Connect with us

Cronaca

Scippa due donne, una sotto gli occhi dei nipotini: arrestato

Pubblicato

il


Nel pomeriggio dello scorso 12 luglio la Centrale Operativa della Questura di Lecce ha ricevuto due telefonate, a distanza di soli 10 minuti, da parte di due signore vittime di rapina.





Le donne riferivano di essere state avvicinate di soppiatto da un giovane che, dopo aver afferrato le loro borse, le tirava con violenza rubandole. I fatti sono accaduti nel quartiere San Lazzaro, in strade molto vicine tra loro. I poliziotti, grazie a precise descrizioni sull’abbigliamento indossato dal malvivente, riuscivano a rintracciarlo dopo pochissimi minuti in via Sardegna, nello stesso quartiere. Si tratta di M.D., 32enne residente a Merine di Lizzanello.





Gli operatori della Sezione Volanti hanno appurato che in un primo caso, avvenuto in via Leonardo Da Vinci, la vittima, una cinquantenne, aveva subito una vera e propria rapina, commessa da parte del giovane sotto la minaccia del coltello. La donna, terrorizzata dal gesto, consegnava la borsa al malfattore, la stessa poi veniva recuperata poco distante priva del portafogli, al cui interno la signora custodiva 75 euro oltre ai documenti di identità ed alla tessera bancomat.
La somma di denaro rinvenuta dagli Agenti indosso all’uomo, durante la perquisizione personale veniva restituita alla vittima.




Nel secondo caso l’uomo ha agito in via Tafuro. Qui, non lo ha fatto desistere nemmeno il fatto di aver davanti una signora di 75 anni che spingeva a mani una bicicletta, con a bordo la nipotina di 9 anni e di fianco a sé il nipotino di 11. Infatti, il 32enne, giungendo alle spalle, tentava più volte di strappare la borsa indossata dalla signora che ha opposto una forte resistenza prima di perdere l’equilibrio e cadere procurandosi una contusione.





L’uomo è stato indagato ed arrestato nella flagranza del reato di rapina aggravata. Nel prosieguo delle indagini il personale della Sezione Volanti ha acquisito la denuncia di una terza donna, che nello stesso pomeriggio del 12 luglio, a distanza di pochi minuti rispetto agli altri due eventi, in via Torre del Parco ha subito il furto con strappo di una borsetta da cerimonia che indossava nel mentre si recava a piedi in una vicina struttura per partecipare ad una festa privata. All’interno della borsa non vi erano soldi, ma solo il documento di identità e la tessera bancomat.
L’arrestato risponde di rapina aggravata, tentato furto con strappo e furto con strappo, legati dal vincolo della continuazione.


Cronaca

Eroina e cocaina in auto

Arrestato in flagrante 37enne di Santa Cesarea Terme

Pubblicato

il

I carabinieri lo hanno sorpreso con eroina e cocaina in auto e per questo lo hanno arrestato.

È finito nei guai A. D. 37 anni di Santa Cesarea Terme.

Dopo averlo fermato, i carabinieri di Poggiardo hanno dato vita alla perquisizione domiciliare e veicolare, rinvenendo due involucri per complessivi 7,7 grammi di eroina e un altro involucro con 0,7 grammi di cocaina,

L’arrestato sottoposto al regime degli arresti domiciliari presso l’abitazione di residenza.

Continua a Leggere

Cronaca

Pullman di studenti in fiamme, stanno tutti bene

Questa mattina sulla circonvallazione di Lecce, nei pressi del Comando della Polizia Municipale. Fortunatamente nessuno si è fatto male

Pubblicato

il

Un pulmann della Chiriatti carico di studenti ha preso fuoco stamattina in città.

Fortunatamente solo tanta paura e nessun danno fisico agli spaventati e involontari protagonisti della vicenda.

Sono ancora in corso di accertamento, le cause che hanno provocato l’incendio del mezzo proprio sulla circonvallazione  di Lecce, nei pressi del Comando della Polizia Municipale, il pulmino è stato avvolto dalle fiamme mentre era in transito.

Sul posto oltre ai vigili del fuoco anche gli agenti della polizia locale per decongestionare il traffico vista l’ora di punta.

Continua a Leggere

Attualità

Quell’alieno che minaccia pini ed ecosistema pugliese

L’entomologo, prof. Francesco Porcelli: « La Cocciniglia Tartaruga è un Alieno Invasivo e la sua presenza in Puglia è preoccupante perché minaccia i nostri pini e l’ecosistema in generale»

Pubblicato

il

Recente ritrovamento della Toumeyella parvicornis, la Cocciniglia Tartaruga del pino.

Il professor Francesco Porcelli, entomologo, afferma che da «Una sua occasionale recente osservazione, e campioni consegnati per l’identificazione da operatori sul territorio, confermano la presenza in Puglia della dannosissima cocciniglia che infesta il Pino da pinoli. La Cocciniglia Tartaruga è un Alieno Invasivo e la sua presenza in Puglia è preoccupante perché minaccia i nostri pini e l’ecosistema in generale».

«La cocciniglia», spiega il prof. Porcelli, «vive in dense e popolose infestazioni. Le grandi quantità di melata imbrattano le piante e i luoghi, annerendoli con la fumaggine. La Toumeyella si adatta facilmente a diversi ambienti, invadendo nuovi territori nei quali tende a uccidere le piante ospiti. L’Alieno compie diverse generazioni per anno nelle aree urbane che sono particolarmente minacciate da questa specie».

Continua a Leggere
Pubblicità

Più Letti

Copyright © 2019 Gieffeplus