Connect with us

Cronaca

Ordigno bellico Brindisi: cosa succederà domenica

Arterie stradali chiuse, ripercussioni su traffico aereo e ferroviario: ecco tutte le informazioni in merito

Pubblicato

il

Tutto pronto a Brindisi per il piano di evacuazione di domenica prossima funzionale al disinnesco dell’ordigno bellico ritrovato nel cuore della città.

La maxi operazione avrà ricadute anche su chi si sposterà in direzione Brindisi o intenderà percorrere le statali in zona. Oltre al fatto che ne risentirà anche il traffico aereo e ferroviario.

Ecco un sunto di quanto riportato dal Comune di Brindisi in merito alla giornata del prossimo 15 dicembre:

Numeri utili

Sono stati individuati quattro operatori, ai quali corrispondono altrettanti contatti tele- fonici tutti collegati ad un solo numero utile (0831 229888), per acquisire le informazioni relative alle persone che necessitano di assistenza per l’evacuazione ma che non sono già assistiti da Asl o altri enti/associazioni.

Perché e quando bisogna evacuare la città?

All’interno dell’area del Cinema Andromeda è stato ritrovato un ordigno bellico che, per ragioni di sicurezza, deve essere disinnescato e trasportato altrove. Per garantire l’incolumità dei cittadini è stata disposta l’evacuazione per il 15 dicembre. È necessario lasciare le abitazioni che si trovano nell’area di 1.617 metri (Zona Rossa) dal ritrovamento entro le ore 8.

A partire da che ora non si potrà più entrare a Brindisi?

Dalle ore 5 del 15 dicembre saranno chiusi tutti i varchi in città in entrata.

Viabilità

È possibile lasciare le auto parcheggiate nella Zona Rossa?

Nel raggio di 1.617 metri dal luogo del ritrovamento dell’ordigno bellico (Via Bozzano), non sarà possibile lasciare auto parcheggiate nelle strade. Con apposita ordinanza sarà predisposto il divieto assoluto di sosta dei veicoli. Si tratta di una limitazione necessaria per evitare, in caso di scoppio, che siano danneggiate.

Ci sarà l’interruzione treni?

Ferrovie dello Stato interromperà i servizi di arrivo e partenza per la stazione ferro- viaria nella giornata del 15 dicembre dalle 8 alle 12.

Il traffico ferroviario riprenderà regolarmente al termine delle operazioni di disinnesco.

Sarà interrotto il traffico aereo?

Secondo le prescrizioni contenute nella relazione tecnica per l’operazione di bonifica, redatta dalla Brigata Meccanizzata Pinerolo XI Reggimento Genio Guastatori, la distanza di sicurezza iniziale sul piano verticale è pari a 1.244 metri. Enav e Aeroporti di Puglia, di conseguenza, dovranno interdire lo spazio aereo a partire dalle 9.30 del 15 dicembre fino alla conclusione delle operazioni di disinnesco. L’Aeroporto del Salento resterà chiuso dalle 9.30 alle 12. Per ulteriori informazioni in merito a voli in arrivo e in partenza nelle fascia oraria in questione, vedi a fine articolo.

A chi devo chiedere informazioni se ho già acquistato biglietti per treni o aerei nell’orario interessato dall’interruzione del servizio?

Per i treni bisogna rivolgersi a Ferrovie dello Stato. Per gli aerei alla compagnia con cui si è prenotato il volo.

Quali strade saranno interrotte?

Anas provvederà a chiudere alcuni tratti della SS16 e SS613 a partire dalle ore 7 del 15 dicembre.

Direzione SUD

  • SS16 Variante dal Km 914+400 (svincolo SS7 Taranto- Mesagne) fino alla SS613 Km 8+100 ( svincolo Tuturano Cerano).

Direzione NORD

  • SS613 Km 8+300 (svincolo Cerano –Tuturano) fino alla SS 16 variante Km 914+400

CHIUSURA SVINCOLI:

  • Direzione SUD: Svincolo innesto dalla SS7 raccordo con SS16 Variante; svincolo Sant’Elia; svincolo La Rosa –San Pietro; svincolo Porta Lecce; svincolo Zona Ind.
  • Direzione NORD: svincolo Cerano-Tuturano; svincolo Zona Industriale-Porta Lecce; svincolo La Rosa-San

Ci sono percorsi alternativi?

