Connect with us

Cronaca

Fermata donna evasa dal carcere di Lecce

Alle 12 di oggi i Carabinieri del Nucleo Operativo di Anzio hanno arrestato Rosa Della Corte, evasa dal carcere di Lecce e dopo una fuga di 14 giorni.

Pubblicato

il

La donna napoletana condannata a 18 anni per omicidio dell’ex fidanzato Salvatore Pollasto, commesso nel 2003 a Casandrino, non era rientrata in carcere il 23 luglio 2014 alla fine di un permesso premio allontanandosi unitamente a Lorenzo Trazza.


Rosa Della Corte

Rosa Della Corte


La fuga d’amore tra i due è terminata il 2 settembre 2014 allorquando Trazza si presentava dapprima presso i Carabinieri di Roma Eur e successivamente riabbracciava la sua famiglia a Muro Leccese che era rimasta in apprensione temendo per la sua incolumità. Le indagini incessanti dopo gli ultimi avvenimenti, coordinate dalla Procura della Repubblica di Lecce, nella persona della Dott.ssa Mininni, sono state condotte sul campo dal Nucleo Operativo e Radiomobile della Compagnia Carabinieri di Maglie, in collaborazione con il Comando di Polizia Penitenziaria di Lecce e con l’ausilio investigativo dei Carabinieri delle Compagnie di Anzio e Ostia e della Squadra Mobile di Reggio Emilia.


Attraverso l’analisi di numerosi tabulati telefonici di parenti ed amici dell’evasa è stato individuato dapprima il nuovo numero di cellulare utilizzato da Rosa e successivamente, attraverso un tracciamento di celle, la località di Ostia dove la stessa ha soggiornato negli ultimi giorni. Successivamente, mediante intercettazione telefonica del predetto numero, gli investigatori hanno captato, nella tarda serata di ieri, una telefonata ad un parente di Reggio Emilia. La P.G. da quel momento ha quindi cercato incessantemente di capire l’eventuale collegamento nella zona di Tor San Lorenzo, cella agganciata dal telefono. E’ stata quindi individuata attraverso riscontri telefonici e anche importanti informazioni assunte sul territorio l’abitazione di un cittadino rumeno dove la stessa veniva ospitata e con il quale aveva stretto amicizia nei giorni della sua latitanza. Grazie alla preziosa collaborazione dei Carabinieri di Anzio, puntualmente indirizzati e coordinati dal Nucleo Operativo di Maglie, questa mattina è stata fatta irruzione nella villetta di Tor San Lorenzo, e Rosa Della Corte, è stata arrestata mentre era ancora in compagnia del rumeno, la cui posizione è tuttora al vaglio degli inquirenti.


Riarrestata evasa dal carcere di Lecce


 

 


Alle 12 di oggi i Carabinieri del Nucleo Operativo di Anzio hanno arrestato Rosa Della Corte (di Murio Leccese), evasa dal carcere di lecce, dopo una fuga di 14 giorni.


 


La donna napoletana condannata a 18 anni per omicidio dell’ex fidanzato Salvatore Pollasto, commesso nel 2003 a Casandrino, non era rientrata in carcere il 23 luglio 2014 alla fine di un permesso premio allontanandosi unitamente a Lorenzo Trazza. La fuga d’amore tra i due è terminata il 2 settembre 2014 allorquando Trazza si presentava dapprima presso i Carabinieri di Roma Eur e successivamente riabbracciava la sua famiglia a Muro Leccese che era rimasta in apprensione temendo per la sua incolumità. Le indagini incessanti dopo gli ultimi avvenimenti, coordinate dalla Procura della Repubblica di Lecce, nella persona della Dott.ssa Mininni, sono state condotte sul campo dal Nucleo Operativo e Radiomobile della Compagnia Carabinieri di Maglie, in collaborazione con il Comando di Polizia Penitenziaria di Lecce e con l’ausilio investigativo dei Carabinieri delle Compagnie di Anzio e Ostia e della Squadra Mobile di Reggio Emilia.


