Connect with us

Cronaca

Droga, cibo non a norma e furti: stretta della Polizia a Gallipoli

A Baia Verde controlli amministrativi straordinari interforze per contrastare l’illegalità. Nella centralissima zona della Fontana Greca effettuati una serie di controlli sul rispetto delle norme del Codice della Strada da parte della Polizia Locale

Pubblicato

il

Su tutto il territorio di Gallipoli, ed in particolar modo in zona Baia Verde, punto di riferimento della movida giovanile, si sono attuati controlli di polizia a largo raggio che hanno interessato il contrasto allo spaccio di sostanze stupefacenti ed il contrasto alle violazioni amministrative e marittime.


Il dispositivo predisposto dal Questore della provincia di Lecce ha coinvolto oltre agli agenti del Commissariato di Polizia, anche i rinforzi estivi del Reparto Prevenzione Crimine e del team Cinofili della Polizia di Stato, la Guardia Costiera di Gallipoli e la Polizia Locale.


All’esito dell’attività di controllo straordinario sono stati controllati sei stabilimenti balneari di Baia Verde che, salvo ulteriori verifiche documentali in corso, sono risultati in regola sotto il profilo delle violazioni marittime ed amministrative.


Inoltre, il titolare di un ristorante è stato sanzionato perché all’interno del proprio locale è stata riscontrata la presenza di oltre cinque chili di merluzzo, privo di tracciabilità alimentare, pertanto sottoposto a sequestro amministrativo.


Sempre a Baia Verde, durante un controllo antidroga, i poliziotti hanno controllato due giovani, maggiorenni, di Casarano, che sono stati sorpresi, uno, con una modica dose di marijuana e l’altro con addosso un coltello a scatto lungo circa 15 cm. Per il primo è scattata la segnalazione al Prefetto di Lecce per uso, non terapeutico, di sostanza stupefacente; per l’altro una denuncia per porto abusivo di oggetti atti ad offendere.


Sempre in Baia Verde, gli agenti del Commissariato hanno identificato e denunciato una 28enne originaria di Napoli perché si era resa responsabile di furti con strappo di bracciali e cellulari all’interno di una nota discoteca e nei confronti della quale, visti i numerosissimi precedenti specifici, l’assenza di lecita attività lavorativa in Gallipoli e di dimora, tanto da sorprenderla dormire in macchina nel parcheggio di Baia Verde, verrà predisposto un foglio di via obbligatorio dal Comune di Gallipoli.


Sono stati fatti, in zona Baia Verde, controlli sul rispetto delle norme del Codice della Strada da parte della Polizia Locale che ha elevato sanzioni per mancato uso della cintura di sicurezza e non regolarità circa la prescritta revisione obbligatoria, con conseguente sospensione della carta di circolazione.


I controlli hanno interessato anche la centralissima zona della Fontana Greca che, nonostante il suo pregio artistico, vista anche la vicinanza con il Castello Angioino, storica fortezza apprezzata per la sua bellezza circondata dal mare, è spesso invasa da un traffico veicolare indisciplinato e dal posizionamento di bancarelle abusive.


Pertanto, sono stati sanzionati autisti di mezzi di trasporto pubblico (NCC) per sosta vietata.


Gli agenti della Polizia Locale, con l’ausilio degli agenti della Polizia di Stato, hanno sanzionato 3 titolari di bancarelle abusive, per vendita su posto fisso su area pubblica senza autorizzazione.


Tutto il materiale di vendita (conchiglie, spugne e stelle di mare ed alimenti e bevande di vario genere) è stato sottoposto a sequestro amministrativo.


Inoltre, una giovane leccese, si è resa responsabile di occupazione abusiva di area pubblica mediante il posizionamento, nei pressi della Fontana Greca, di una bancarella per la vendita di crepes, con tutto il necessario per la cottura e conservazione degli alimenti (piastre da cucina, bombole a gas, frigorifero e alimenti vari) e, pertanto, tutto il materiale è stato sottoposto a sequestro penale.






