 5mila euro contanti.





Arresto in flagranza e domiciliari per lui.





Flagranza e contanti anche nell’altro fermo, quello operato nella mattinata di oggi a Veglie. Qui la radiomobile di Campi Salentina ha pizzicato G. C., 45 anni, con a bordo della vettura due chili e 200 grammi di marijuana e con mille euro contanti.




I carabinieri han sequestrato il tutto e sottoposto agli arresti il responsabile.










Continua a Leggere
Pubblicità

Più Letti

Copyright © 2019 Gieffeplus