Connect with us

Cronaca

Rosafio, di Patù, frena il sogno A del Lecce

Pubblicato

il


Ricorderà a lungo questa giornata Marco Rosafio, calciatore del Cittadella originario di Patù.





Nella sfida tra Lecce e Cittadella valevole per il campionato di Serie B e disputatasi oggi al Via del Mare di Lecce, Rosafio ha messo in ginocchio la sua ex squadra, quella giallorossa.





Con un magico sinistro a giro “alla Robben”, ha insaccato il pallone dell’1a2 alle spalle del portiere salentino Gabriel, portando in vantaggio il Cittadella.





La partita era iniziata in salita per il Lecce, col gol subito da D’Urso al minuto 18. Il bomber Coda, capocannoniere della serie cadetta, aveva provato a raddrizzarla. Ma pochi minuti dopo il rientro in campo dagli spogliatoi per il secondo tempo, Rosafio ha punito il Lecce riportando la squadra veneta avanti.





In gol a casa sua




Non ha esultato l’attaccante di Patù, per rispetto nei confronti della squadra nella quale è cresciuto. Lo han fatto per lui i suoi compagni, che lo hanno letteralmente circondato ben consci di cosa possa significare per lui un gol qui, a casa sua.





Nato a Coira nel 1994, originario di Patú, con un passato giallorosso a Lecce, Rosafio aveva raggiunto la prima gioia nel campionato cadetto lo scorso ottobre. Lo aveva fatto segnando il gol aveva portato il Cittadella in vantaggio sul campo del Cosenza, in una partita poi finita 1a1.





Altrettanto memorabile, per lui, la giornata odierna. Meno lo sarà per il Lecce che, a causa del risultato di oggi (la partita è terminata 1a3, con un altro gol degli ospiti in pieno recupero), si ritrova a dover difendere il secondo posto, che garantisce la promozione diretta in A, nello scontro diretto in casa della quarta in classifica, il Monza, reduce dall’importante successo sulla Salernitana distante ora una sola lunghezza.





Per i giallorossi, cui non resta che mangiarsi le mani per non aver creduto nel talento del Capo di Leuca, ora testa agli ultimi 3 incontri. Nessun errore è più concesso se si vuole ottenere la A senza passare dai playoff.


Cronaca

Litiga con gli amici, poi sparisce: ritrovato dopo l’avvio delle ricerche

Pubblicato

il

Il ragazzo di 21 anni scomparso la notte tra lunedì e martedì, attorno alle ore 01:30, in località Torre S. Giovanni, Ugento, è stato ritrovato nella serata di ieri.

21 anni, originario di Bari, si era allontanato dal gruppo di amici con cui era in vacanza dopo una lite. I suoi amici erano stati costretti alle cure ospedaliere mentre lui aveva fatto perdere le proprie tracce al punto da indurre il padre a sporgere denuncia di scomparsa presso i carabinieri di Casarano.

Erano scattate le ricerche ad ampio raggio fino a che, in serata, il giovane non è stato ritrovato: era ancora in zona.

Continua a Leggere

Cronaca

I Carabinieri scovano un arsenale e una base di spaccio: tre arresti

I Carabinieri del comando provinciale di Lecce a poche ore di distanza hanno colto in flagranza di reato tre individui, a seguito di altrettante perquisizioni domiciliari, traendoli in arresto

Pubblicato

il

Si è trattato di una giornata animata per i Carabinieri del comando provinciale di Lecce, che a poche ore di distanza hanno colto in flagranza di reato tre individui, a seguito di altrettante perquisizioni domiciliari, traendoli in arresto.

Il primo ha interessato Daniele Papa, classe ’76 residente a Trepuzzi, che nascondeva nella sua abitazione un vero e proprio arsenale abusivo: un ordigno esplosivo, fucili da caccia, pistole mitragliatrici e semiautomatiche assieme a centinaia di munizioni di vario calibro. La perquisizione condotta dai Carabinieri è stata quindi estesa ad una masseria situata a Squinzano, da lui gestita, dove in un cellophane era custodito 1kg di marijuana.

Arrestato in flagranza anche S.M., sempre di Trepuzzi, imputato di ricettazione e per il furto di una moto Honda, precedentemente denunciato dal legittimo proprietario. Entrambi, già noti alle forze dell’ordine, sono stati arrestati e condotti presso il carcere di Borgo San Nicola di Lecce

Ad essi si aggiunge il nome di Massimiliano Barba, ritenuto responsabile di detenzione ai fini di spaccio di sostanze stupefacenti, tra le quali cocaina, eroina e metadone e di un bilancino di precisione. Anche per lui si sono aperte le porte del penitenziario leccese.

Continua a Leggere

Attualità

Covid: sono 61 i nuovi positivi in provincia

In tutta la Puglia sono 213 i casi positivi su 11.623 test per l’infezione da Covid-19 coronavirus registrati per un tasso di positività del 1,83%

Pubblicato

il

Sono 213 i casi positivi su 11.623 test per l’infezione da Covid-19 coronavirus registrati per un tasso di positività del 1,83%.

Sono questi, insieme a quello dei 61 nuovi positivi in provincia di Lecce, i dati salienti dell’odierno bollettino regionale.

Sono stati registrati due decessi che vanno ad incrementare il bilancio delle vittime pugliesi con covid: uno in provincia di Brindisi, l’altro residente fuori regione.

IL RIEPILOGO

Dall’inizio dell’emergenza sono stati effettuati 2.923.726 test.247.212 sono i pazienti guariti.2.585 sono i casi attualmente positivi.

Il totale dei casi positivi Covid in Puglia è di 256.468 di cui 27.796 nella Provincia di Lecce.

IL BOLLETTINO DEL 3 AGOSTO 2021

Continua a Leggere
Pubblicità

Più Letti

Copyright © 2019 Gieffeplus