Connect with us

Cronaca

Rider della cocaina in manette

In giro di notte con il motorino per consegnare sostanza stupefacente a domicilio, 45enne leccese arrestato dagli agenti della Polizia di Stato

Pubblicato

il

Gli agenti in servizio presso la Sezione Volanti della Questura di Lecce hanno tratto in arresto, in flagranza di reato,  per detenzione di sostanza stupefacente ai fini di spaccio, resistenza, minacce e lesioni a pubblico ufficiale Sandro Quarta, 45enne leccese.


Intorno all’una della notte del 1° maggio, una delle pattuglie in servizio nei pressi di viale dell’Università ha notato un uomo a bordo di un ciclomotore che, resosi conto di essere stato notato dagli agenti si dava alla fuga per le viuzze limitrofe. Raggiunto dai poliziotti ha inveito contro di loro e, al fine di evitare che si avvicinassero, si è sfilato il casco e, roteandolo in aria, ha cercato di colpire i poliziotti che dovevano indietreggiare per non essere colpiti.


Tenuto conto della reazione spropositata dell’uomo e del suo rifiuto a farsi identificare, sono giunte sul posto altre volanti e mentre lo stesso continuava a dimenarsi scalciando e colpendo alle gambe uno degli agenti, è stato bloccato con un intervento simultaneo da più lati.


Dai primi accertamenti sul ciclomotore Honda X8R, lo stesso aveva il numero di telaio completamente abraso mentre la targa applicata risultava abbinata ad un ciclomotore PIAGGIO Stalker 50cc.


Lo scooter pertanto è stato sottoposto a sequestro. Nel vano sottosella sono stati rinvenuti arnesi atti allo scasso (cacciaviti e avvitatore elettrico) del cui possesso l’uomo non ha saputo o voluto dare giustificazioni.

Dalla perquisizione personale è emerso che l’uomo occultava nella biancheria intima due dosi di cocaina e, nelle tasche dei pantaloni, la somma di 110 euro.


La perquisizione, estesa anche all’abitazione del 45enne leccese, ha portato al sequestro di due bilancini di precisione e del nastro per sigillare gli involucri delle dosi di sostanza stupefacente. Quanto accertato non ha lasciato dubbi agli agenti sul fatto che l’uomo effettuasse consegne a domicilio di cocaina.


L’uomo è stato sottoposto in regime degli arresti domiciliari.


Cronaca

Guida senza patente: annullati due verbali da 5mila euro

Manca la prova della notifica delle contestazioni: il vice prefetto annulla le sanzioni

Pubblicato

il


Due verbali da 5mila euro l’uno, per aver guidato l’auto senza aver mai conseguito la patente, entrambi annullati.





Con ricorso presentato per due clienti, l’avvocato Andrea Maggiulli ha ottenuto l’annullamento di due ordinanze con le quali erano state comminate che sanzione amministrative pecuniarie (pari al doppio del minimo edittale) da 5mila euro, oltre alle spese di accertamento, procedimento e notifica in relazione a due verbali.





I fatti





Il primo caso risale al marzo 2014. In quella occasione il verbale fu redatto dalla polizia di Stato che ravvisava la violazione dell’art. 116, commi 15 e 17, del codice della strada. L’infrazione era avvenuta in a Lecce, in Piazzale Pisa, dove l’interessato circolava senza aver mai conseguito la patente di guida necessaria alla conduzione dei veicoli condotti.




Il secondo caso è di un anno più recente e vede le medesime norme violate. Il verbale qui è stato redatto dalla Guardia di Finanza – Compagnia di Lecce in Viale XXV Luglio il nel febbraio 2015.