Attraverso l’analisi di numerosi tabulati telefonici di parenti ed amici dell’evasa è stato individuato dapprima il nuovo numero di cellulare utilizzato da Rosa e successivamente, attraverso un tracciamento di celle, la località di Ostia dove la stessa ha soggiornato negli ultimi giorni. Successivamente, mediante intercettazione telefonica del predetto numero, gli investigatori hanno captato, nella tarda serata di ieri, una telefonata ad un parente di Reggio Emilia. La P.G. da quel momento ha quindi cercato incessantemente di capire l’eventuale collegamento nella zona di Tor San Lorenzo, cella agganciata dal telefono. E’ stata quindi individuata attraverso riscontri telefonici e anche importanti informazioni assunte sul territorio l’abitazione di un cittadino rumeno dove la stessa veniva ospitata e con il quale aveva stretto amicizia nei giorni della sua latitanza. Grazie alla preziosa collaborazione dei Carabinieri di Anzio, puntualmente indirizzati e coordinati dal Nucleo Operativo di Maglie, questa mattina è stata fatta irruzione nella villetta di Tor San Lorenzo, e Rosa Della Corte, è stata arrestata mentre era ancora in compagnia del rumeno, la cui posizione è tuttora al vaglio degli inquirenti.


Cronaca

Scontro in centro a Tricase: ferito un uomo

Impatto auto-moto nei pressi di piazza Cappuccini

Pubblicato

il

Lor. Z.

Ferito un uomo nella serata di domenica in un sinistro stradale avvenuto nel pieno centro cittadino di Tricase.

Poco dopo le 22 scontro all’incrocio tra via Enrico Toti e Corso Roma, nelle immediate vicinanze di Cappuccini, come di consueto affollata nel weekend.

Un’auto ed una moto protagoniste dello scontro, dovuto ad una mancata precedenza. A pagarne le conseguenze un uomo della zona. Un giovane carabiniere originario di Miggiano ma in servizio in nord Italia.

L’uomo, sconvolto dall’impatto, è stato soccorso dagli operatori del 118 e trasportato nel vicino ospedale di Tricase. Vi è giunto vigile: le sue condizioni non desterebbero grandi preoccupazioni. Nelle ore successive il sinistro sono stati effettuati gli esami del caso.

I rilievi di rito, invece, sul posto, li ha eseguiti una pattuglia del Nucleo Radiomobile della locale Compagnia. I militari hanno dovuto anche gestire una non semplice situazione traffico, per far defluire le tante vetture che popolano la piazza la domenica sera utilizzando solo una parte della carreggiata.

La moto coinvolta nell’incidente, infatti, è a lungo rimasta al centro della strada, prima di poter essere rimossa.

Continua a Leggere

Cronaca

Cappottamento sulla Ruffano-Surano: soccorsa una donna

Pubblicato

il

Un’auto finita fuori strada e ribaltatasi, ed un grande spavento per una donna che era a bordo.

Nel pomeriggio di oggi un brutto incidente si è verificato sulla strada provinciale tra Ruffano e Surano.

Probabilmente anche a causa dell’asfalto scivoloso, a seguito della pioggia caduta nel pomeriggio, una vettura è uscita dalla carreggiata. Violento l’impatto.

Dall’abitacolo, rimasto capovolto sul tettuccio, è uscita una donna, condotta in ospedale dal 118 in condizioni fortunatamente non critiche.

Sul posto la polizia locale di Ruffano che ha effettuato i rilevi del caso. Necessario anche un carro attrezzi per la rimozione del mezzo.

Continua a Leggere

Castrignano del Capo

Incidente a Leuca: sbalzata dall’auto, muore una donna

Pubblicato

il

Tragedia nella serata di ieri a Leuca dove si è verificato un incidente risultato fatale per una donna della zona.

Il sinistro, che poco prima delle 19 ha visto il coinvolgimento di due vetture, si è verificato nei pressi del cimitero.

Le auto: una Stelvio ed una Fiat Panda. A bordo di quest’ultima la malcapitata donna, Maria Panzera, 80 anni, originaria di Giuliano (Castrignano del Capo), sbalzata dal veicolo nell’impatto, finendo rovinosamente al suolo.

Il 118 ha prestato i n primo soccorso sul posto per poi trasferirla in codice rosso presso l’ospedale “Card. Panico” di Tricase. Gli altri due feriti, invece, sono stati trasportati in codice giallo presso il “Veris Delli Ponti” di Scorrano.
Sul posto, oltre al personale medico e paramedico sono intervenuti anche gli agenti della polizia locale di Castrignano del Capo per i rilievi. A loro il compito di accertare eventuali responsabilità.

Continua a Leggere
Pubblicità

Più Letti

Copyright © 2019 Gieffeplus