Cronaca

Auto si ferma e viene tamponata in tangenziale

Sulla carreggiata direzione nord

Pubblicato

il

Incidente in mattinata in tangenziale a Lecce.

Sinistro sulla ovest, direzione Brindisi, all’altezza dell’uscita per Lequile, poco prima delle ore 7.

Una Fiat Panda ed un furgone protagonisti: violento impatto e gravi danni all’auto, su più lati.

Coda in tangenziale

Anche dopo i soccorsi, lunghe code in tangenziale per un paio d’ore.

Sul posto polizia locale e personale Anas.

Secondo una prima ricostruzione, la Fiat Panda era in panne quando è sopraggiunto il furgone che non avrebbe visto l’ostacolo e lo avrebbe colpito in pieno.

Continua a Leggere

Cronaca

Incidente a Torre Nasparo: uomo in moto condotto in ospedale

Coinvolta anche un’auto sulla litoranea nel territorio di Tiggiano

Pubblicato

il

Incidente stradale sulla litoranea di Tiggiano nel pomeriggio di oggi, domenica 2 ottobre.

Coinvolte una macchina ed una moto, all’altezza di Torre Nasparo. Per il conducente del mezzo a due ruote, rimasto sulla carreggiata, una caduta rovinosa.

Dopo una chiamata al 118, è accorsa sul posto un’ambulanza che lo ha soccorso e condotto in ospedale, il “Cardinale Panico” di Tricase.

Cosciente al momento dell’intervento dei sanitari, l’uomo non verserebbe in condizioni critiche. Nessun altro ferito nell’incidente.

Sul posto anche i carabinieri della Compagnia di Tricase ed i vigili del fuoco del Distaccamento di Tricase. Dinamica in fase di ricostruzione.

Dopo le operazioni di soccorso ed i rilievi, è stato ripristinato il regolare flusso del traffico.

Continua a Leggere

Castrignano del Capo

Bollette da mezzo milione: chiudono i Caroli Hotels

“Costi insostenibili, ci auguriamo che un ritorno alla normalità possa far ricreare le condizioni per una riapertura”

Pubblicato

il

Per “gli spropositati e insostenibili costi che hanno eroso totalmente i margini di profitto” (si parla di bollette da 500mila euro) chiudono le cinque strutture alberghiere del Caroli hotel del Salento, tre a Gallipoli e due a Santa Maria di Leuca: da ieri gli hotel non accettano più prenotazioni ma si limitano solo ad accogliere i turisti ai quali è già stato confermato il booking.

Gli spropositati ed insostenibili costi, che hanno eroso totalmente i margini di profitto rendono impossibile garantire il prosieguo dell’attività pur ricorrendo alle opportunità offerte dal sistema creditizio ed all’implementazione di impianti fotovoltaici, la cui installazione non è stata ancora autorizzata”, queste le dichiarazioni di Attilio Caputo, direttore generale delle strutture alberghiere salentine operative dal 1966, riportate dall’Ansa.

Caputo spiega di aver comunicato l’imminente chiusura alla Prefettura di Lecce e si dice “rammaricato del disservizio che creeremo ad ospiti, partner e fornitori“.

Pertanto, nel ringraziare ulteriormente i nostri collaboratori, che saranno, ahimè, i primi ad essere penalizzati dalla situazione determinatasi, ci auguriamo che un ritorno alla normalità possa far ricreare le condizioni per una riapertura“.

La Caroli Hotels è una catena che dà lavoro a 275 dipendenti.

Giancarlo De Venuto, presidente della sezione di Lecce di AssoHotel, condivide le preoccupazioni. “Invoco – dice – politiche incisive non metodi palliativi per evitare che altre imprese alberghiere gettino la spugna. Bisogna reagire immediatamente, calmierare i prezzi in maniera sensibile, per evitare il rischio di avere i turisti ma non avere le imprese dove accoglierli“.

 

Continua a Leggere
Pubblicità

Più Letti

Copyright © 2019 Gieffeplus