Connect with us

Casarano

Lotta al Covid: le mosse della Regione

Fondi dal Ministero della Salute permetteranno un aumento dei posti anziché il loro taglio. Casarano sarà ospedale di primo livello

Pubblicato

il


Non piace, in Regione, l’andazzo sanitario che sta portando il Coronavirus a diffondersi nuovamente in maniera preoccupante.





Il governatore Michele Emiliano a breve convocherà i prefetti per discutere della direzione da seguire per contrastare l’incubo di un ritorno di fiamma del Covid.





Intanto, emergono decisioni in merito alla rete ospedaliera. Novità che sanno di un ritorno al passato: il Ministero ha infatti tirato il freno sui tagli. Il numero di posti letto stabilito è di 1255 per tutta la Puglia, 276 in più di terapia intensiva (arrivando a 580 complessivi) e 285 di semi intensiva.





Novità a Casarano





Il sistema ospedaliero, ha detto Emiliano, “si militarizza” in attesa della seconda ondata. Con l’imprescindibile aumento dei fondi ricevuti dal Ministero per realizzare il tutto: 98 milioni di euro.




La provincia di Lecce avrà 115 posti letto in più di terapia intensiva e 56 di sub intensiva. Per il post covid, 120 posti letto a Copertino e 40 a San Cesario.





A Casarano la più grande novità.





“L’ospedale di Casarano – ha annunciato il presidente Emiliano, aggiungendo che sarà inviata a Roma formale richiesta – deve essere di primo livello. Abbiamo previsto il raddoppio dei posti letto in terapia intensiva da 4 a 8. In questo modo, insieme a Gallipoli, non contro Gallipoli, assicurerà un presidio importante di salute e anche nella lotta al Covid”.





Poi, secondo obiettivo quello di incrementare, ovunque, di 474 posti letto gli ospedali tradizionali, 123 posti letto le riabilitazioni e 658 la lungodegenza.


Casarano

Sottufficiale di Casarano positivo al Covid: tamponi a tutti i carabinieri entrati in contatto

Pubblicato

il


Positivo al Covid un sottoufficiale della Compagnia di Casarano che aveva partecipato, giorni fa, ad una cerimonia in Calabria.

Come riporta Telerama, è in isolamento, in buone condizioni di salute.





Appreisone per i contatti in caserma: avrebbe infatti partecipato ad un incontro con tutti i comandanti delle stazioni della Compagnia casaranese.




Il comando provinciale di Lecce ha disposto tamponi su tutti i militari di Casarano e sui comandanti delle stazioni limitrofe che hanno presenziato al suddetto incontro.


Continua a Leggere

Attualità

Feste patronali: “Un fondo per le misure anti Covid-19 è un segnale per la ripresa”

Pendinelli: “Dalla proposta di legge per salvare le feste patronali dal Salento al Gargano, agli incontri con le associazioni di categoria…”

Pubblicato

il

Il fondo stanziato nella seduta odierna della Giunta regionale pugliese a sostegno dell’organizzazione in sicurezza delle feste patronali, rappresenta un primo passo per la ripresa di uno dei comparti più significativi della Puglia delle tradizioni”. Lo afferma il consigliere regionale Mario Pendinelli, commentando la delibera approvata oggi dalla Giunta con la quale viene messo a disposizione dei Comuni interessati un contributo per affrontare i costi legati alle misure di sicurezza da attuare per fronteggiare l’emergenza Covid-19.

Ringrazio il Presidente Emiliano per il riconoscimento del lavoro realizzato sino a oggi, ma soprattutto per l’attenzione riservata alle feste patronali e alla loro futura programmazione in sicurezza. Dalla proposta di legge per salvare le feste patronali dal Salento al Gargano, agli incontri con le associazioni di categoria e con i rappresentanti dei diversi settori economici interessati, nei mesi scorsi abbiamo seguito da vicino il destino incerto di uno dei tratti identitari del nostro territorio, cercando soluzioni concrete a sostegno di quanti permettono di realizzare, direttamente o indirettamente, le feste pugliesi. Il contributo stanziato – conclude Pendinelli – rappresenta quindi un segnale per tutti gli operatori dell’indotto – dalle luminarie ai concerti bandistici, dalle ditte pirotecniche ai commercianti, dagli organizzatori dei concerti musicali alle ditte di servizi, dai luna park ai comitati dei volontari che con passione e spirito di servizio contribuiscono all’organizzazione delle feste – che possono guardare al futuro con maggiore serenità”.

Continua a Leggere

Casarano

Docente positiva al Covid a Casarano, ma non si prospetta rinvio lezioni

Pubblicato

il


Una docente del terzo polo scolastico di Casarano sarebbe risultata positiva al Covid. I locali scolastici nelle scorse ore sono stati sanificati urgentemente ma l’evento non comporterebbe il rischio di un ulteriore ritardo nell’inizio delle lezioni.





La notizia si è diffusa in paese in giornata ed ha portato ad una serie di dubbi proprio in merito al rischio di un ulteriore rinvio dell’inizio dell’anno scolastico.




Telerama ha intervistato in merito il referente regionale dell’Associazione Nazionale dei Presidi, Roberto Romito, che molto pragmaticamente ha spiegato che “una positività non è la fine del mondo. Ci sono anche un’altra serie di situazioni irrisolte in alcuni istituti scolastici (in merito alla disponibilità di banchi o spazi per il rispetto delle norme Covid) che farebbe pensare alla necessità di un rinvio dell’inizio dell’anno scolastico. Ma bisogna partire. C’è necessità di garantire le lezioni in presenza e un ulteriore ritardo, per giunta, porterebbe gli studenti a correre il rischio di perdere l’anno scolastico”.


Continua a Leggere
Pubblicità

Più Letti

Copyright © 2019 Gieffeplus