Connect with us

Cronaca

Malmenò ex ed amico con chiave svita bulloni: condanna a Presicce-Acquarica

Pubblicato

il

Una serata di follia a margine di altri episodi per i quali era già noto alle forze dell’ordine: è stato condannato il 34enne di Presicce-Acquarica, Danilo Cantoro, resosi protagonista nel 2015 di una aggressione alla ex ed alla sua amica intervenuta in soccorso.


Era il 22 febbraio di 6 anni fa quando, dopo una serata trascorsa in un pub, Cantoro si stava recando a Gallipoli con la ex ed una sua amica. Scoppiò una violenta lite durante il tragitto, poi acquietata. Ma gli animi si surriscaldarono nuovamente in seguito, nella notte, presso la casa dell’amica che era con loro, una 26enne di Melissano. Qui, allertati dalle due giovani donne, preoccupate dal comportamento di Cantoro, giunsero due ragazzi. Cantoro, in preda all’ira, brandì addirittura una chiave svita bulloni, usandola come oggetto contundente contro i giovani amici delle ragazze, uno dei quali finì in ospedale ferito (clicca qui per leggere la cronaca completa dell’episodio e dell’arresto del 2015).

La vicenda ha portato la Procura della Repubblica a condannare per lesioni personali aggravate, percosse e danneggiamento, il 34enne agli arresti domiciliari per 5 mesi e 28 giorni. Nei giorni seguenti l’arresto Cantoro patteggiò: questo fece decadere l’accusa di tentato omicidio.


Cronaca

Taurisano, operaio morto al lavoro: condannato Scarlino

Condannato a sette anni per omicidio colposo l’amministratore unico del Salumificio taurisanese Attilio Scarlino.
Quattro anni al fratello Antonio. L’azienda ha già annunciato l’appello

Pubblicato

il

Omicidio colposo con violazione delle norme per la prevenzione degli infortuni sul lavoro: condannato a sette anni l’amministratore unico del Salumificio Scarlino di Taurisano, Attilio Scarlino, 61 anni. Quattro anni al fratello Antonio di 52 anni.

La vicenda all’esame dei giudici era quella dell’agosto 2013, quando Mario Orlando, operaio 51enne di Taurisano rimase stritolato in un’impastatrice nel salumificio taurisanese.

Assoluzioni e prescrizioni per gli altri imputati.

Deciso anche il risarcimento delle parti civili, cioè la moglie, i due figli e i sei fratelli di Orlando, in separata sede. Per moglie e due figli, inoltre, una provvisionale di 50mila euro ciascuno.

Infine, Attilio Scarlino è stato interdetto in perpetuo dai pubblici uffici, mentre Antonio per cinque anni.

Il comunicato dell’azienda

“La rimozione delle cautele antinfortunistiche, infatti, non avrebbe avuto alcuna incidenza causale sulla produzione dell’evento”, si legge in una nota diffusa dall’azienda.

Già annunciato il ricorso in appello.

Continua a Leggere

Botrugno

Ennesimo incidente sulla SS 275 Maglie – Leuca

Auto in coda e traffico rallentato all’altezza dello distributore di carburante, all’inizio della due corsie

Pubblicato

il

Ennesimo incidente sull’asfalto della statale 275 Maglie-Leuca

Questa volta il sinistro se verificato sul tratto tra Maglie e Montesano Salentino, nei pressi del distributore di benzina, praticamente all’inizio della “due corsie”.

Almeno due le auto coinvolte.

Non risulterebbero feriti gravi, intanto si registrano auto in coda e traffico rallentato.

Continua a Leggere

Cronaca

Scontro tra auto e bici, anziano morto sul colpo

A causa delle ferite riportate dopo la caduta sull’asfalto. La vittima Santo Biagio Schiattino, di 79 anni di Specchia Gallone

Pubblicato

il

Incidente mortale lungo la strada provinciale che collega Poggiardo a Minervino di Lecce, nei pressi della frazione di Minervino, Specchia Gallone.

Ad avere la peggio Santo Biagio Schiattino, 79 anni, di Specchia Gallone, che era in sella alla sua bici, quando, in circostanze ancora in fase di ricostruzione, è entrato in collisione con una Ford Focus, alla cui guida vi era un uomo di 40 anni di  Cutrofiano.

la rovinosa caduta sull’asfalto non ha lasciato scampo all’anziano morto sul colpo.

Sul posto sono arrivati quasi subito i sanitari del 118 ma per l’uomo non vi era più nulla da fare.

Sul posto oltre a i vigili urbani sono intervenuti i carabinieri della stazione di Minervino di Lecce per i rilievi di rito.

Come sempre accade in queste circostanze richiesti anche i test alcolemici e tossicologici per il conducente dell’auto.

 

 

Continua a Leggere
Pubblicità

Più Letti

Copyright © 2019 Gieffeplus