Connect with us

Cronaca

Lecce: sassi contro le auto e i passanti

Danneggiati i vetri di ben dodici auto parcheggiate. Arrestato 28enne pakistano. Alcuni cittadini impauriti si sono subito allontanati dall’area mentre altri, a distanza, hanno realizzato dei filmati amatoriali dai quali si vede il 28enne urlare frasi sconnesse e di disprezzo dello Stato italiano

Pubblicato

il

Nelle prime ore della mattina i carabinieri della Sez. Radiomobile della Compagnia di Lecce sono intervenuti in via Oronzo Quarta, nelle vicinanze della Stazione, da dove era stato segnalato un uomo extracomunitario che stava lanciando sassi sulle autovetture parcheggiate, creando una situazione di elevato pericolo anche per la circolazione stradale nonché per i passanti.


I carabinieri, dopo aver constatato la situazione e ascoltato i primi testimoni presenti, ancora impauriti, hanno subito individuato il giovane che stava cercando di allontanarsi dal luogo utilizzando gli autobus di linea in transito.


L’uomo è stato condotto in caserma ed identificato.


Si tratta di Usman Muhammad, 28enne pakistano, residente a Monteroni ma di fatto senza fissa dimora in Italia, con permesso di soggiorno per protezione sussidiaria, già noto alle forze dell’ordine per precedenti episodi di violenza e resistenza a pubblico ufficiale e danneggiamento.

I militari dell’Arma hanno constatato il danneggiamento dei vetri di ben 12 auto parcheggiate e, dall’analisi dei filmati acquisiti, hanno avuto ulteriore riscontro alla  condotta del giovane che ha utilizzato alcune pietre rinvenute sul posto nonché una mattonella staccata dal marciapiede.


Alcuni cittadini impauriti si sono subito allontanati dall’area mentre altri, a distanza, hanno realizzato dei filmati amatoriali dai quali si vede il 28enne urlare frasi sconnesse e di disprezzo dello Stato italiano mentre distrugge con il lancio delle pietre i vetri delle autovetture in transito.


Tenuto conto dei reati commessi e della situazione di grave pericolo per l’incolumità pubblica che si è generato a causa del suo comportamento, l’uomo è stato tratto in arresto per danneggiamento aggravato di beni esposti per necessità alla pubblica fede.


Cronaca

“Io la mascherina non la metto”: caos al seggio a Ruffano

Pubblicato

il


Caos nella mattinata di ieri al seggio di via De Gasperi a Ruffano.





Qui, nella scuola media Bortone, finanzieri e poliziotti si son visti costretti ad allontanare un 53enne del posto che pretendeva di votare senza indossare una mascherina.




Da settimane le modalità di voto al tempo del Covid sono pubbliche e note. Chi dovesse dimenticare il dispositivo di sicurezza, può riceverne uno all’ingresso del seggio. Ma non è questo il caso: il 53enne non aveva dimenticato la sua mascherina a casa. Semplicemente, da casa, era partito con l’idea di dover votare a tutti costi senza perché “nessuna norma di legge ne impone l’utilizzo”.





Dopo i ripetuti inviti degli operatori, han dovuto prendere in mano la situazione le forze dell’ordine. L’uomo è stato quindi allontanato. Non è dato sapere se sia poi tornato a votare rispettando le norme. Ciò che è emerso, invece, è che il 53enne non è nuovo a questo tipo di atteggiamento. Si tratterebbe infatti di un provocatore o, meglio ancora, di un negazionista in era Covid.


Continua a Leggere

Cronaca

Dramma a Gagliano: 38enne trovata senza vita in bagno

Non apre la porta e non risponde: arriva il 115, la donna era rimasta folgorata

Pubblicato

il


Dramma a Gagliano del Capo dove una donna del posto ha perso la vita in casa per cause che al momento sono ancora da accertare.





La donna, Imma Bisanti, 38 anni, era sola in casa, in via XXIV maggio. I suoi genitori al rientro non son riusciti ad entrare nell’abitazione e non hanno ricevuto risposta una volta suonato il campanello.





Imma Bisanti



Dopo alcuni minuti concitati in cui la 38enne non apriva la porta né rispondeva al telefono, è partita la chiamata al 115 attorno alle 20. Una volta entrati in casa i familiari han trovato la donna esanime nella doccia.





Il 118, giunto sul posto, ha provato a lungo delle manovre di rianimazione, purtroppo vanamente. La 38enne era irrimediabilmente deceduta. La sua salma verrà ora trasportata al Vito Fazzi di Lecce dove, con tutta probabilità, sarà disposta l’autopsia.





Sul posto anche i carabinieri. Secondo una prima ricostruzione la vittima avrebbe messo un piede nell’acqua mentre stava asciugandosi i capelli col phon.


Continua a Leggere

Cronaca

Sei positivi al Covid: c’è anche Andrano e sale Aradeo

Pubblicato

il


Anche oggi 6 i casi registrati dalla Asl Lecce: 4 sono cittadini temporaneamente presenti in provincia e in isolamento, uno è un contatto stretto di casi già noti, uno è un residente rientrato dalla Sardegna.





Il bollettino





Il presidente della Regione Puglia, sulla base delle informazioni del direttore del dipartimento Promozione della Salute Vito Montanaro, informa che oggi domenica 20 settembre in Puglia, sono stati registrati 2.777 test per l’infezione da Covid-19 coronavirus e sono stati registrati 50 casi positivi: 29 in provincia di Bari, 3 in provincia BAT, 2 in provincia di Brindisi, 8 in provincia di Foggia, 6 in provincia di Lecce, 2 in provincia di Taranto.

E’ stato registrato 1 decesso in provincia di Taranto.

Dall’inizio dell’emergenza sono stati effettuati 375.065 test.

4.287 sono i pazienti guariti.

2.128 sono i casi attualmente positivi.

Il totale dei casi positivi Covid in Puglia è di 6.994, così suddivisi:

2.709 nella Provincia di Bari;

566 nella Provincia di Bat;

758 nella Provincia di Brindisi;

1.657 nella Provincia di Foggia;

755 nella Provincia di Lecce;

495 nella Provincia di Taranto;

53 attribuiti a residenti fuori regione;

1 provincia di residenza non nota.

I Dipartimenti di prevenzione delle Asl hanno attivato tutte le procedure per l’acquisizione delle notizie anamnestiche ed epidemiologiche, finalizzate a rintracciare i contatti stretti.





I nuovi contagi su mappa








Si accende Andrano, sino a ieri Covid-free. Sarebbe questo il caso dell’uomo rientrato dalla Sardegna e risultato positivo al Covid. Scattati i tamponi sui contatti.





Aradeo passa al range da 6 a 10 contagi. Qui sono giornate di apprensione a causa di un matrimonio celebrato nei giorni in agro di Cutrofiano ma con buona parte di presenti provenienti da Aradeo. Due di loro, sottoposti a tampone, avevano già dato esito positivo.





Un elettore della provincia di Lecce in quarantena ha invece ignorato le disposizioni e si è recato al seggio. Per fortuna non vi erano altri elettori al suo arrivo. L’uomo, che indossava la mascherina, è stato bloccato ed allontanato. Sono intervenuti anche gli operatori del SISP.


Continua a Leggere
Pubblicità

Più Letti

Copyright © 2019 Gieffeplus