Connect with us

Collepasso

Lutto nell’Arma: carabiniere salentino muore di Covid

Stroncato dal virus a 52 anni: non era vaccinato

Pubblicato

il


Collepasso in lutto per la scomparsa di un suo cittadino, venuto a mancare all’età di 52 anni a causa del Covid.





Donato Guido, carabiniere in servizio a Gallipoli, si è spento in queste ore. La triste notizia giunge dalla segreteria regionale del sindacato Unarma che ha diramato un messaggio di cordoglio ma al contempo di monito, nei confronti di chi consideri il vaccino superfluo.




La comunità di Collepasso ha appreso sgomenta dell’accaduto. Donato Guido, appuntato scelto qualifica speciale presso il Nucleo Operativo Radiomobile di Gallipoli, si è spento ieri. Non era vaccinato contro il Covid ed era ricoverato presso l’ospedale Vito Fazzi di Lecce.


Alessano

Troppi incidenti stradali: Osservatorio convocato in Prefettura

La nostra la provincia pugliese interessata dal maggior numero di incidenti stradali mortali. Condivisa l’opportunità di adottare misure finalizzate alla messa in sicurezza delle strade, al contrasto dei comportamenti irresponsabili e all’ educazione alla guida sicura

Pubblicato

il

Focus sull’emergenza incidenti stradali nel Salento.

Nel 2021 la nostra è stata la provincia pugliese interessata dal maggior numero di incidenti stradali mortali.

La Prefettura ha convocato l’Osservatorio per il monitoraggio degli incidenti stradali e per l’individuazione e adozione di misure di prevenzione e contrasto delle principali cause.

L’osservatorio, presieduto dal Prefetto di Lecce Maria Rosa Trio, ha visto la partecipazione dei vertici delle Forze di Polizia, dei rappresentanti degli enti proprietari delle strade del territorio provinciale, nonché degli Enti locali, dell’Associazione “Alla conquista della vita” e di tutte le istituzioni a vario titolo interessate alle problematiche della sicurezza stradale.

Partendo dall’esame dei dati statistici elaborati da ASSET, è stata elaborata una mappatura dei tratti stradali più esposti all’incidentalità.

Il Prefetto ha evidenziato la necessità di una riflessione corale, sottolineando come «la complessità del fenomeno renda necessario assicurare sin da subito risposte di sistema da sviluppare con un approccio integrato, che elabori un quadro organico di interventi utili alla prevenzione ed al contrasto delle condotte di violazione del Codice della Strada, che rappresentano spesso le principali cause di incidenti stradali anche gravi».

Solo nel 2021, a seguito dell’attività di accertamento svolta su strada dalle Forze di Polizia, sono stati adottati dalla Prefettura circa 500 provvedimenti di sospensione cautelare della patente per guida in stato di ebbrezza per uso di alcool e sostante stupefacenti.

Al termine dell’incontro, i presenti hanno condiviso l’opportunità di porre in essere un’azione sinergica con misure finalizzate alla messa in sicurezza delle strade utilizzando i proventi delle sanzioni amministrative ( e quindi miglioramento della segnaletica e dell’illuminazione degli attraversamenti e dei percorsi pedonali, diffusione di dissuasori di velocità), implementazione del contrasto dei comportamenti irresponsabili (come guida in stato di ebbrezza o sotto l’effetto di stupefacenti, uso di telefono cellulare, eccesso di velocità), interventi informativi, di sensibilizzazione e di educazione alla guida sicura (in raccordo con le Istituzioni scolastiche).

Continua a Leggere

Attualità

Collepasso, la nuova tappa di  “Crita – festival delle arti”

Negli anni la rassegna ha trasformato luoghi insoliti per il teatro o l’arte, vestendoli con “nuovi abiti” come le piazze, i frantoi, palazzi storici, ospitando letterati, filosofi, musica

Pubblicato

il

La musica incontra il teatro per parlare d’amore. Mercoledì 24 agosto, alle 21, il Palazzo Baronale di Collepasso ospita “Progetto voce”, con Maria Mazzotta, una delle voci più apprezzate del panorama della world music europea, per la nuova tappa di  “Crita – festival delle arti”, la rassegna itinerante di teatro, musica e danza ideata e organizzata dalla cooperativa Ventinovenove.

Con lei sul palcoscenico, Antonino De Luca alla fisarmonica: la loro musica si fonde con il teatro di parola degli attori di Ventinovenove, Mary Negro, Gabriele Polimeno e Caterina De Benedetto per un’intensa e appassionata riflessione, da un punto di vista femminile, sui vari volti dell’amore: da quello grande, disperato e tenerissimo a quello malato, possessivo e abusato. La cantante salentina esegue, tra gli altri, alcuni brani tratti dal suo album “Amoreamaro”.

“Crita – Festival delle arti” nasce nel 2018 da una scommessa e una visione: portare produzioni artistiche di un certo rilievo nelle aree più periferiche, favorendo l’accesso di quelle comunità a un’offerta culturale e teatrale di qualità.

Il nome “Crita” deriva da un termine del dialetto locale dalla doppia valenza: il “critare” è l’atto del gridare e del farsi sentire. Ma significa anche “creta”, argilla, materia tipica del territorio e dell’arte figula dalla cui lavorazione nascono manufatti artigianali che da sempre identificano il Salento dalle mille sfaccettature creative.

Negli anni la rassegna ha trasformato luoghi insoliti per il teatro o l’arte, vestendoli con “nuovi abiti” come le piazze, i frantoi, palazzi storici, ospitando letterati, filosofi, musica da camera ed educando la comunità a viverli diversamente.

Il primo artista a raccogliere la sfida fu l’attore e regista salentino, il premio UBU Mario Perrotta a cui si aggiunsero, tra gli altri, Gianni Ciardo, Redi Hasa, Christian Di Domenico, Maria Mazzotta e Angela De Gaetano. 

Continua a Leggere

Collepasso

Moto prende improvvisamente fuoco: choc sulla provinciale

Pubblicato

il

Grande spavento questa mattina sulla strada provinciale 41 per una moto andata in fiamme.

Il mezzo, in transito sulla Noha-Collepasso, ha improvvisamente preso fuoco.

Al momento dell’accaduto, il veicolo era in marcia. Il conducente ha dovuto abbandonare repentinamente la moto per mettersi in salvo.

Le cause dell’incendio non sono meglio specificate, ma potrebbe aver influito l’alta temperatura ambientale di questa mattina, accentuando un surriscaldamento del motore.

Come si vede dalle immagini che seguono a fine articolo, le fiamme hanno spaventosamente avvolto la motocicletta ed una nube di fumo nero si è levata alta nel cielo.

Alcuni passanti si sono fermati a prestare soccorso al malcapitato conducente che, fortunatamente, non avrebbe patito gravi conseguenze.

Continua a Leggere
Pubblicità

Più Letti

Copyright © 2019 Gieffeplus