Connect with us

Cronaca

Scorrano: sequestrato impianto sportivo abusivo

Campo di calcetto, spogliatoi, bar, magazzini: tutto senza alcuna autorizzazione

Pubblicato

il

Aveva realizzato un impianto sportivo con campo di calcetto, munito di ogni locale occorrente ma privo di ogni autorizzazione.

R. A. G., di Scorrano, è stato deferito dai carabinieri di Maglie a conclusione di accertamenti avviati sul sospetto di reato di “esecuzione di opere edili abusive”.

Nel dettaglio, le opere abusive sono così composte: un campo da calcetto in erba sintetica di 160 metri quadrati circa munito di panchine, impianto di illuminazione, recinzione metallica e rete di copertura;
locale spogliatoio diviso in due ambienti di complessivi di 57 metri quadrati, munito di arredi, locali docce e servizi igienici;
un locale bar munito di bancone, con copertura in legno a tetto spiovente delle dimensioni di 93 metri quadrati circa;
due locali magazzino in legno e muratura di complessivi 22 metri quadrati circa;
locale deposito acqua in muratura delle dimensioni di mq.9 circa;
due gradinate con base in muratura e sedute in cemento delle dimensioni rispettive di mt.1.10 x 2.10 ciascuna.

I militari stanno effettuando ulteriori accertamenti per verificare la regolarità di altri impianti presenti nel circolo sportivo. Le opere abusive sono state sottoposte a sequestro.

Attualità

In bici, incappa nei controlli e tenta la fuga… in mare!

Scappa prima sulla spiaggia e poi con tutta la biciletta in mare per non incorrere nei controlli anticovid

Pubblicato

il

Siamo nella marina di Vernole, a ridosso delle Cesine: c’è chi nonostante l’emnergenza coronavirus, evidentemente non ha resistito alla tentazione della sua abituale pedalata in bicicletta sul lungomare.

E’ incappato però nei controlli per il rispetto del DPCM ed ha tentato la fuga fino a terminare con la bici mezz’acqua lungo la battigia.

Continua a Leggere

Attualità

Nessuno contagio in provincia di Lecce

Registrati due decessi. In Puglia sono stati effettuati 861 test per l’infezione Covid-19 coronavirus e sono risultati positivi 91 casi

Pubblicato

il

Nessun contagio in provincia di Lecce nell’odierno bollettino epidemiologico.

Un dato che va letto con le dovute cautele (siamo ancora in attesa ad esempio dei tamponi eseguiti nei focolai di Gallipoli e Soleto di cui non si conosce ancora l’esito e di molti altri che il sistema, alle prese con l’emergenza, non riesce a smaltire) ma che comunque ci regala un sorriso dopo giorni di grande apprensione.

Purtroppo alla lista dei decessi vanno aggiunte due persone di cui è stata resa nota solo l’età: 85 e 97 anni.

Questi i numeri dell’aggiornamento domenicale della Regione Puglia (sulla base delle informazioni del direttore del dipartimento Promozione della Salute Vito Montanaro).

Sono stati effettuati 861 test per l’infezione Covid-19 coronavirus e sono risultati positivi 91 casi, così suddivisi:

49 nella provincia di Bari;

2 nella provincia Bat;

4 nella provincia di Brindisi;

22 nella provincia di Foggia;

0 nella provincia di Lecce;

6 nella provincia di Taranto;

una persona è di fuori regione

per sette casi non è stata ancora attribuita la provinaica.

Sono stati registrati 15 decessi, 2 in provincia di Bari (93 e 90 anni), 2 in provincia di Lecce (85 e 97 anni), 10 in provincia di Foggia (77, 93, 77, 89, 74, 69, 87, 93, 84 e 69 anni), uno in provincia di Brindisi (83 anni).

Dall’inizio dell’emergenza sono stati effettuati 12.631 test.

27 sono i pazienti che risultano guariti.

Il totale dei casi positivi Covid in Puglia è di 1.549, così divisi:

518 nella provincia di Bari;

98 nella provincia di Bat;

152 nella provincia di Brindisi;

377 nella provincia di Foggia;

239 nella provincia di Lecce;

99 nella provincia di Taranto;

18 attribuiti a residenti fuori regione;

per 48 casi è in corso l’attribuzione della relativa provincia.

I Dipartimenti di prevenzione delle Asl hanno attivato tutte le procedure per l’acquisizione delle notizie anamnestiche ed epidemiologiche, finalizzate a rintracciare i contatti stretti.

Continua a Leggere

Cronaca

Ortelle “adotta” il circo Orfei e i suoi animali

Bloccati in paese da settimane e ora impossibilitati ad andare in scena, lavoratori e animali del circo sono rimasti a corso di risorse

Pubblicato

il

Il Circo Orfei è arrivato a Ortelle e…non è più ripartito.

Non una scelta ma una conseguenza dettata dall’impossibilità di questi giorni di aprire al pubblico ed andare in scena.

Artisti ed animali sono rimasti bloccati nel piccolo comune salentino e, nel giro di poche settimane, si sono ritrovati in seria difficoltà a corto di viveri.

Ecco che allora Ortelle è accorsa in aiuto di uomini, elefanti, tigri e di tutti i presenti. Sindaco e cittadini hanno “adottato” il circo contribuendo al suo sostentamento.

Le immagini nel servizio andato in onda al Tg3.

Continua a Leggere
Pubblicità

Più Letti

Copyright © 2019 Gieffeplus