Connect with us

Cronaca

Ratti all’ufficio anagrafe!

Una dipendente faccia a faccia con un topo fuoriuscito da una delle fotocopiatrici: pericolo sanitario per impiegati e cittadini a Novoli

Pubblicato

il

Quanto avvenuto nelle scorse ore presso gli uffici dell’anagrafe di Novoli, dove una dipendente ha avuto la sfortuna di trovarsi faccia a faccia con un topo fuoriuscito da una delle fotocopiatrici, è un fatto gravissimo che non posso esimermi dal denunciare e che mi auguro venga preso in alta considerazione da chi di dovere”. Lo grida Romolo Valzano, segretario del Pd di Novoli che aggiunge: “Trovo inammissibile che gli uffici pubblici di un comune italiano debbano versare in queste condizioni di degrado e credo che non possano restare inascoltate le giuste proteste dei dipendenti e dei cittadini che chiedono di vedere difeso il loro diritto alla salute. Sono veramente stupefatto dalla leggerezza con cui troppo spesso si gestisce il problema della disinfestazione e della derattizzazione nella nostra città, in particolare negli uffici comunali, all’interno dei quali, voglio ricordarlo, lavorano numerosi impiegati e dove ogni giorno i cittadini si recano per sbrigare pratiche o chiedere informazioni”.


Voglio ricordare al sindaco, qualora ce ne fosse bisogno”, aggiunge Valzano, “che i topi, oltre ad essere sgradevoli alla vista, sono portatori di malattie potenzialmente pericolose per l’uomo se non riconosciute in tempo, quali la salmonella e la leptospirosi”.


Non posso che farmi carico sin da subito del gravissimo problema e di questa situazione di inciviltà. È mia intenzione”, conclude il segretario cittadino del Pd, “coinvolgere direttamente il sindaco e l’assessore competente affinché si faccia luce sulla vicenda con l’auspicio che a stretto giro si mettano in campo tutti gli interventi necessari a garantire, nel breve e nel lungo periodo, a dipendenti e cittadini la giusta sicurezza e il giusto diritto a lavorare in condizioni salubri”.

 


Cronaca

Raggirata da millantatore gli versa 2mila e 500 euro: nei guai 29enne

Pubblicato

il


È finita con un deferimento la vicenda che ha visto protagonista un giovane di Martano ed una donna di 58 anni.





La malcapitata signora aveva conosciuto il ragazzo sui social network. Tra i due era nato un rapporto di apparente amicizia, seppur virtuale. Una bolla di sapone scoppiata quando la 58enne ha capito di essere stata raggirata.




Il giovane di Martano, A. E. le sue iniziali, 29 anni, aveva infatti approfittato della donna per farsi versare la bellezza di 2mila e 500 euro sul suo conto. Per poi sparire. A quel punto, capito che si trattava di un millantatore, la 58enne ha sporto denuncia-querela.





Con un lavoro di indagine sui social e sul conto bancario cui era stata inviata la somma, i carabinieri di Martano han potuto risalire all’identità del responsabile, denunciato quindi all’autorità giudiziaria.


Continua a Leggere

Cronaca

Beccato con cocaina e hashish: 44enne arrestato per spaccio

Pubblicato

il


Arrestato nelle scorse ore in flagranza di reato, dai carabinieri del nucleo operativo di Maglie, un 44enne. Era in possesso di 29 involucri contenenti 50 grammi di cocaina; 3 pezzi di hashish, per complessivi 16 grammi;20 grammi di mannite (sostanza da taglio)ed un bilancino di precisione assieme alla somma contante di 380 euro.




Tutto sottoposto a sequestro. Reperti assunti in carico dai militari e debitamente custoditi in attesa di essere versati presso ufficio corpi reato. La somma di denaro sara’ versata su libretto di deposito giudiziario. Arrestato sottoposto al regime degli arresti domiciliari a disposizione dell’autorità giudiziaria.


Continua a Leggere

Cronaca

Sorpresa sul treno notturno per Lecce: nasce un bambino in carrozza

Pubblicato

il


Un bambino è nato sul treno Intercity Notte 757 che percorreva la tratta Torino-Lecce. È successo il 4 marzo alle 4:20 del mattino. Il compagno della donna aveva chiesto assistenza, parlando in lingua inglese, in modo agitato. In breve è stato chiaro a tutti cosa stesse cercando di dire: sua moglie stava per dare alla luce il loro piccolo.

Tutto è andato per il meglio anche grazie alla prontezza della capotreno, che si è subito attivata per chiedere l’intervento del personale medico.




Come riportato da FsNews, la capotreno Greta Cirillo, insieme al capostazione Augusto Lancianese, si è prodigata nel dare supporto e rassicurazioni alla viaggiatrice, cercando di metterla a suo agio. Poco prima dell’arrivo del 118, però, alla donna si sono rotte le acque. Il personale medico, salito a bordo nella stazione di Pescara, ha deciso così di farla partorire immediatamente, finché le lacrime di un neonato hanno riempito di gioia l’intero treno sul quale c’erano anche gli altri due figli della fortunata coppia: due gemellini di un anno.


Continua a Leggere
Pubblicità

Più Letti

Copyright © 2019 Gieffeplus