Connect with us

Alezio

Salento “Peninsula Sicura”

 Operazione dei carabinieri tra Gallipoli, Copertino, Galatone, Aradeo, Galatina, Seclì, Nardò e Alezio: 24 denunciati per detenzione e spaccio di stupefacenti, furto, detenzione di armi, ecc.

Pubblicato

il

Da venerdì scorso, per tutto il fine settimana, e fino a questa mattina i carabinieri della Compagnia di Gallipoli sono stati impegnati su tutto il territorio di competenza, con un capillare servizio coordinato a largo raggio ad “alto impatto”, in occasione dei festeggiamenti per la Santa Pasqua e Pasquetta, con il supporto aereo, dell’ elicottero “Fiamma 54” del 6° Nucleo Elicotteri Carabinieri di Bari.

Sono stati eseguiti controlli principalmente finalizzati a contrastare il perpetrarsi di reati contro il patrimonio, nonché il fenomeno della guida in stato di ebbrezza e della detenzione, spaccio ed uso di sostanze stupefacenti, arrivate a fiumi nel Salento in occasione dei festeggiamenti di pasqua e pasquetta.

All’attività di controllo hanno partecipato pattuglie delle dipendenti aliquote operativa (in abiti civili) e radiomobile, militari della tenenza di Copertino e delle stazioni dipendenti dalla Compagnia di Gallipoli, per un totale di 42 militari e 14 automezzi, coordinati dal Comandante di Compagnia cap. Michele Maselli.

L’operazione è stata eseguita principalmente nelle aree cittadine, periferiche e litoranee di Gallipoli, Copertino, Galatone, Aradeo, Galatina, Seclì, Nardò e Alezio.

Ventiquattro le persone denunciate di cui tre di nazionalità straniera, una trentina quelle segnalate alla Prefettura per uso non terapeutico di sostanze stupefacenti, con sanzioni amministrative per violazioni al Codice della strada (circa 20.000 euro in tutto), per un totale di oltre 4.000 punti di patente decurtati.

Denunciati a piede libero per detenzione ai fini di spaccio di sostanze stupefacenti, assunzione e commercio di sostanze dopanti  (art.2 e 9 legge 376/2000): A.M., 24enne, residente Seclì, operaio, censurato,  trovato in possesso di uno spinello, sul davanzale della propria abitazione curava tre piante di cannabis di circa 20 cm e all’interno della sua casa conservava un bilancino di precisione, un attrezzo trita marijuana materiale per il confezionamento; C.D.M., 32enne disoccupato di Santa Maria al Bagno (Nardò),  trovato in possesso di oltre 100 gr. di marijuana, in casa aveva una pianta di cannabis di 30 cm di altezza cm.30, altri due gr. di marijuana e €90,00, ritenuti provente di spaccio.

Oltre trenta sono stati i segnalati alla prefettura, tutti giovani e giovanissimi residenti nella provincia e turisti provenienti da varie regioni d’ Italia, oltre alla Puglia, Campania, Lazio, Lombardia e Molise, trovati in possesso di hashish, mdma e marijuana per un totale di oltre 100 gr.. I carabinieri in borghese hanno “rastrellato” le aree concerti nonché i più famosi lidi balneari che hanno proposto nel finesettimana veri e propri concerti all’aperto.

Denunciato A.C., 42enne di Galatone, trovato in possesso di quattordici cartucce cal. 9×21, di fabbricazione estera, illegalmente detenute.

Denunciati per guida in stato di ebrezza  oltre 20 automobilisti a cui è stata ritirata la patente di guida. I valori raggiunti vanno da 0,62 contestato ad un giovanissimo (classe 1993) e neo patentato di Campi Salentina fino alla soglia più alta: 2,36 g/l registrata ad un 43enne di Nardò. Già sconcertante il numero dei denunciati, lascia sgomenti il fatto che la maggior parte di essi abbia meno di 25 anni, perlopiù residenti in Salento, ma anche stranieri e turisti provenienti da Lombardia, Lazio, Abruzzo, Campania.

