Connect with us

Castrignano del Capo

Il racconto dell’incidente in barca a Leuca: “Sentivo il risucchio dell’elica, mi credevano morto”

Pubblicato

il


Sulle colonne di Lecceprima, uno dei protagonisti della collisione tra natanti di domenica scorsa nel mare di Leuca racconta la sua disavventura.





È Federico Delli Noci, 40enne veterinario di Lecce. Colui che ha avuto la peggio nell’incidente (volando in mare e rimanendo ferito) ma al contempo, forse, il più fortunato (per come avrebbero potuto andare le cose).





“Eravamo un gruppo di amici con tre barche, avevamo deciso di raggiungere la marina di Felloniche, partendo dal porto di Leuca. Dato che la mia barca era la più lenta e che gli altri dovevano fare carburante, ci siamo messi in mare un poco prima”, racconta, spiegando come per fortuna i bambini fossero rimasti a bordo della seconda imbarcazione, evitando quindi il misfatto.




“Io ero a prua con mia moglie Laura, davanti c’erano mia cognata Teresa e suo figlio. A un certo punto, Teresa ha sgranato gli occhi e s’è messa a urlare, Laura s’è alzata in piedi, anche lei iniziando ad agitarsi. Giusto il tempo di girarmi”, ricorda, “e ho visto la prua di un gommone impennata piombare sul motore e poi sono caduto in mare. La lancia ha ruotato, dopo l’impatto, e così gli altri sono usciti fuori dalla traiettoria e sono rimasti a bordo. Ma la lancia ha iniziato a imbarcare acqua”.





“Quando sono finito sott’acqua, ho sentito il risucchio dell’elica. Ho retratto gli arti e li ho avvicinati al corpo. Poi, con le mani, mi sono spinto più in basso. In superficie, mia moglie e mia cognata urlavano, temevano che fossi morto. Ne erano certe. Mia moglie, Laura, è stata sotto choc a lungo. E quella notte non siamo riusciti a dormire”.





“Non sapevo se fossi stato colpito da qualcosa”, ammette. “Ho iniziato a osservare intorno a me, per capire se vi fosse sangue in mare, e per fortuna non ce n’era”, spiega. “Ma ho sento mia moglie urlare ‘è morto, è morto’! E così anche mia cognata. Mi sono avvicinato e Laura era traumatizzata. Poi la giornata è proseguita all’ospedale di Tricase. Ne siamo usciti alle 22e30. È stata una giornata assurda e non abbiamo dormito, siamo rimasti tutta la notte con il pensiero”, conclude.


Castrignano del Capo

Aggredisce un uomo e gli sfonda il finestrino: arresto a Leuca

Pubblicato

il


Notte movimentata a Santa Maria di Leuca dove i carabinieri hanno tratto in arresto un uomo all’alba di oggi.





In un noto locale della marina di Castrignano del Capo, poco dopo mezzanotte e trenta, P. R., 47enne, si è reso protagonista, assieme ad un altro uomo, di una aggressione ai danni di una persona del posto.





Nella colluttazione, il 47enne avrebbe inveito anche contro i familiari dell’aggredito che erano intervenuti in difesa del loro parente. Infine, in preda alla collera, gli avrebbe anche sfondato un finestrino della macchina.




I carabinieri di Gagliano si sono recati a Leuca e dopo una breve indagine e la ricostruzione dell’accaduto, sono risaliti al responsabile. Lo hanno raggiunto presso la sua abitazione ed arrestato alle 6e30 circa di questa mattina.





P. R. è accusato di resistenza a pubblico ufficiale, oltraggio a pubblico ufficiale, danneggiamenti e minacce gravi.





Il 47enne è stato condotto presso il carcere di Lecce. Sara processato per direttissima.


Continua a Leggere

Castrignano del Capo

Sbarco a Leuca nella notte: 9 migranti

Pubblicato

il


Un gruppo di migranti è stato rintracciato al largo delle coste salentine nella serata di ieri.





L’imbarcazione, a bordo della quale vi erano 9 persone di cittadinanza straniera, è stata condotta nel porto di Leuca.





Il gruppo sarebbe composto da un palestinese, uno yemenita e 7 siriani. Prima del trasferimento al centro don Tonino Bello di Otranto e delle procedure di identificazione, si è proceduto alle operazioni di primo soccorso con l’ausilio della Croce Rossa.




I migranti, in buone condizioni di salute, sono stati sottoposti a tampone.





Si sospetta tra gli arrivi vi possa essere anche lo scafista.


Continua a Leggere

Castrignano del Capo

Diocesi di Ugento-Leuca: nuovi parroci

Pubblicato

il


Novità in vista in alcune parrocchie della Diocesi Ugento – Santa Maria di Leuca.





A Tricase





Rese pubbliche le scelte del Vescovo mons. Vito Angiuli: nella parrocchia di Sant’Antonio da Padova di Tricase il nuovo parroco, a far data dal 6 settembre, sarà don Pierluigi Nicolardi.





Don Salvatore Chiarello invece, dal 31 agosto, sarà il parroco della parrocchia di Sant’Andrea, sempre a Tricase, a Caprarica del Capo.





A Salve





Novità anche a Salve dove don Marco Annesi, dal prossimo 6 di settembre, guiderà la parrocchia di San Nicola Magno.





La parrocchia di Sant’Elia Profeta della frazione di Ruggiano, dal 10 settembre, sarà amministrata da Don Luigi Stendardo.




A Ugento





Dal 1 settembre, il Seminarista di VI anno, Aurelio Sanapo, sarà presso la Parrocchia San Giovanni Bosco a Ugento.





A Gemini invece, dal prossimo 10 settembre, ci sarà don Luca Abaterusso presso la Parrocchia “San Francesco d’Assisi”.





A Castrignano del Capo





Dallo scorso 22 agosto Don Andrea Malagnino è Vicario Parrocchiale a Giuliano, nella frazione di Castrignano del Capo, presso “San Giovanni Crisostomo”.





In Svizzera





Don Rocco Zocco, nel mese di dicembre 2020, al termine del corso trimestrale di lingua tedesca presso Monaco di Baviera, inizierà l’esperienza di sacerdote missionario nella Missione Cattolica di Zurigo.


Continua a Leggere
Pubblicità

Più Letti

Copyright © 2019 Gieffeplus