Connect with us

Calimera

Gattino cade in un canale e perde i sensi: recuperato e rianimato dal 115

Pubblicato

il














Ieri, alle ore 21 circa, una squadra dei Vigili del Fuoco di Lecce è intervenuta nel Comune di Calimera, in via Colombo, per una richiesta di soccorso per un gattino, di un mese, precipitato all’interno di un pluviale.




Un intervento che si è rilevato più complicato del previsto in quanto il piccolo gattino era rimasto bloccato in una tubatura interna a un muro.





Dopo una lunga e complicata operazione, i vigili del fuoco sono riusciti a tirarlo fuori. Però il micio era privo di sensi e non respirava più.





I vigili del fuoco non si sono persi d’animo ed hanno deciso di iniziare una delicata operazione di rianimazione effettuando il massaggio cardiaco. Dopo qualche minuto il piccolo gattino ha reagito iniziando a muovere l’addome ed aprire gli occhietti. Segnale accolto con grande gioia dai proprietari. Il gattino, visibilmente provato dall’esperienza vissuta, è stato trasportato dagli stessi proprietari presso una clinica privata dove è stato preso in cura dai veterinari.


Appuntamenti

Scicafè, il Caffè della Scienza a Martignano

Domani, nel piccolo borgo griko, l’incontro  con grandi donne e uomini di scienza organizzato dall’I. C. di Calimera, Caprarica di Lecce e Martignano. Ospiti Senatrice a vita Elena Cattaneo e la Prof.ssa Silvana Gaetani Ordinaria di Farmacologia presso la Sapienza Università di Roma

Pubblicato

il

L’evento, giunto alla quinta edizione, rappresenta un’occasione straordinaria per i giovani alunni della scuola, e per la comunità intera, di affrontare tematiche economiche e scientifiche in modo innovativo e colloquiale. Attraverso il racconto e la sensibilità delle persone, siano essi scienziati, economisti, divulgatori, ricercatori, di fama nazionale o internazionale, ed un confronto diretto e informale, l’opportunità è ghiotta per rispondere con entusiasmo alle grandi questioni e domande che la scienza sollecita. Dopo le presenze del Premio Nobel, Fisico e Accademico Giorgio Parisi, del divulgatore di Uno Mattina Colonnello Francesco Laurenzi, del Fisico, Direttore dei periodici National Geographic, National Geographic Traveler, Le scienze e Mind, Dott. Marco Cattaneo, del Prof. Carlo Cottarelli, Economista, Editorialista e Senatore della Repubblica, l’edizione 2023 vedrà la partecipazione della Senatrice a vita Elena Cattaneo e della Prof.ssa Silvana Gaetani.

Elena Cattaneo è Professoressa Ordinaria di Farmacologia presso l’Università degli studi di Milano. Nota per i suoi studi sulla malattia di Huntington e per le sue ricerche sulle cellule staminali, è stata nominata senatrice a vita il 30 agosto 2013 dal Presidente Giorgio Napolitano. È direttrice del laboratorio di biologia delle cellule staminali e farmacologia delle malattie neurodegenerative del dipartimento di bioscienze dell’Università Statale di Milano. è tra i massimi esperti italiani di cellule staminali e malattie neurodegenerative, punto di riferimento per gli scienziati che a livello internazionale lavorano in questo campo. La sua è senz’altro la storia di una donna tenace e piena di entusiasmo che ha dedicato una vita intera alla ricerca e alla sfida per superare i limiti.

Come ha spiegato lei stessa in un’intervista, «il nostro è un lavoro affascinante che assorbe anima e corpo nella paziente verifica quotidiana di idee mai pensate prima da nessun altro. Idee libere, impossibili da domare, da trattenere, un patrimonio inestimabile dell’umanità, del mondo e del nostro Paese».

Silvana Gaetani è Professoressa Ordinaria di Farmacologia presso la Sapienza Università di Roma, dove è Coordinatrice del Dottorato di Farmacologia e Tossicologia. La sua attività di ricerca è incentrata sulla neuropsicofarmacologia, attraverso lo studio di modelli preclinici di obesità e di disturbi del comportamento alimentare e la caratterizzazione di nuovi target terapeutici. È membro del Consiglio Direttivo della Società Italiana di Farmacologia.

