Connect with us

Cronaca

Offese sessiste alla Capone

L’ex assessore regionale: «Se questa è arte o satira politica ditemelo voi. Viva l’arte degli artisti veri. Agli altri lasciamo la barbarie dell’inciviltà»

Pubblicato

il

«Se questa è arte o satira politica ditemelo voi. Io lo trovo un insulto sessista che offende chi, invece, della street art ne fa strumento di denuncia e poesia. L’averlo fatto su un muro che è di tutti, poi, lo rende ancora più vile. Viva l’arte degli artisti veri. Agli altri lasciamo la barbarie dell’inciviltà».


Con queste post su facebook Loredana Capone ha commentato l’assurdo murales dedicatole da ignoti in piazzetta Panzera nel centro storico di Lecce.


Nel murales la Puglia è stata sostituita da un pene. Anche il nome è stato cambiato per diventare Lorella, ma non è in dubbio che sia proprio Loredana Capone la destinataria del disegno.

Centinaia i messaggi di solidarietà via sociale per la ex assessora regionale al Turismo.


Il manifesto originale


Cronaca

Fratello e sorella positivi: due classi di scuola media in isolamento

Pubblicato

il


Dieci giorni di quarantena per due classi di scuola media a Lecce.





Un fratello ed una sorella della scuola Galateo, frequentanti prima e seconda media, sono risultati positivi al tampone cui sono stati sottoposti dopo la positività di loro padre.




Le sezioni interessate resteranno a casa in isolamento mentre gli ambienti vengono sanificati e si attende l’avvio dei tamponi a tutti i contatti, tra compagni e personale scolastico.


Continua a Leggere

Cronaca

Gru sfonda muro: studente salentino in fin di vita a Bologna

Pubblicato

il


La Procura ha aperto un fascicolo per lesioni colpose gravissime per un fatto accaduto ieri a Bologna che vede protagonista passivo un giovane salentino.





Francesco Caiffa, studente di Scienze statistiche a Bologna, 22 anni, di Gallipoli, è tra i ragazzi che improvvisamente, su una terrazza, si son visti travolti da un muro crollato a causa di una improvvida manovra con una gru su un cantiere adiacente.








Il ragazzo ha subito un gravissimo trauma cranico ed è ora in fin di vita.





I carabinieri e i tecnici specializzati in prevenzione e sicurezza sul lavoro dell’Ausl hanno subito avviato le indagini per ricostruire la dinamica dell’incidente e delle condizioni del cantiere. Si cerca di capire se le norme sulla sicurezza siano state rispettate, se la betoniera, il cui braccio meccanico ha abbattuto il muro che è crollato sul terrazzino dell’appartamento in cui abita il 22enne, funzionasse regolarmente.





La Procura ha aperto un fascicolo. Le ipotesi al momento sono due: quella del malfunzionamento tecnico e quella dell’errore umano.


Continua a Leggere

Cronaca

Sigilli a stabilimento balneare di Torre San Giovanni

Pubblicato

il


Una indagine cominciata nel corso della passata stagione è finita con i sigilli ad uno stabilimento balneare di Torre San Giovanni, nella marina di Ugento.





Con un decreto del Giudice per le Indagini Preliminari, al chiosco e a tutte le opere installate in assenza dei previsti titoli autorizzativi ed in spregio alle numerose norme di tutela ambientale, edilizia e paesaggistica, è stato apposto un sigillo dalla Guardia Costiera di Gallipoli.




Gli elementi attenzionati dai militari sono: una pedana, realizzata mediante scavo nella sabbia e coperta con materiale plastico ed in struttura difforme rispetto alle autorizzazioni. Il chiosco di 40 mq circa che supera la metratura concessa e con copertura diversa da quella prevista dal titolo edilizio. E a pochi passi dal chiosco altri locali adibiti a deposito, infermeria e wc, privi di qualsiasi titolo autorizzativo e coperti con pannelli coibentati in alluminio. Infine gli scarichi dello stabilimento che sono risultati confluenti in una fossa a ridosso delle dune costiere, scavata nella sabbia senza alcuna autorizzazione ambientale.


Continua a Leggere
Pubblicità

Più Letti

Copyright © 2019 Gieffeplus