Connect with us

Collepasso

Lutto nell’Arma: carabiniere salentino muore di Covid

Stroncato dal virus a 52 anni: non era vaccinato

Pubblicato

il


Collepasso in lutto per la scomparsa di un suo cittadino, venuto a mancare all’età di 52 anni a causa del Covid.





Donato Guido, carabiniere in servizio a Gallipoli, si è spento in queste ore. La triste notizia giunge dalla segreteria regionale del sindacato Unarma che ha diramato un messaggio di cordoglio ma al contempo di monito, nei confronti di chi consideri il vaccino superfluo.




La comunità di Collepasso ha appreso sgomenta dell’accaduto. Donato Guido, appuntato scelto qualifica speciale presso il Nucleo Operativo Radiomobile di Gallipoli, si è spento ieri. Non era vaccinato contro il Covid ed era ricoverato presso l’ospedale Vito Fazzi di Lecce.


Alessano

Amministrative: l’affluenza live dai Comuni

Pubblicato

il

È l’ora delle amministrative per Comuni della provincia di Lecce. Alle urne i cittadini di Alessano, Alliste, Cannole, Caprarica di Lecce, Castrignano del Capo, Cavallino, Collepasso, Diso, Gallipoli, Lizzanello, Melissano, Nardò, Nociglia, Patù, Poggiardo, Sanarica, Specchia, Taurisano, Taviano, Trepuzzi ed Ugento.

Clicca qui per i dati live. Cannole il Comune con maggiore affluenza, Taurisano quello con meno accessi alle urne.

Continua a Leggere

Alezio

“Rifiuti conferiti sempre più lontano a spese dei cittadini”

Il consigliere regionale Gabellone chiede chiarezza su quanto avvenuto di recente con interessamento dell’Aro Lecce/6

Pubblicato

il

Il Consigliere Regionale Antonio Gabellone è intervenuto, con una interrogazione ed una richiesta di audizione, sui cambiamenti dell’AGER in relazione all’individuazione degli impianti di conferimento dei rifiuti per determinati ARO di Lecce. In particolare si tratta dell’ARO LE/6 che comprende i Comuni di Nardò, Galatone, Aradeo, Collepasso, Alezio, Neviano, Sannicola, Tuglie, Seclì.
“Com’è notorio,  – premette Gabellone nella interrogazione – la Regione Puglia non si è ancora dotata del nuovo Piano per la gestione dei rifiuti. Negli anni 2019 e 2020 si era registrato un aumento di raccolta differenziata pari al 58% al punto tale da mettere in difficoltà Regione Puglia che avendo poche strutture si trovava a dover gestire flussi maggiori e continui. Nel mese di maggio 2019, l’AGER attivava le procedure straordinarie finalizzate a massimizzare i conferimenti dei quantitativi FORSU prodotti dai Comuni, individuando impianti disponibili fuori regione, impianti di trasferenza in esercizio nel territorio regionale, a copertura del deficit registrato.”
 Gabellone poi precisa che  “ad oggi, la situazione non solo è rimasta invariata, ma addirittura per determinati ARO della Provincia di Lecce si registrano continui cambiamenti rispetto all’individuazione degli impianti di conferimento dei flussi di rifiuti EER 200108 – 200302 – 200201. Nello specifico, per quanto riguarda ARO/6,  che risulta tra i piu’ virtuosi della provincia di Lecce, con disposizione del 20.09.2021 a firma del Direttore Generale Avv. Gianfranco Grandaliano si disponeva, a far data dal 27.09.2021, il conferimento dei flussi di rifiuti EER 200108 presso l’impianto di trasferenza Cave Marra di Galatone e per il successivo avvio al trattamento e recupero della FORSU presso l’impianto Heracle di Erchie.” Senonchè, continua Gabellone  “con successiva disposizione del 22.09.2021  sempre a firma del Direttore Generale Avv. Gianfranco Grandaliano si annullava il precedente provvedimento e si sostituiva il conferimento dei flussi di rifiuti EER 200108 presso l’impianto di trasferenza Cave Marra di Galatone e per il successivo avvio al trattamento e recupero della FORSU non più presso l’impianto Heracle di Erchie, ma presso l’impianto Maia Rigenera di Lucera. Comportando non solo notevoli disagi per gli uffici comunali preposti, ma determina un ulteriore aggravio di costi a carico dei cittadini.”
In conclusione Gabellone  richiede l’audizione in Commissione del Presidente Emiliano, dell’Assessore Maraschio, del Direttore  Grandaliano e chiede di sapere “quali sono i criteri in generale utilizzati nella scelta dei Comuni che conferiscono i flussi di rifiuti presso gli impianti collocati intra ed extra Regione. Nello specifico, per ciò che concerne ARO/6 LE , quali sono le motivazioni ed i criteri utilizzati per disporre  il conferimento dei flussi di rifiuti EER 200108 presso l’impianto di trasferenza Cave Marra di Galatone e per il successivo avvio al trattamento e recupero della FORSU presso l’impianto Heracle di Erchie. Nonché, sempre in riferimento ad ARO/6 LE quali sono le motivazioni ed i criteri che hanno portato all’annullamento della precedente disposizione sostituendo il conferimento dei flussi di rifiuti EER 200108 presso l’impianto di trasferenza Cave Marra di Galatone e per il successivo avvio al trattamento e recupero della FORSU non più presso l’impianto Heracle di Erchie, ma presso l’impianto Maia Rigenera di Lucera. “
Continua a Leggere

Casarano

Guasto sulla rete elettrica tra Ruffano e Casarano: più paesi al buio

Scintille da cavo di alta tensione e poi il buio: il video

Pubblicato

il

Un guasto alla rete elettrica sta provocando disagi in serata nella zona di Casarano e dintorni.

A causa di un problema ad un cavo di alta tensione tra Ruffano e Casarano, interi quartieri di vari Comuni sono rimasti al buio sin dalle 19e15.

Disagi sono segnalati da Taurisano, Collepasso, Matino, Parabita, Casarano e Ruffano.

Ad accentuare il disservizio, il fatto che la luce a tratti, per intervalli di pochi minuti o anche solo per pochi istanti, torna per poi nuovamente mancare. Un loop che si ripete ormai da oltre un’ora e che potrebbe causare gravi danni a dispositivi tanto domestici quanto aziendali.

Numerose attività dei centri citati hanno dovuto giocoforza abbassare le serrande anzitempo questa sera: la prolungata assenza di corrente ha costretto a numerose chiusure anticipate, anche di supermercati.

Qui di seguito, il video di Protezione Civile Salento: nelle immagini, il cavo di alta tensione che fa scintille prima di lasciare definitivamente al buio buona parte del basso Salento. Al momento di scrivere, ad intervento in corso, alle 21e15, l’emergenza sembra definitivamente rientrata.

Lorenzo Zito

Continua a Leggere
Pubblicità

Più Letti

Copyright © 2019 Gieffeplus