Al percorso scientifico dello Scicafè si affianca quello artistico con la presentazione di DNA, opera dell’artista David Cesaria. DNA è una scultura luminosa in continuo divenire: una luminaria in legno e lampadine led (a basso consumo) progettata e realizzata con la tradizionale tecnica delle luminarie salentine. Composta da 8 moduli, DNA è lungo 12 metri. A differenza delle altre luminarie, che vengono esposte verticalmente, DNA è istallata in orizzontale su semplici cavalletti in legno. Una parte illuminata con colori scelti dall’artista David Cesaria ed una parte incompleta con tutte le lampadine da avvitare: il visitatore potrà scegliere una o più lampadine ed avvitarle, creando composizioni cromatiche diverse e generando un DNA sempre nuovo.

All’incontro prenderanno parte la dirigente scolastica Piera Ligori, il docente di progetto  Paolo Martena, il sindaco di Martignano Luciano Aprile.

Nel corso dell’evento si esibirà l’Orchestra del Corso ad indirizzo musicale.

Al termine della serata musiche e danze tipiche con l’Orchestra popolare “I fili tu spezialu Giorgi” (in griko Gli amici dello scienziato Giorgio), dedicata al Prof. Giorgio Parisi.

Lo Scicafè è interamente organizzato dai ragazzi dell’Istituto Comprensivo di Calimera, Caprarica di Lecce e Martignano, con il sostegno del Comune di Martignano, in collaborazione con la Cooperativa sociale Open del Parco Turistico Culturale Palmierila Pro Loco di Martignano, il patrocinio della Società Italiana di Farmacologia e il sostegno di alcuni sponsor.

Lo Scicafè si conferma un evento interamente Plastic Free! Dagli alunni della scuola un messaggio chiaro per la salvaguardia dell’ambiente.

Continua a Leggere

Attualità

Fiusis Best Practice europea della bioeconomia, a Calimera esperti da tutta Europa

Il tricasino Marcello Piccinni, titolare di Fiusis: “Essere identificati come Best Practice della Bioeconomia ed ospitare tanti illustri studiosi che si interessano al nostro progetto è emozionante e ci riempie di orgoglio”

Pubblicato

il

Si è svolta a Calimera una giornata di studio interna al progetto europeo Branches che candiderà FIUSIS come Best Practice Europea della Bioeconomia.

Il progetto, partecipato da enti scientifici di tutta Europa, mira ad individuare e promuovere le Best Practices della Bioeconomia nei vari territori. Partner italiani del progetto sono CNR, ITABIA ed ENEA .

Presso lo stabilimento dell’azienda salentina e in collegamento con altri 10 stati europei si sono confrontati sul tema diversi studiosi del settore.

Particolarmente toccante l’intervento da Kiev della Responsabile dello Svilippo Economico e Forestale dell’Ucrania.

Grande soddisfazione è stata espressa da Marcello Piccinni, titolare di Fiusis: “Essere identificati come Best Practice della Bioeconomia ed ospitare tanti illustri studiosi che si interessano al nostro progetto è  emozionante e ci riempie di orgoglio”.

Sono intervenuti per i saluti iniziali, il Commissario Europeo on. Paolo De Castro, il sindaco di Calimera Gianluca Tommasi, il sindaco Antonio De Donno di Tricase, città di origine dell’imprenditore Marcello Piccinni, il consigliere provinciale Brizio Maggiore e per Confindustria il direttore Antonio Martella.

Continua a Leggere

Attualità

Offerte di lavoro: 1.218 posti

Il 13esimo report offerte di lavoro dell’Ambito di Lecce di Arpal Puglia. Nel click day, dedicato al decreto flussi, focus sulle richieste avanzate ai Centri per l’Impiego leccesi per la richiesta di personale dall’estero

Pubblicato

il

Sono state 212 le aziende salentine che, da gennaio ad oggi, giorno del “click day”, si sono rivolte ad Arpal Puglia per verificare l’indisponibilità di lavoratori presenti sul territorio nazionale prima di assumere manodopera dall’estero.

Com’è noto, il “decreto flussi”, cioè il Decreto del presidente del Consiglio dei ministri del 29 dicembre 2022, ha stabilito 82.705 ingressi per quest’anno ed ha assegnato un ruolo centrale ai centri per l’impiego: sono state presentate richieste di personale per un totale di 834 lavoratori. 

