Connect with us

Cronaca

Mappa dei veleni: un elicottero sorvola le aree sospette

Task force delle forze dell’ordine alla ricerca di radiazioni nocive con un velivolo dotato di complesse attrezzature di rilevamento. Dopo i comuni del nord Salento, oggi è la volta di Tricase e dintorni

Pubblicato

il

Al fine di scongiurare la presenza di ulteriori discariche abusive nascoste, la Procura interviene nell’ambito del dibattito sulla presunta presenza di rifiuti tombati in Salento. E’ stato infatti affidato ad una task force, composta da carabinieri del Noe, finanzieri del Gico e agenti della Forestale, il compito di sorvolare le aree a rischio della “mappa dei veleni”.

L'elicottero in azione

L’elicottero in azione

L’attività di indagine è partita con un elicottero dotato di un magnometro, di uno spettrometro a raggi gamma e di altre complesse attrezzature di rilevamento. Il velivolo, di colore giallo, ha sorvolato negli ultimi giorni i comuni di Calimera, Cavallino e Melendugno, mentre oggi è in azione sui territori di Tricase e dintorni.

Il mezzo è autorizzato dal ministero dell’Ambiente e rientra nell’azione di monitoraggio che interessa anche Campania e Calabria e per la quale sono stati stanziati 8milioni e 600mila euro derivanti dal Pon Sicurezza. I dati raccolti dallo screening del territorio saranno consegnati all’Arpa Puglia.

Il procuratore Cataldo Motta, che coordina l’attività insieme all’aggiunto Ennio Cillo, mette però in guardia: “Non siamo la Campania, né la terra dei fuochi. Contrariamente al nostro modo di operare, non svolgiamo questo accertamento sulla scorta di notizie di reato, bensì sulla base degli articoli di stampa, al fine di rassicurare la gente. Questo non significa che non ci sia alcun rischio, ma quanto fatto finora dovrebbe bastare a tranquillizzare una situazione priva di elementi di rischio e dal facile allarmismo”. Motta infatti ricorda che “Le indicazioni fornite dai collaboratori di giustizia sono state verificate: sono stati eseguiti carotaggi ma non è stata riscontrata la presenza di rifiuti pericolosi. C’è di più. La bonifica dell’area indicata quale zona nella quale sarebbero stati interrati rifiuti ha escluso la presenza di veleni”.

 

Lorenzo Zito

Cronaca

Linea Blu in Terra d’Otranto: le riprese e presto la puntata

Pubblicato

il

Linea Blu torna in Salento.

La troupe del programma RAI è impegnata in questi giorni in Terra d’Otranto per le riprese di una delle prossime puntate.

Delle ultime i ciak alla meravigliosa Acquaviva di Marittima dove Francesco Minonne, biologo del MIUR del Parco Otranto – Santa Maria di Leuca, ha raccontato l’insenatura.

Gli scatti che seguono, postati sul suo profilo Facebook, sono di Laura Minonne.

Pochi giorni d’attesa e la puntata sarà in onda, il prossimo 6 di giugno.

Continua a Leggere

Attualità

Bollettino covid: due nuovi casi in provincia di Lecce

Dopo giorni senza nuovi contagiati torna a crescere il bilancio nel Salento. In tutta la Puglia i pazienti guariti sono 2.590, gli attualmente positivi 1.395

Pubblicato

il

Cinque nuovi casi in Puglia su 2.447 test registrati. Bassissimo il tasso di incisività attestatosi allo 0,20%.

La provincia di Lecce dopo molti giorni in cui è risultata indenne da nuovi contagi, oggi conta due nuovi casi.

In tutta la Puglia un decesso con covid, in provincia di Brindisi.

Dall’inizio dell’emergenza sanitaria sono stati effettuati 111.946 test.

Altri 119 pazienti risultano guariti per un totale di 2.590; sono, invece, 1.395 gli attualmente positivi.

Il totale dei casi positivi Covid in Puglia è di 4.481, di cui 513 nella provincia di Lecce.

IL BOLLETTINO EPIDEMIOLOGICO DEL 28 MAGGIO

 

Continua a Leggere

Cronaca

Presicce – Acquarica: Vigili urbani spengono incendio

L’agente Giacinto Imperiale con acqua e secchi messi a disposizione dai frontisti e riuscito a contenere il fuoco in attesa dell’arrivo dei soccorsi evitando che le fiamme intaccassero la cabina elettrica e mettessero a rischio l’incolumità dei residenti

Pubblicato

il

Un incendio è divampato nella giornata di ieri, in via Kennedy, in località Acquarica del Comune unito di Presicce-Acquarica.

L’agente Giacinto Imperiale

L’agente di Polizia Locale,  Giacinto Imperiale, con grande spirito di abnegazione senza lasciarsi intimorire dalle fiamme ha raggiunto la base delle volute di fumo, dove le sterpaglie ardevano alimentate dalla brezza e dall’erba secca, ed ha messo in sicurezza la cabina elettrica (foto grande in alto) evitando rischi per l’incolumità dei cittadini residenti.

Nel frattempo la collega e vice-comandante Agnese Rosafio, provvedeva alla viabilità.

La Comandante Sheila Monsellato

«Alle ore 12,30 circa durante lo svolgimento del servizio di controllo del mercato settimanale in località Acquarica», ha dichiarato in una nota la Comandante della Polizia Locale, Ten. Sheila Monsellato, «la pattuglia in servizio notava del fumo nero provenire da un fondo ubicato in via Kennedy.

Giunti sul luogo, gli agenti in servizio vedevano il propagarsi di un incendio lungo il canneto presente sul fondo stesso, allertavano immediatamente la locale Protezione Civile in supporto ai vigili del fuoco, già chiamati da privati cittadini e, nelle more,  procedevano a mettere in sicurezza l’intera area.

In particolare,  vista la potenziale pericolosità dell’incendio, stante anche la presenza di una cabina elettrica, Imperiale provvedeva, con acqua e secchi messi a disposizione dai frontisti, a contenere il fuoco in attesa dell’arrivo dei soccorsi».

Continua a Leggere
Pubblicità

Più Letti

Copyright © 2019 Gieffeplus