Denunciato R.S.V.D., 19enne leccese: il giovane, fermato a aveva violato l’obbligo dimora nel comune di residenza, impostogli dal tribunale;

Denunciati per violenza, minaccia, resistenza e oltraggio a pubblico ufficiale: C.B., 25enne e G.S. 24 anni, entrambi di Copertino. I due, sempre a Copertino, dopo che titolare di un esercizio pubblico, si è rifiutatio di servirgli ancora alcolici, hanno aggredito con calci, pugni e successivamente minacciato di morte un vigile urbano in servizio, intervenuto con l’intento di sedare animi.

Denunciato E.C. 60enne di Galatone, sorpreso dai carabinieri  mentre asportava tre imballi sigillati contenenti vari prodotti caseari, per importo di oltre 100 euro, poco prima recapitati dal fornitore e momentaneamente posti all’ingresso del supermercato in attesa essere portati all’interno. Un’ispezione alla sua autovettura ha consentito di verificare che l’uomo aveva contraffatto i dati identificativi della targa. Denunciato Z.C., 23enne, tunisino, residente a Nardò. L’uomo  aveva manomesso il contatore elettronico per sottrarre energia elettrica da utilizzare per  la propria abitazione.

B.R., 46enne di Alezio, ha rubato una cassetta contenente kg. 3 (tre) mozzarelle lasciata momentaneamente incustodita nei pressi della porta d’ingresso di un supermercato del luogo; C.D., 66enne di Nardò, all’interno di una pescheria si era impossessato di € 600,00 (seicento) caduti accidentalmente dl portafogli di una cliente. Riconosciuto dalle immagini della videocamera è statao denunciato.

N.D., 21enne di Nardò, è penetrato all’interno di un istituto scolastico  a Leverano rubando 128 euro dal distributore di bevande.

A.B., 26enne, e A.T., 20enne, entrambi di Gallipoli , sono sttai sopresi a bordo di un ciclomotore Piaggio Skipper, rubato poco prima.

Denunciato L.L.D., 47enne di Galatina: si era appropriato indebitamente di un telefono cellulare Samsung Galaxy, dimenticato sullo  sportello bancomat  del Banco di Napoli.

Continua a Leggere

Alezio

Denunciato perchè non ha sottoposto i dipendenti a sorveglianza sanitaria

Controlli dei carabinieri nel gallipolino: contestate ammende per 4.900 euro, scoperti 4 lavoratori irregolari e pizzicato titolare di una ditta non iscritto alla camerra del commercio che ha fatto anche domanda per il reddito di cittadinanza!

Pubblicato

il

Dopo la riapertura parziale delle attività produttive proseguono i controlli dei carabinieri per verificare se sono state attuate le misure di contenimento del contagio previste.

I carabinieri della Compagnia di Gallipoli insieme a personale del Nucleo Carabinieri Tutela Lavoro, hanno effettuato le ispezioni tra Gallipoli ed Alezio.

Un uomo di 45 anni, socio amministratore di una società è stato denunciato perché non ha sottoposto i lavoratori dipendenti a sorveglianza sanitaria.

Nel corso dei controlli su attività produttive, industriali e commerciali sono state controllate tre aziende, individuati 16 lavoratori (di cui 4 irregolari) e contestate ammende per un importo totale di 4.900 euro.

Scoperto anche il titolare di una ditta individuale non iscritto alla camera commercio e che, il 21 aprile scorso, aveva presentato istanza Inps per percepire il reddito cittadinanza.

Continua a Leggere

Alezio

Cocaina, marijuana ed hashish: tre arresti in provincia

Tre distinte operazioni dei carabinieri tra Lecce, Leverano e Alezio

Pubblicato

il

Il lockdown vale per (quasi) tutti ma non evidentemente per chi gravita nel mondo della droga e vorrebbe continuare a fare soldi facili con lo spaccio.