Nel 41,25 per cento dei casi, la ricerca riguarda il turismo e la ristorazione, settore nel quale sono state presentate richieste per 344 addetti, dai sushiman ai lavapiatti, dalle cameriere ai piani ai barman, dagli chef e aiuto cuochi ai camerieri di sala e pizzaioli.

Segue l’edilizia, che copre quasi il 30 per cento delle domande avanzate (248 addetti).

Per l’industria del legno, sono state depositate richieste per 97 falegnami da impiegare soprattutto nel segmento degli arredi civili e navali. A seguire, ci sono il commercio (60 addetti); l’industria metalmeccanica (39); l’agricoltura, la pesca e l’agroalimentare (24); l’artigianato (23); i trasporti e riparazioni veicoli (19) e ulteriori dieci lavoratori sono ricercati, nel complesso, per i settori amministrativo, cura della persona, bellezza e benessere e pulizie-multiservizi.

Fonte dati: Centri per l’impiego Ambito di Lecce Arpal Puglia

posizioni_aperte_settore (1).jpg

«Intenso e meticoloso il lavoro fatto dai dieci centri per l’impiego», commenta Luigi Mazzei, dirigente U.O. Coordinamento Servizi per l’Impiego Ambito di Lecce Arpal Puglia, «tant’è che ammontano a 1.080 i nominativi inviati alle aziende in risposta a 168 annunci, un’attività di preselezione frutto non soltanto delle candidature giunte ma anche della ricerca fatta dagli operatori attraverso le banche dati. Sono, invece, 25 le dichiarazioni di indisponibilità accertate».

Sul totale di 256 annunci, infine, sono 63 quelli ancora in fase di lavorazione, in quanto non è ancora scaduto il termine di quindici giorni entro il quale dare riscontro alle aziende.

Dal punto di vista territoriale, la ricerca si è concentrata soprattutto nei comuni di competenza del centro per l’impiego di Lecce, dunque nella città capoluogo e nel suo hinterland, che ha assorbito oltre il 44 per cento di posizioni aperte (374 per un totale di 96 aziende).

A Nardò sono state 99 per trenta aziende; a Galatina 85; a Casarano 70; a Campi Salentina 66; a Maglie 43; a Tricase 38; a Gallipoli 26.

Chiudono Martano e i comuni della Grecìa con 17 e Poggiardo con 16.

Fonte dati: Centri per l’impiego Ambito di Lecce Arpal Puglia

posizioni_aperte_cpi.jpg

La scadenza del decreto flussi condiziona anche la ricerca di personale, fisiologicamente in calo nel territorio: passano da 1.540 a 1.218 i lavoratori ricercati dai centri per l’impiego in questa settimana, come documentato daltredicesimo report delle offerte di lavoro redatto dall’U.O.Coordinamento Servizi per l’Impiego dell’Ambito di Lecce di Arpal Puglia. Oltre la metà (753) riguarda il settore turistico, mentre il calo maggiore si registra nel commercio, nel metalmeccanico e nell’artigianato.

Per favorire l’incrocio domanda-offerta, diversi sono i recruiting day in programma: il prossimo 30 marzo, dalle ore 15 alle 17, se ne terrà uno interamente dedicato al settore metalmeccanico, organizzato presso il centro per l’impiego di Lecce assieme aManpower.

Lunedì 3 aprile, dalle 10 alle 17, invece, il Castello di Gallipoli ospiterà il Job Day sul turismo organizzato da Comune, Its, Anpal e Arpal.

Si ricorda che le offerte, parimenti rivolte ad entrambi i sessi, sono pubblicate quotidianamente sul portale lavoroperte.regione.puglia.it, raggiungibile anche cliccando sui codici offerta inseriti all’interno degli annunci contenuti nel report. Quest’ultimo, inoltre, è diffuso anche sulla pagina Facebook “Centri impiego Lecce e provincia“, sul portale Sintesi Lecce e sui profili Google di ogni centro per l’impiego. Le candidature possono essere trasmesse tramite Spid, via mail o direttamente allo sportello presso gli uffici.

Per leggere il 13° Report di Arpal nella sua versione integrale clicca qui
Continua a Leggere
Pubblicità

Più Letti

Copyright © 2019 Gieffeplus