A seguito dell’entrata in vigore del D.Lgs. 15 gennaio 2016 n. 8, il reato previsto per la violazione dell’art. 116 comma 15 e 17 del C.d.S., è stato depenalizzato in illecito amministrativo. Ai sensi dell’art. 9, comma 4, del D.Lgs. n. 8/2016, così come esplicato nella circolare n. 4953 del 2016 del Dipartimento per gli Affari Interni e Territoriali del Ministero dell’Interno, per le violazioni commesse anteriormente alla data di entrata in vigore del decreto stesso, l’autorità amministrativa competente, nella specie il Prefetto, avrebbe dovuto notificare gli estremi della violazione agli interessati, purché il relativo procedimento penale non sia stato definito con sentenza o decreto irrevocabile.





A seguito di richiesta agli atti, presentata dall’avvocato Andrea Maggiulli e volta a verificare la correttezza dell’iter amministrativo, è emerso, per entrambi i procedimenti, che in sede di riesame non sia rinvenuta la prova della notifica delle contestazioni.
Per tali ragioni il Prefetto, nella persona del Viceprefetto, ha disposto l’annullamento delle proprie ordinanze.


Continua a Leggere

Cronaca

Incidente e polemiche a Gagliano

Scontro nei pressi dell’ospedale. L’opposizione: “Quel semaforo è da spegnere”

Pubblicato

il


Brutto incidente a Gagliano del Capo nel pomeriggio nei pressi dell’ospedale.





Un’auto ed uno scooter i protagonisti all’incrocio tra Via Unità d’Italia e via De Curtis. Siamo sul tracciato della strada statale 275 che taglia in due l’abitato gaglianese, pochi passi più a sud del semaforo in corrispondenza del nosocomio. Qui, dove insiste un altro semaforo, i due mezzi si sono scontrati. Lo scooter è rovinato a terra ed è intervenuto il 118 per soccorrere il conducente.





Non sarebbero gravi, per fortuna, le conseguenze patite dai coinvolti. Ma l’accaduto ha scatenato la polemica. Il gruppo politico Gagliano Attiva (che ha pubblicato su Facebook le foto qui di seguito) incalza l’amministrazione. “Siamo a sette incidenti”, scrivono da Gagliano Attiva, rimarcando perplessità sulla riaccensione del semaforo interessato (in precedenza a lungo rimasto inutilizzato) ritenuta scelta deleteria della nuova amministrazione.













Continua a Leggere

Cronaca

Discesa Covid: ospedali alleggeriti e casi totali in calo

In 567 i positivi di oggi nel bollettino: il dettaglio dalle province

Pubblicato

il


Sono 1260 le persone attualmente ricoverate per Covid. Ieri erano 1321. Continuano fortunatamente a svuotarsi pian piano le terapie intensive degli ospedali regionali. Mentre i positivi totali, in Puglia, vanno dai 39mila e 241 di ieri ai 38mila e 736 di oggi.





Su 9984 tamponi, oggi 567 sono positivi: 120 in provincia di Bari, 67 in provincia di Brindisi, 67 nella provincia BAT, 136 in provincia di Foggia, 105 in provincia di Lecce, 71 in provincia di Taranto, 1 caso di provincia di residenza non nota.





Sono stati registrati poi 11 decessi: 2 in provincia di Bari, 1 in provincia di Brindisi, 1 in provincia BAT, 1 in provincia di Foggia, 3 in provincia  di Lecce, 3 in provincia di Taranto.




Dall’inizio dell’emergenza sono stati effettuati 2.373.878 test.
200.955 sono i pazienti guariti.
38.736 sono i casi attualmente positivi.





Il totale dei casi positivi Covid in Puglia è di 245.945 così suddivisi:
93.356 nella Provincia di Bari;
24.541 nella Provincia di Bat;
18.695 nella Provincia di Brindisi;
44.120 nella Provincia di Foggia;
25.518 nella Provincia di Lecce;
38.553  nella Provincia di Taranto;
786 attribuiti a residenti fuori regione;
376 provincia di residenza non nota.





Il bollettino epidemiologico è disponibile qui.


Continua a Leggere
Pubblicità

Più Letti

Copyright © 2019 Gieffeplus