I carabinieri hanno fermato tre persone in provincia beccate a smerciare a droga.

A Leverano tratto in arresto in flagranza di reato Antonio Casaluce, 37 anni, trovato in possesso di 1.820,00 euro, di cui non era in grado di dare una giustificazione. Nella successiva perquisizione presso la sua abitazione rinvenuti: 70,4 grammi di marijuana; 26,25 grammi di cocaina; 27 grammi di sostanza da taglio, due bilancini di precisione e materiale vario per il confezionamento. Rivenuti anche altri 2.295 euro in contanti.

Casaluce è stato posto ai domiciliari a disposizione delle autorità giudiziarie.

A Lecce, arrestato in flagranza Mirando Roshaj, 31enne di nazionalità albanese ma residente nel capoluogo salentino, trovato in possesso di 24 grammi di cocaina, 39 grammi di hashish, una sigaretta confezionata artigianalmente contenente marijuana e materiale per il confezionamento, tutto posto sotto sequestro. Anche Roshaj è stato sottoposto agli arresti domiciliari presso propria abitazione in attesa di citazione diretta a giudizio.

Infine ad Alezio fermato il ventenne F.G.: a seguito perquisizione personale e domiciliare i carabinieri hanno rinvenuto 300 grammi di marijuana, un bilancino precisione e 400 euro in contanti. Anche in questo caso l’arrestato è stato accompagnato presso la presso propria abitazione agli arresti domiciliari.

Continua a Leggere

Alezio

A piedi per 5 chilometri e in due sui motorini: fermati e sanzionati!

Almeno 5 persone sorprese dalla Polizia Locale di Alezio fuori casa e senza valido motivo. Il sindaco Andrea Barone: “Restate a casa”

Pubblicato

il

Continua senza sosta l’attività della Polizia Locale di Alezio, sul territorio comunale, al fine di controllare la legittimità degli spostamenti ed il rispetto delle norme dettate per il contrasto alla diffusione del COVID-19.

Sono stati effettuati numerosi controlli su persone e esercizi commerciali, prestando particolare attenzione ad ogni potenziale luogo di assembramento.

Durante il servizio gli agenti hanno raccolto le autocertificazioni, come previsto dal D.P.C.M.

Almeno cinque delle persone controllate, nella sola giornata di ieri, non hanno saputo fornire una giustificazione valida a dimostrare la legittimità del loro spostamento, in alcuni casi erano a piedi, in altri si trovavano a bordo di un veicolo.

È il caso di una podista che, provenendo da un paese vicino aveva già percorso cinque chilometri a piedi, ed è stata sanzionata per l’importo di  400 euro.

Analogamente nel caso di quattro giovani scooteristi provenienti dalla vicina Gallipoli, entrambi in due sul ciclomotore, in violazione della regola che obbliga al distanziamento sociale ed al divieto di allontanamento dal proprio Comune, se non per motivi di urgenza, salute o lavoro.

In uno di questi casi, gli scooteristi hanno tentato la fuga tra le viuzze del centro, ma venivano prontamente raggiunti ed acciuffati.

Il ciclomotore, dal successivo controllo è risultato sprovvisto di copertura assicurativa ed il conducente sprovvisto di patente perché mai conseguita.

I controlli volti a verificare il rispetto delle disposizioni emergenziali proseguiranno da parte della Polizia Locale per tutta la durata dell’emergenza epidemiologica.

Il sindaco Andrea Barone, rammenta alla Cittadinanza che “ogni spostamento all’interno del territorio comunale deve essere giustificato da comprovate esigenze lavorative, da uno stato di necessità o da motivi di salute. L’attività motoria all’aperto o una breve passeggiata con il proprio animale domestico sono consentite, ma esclusivamente in prossimità della propria abitazione e per un breve lasso di tempo. Andrà tutto bene, ma solo se restiamo a casa”.

Continua a Leggere
Pubblicità

Più Letti

Copyright © 2019 Gieffeplus