Connect with us

Cronaca

Patù: ancora veleni sotto terra!

A 4 metri di profondità, di alcuni pezzi di nastro adesivo di colore bianco riportante la scritta ed il logo di un’azienda produttrice di calzature operante nel territorio salentino

Pubblicato

il

I Carabinieri del Nucleo Operativo Ecologico di Lecce, nell’ambito delle indagini che stanno conducendo per la ricerca di rifiuti tombati abusivamente nel territorio salentino, hanno proseguito nelle attività di escavazione nel sito ubicato nelle campagne di Patù,- già oggetto di scavi lo scorso 14 aprile, sempre in esecuzione del decreto d’ispezione emesso dalla d.ssa Elsa Valeria Mignone.


veleniI saggi del terreno hanno consentito di rinvenire altri rifiuti consistenti in ritagli e cascami di pellame, plastiche, gomme, colle provenienti da industrie del settore calzaturiero. Molto interessante, ai fini dei necessari approfondimenti investigativi, è stato il rinvenimento, tra gli scarti di cuoio, a 4 metri di profondità, di alcuni pezzi di nastro adesivo di colore bianco riportante la scritta ed il logo di un’azienda produttrice di calzature operante nel territorio salentino. Le indagini proseguiranno nei prossimi giorni con accertamenti mirati ed approfondimenti che comporteranno l’ascolto di diverse persone che potrebbero essere a conoscenza di particolari utili per chiarire gli aspetti inerenti alle responsabilità del tombamento dei rifiuti.

 


Alezio

Tremendo impatto contro pullman: apprensione per scooterista

Pubblicato

il

Bruttissimo incidente sulla strada provinciale 361 tra Gallipoli e Alezio.

Uno scooter ed un pullman si sono scontrati, all’altezza della stazione di servizio IP e nei pressi del cavalcavia della Lecce-Gallipoli.

Attorno alle 18e30 è partita una chiamata ai soccorsi che si sono precipitati sul posto. Il conducente del mezzo a due ruote è finito a terra dopo l’impatto con il pullman ed è in gravi condizioni. L’ambulanza lo ha trasportato in codice rosso all’ospedale Vito Fazzi di Lecce dove è ricoverato in prognosi riservata in Rianimazione.

Sull’asfalto una scena da brividi: il suo casco e migliaia di detriti dello scooter maciullato dallo schianto.

Contributo di Protezione Civile Salento Press
Continua a Leggere

Cronaca

Sei positivi: 5 migranti e un contagiato da un rientrante da Malta

Pubblicato

il

Il presidente della Regione Puglia, sulla base delle informazioni del direttore del dipartimento Promozione della Salute Vito Montanaro, informa che oggi giovedì 13 agosto 2020 in Puglia, sono stati registrati 1.746 test per l’infezione da Covid-19 coronavirus e sono stati registrati 16 casi positivi: 5 in provincia di Bari, 1 in provincia di BAT, 1 in provincia di Brindisi, 3 in provincia di Foggia, 1 in provincia di Lecce, 5 di residenza non nota.

Non sono stati registrati decessi.

Dall’inizio dell’emergenza sono stati effettuati 262.847 test.

3979 sono i pazienti guariti.

276 sono i casi attualmente positivi.

Il totale dei casi positivi Covid in Puglia è di 4809, così suddivisi:

1568 nella Provincia di Bari;

390 nella Provincia di Bat (un caso attribuito ieri a Bari è stato attribuito oggi alla Bat)

681 nella Provincia di Brindisi

1250 nella Provincia di Foggia;

598nella Provincia di Lecce;

285 nella Provincia di Taranto;

32 attribuiti a residenti fuori regione;

5 residenza non nota.

I Dipartimenti di prevenzione delle Asl hanno attivato tutte le procedure per l’acquisizione delle notizie anamnestiche ed epidemiologiche, finalizzate a rintracciare i contatti stretti.

Il bollettino epidemiologico Regione Puglia 13.8.2020 è disponibile al link: http://rpu.gl/4z2M5

Dichiarazioni dei DG delle Asl di Bari, Brindisi, Lecce e Foggia

Sei sono i casi di positività registrati oggi tra Bari e provincia – dichiara il dg della Asl Bari Antonio Sanguedolce – e riguardano 3 persone rientrate dalla Grecia, 1 contatto stretto di un caso già accertato e sorvegliato di Altamura, un caso già in isolamento fiduciario e un uomo di 83 anni sintomatico ricoverato nel reparto di Rianimazione del Policlinico. Il Dipartimento di prevenzione della Asl prosegue senza sosta il lavoro di tracciamento e di prevenzione della diffusione del virus, monitorando ogni eventuale contagio”

“Il caso in provincia di Brindisi – dice il direttore generale della Asl, Giuseppe Pasqualone – riguarda un pugliese che lavora in Emilia Romagna ed è stato di recente in vacanza in Croazia. È venuto in Puglia dove si trovano i suoi parenti: si è subito autosegnalato e ha riferito che un contatto stretto al rientro in Italia dalla Croazia era risultato positivo. È stato sottoposto a tampone e si trova in isolamento fiduciario”.

“I casi registrati oggi in provincia di Lecce riguardano 5 migranti domiciliati nelle aree di isolamento di un centro di accoglienza e una persona che ha avuto contatti con uno dei giovani salentini rientrati positivi da Malta. Il Dipartimento di Prevenzione prosegue con cura le attività di tracciamento per individuare precocemente eventuali nuovi casi.

Ricordo l’importanza dell’obbligo di autosegnalazione sul sito della Regione Puglia per chi arriva in provincia di Lecce da fuori Regione e dall’estero”, ha dichiarato il Dg della Asl Lecce Rodolfo Rollo.

I nuovi casi di persone positive al COVID 19 registrati oggi in provincia di Foggia sono 3.  Di questi 2 sono collegati a focolai preesistenti. Nel terzo caso si tratta di un cittadino straniero presente sul territorio provinciale.

 “I focolai – dichiara il direttore generale della ASL Foggia Vito Piazzolla – sono, al momento, circoscritti e monitorati dai servizi aziendali. Invitiamo la popolazione a tenere comportamenti corretti e adeguati alle circostanze poiché sono l’unico strumento di contrasto alla diffusione del virus”.

Continua a Leggere

Cronaca

Barca affonda durante gita: salvata famiglia in mare

Pubblicato

il

Ancora una disavventura in mare al largo delle coste salentine.

Dopo il natante ribaltatosi nelle acque di Otranto e dopo lo scontro tra due imbarcazioni (descritto da uno dei protagonisti), oggi una barca di 6 metri è affondata nel mare di Melendugno.

A poche centinaia di metri dalla costa di Torre Sant’Andrea, un natante ha iniziato a imbarcare acqua durante una gita.

Una motovedetta della Guardia Costiera di Otranto ha prontamente tratto in salvo la famiglia in difficoltà. Sconvolti dall’accaduto, i malcapitati sono stati condotti nel porto di San Foca e tranquillizzati.

Continua a Leggere
Pubblicità

Più Letti

Copyright © 2019 Gieffeplus