Connect with us

Corsano

Presunta tangente per lavori in scuola di Corsano: tenuta l’udienza preliminare

Con l’ex sindaco, indagati altri 7: alcuni chiedono patteggiamento

Pubblicato

il


L’inchiesta scattata sui lavori di riqualificazione di una scuola di Corsano ha visto in queste ore andare in scena l’udienza preliminare a carico degli indagati.




Si tratta di un bando ricaduto nel periodo di competenza dell’amministrazione guidata dall’ex sindaco Biagio Martella, nel 2017. I riflettori si sono accesi sull’assegnazione dei lavori dopo l’esposto di alcuni attivisti pentastellati e di alcuni consiglieri. Vi sarebbe una presunta tangente da 20mila euro che avrebbe pilotato la gara per l’assegnazione del bando. Il valore dei lavori sarebbe approssimativamente di 1 milione di euro.

Le indagini per le ipotesi di reato di falso ideologico commesso da pubblico ufficiale, turbata libertà degli incanti, corruzione per un atto contrario ai propri doveri d’ufficio hanno interessato, oltre all’allora sindaco, in tutto 8 persone: il fratello dell’ex primo cittadino, Giorgio Martella; il dirigente dell’ufficio Tecnico di Corsano Antonio Bleve; gli architetti Fernando Zocco, 60 anni, di Lecce, e Antonio Bisanti, 59 anni, di Corsano; l’ingegnere Sebastiano Chiarello, 41 anni, di Tricase; l’architetto Chiara Chiarello, 32 anni, di Gagliano del Capo e l’ingegnere Emiliano Zampironi, 46 anni di Gagliano del Capo.

L’Associazione Gaia di Corsano, rappresentata dall’avvocato Massimo Pagliaro, ha richiesto di costituirsi parte civile durante l’udienza preliminare per il suo ruolo svolto sul territorio di Corsano nella promozione della cultura della legalità e dei diritti dei cittadini.

Come riportato da TeleRama, alcuni degli indagati avrebbero chiesto il patteggiamento. Entro il prossimo mese dovrebbe arrivare la decisione del giudice.


Alessano

Auto contro bici sulla Alessano-Corsano: ciclista in codice rosso

Uomo di Corsano soccorso dopo violento scontro e condotto in ospedale a Tricase

Pubblicato

il

E’ apprensione per le sorti di un uomo investito oggi nel Capo di Leuca mentre era in sella ad una bicicletta.

L’incidente è avvenuto ad Alessano, lungo la strada provinciale che conduce a Corsano. Proprio di Corsano, 59 anni, sarebbe l’uomo travolto da un’auto in transito.

Violento l’impatto che ha visto il ciclista finire contro il parabrezza di una Dacia. La bici è stata piegata in due dallo schianto, l’uomo, invece, è stato soccorso dal personale del 118 e condotto in ospedale a Tricase.

Le sue condizioni sono apparse subito critiche: è arrivato in nosocomio in codice rosso. I primi riscontri sono però fortunatamente positivi: non sarebbe in pericolo di vita.

Sulla strada una macchia di sangue racconta la violenza dell’incidente, i cui rilievi sono stati effettuati dai carabinieri, intervenuti sul posto con il personale della Radiomobile di Tricase e della stazione di Alessano.

Continua a Leggere

Alessano

Troppi incidenti stradali: Osservatorio convocato in Prefettura

La nostra la provincia pugliese interessata dal maggior numero di incidenti stradali mortali. Condivisa l’opportunità di adottare misure finalizzate alla messa in sicurezza delle strade, al contrasto dei comportamenti irresponsabili e all’ educazione alla guida sicura

Pubblicato

il

Focus sull’emergenza incidenti stradali nel Salento.

Nel 2021 la nostra è stata la provincia pugliese interessata dal maggior numero di incidenti stradali mortali.

La Prefettura ha convocato l’Osservatorio per il monitoraggio degli incidenti stradali e per l’individuazione e adozione di misure di prevenzione e contrasto delle principali cause.

L’osservatorio, presieduto dal Prefetto di Lecce Maria Rosa Trio, ha visto la partecipazione dei vertici delle Forze di Polizia, dei rappresentanti degli enti proprietari delle strade del territorio provinciale, nonché degli Enti locali, dell’Associazione “Alla conquista della vita” e di tutte le istituzioni a vario titolo interessate alle problematiche della sicurezza stradale.

Partendo dall’esame dei dati statistici elaborati da ASSET, è stata elaborata una mappatura dei tratti stradali più esposti all’incidentalità.

Il Prefetto ha evidenziato la necessità di una riflessione corale, sottolineando come «la complessità del fenomeno renda necessario assicurare sin da subito risposte di sistema da sviluppare con un approccio integrato, che elabori un quadro organico di interventi utili alla prevenzione ed al contrasto delle condotte di violazione del Codice della Strada, che rappresentano spesso le principali cause di incidenti stradali anche gravi».

Solo nel 2021, a seguito dell’attività di accertamento svolta su strada dalle Forze di Polizia, sono stati adottati dalla Prefettura circa 500 provvedimenti di sospensione cautelare della patente per guida in stato di ebbrezza per uso di alcool e sostante stupefacenti.

Al termine dell’incontro, i presenti hanno condiviso l’opportunità di porre in essere un’azione sinergica con misure finalizzate alla messa in sicurezza delle strade utilizzando i proventi delle sanzioni amministrative ( e quindi miglioramento della segnaletica e dell’illuminazione degli attraversamenti e dei percorsi pedonali, diffusione di dissuasori di velocità), implementazione del contrasto dei comportamenti irresponsabili (come guida in stato di ebbrezza o sotto l’effetto di stupefacenti, uso di telefono cellulare, eccesso di velocità), interventi informativi, di sensibilizzazione e di educazione alla guida sicura (in raccordo con le Istituzioni scolastiche).

Continua a Leggere

Corsano

Scontro auto moto all’incrocio a Corsano: ferito ragazzo

L’incidente nella serata di ieri lungo la strada più trafficata del paese: via Regina Elena

Pubblicato

il

Apprensione e poi sospiro di sollievo nella serata di ieri a Corsano per le sorti di un ragazzo condotto in ospedale dopo un incidente per le vie del paese.

Si tratta di un sinistro avvenuto poco dopo le 19 all’ingresso di Corsano, lato Tiggiano.

All’incrocio tra via Regina Elena e via Kennedy, l’impatto tra un’auto ed una moto.

Come spesso accade in questi casi, ad avere la peggio è il mezzo a due ruote che, infatti, rovina sull’asfalto.

Il conducente, un ragazzo, viene soccorso sul posto dal 118. Intervengono le forze dell’ordine che prendono i rilievi del caso.

Per il giovane viene disposto il trasporto in ospedale. La scena, con la moto ancora a terra a centro incrocio, tiene i tanti curiosi, di passaggio su una strada a traffico intenso, inchiodati sul posto in ansia per le sorti del motociclista che, per fortuna, non sono gravi: in serata, giungono notizie confortanti sul suo conto.

Illeso il conducente della macchina. Causa dello scontro sarebbe la svolta di uno dei due mezzi al sopraggiungere dell’altro. Alle forze dell’ordine l’onere di ricostruire nel dettaglio la dinamica.

Continua a Leggere
Pubblicità

Più Letti

Copyright © 2019 Gieffeplus