Connect with us

Corsano

Lavori pubblici con tangente a Corsano? Nessuna richiesta di patteggiamento

Il Gup ha inoltre respinto la costituzione di parte civile presentata dall’associazione GAIA

Pubblicato

il

Nuovi elementi trapelano sul processo penale che vede tra gli imputati alcuni ex amministratori del Comune di Corsano, unitamente ad altri professionisti del luogo, per l’assegnazione di alcuni lavori pubblici riguardanti una scuola comunale.


La costituzione di parte civile presentata dall’associazione GAIA, sulla spinta del ruolo svolto sul territorio di Corsano nella promozione della cultura della legalità e dei diritti dei cittadini, è stata rigettata dal Gup per difetto di legittimazione processuale.


Nessuno tra gli imputati inoltre, a differenza di quanto trapelato nelle ore seguenti l’udienza, ha formulato istanza di patteggiamento. A questo gli 8 iscritti nel registro degli imputati, tra cui compare anche il nome dell’ex sindaco Martella, aspettano i prossimi sviluppi: nelle prossime settimane il giudice deciderà se e chi rinviare a giudizio.

Le indagini sono scattate per le ipotesi di reato di falso ideologico commesso da pubblico ufficiale, turbata libertà degli incanti e corruzione per un atto contrario ai propri doveri d’ufficio.


Corsano

Domani i funerali di Pasquale, carrozziere morto in moto sulla litoranea

Pubblicato

il


L’ultimo saluto sarà lì, dove chi lo conosceva passava a salutarlo durante il suo lavoro. Dove aveva fatto della sua passione per i motori un mestiere, quello del carrozziere. Pasquale Rizzo, 48enne morto in un tragico incidente stradale sulla litoranea lo scorso sabato, verrà trasportato domani nella sua officina, nella zona pip di Corsano.





È qui che sarà allestita la camera ardente, mentre il rito funebre si terrà presso la Chiesa di San Biagio, sempre a Corsano. Inizialmente indicato nelle ore 16, dall’annuncio funebre, l’orario è stato comunicato quale corretto nelle ore 17.




Originario di Specchia, sposato Corsano e padre di una figlia, Pasquale ha lasciato un vuoto nella comunità corsanese, scossa dalla tremenda notizia che sabato al tramonto ha attraversato il Capo di Leuca. Un fatale attimo gli è costato la vita. Uno schianto contro una vettura che pare stesse superando a bordo della sua Ducati 749. Dopo il botto le sirene del 118 e del 115, mentre la moto bruciava lungo la carreggiata. L’incidente è parso da subito gravissimo. Nulla hanno potuto, infatti, i sanitari giunti in ambulanza. Pochi attimi dopo, sgomenti, quanti lo conoscevano hanno iniziato a ricordarlo con commozione e affetto. Domani, lì dove tutti i giorni coltivava la sua passione per i motori, l’ultimo saluto.






Continua a Leggere

Corsano

Incidente in moto sulla litoranea: perde la vita carrozziere di Corsano

Pubblicato

il


Sabato pomeriggio tragico nel Capo di Leuca. Sulla litoranea tra San Gregorio e Torre Vado ha perso la vita un uomo di Corsano.





La vittima è Pasquale Rizzo, 48 anni, carrozziere molto noto nel suo paese. Si è schiantato, a bordo di una moto Ducati, contro una Skoda che, secondo la prima ricostruzione, era parcheggiata e si stava immettendo sulla provinciale tra le due marine.









Fatale lo schianto per il 48enne, finito contro un muro di cinta prima ritrovarsi sull’asfalto. Con la moto che ha addirittura preso fuoco. Sul posto anche i vigili del fuoco del Distaccamento di Tricase ed i carabinieri della Compagnia di Tricase. Il personale del 118 non ha potuto nulla.




A Corsano è sgomento per l’accaduto. Il 48enne, originario di Specchia, sposato a Corsano e padre di una figlia, era conosciuto da tutta la comunità locale. Anche per la sua attiva partecipazione alla sentita ricorrenza del carnevale nel quale, annualmente, era protagonista nella realizzazione dei carri allegorici.










Continua a Leggere

Corsano

Maltrattamenti e lesioni in famiglia: arresto a Corsano

Pubblicato

il


Maltrattamenti in famiglia e lesioni personali. È stato ritenuto colpevole ed è finito in arresto un 34enne di Corsano.





L’uomo, E. C. le sue iniziali, dovrà espiare una pena di 3 anni, 6 mesi ed 8 giorni come riportato nell’ordinanza emessa dall’Ufficio Esecuzione Penale della Procura della Repubblica di Lecce, notificatagli dai Carabinieri di Corsano.




Proprio a Corsano il 34enne si è reso protagonista dei fatti imputatigli e commessi tra il 2018 ed il 2019. I riscontri raccolti dai carabinieri all’epoca hanno portato in giudizio E. C., fino alla condanna. Per lui si sono aperte le porte del carcere di Lecce.


Continua a Leggere
Pubblicità

Più Letti

Copyright © 2019 Gieffeplus