Connect with us

Cronaca

Furto al Comune di Trepuzzi: chiuse indagini

Pubblicato

il

Colpirono lo scorso marzo con un furto fuori sede, ora sono in 7 sul registro degli indagati.


Hanno nome e cognome i sospettati responsabili del furto ai danni degli uffici comunali di Trepuzzi. A loro è stato comunicato un avviso di chiusura delle indagini con l’accusa di furto per due e di ricettazione per altri 5.


Una rete ben assortita quindi che secondo gli inquirenti avrebbe visto compiere il furto Giovanni Bramato, 42enne, e Claudio Melileo, 51enne, entrambi di Ugento.

A occuparsi del bottino invece sarebbero stati Dario Scarcella, 43 anni, di Tricase; Giuseppina Palumbo, 50 anni, di Neviano e altri 3 individui di Ugento: Andrea Eupremio Malagnino, 43 anni; Livio Mauro, 53enne e Fernando Palma, 52 anni.


Fondamentali per il certosino lavoro dei carabinieri di Trepuzzi il supporto delle immagini delle telecamere di videosorveglianza ed i tabulati telefonici; nonché le perquisizioni attuate nei mesi trascorsi tra il furto ed oggi in collaborazione con i militari di Neviano e Ugento.


Cronaca

Nonna e papà ostetrici all’improvviso: parto in casa e grande gioia a Gagliano

Pubblicato

il


La vita non aspetta.





Lo sa bene una famiglia di Gagliano del Capo che ha festeggiato ieri l’arrivo di un pargoletto venuto al mondo tra le mura domestiche.





Nel cielo le prime luci dell’alba quando, all’improvviso, la giovane mamma ha accusato fitte e forti dolori. Il tempo di chiamare il 118, che il piccolo era già pronto a emettere il suo primo vagito.




Ecco allora che, con nervi saldi, nonna e papà si sono adoperati riuscendo a portare a termine quasi in autonomia il parto.





All’arrivo dell’ambulanza, il piccolo era già tra le loro braccia. Il personale del 118 ha reciso il cordone ombelicale ed è ripartito alla volta dell’ospedale di Tricase, con a bordo mamma e bebè. Qui sono stati effettuati una serie di controlli per appurare che tutto fosse andato bene.





Nel giro di pochi minuti una nuova vita ha colorato la giornata di Gagliano. Con un parto memorabile, alla vecchia maniera, che lascerà un ricordo indelebile in tutti i suoi protagonisti.


Continua a Leggere

Cronaca

Controlli sul lavoro: titolare di 3 aziende percepiva RdC

Pubblicato

il

Controlli ad ampio raggio dei Carabinieri nelle aziende salentine.

Il comando provinciale di Lecce, col supporto del nucleo Ispettorato del lavoro e della ITL, ha effettuato una serie di servizi finalizzati al contenimento della diffusione del contagio da coronavirus e al rispetto delle normative in ambito lavorativo.

Complessivamente sono state controllate 12 aziende.

A Ugento un’azienda che aveva occupato dei lavoratori in assenza della sorveglianza sanitaria e non li aveva sottoposto alla dovuta formazione anti-covid-19.
A Porto Cesareo e Santa Caterina al Bagno sono state riscontrate delle irregolarità in ambito edilizio. Alcune ditte stavano svolgendo dei lavori nonostante i committenti non avessero verificato i loro requisiti tecnico-professionali e risultassero non regolarmente iscritte alla Cciaa.

Telecamere di video-sorveglianza irregolari, invece, a Nardò. Un’azienda del posto le aveva installate senza la regolare autorizzazione preventiva della direzione territoriale del lavoro.

Singolare, infine, quanto accaduto a Lecce.  E’ stato identificato un imprenditore del posto che percepiva il reddito di cittadinanza, nonostante fosse titolare di tre società.

Continua a Leggere

Cronaca

Uno evadeva i domiciliari, l’altro col market della droga: pizzicati dai carabinieri

Pubblicato

il

I controlli dei carabinieri nel Leccese hanno portato, nelle scorse ore, ad un arresto per evasione ed a uno per detenzione ai fini di spaccio di sostanza stupefacente.

Primo a finire nei guai un uomo di Lizzanello sorpreso dai carabinieri fuori dalla sua abitazione dove era ristretto ai domiciliari. L’uomo, D. M., 29enne, aveva reiteratamente violato le restrizioni a suo carico. I militari gli hanno quindi notificato l’aggravamento della misura cautelare a suo carico, impostogli dal tribunale di sorveglianza di Lecce.

Il nucleo radiomobile di Lecce, invece, ha sorpreso un 32enne in possesso di una sorta di market della droga. Aveva con sé stupefacente di vario tipo: di due dosi di cocaina per un totale di 2 grammi e 60; 15 dosi di hashish per un totale di circa 70 grammi; due dosi di marijuana per un totale di 10 grammi e somma contante di 2mila e 400 euro.

L’uomo, dopo il fermo, è stato rimesso in libertà su disposizione dell’autorità giudiziaria.

Continua a Leggere
Pubblicità

Più Letti

Copyright © 2019 Gieffeplus