Per tutti i veicoli sono a disposizione i seguenti percorsi alternativi obbligatori:

DIREZIONE SUD (Lecce) uscita obbligatoria altezza SS 16 variante svincolo SS7 Direzione Taranto, con proseguimento uscita: svincolo Restinco direzione complanare ovest, intersezione SP43, SP ex SS16 fino alla SP81, proseguire sino al raccordo con la SS613 direzione Lecce e immissione sulla 613.

DIREZIONE NORD (Bari) uscita obbligatoria altezza SS613 svincolo Cerano-Tuturano, con proseguimento: SP 81 direzione SP ex SS16; SP43 verso complanare Ovest della SS7, raccordo con SS16 variante Direzione Nord e immissione sulla SS16 variante direzione Bari.

DIREZIONE SUD (Lecce) uscita obbligatoria altezza SS 16 variante svincolo SS7 Direzione Taranto, con proseguimento uscita: svincolo Restinco direzione complanare ovest, intersezione SP43, SP ex SS16 fino alla SP81, proseguire sino al raccordo con la SS613 direzione Lecce e immissione sulla 613.

DIREZIONE NORD (Bari) uscita obbligatoria altezza SS613 svincolo Cerano-Tuturano, con proseguimento: SP 81 direzione SP ex SS16; SP43 verso complanare Ovest della SS7, raccordo con SS16 variante Direzione Nord e immissione sulla SS16 variante direzione Bari.

Intrattenimento

Centri commerciali

I centri commerciali “Le colonne” e “BrinPark” hanno anticipato l’apertura che è prevista a partire dalle 8 del 15 dicembre. “Auchan” di Mesagne aprirà alcuni esercizi commerciali della Galleria a partire dalle 7, l’ipermercato a partire dalle 8 e tutti i negozi saranno aperti dalle 9.

Piano di evacuazione

Come posso avere informazioni sul Piano di evacuazione e altre informazioni utili?

Il sito internet del Comune di Brindisi (www.comune.brindisi.it) contiene una sezione con tutte le informazioni ufficiali per l’evacuazione del 15 dicembre. Sono canali ufficiali anche le pagine dei social network del Comune di Brindisi di Facebook e Instagram.

É stata realizzata una grafica per volantini e locandine cartacei e una apposita per so- cial network e sito del Comune di Brindisi al fine di rendere immediata, chiara e semplice tutta la comunicazione considerata utile ed indispensabile per la cittadinanza.

Ulteriori informazioni in merito ai voli

Relativamente alla fascia oraria di chiusura, durante la quale l’aerostazione
passeggeri sarà regolarmente accessibile, i Vettori interessati stanno
riprogrammando i propri voli in arrivo e partenza secondo quanto appresso
specificato (tra parentesi i nuovi orari rischedulati):
ARRIVI
ALITALIA AZ 1621 da ROMA 10.30 (12.05)
RYANAIR FR 3416 da MILANO MXP 09.25 (09.10)
EASYJET DS1237 da BASILEA 09.05 (08.45*) *
arrivo/partenza dall’aeroporto di BARI
EASYJET DS1545 da GINEVRA 11.00 (10.40*) *
arrivo/partenza dall’aeroporto di BARI
PARTENZE
ALITALIA AZ 1624 per ROMA 11.15 (12.50)
RYANAIR FR 3415 per MILANO MXP 10.10 (11.20)
EASYJET DS1238 per BASILEA 09.35 (10.00*) *
arrivo/partenza dall’aeroporto di BARI
EASYJET DS1545 per GINEVRA 11.30 (11.50*) * arrivo/partenza
dall’aeroporto di BARI
Aeroporti di Puglia invita la Clientela interessata dalla nuova programmazione
a contattare i Vettori, che comunque stanno già informando delle variazioni
adottate i Passeggeri in arrivo e partenza, per acquisire ulteriori informazioni
sullo stato del proprio volo.
Inoltre in considerazione delle contestuali limitazioni alla circolazione
stradale, Aeroporti di Puglia invita i passeggeri in partenza a raggiungere
l’aeroporto del Salento di Brindisi in anticipo rispetto al previsto orario di
partenza.

Calimera

Calimera: medico di base picchia selvaggiamente anziano

Video choc: il medico ha strattonato l’anziano, lo ha gettato a terra e lo ha colpito con una serie calci fino a quando non è intervenuta una donna che in qualche modo è riuscito ad allontanarlo…

Pubblicato

il

Incredibile episodio di cronaca quello che arriva da Calimera.

