Connect with us

Cronaca

Sgomberato rave party con 350 persone

Festa non autorizzata in località nei pressi delle marine di San Cataldo: denunce e fogli di via

Pubblicato

il



Nella mattinata di domenica 11 luglio la Questura di Lecce, con servizio di ordine pubblico predisposto, è intervenuta per interrompere un rave party non autorizzato in località San Cataldo.





Le forze dell’ordine giunte sul posto han identificato 350 persone e controllato 40 veicoli. L’identificazione ed il controllo degli organizzatori del rave sono stati effettuati dal personale della Squadra Mobile e della DIGOS di Lecce, che hanno messo fine alla festa abusiva.





Tutte le operazioni inoltre sono state videoriprese da personale della Polizia Scientifica di Lecce. I giovani partecipanti al raduno erano giunti nella serata precedente, anche da altre province, in particolare da quelle limitrofe. Un equipaggio della Polizia locale di Lecce ha gestito la viabilità della zona evitando difficoltà nel traffico di affluenza alle spiagge mentre le operazioni di sgombero erano in atto.





In seguito, gli approfondimenti investigativi effettuati dalla locale DIGOS han permesso di deferire alla Procura della Repubblica di Lecce, per il “reato di invasione terreni” ex art.633 CP, ben 39 soggetti.




Nel servizio sono stati impiegati equipaggi della Polizia di Stato, dell’Arma dei Carabinieri e della Guardia di Finanza di Lecce, che nonostante i servizi istituzionali già previsti hanno comunque fatto fronte alla nuova situazione.





La locale Divisione Anticrimine procederà alla irrogazione della misura di prevenzione del “foglio di via obbligatorio” nei confronti dei soggetti non residenti a Lecce, mentre la locale Divisione di Polizia Amministrativa procederà alla contestazione, nei confronti dei 5 organizzatori, della sanzione amministrativa per “esercizio abusivo di spettacoli e intrattenimenti pubblici senza licenza del Questore”.





Immagine di repertorio


Andrano

Incendio nell’ecocentro di Andrano

Scarti in fiamme, il Comune consiglia di chiudere le finestre. Ma fortunatamente non si tratta di rifiuti pericolosi

Pubblicato

il

Fiamme nell’ecocentro di Andrano in serata.

Lo annuncia il Comune, sulla sua pagina Facebook: un incendio ha avvolto parte del punto di smaltimento collocato in via Vecchia Comunale per Marittima.

Hanno preso fuoco diversi scarti raccolti sul posto. Intervento dei vigili del fuoco del Distaccamento di Tricase per riportare la situazione in sicurezza. Mentre il suggerimento, dall’amministrazione, è di tenere le finestre chiuse ed evitare di avvicinarsi alla zona.

Sarebbe stato un corto circuito ad un lampione a fare da innesco. Ben 4 i cassoni intaccati, a partire dalle 18. Le operazioni di spegnimento si sono concluse attorno alle 23.

Nota positiva: a bruciare, semplici sfalci di potatura. 

Continua a Leggere

Cronaca

Si è spento don Eugenio Licchetta

Originario di Corsano, era stato storico parroco della parrocchia di Sant’Andrea, nel rione di Caprarica del Capo, a Tricase

Pubblicato

il

Lutto a Tricase per la morte di don Eugenio Licchetta.

Originario di Corsano, il parroco avrebbe compiuto 84 anni a dicembre. Si è spento nella sua dimora, a pochi passi dalla parrocchia di Sant’Andrea dove nel 2012 aveva celebrato 50 anni di sacerdozio.

Dopo aver preso i voti nel 1962, divenne anche docente di religione presso il Liceo Stampacchia di Tricase. Durante la sua permanenza nel rione di Caprarica del Capo, tra le altre cose, edificò la casa di accoglienza e le opere del Santuario della Madonna di Fatima e creò una rete di beneficenza per la vicina Albania, dopo gli sbarchi degli anni 90.

Una lunga malattia lo aveva costretto a letto negli ultimi anni, prima di portarlo inesorabilmente via nel pomeriggio di oggi.

Continua a Leggere

Cronaca

Eroina e cocaina in auto

Arrestato in flagrante 37enne di Santa Cesarea Terme

Pubblicato

il

I carabinieri lo hanno sorpreso con eroina e cocaina in auto e per questo lo hanno arrestato.

È finito nei guai A. D. 37 anni di Santa Cesarea Terme.

Dopo averlo fermato, i carabinieri di Poggiardo hanno dato vita alla perquisizione domiciliare e veicolare, rinvenendo due involucri per complessivi 7,7 grammi di eroina e un altro involucro con 0,7 grammi di cocaina,

L’arrestato sottoposto al regime degli arresti domiciliari presso l’abitazione di residenza.

Continua a Leggere
Pubblicità

Più Letti

Copyright © 2019 Gieffeplus