Ieri sera, intorno alle 19, documentato da tanto di video che sta diventando virale su whatsapp e sui social un medico di base, V.R.,com ntanto di camice bianco indosso ha violentemente picchiato un anziano a seguito di una lite.

A ridosso del portone di ingresso dello studio del professionista, medico ed anziano hanno iniziato a discutere (dall’audio si sente parlare di un non meglio identificato antiinfiammatorio) fino a quando la lite non è degenerata.

A tal punto che il medico ha strattonato l’anziano, lo ha gettato a terra e lo ha colpito con una serie calci fino a quando non è intervenuta una donna che in qualche modo è riuscito ad allontanarlo.

Richiamata la sua attenzione dalle urla qualcuno avvedutosi di ciò che stava avvenendo, ha provveduto a chiamare le forze dell’Ordine ed il 118. Così sul posto sono giunti i sanitari che hanno curato l’anziano uomo carabinieri della locale stazione e i sanitari che hanno curato l’anziano.

Le immagini parlano chiaro e bisognerà capire se sarà il caso di prendere provvedimenti nei confronti del medico, a prescindere dal tenore delle offese eventualmente subite che non giustificano l’aggressione di cui è stato autore. Fatto, reso ancor più grave, dall’età del paziente che non si poteva difendere.

Continua a Leggere

Attualità

Tampone positivo a Miggiano: la conferma del sindaco

Michele Sperti: “Manifesta solo lievi disturbi. La Asl mi ha garantito che il caso è circoscritto, giacché il soggetto era preventivamente in scrupoloso isolamento. I familiari più stretti sono risultati negativi”

Pubblicato

il

Confermato anche dal sindaco Michele Sperti il primo caso positivo al covid 19 a Miggiano.

Concittadini, vi confermo la presenza in Miggiano di un caso positivo al COVID-19”, scrive su facebook il sindaco, “la persona in questione che ho contattato immediatamente per esprimergli vicinanza e sostegno, manifesta solo leggeri disturbi”.

Il sindaco di Miggiano, Michele Sperti (foto di repertorio)

Poi rassicura: “La Asl mi ha garantito che il caso è circoscritto, giacché il soggetto non ha avuto contatti con nessuno essendosi posto, preventivamente e già da tempo, in scrupoloso isolamento. I familiari più stretti sono risultati negativi”.

Poi la raccomandazione per evitare che si scateni una indecorosa caccia al nome così come avvenuto in altri paesi: “Vi prego, evitiamo la caccia e il chiacchiericcio. In questo momento dobbiamo sentirci idealmente vicini alla persona, sicuri che la sua guarigione rappresenterà un sollievo per tutti”.

Sperti ribadisce la necessità di continuare a “seguire con coscienza le restrizioni, non abbassando la guardia proprio in questo momento che potremmo essere davvero vicini alla fine di questo percorso. Riduciamo le uscite, evitiamo di accalcarci presso le attività commerciali e soprattutto siamo sereni e sentiamoci ancora più uniti”.

L’unità, la solidarietà, il rispetto”, conclude nel suo messaggio ai cittadini Michele Sperti, “appartengono da sempre alla nostra comunità. Così come la forza e il coraggio! Vi abbraccio tutti e ciascuno”.

Continua a Leggere

Cronaca

Buoni spesa per chi è in difficoltà: a Tricase mille euro in poche ore

Pubblicato

il

Sta riscuotendo grande successo a Tricase la raccolta di buoni spesa (attivata dai supermercati e dalle attività commerciali aperte per la vendita di beni di prima necessità) per venire incontro ai cittadini in difficoltà economica causa emergenza coronavirus.

In poche ore i clienti di Coop, Superday, Mercatone, Alimentari da Sofia, Nuova Carni, Nuzzo Distribuzioni, Eurospin, Bottega dei Sapori, Alter, Conad e Angolo della Frutta hanno raccolto buoni spesa per più di 1000 euro.

E’ ancora possibile contribuire presso tutte le attività citate. Ed è anche possibile, per chi non volesse acquistare un buono, contribuire con la “spesa sospesa“: è possibile acquistare beni di prima necessità da lasciare nei carrelli e nei cesti posti all’ingresso delle attività da dove chi ne ha bisogno potrà attingere.

Continua a Leggere
Pubblicità

Più Letti

Copyright © 2019 Gieffeplus